Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 17/09/2021, 16:10




Rispondi all’argomento  [ 654 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16 ... 66  Prossimo
Confagricoltura 
Autore Messaggio
Connesso
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 61719
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
CONSUMI, CONFAGRICOLTURA: “LE FAMIGLIE DIMINUISCONO ANCHE LE SPESE OBBLIGATE, COME QUELLE PER IL CIBO”


“La crisi economica fa sentire i suoi effetti sulla spesa delle famiglie, che tendono a risparmiare rinunciando anche al cibo, e privilegiano per gli acquisti i discount. La situazione si va deteriorando e cresce la sfiducia”. Lo sottolinea Confagricoltura analizzando i dati diffusi oggi da Istat sulle vendite al dettaglio, e dal Censis-Confcommercio sul clima di fiducia e sulle aspettative delle famiglie.

In base alle rilevazioni Istat – osserva Confagricoltura - le vendite degli alimentari nei primi otto mesi dell’anno non crescono, confermandosi anche ad agosto il clima recessivo. Per gli acquisti i consumatori privilegiano i discount alimentari (+1,7% negli otto mesi, in base ai dati Istat), a dimostrazione che, anche per le spese obbligate come quelle per gli alimenti si tende a risparmiare, spesso rinunciando alla qualità.

Come rileva l’Osservatorio Censis-Confcommercio la situazione economica delle famiglie si va aggravando, con il Pil previsto in calo del 2,3% nel 2012 e dello 0,8% nel 2013, mentre aumenta la pressione fiscale su imprese e famiglie del 45,5%. “In questa situazione – conclude Confagricoltura - è inevitabile che i consumatori riducano drasticamente gli acquisti (-3,3% nel 2012, -0,9% nel 2013) e peggiori il clima di fiducia. Anche nelle campagne la situazione è estremamente difficile, con le imprese che non riescono a far quadrare i conti per la pressione fiscale ed i costi in crescita, in primo luogo per il gasolio”.

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


25/10/2012, 19:11
Profilo WWW
Connesso
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 61719
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
E’ MORTO SIMONE VELLUTI ZATI, FONDATORE DELL’AGRITURISMO ITALIANO E DI AGRITURIST

Vittoria Brancaccio, presidente di Agriturist: “Un uomo straordinario, che ha dato un grande contributo all’innovazione dell’agricoltura italiana”.

E’ morto, all’età di 86 anni, Simone Velluti Zati. Dirigente dei giovani agricoltori della Confagricoltura, nel 1965 ha fondato, insieme a Rinaldo Chidichimo ed Alfredo Diana l’Agriturist, di cui è stato presidente fino al 1998.

Attento osservatore dei nuovi fenomeni economici legati all’agricoltura, anche attraverso i frequenti viaggi in Francia per partecipare alle riunioni dell’associazione T.E.R. (Tourisme en Espace Rural), Velluti Zati è stato il principale artefice della nascita dell’agriturismo italiano, concretizzata dalla emanazione della prima legge quadro statale di settore, nel dicembre del 1985.

Velluti Zati è stato anche antesignano della valorizzazione dei prodotti tipici dell’agricoltura italiana, che avrebbe in seguito conquistato grande attenzione dei “media” e dell’opinione pubblica; e della conservazione del paesaggio rurale, tema, anche questo, destinato a successiva grande attualità nel dibattito sulla tutela del patrimonio ambientale e culturale italiano. Fu anche convinto sostenitore della coesistenza sinergica fra agricoltura di qualità e salvaguardia della natura.

“Simone Velluti Zati - ricorda Vittoria Brancaccio, presidente di Agriturist - era un uomo straordinario, eclettico, curioso di tutto, di vastissima cultura. Le sue intuizioni innovative hanno profondamente influito sullo sviluppo dell’agricoltura italiana, aprendo la strada alla attuale multifunzionalità delle imprese”.

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


26/10/2012, 15:05
Profilo WWW
Connesso
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 61719
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
RIFORMA PAC, GUIDI AI GIOVANI DI CONFAGRICOLTURA: "TOCCA ALLE NUOVE GENERAZIONI SFAMARE IL MONDO, BRUXELLES DEVE CAPIRE CHE LE IMPRESE HANNO IL DOVERE DI PRODURRE DI PIÙ"

“In Italia su 700mila imprese guidate da under 35, poco più di 60.000 sono quelle agricole. Se pur lieve, quest’anno registriamo un recupero delle nuove leve iscritte alle Camere di commercio, è un segnale della volontà di ritornare alla terra che va assolutamente colto perché l’agricoltura è la base su cui poggia la speranza di sfamare il mondo, adesso e nel futuro”. Lo ha detto Giorgio Guarneri, presidente dell’Anga Cremona, al convegno: ”Riforma Pac: le proposte della Commissione, le attese dei produttori e la politica dell’Unione Europea”, organizzato dai giovani di Confagricoltura in occasione della sessantasettesima edizione della fiera internazionale del bovino da latte.

Le aziende agricole condotte dagli under 35 si distinguono, nel panorama italiano prevalentemente caratterizzato da microimprese, come realtà consistenti per fatturato, dimensione e innovazioni di prodotto e processo. “L’invecchiamento del settore agricolo è la migliore dimostrazione delle opportunità potenziali per chi vorrebbe diventare imprenditore agricolo, a patto si agisca presto e concretamente per favorire l’ingresso e la permanenza di giovani – ha rimarcato Guarneri -. Bene aver inserito il pacchetto giovani nel primo Pilastro, ma non basta. Non servono ‘contentini’, ma interventi efficaci e realizzabili che possano dare sicurezza ai giovani in una logica di sviluppo e crescita per una reale sostenibilità economica dell’impresa, dell’Italia e dell’Europa”.

“I giovani sono il motore della crescita, da loro ci si attende impulsi propulsivi al rinnovamento. Ma devono essere messi nelle condizioni di operare – ha detto il presidente nazionale di Confagricoltura Mario Guidi -. Occorrono misure che riequilibrino la distribuzione del valore nella filiera, liberino le potenzialità e le capacità imprenditoriali, diano spazio ad una grande agricoltura di produzione e qualità, l’unica in grado di creare lavoro e contribuire alla crescita economica. Servono scelte precise a livello comunitario, ma anche nazionale, per orientare sempre di più i produttori al mercato. Va finalmente compreso – ha concluso - che produrre non è un tabù, come ci vuol far credere Bruxelles, ma una necessità per il futuro dell’Europa“.

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


26/10/2012, 17:50
Profilo WWW
Connesso
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 61719
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
Il cordoglio di Confagricoltura per la scomparsa di Simone Velluti Zati. Il presidente Guidi:
“Un innovatore che ha precorso i tempi inventando l’ospitalità rurale”

Il presidente Mario Guidi, la giunta esecutiva ed il direttore generale di Confagricoltura, a nome di tutta l’Organizzazione degli imprenditori agricoli, hanno espresso il profondo cordoglio per la scomparsa di Simone Velluti Zati, dirigente illuminato che, nel 1965, aveva ideato un modo diverso di fare vacanze in campagna e, con Rinaldo Chidichimo e Alfredo Diana, aveva fondato l’Agriturist, di cui è stato presidente fino al 1998.

“Abbiamo perso un caro amico, un innovatore, che ha precorso i tempi, ‘inventando’ l’agriturismo, un modo per avvicinare il cittadino alla campagna, valorizzando l’agricoltura con le sue tradizioni, i suoi prodotti, le sue bellezze – ha sottolineato il presidente Guidi -. Una bella intuizione, che ha dato origine ad un fenomeno di grande successo, contribuendo al mantenimento del tessuto rurale in molte aree del Paese e al tempo stesso alla salvaguardia del paesaggio e del territorio”.

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


26/10/2012, 18:03
Profilo WWW
Connesso
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 61719
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
LE CONGRATULAZIONI DI CONFAGRICOLTURA A MAURIZIO GARDINI PER LA RICONFERMA A PRESIDENTE DI CONSERVE ITALIA

Confagricoltura si complimenta per la riconferma di Maurizio Gardini alla presidenza di Conserve Italia, uno delle più importanti realtà agroindustriali europee.

“Sono certo - ha detto il presidente Mario Guidi - che Maurizio Gardini, forte della lunga esperienza maturata, continuerà ad operare sempre più in sinergia con il settore agricolo, con la consapevolezza che il futuro e lo sviluppo dell’agroalimentare italiano si fonda sulla capacità di operare in rete all’interno della filiera”.

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


26/10/2012, 19:25
Profilo WWW
Connesso
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 61719
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
CONVEGNO CONFAGRICOLTURA SU “LAVORO, OCCUPAZIONE, PRODUTTIVITÀ”, CON I MINISTRI FORNERO, PASSERA E PATRONI GRIFFI

“Lavoro, occupazione, produttività. Il ruolo strategico dell’agricoltura per il Paese”: questo il titolo del convegno promosso da Confagricoltura, che si svolgerà a Roma al “Tempio di Adriano” (piazza di Pietra) il 7 novembre dalle ore 9.30.

Il Convegno affronterà anche alla luce della recente riforma del mercato del lavoro, i risvolti delle novità introdotte ed i temi ancora aperti per l’occupazione in agricoltura, in un confronto costruttivo del sistema delle imprese con Governo, enti previdenziali e sindacati dei lavoratori.

Dopo gli interventi introduttivi del direttore generale Luigi Mastrobuono, dei presidente dell’Anga–Giovani di Confagricoltura Nicola Motolese, di Confagricoltura Donna Marina Di Muzio, di Confederdia Claudio Paitowsky, ci saranno le relazioni del Centro Studi di Confagricoltura sull’occupazione in agricoltura e del presidente dell’Inps Antonio Mastrapasqua. Seguiranno gli interventi dei ministri dello Sviluppo Economico Corrado Passera (da confermare) e della Semplificazione Filippo Patroni Griffi. A seguire una tavola rotonda con i rappresentanti dei sindacati dei lavoratori e di Confindustria, a cui interverrà il presidente di Confagricoltura Mario Guidi. Le conclusioni saranno del ministro del Lavoro Elsa Fornero.

Nel pomeriggio sarà celebrato il ventesimo anniversario dell’Enapa, l’Ente di Patronato promosso da Confagricoltura.

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


29/10/2012, 19:27
Profilo WWW
Connesso
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 61719
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
RIDISEGNO CAMERE COMMERCIO, GUIDI (CONFAGRICOLTURA):
“UN SISTEMA PIU’ EFFICIENTE A SOSTEGNO DELLA CRESCITA E DELLA COMPETITIVITA’ DELLE IMPRESE”

Confagricoltura condivide il progetto di ridisegno dell’organizzazione territoriale del sistema camerale approvato oggi, a Venezia, dall’assemblea delle Camere di commercio.

“Apprezziamo l’intento e il percorso di massima che viene proposto – ha detto il presidente Mario Guidi, intervenendo all’Assemblea -. Una definizione di pochi obiettivi su cui ridisegnare l’offerta di servizi, una diminuzione delle strutture camerali sulla base della sostenibilità economica, in una nuova logica di rete, fra le Camere, e con e per le imprese”.

Confagricoltura sottolinea l’importanza, però, di migliorare l’azione delle Camere su progetti per tutta l’economia locale, superando particolarismi, e avviando un lavoro di rete fra settori per presidiare meglio i mercati e lo sviluppo dei fattori, piuttosto che settori e iniziative specifici.

La ripresa, a parere di Confagricoltura, richiede sistemi in grado di operare su progetti di sviluppo nuovi ed efficaci: incrementare le imprese capaci di andare all’estero, rafforzare le filiere per accrescere il valore prodotto, dare sostanza alle reti di impresa, anche in agricoltura, valorizzando le eccellenze in una dimensione più ampia, con un atteggiamento inclusivo nel progettare e realizzare, al di là delle presenze nelle Giunte e nei Consigli.

“Sono queste – ha concluso Mario Guidi - le condizioni per chiedere magari insieme, Camere ed Associazioni, al Governo di consolidare il ruolo Camerale nelle politiche per le imprese, purché venga garantita sempre meglio l’universalità della loro azione sul territorio”.

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


29/10/2012, 21:07
Profilo WWW
Connesso
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 61719
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
INTERNAZIONALIZZAZIONE. CONSALVO (CONFAGRICOLTURA) A BUCAREST: “SINERGIA ITALO-RUMENA ALL’INSEGNA DELL’AGRICOLTURA DI QUALITÀ”

Agricoltura di qualità e percorsi comuni, esperienze italiane e prospettive di sviluppo rumene: questi i temi del seminario, svoltosi oggi a Bucarest, promosso congiuntamente dal ministero dell’Agricoltura rumeno e dall’Ambasciata d’Italia, con rappresentanti del Parlamento di entrambi i Paesi, di Confagricoltura e Confindustria, delle Camere di Commercio, del mondo bancario, di esperti.

Per Confagricoltura era presente il componente di Giunta con delega per l’internazionalizzazione Giandomenico Consalvo, che ha sottolineato l’importanza del settore agricolo per l’economia della Romania: la superficie agricola utilizzata è circa il 56% del territorio e di questa oltre il 62% è destinata a seminativi, in particolare cereali; quasi il 33% della popolazione è impegnata nel settore primario. “Non si può non rilanciare la vocazione agricola della Romania”, ha commentato il rappresentante dell’Organizzazione degli imprenditori agricoli.

“C’è un quadro di riassetto e rilancio dell’agricoltura rumena che ha sempre interessato gli imprenditori italiani - ha proseguito Consalvo nel suo intervento –. Dall’impegno sinergico di Confagricoltura e Confindustria sono nati, nel corso degli anni, progetti di internazionalizzazione importanti. Ed oggi sono ben 330 mila gli ettari coltivati in Romania da aziende agricole italiane, come sono molteplici le iniziative agroindustriali”.

“La nuova scommessa – ha concluso Consalvo – è quello delle reti d’impresa e dei contratti di rete nel settore agroalimentare su cui Confagricoltura e Confindustria stanno attivamente cooperando in Italia, ma anche all’estero. Si possono sviluppare in Romania network, partenariati e progetti agroalimentari che vedano assieme agricoltori e industriali italiani ed anche rumeni. Noi Italiani possiamo mettere a disposizione dei colleghi della Romania le nostre conoscenze tecniche ed il know how, mediante scambi professionali e progetti comuni, anche coordinati dalle Istituzioni di entrambi i Paesi”.

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


30/10/2012, 18:14
Profilo WWW
Connesso
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 61719
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
TERREMOTO, CONFAGRICOLTURA: “SI AVVICINANO LE SCADENZE, MA LA RIPRESA E’ ANCORA LONTANA. IL DL 174 VA RIVISTO”

“Per gli agricoltori delle zone terremotate non sono arrivate risposte normative adeguate per fronteggiare l’emergenza e favorire la ripresa, e la situazione rischia di aggravarsi con l’avvicinarsi delle prossime scadenze”. Confagricoltura lancia l’allarme sulla situazione delle zone devastate dal sisma, mentre all’esame della Camera il DL 174/2012 per la sua conversione in legge, che la settimana prossima approderà in aula per poi passare al Senato.

“Il testo va profondamente modificato – chiede Confagricoltura -. Siamo ancora in attesa di ricevere indicazioni precise sull’accatastamento dei fabbricati rurali fortemente danneggiati dal sisma che, ad oggi, deve essere fatto entro il 30 novembre. E non è ancora chiaro se il meccanismo del versamento di tasse e contributi, dal prossimo 16 dicembre, valga anche per le aziende agricole. Gli agricoltori non sono nelle condizioni di adempiere agli obblighi di legge. Andrebbero sostenuti negli sforzi di ripresa e di ricostruzione, e invece sono costretti a procedure farraginose per rispettare scadenze fiscali e contributive”.

“Non comprendiamo – continua Confagricoltura - perchè non sia stato seguito il sistema definito a suo tempo per i terremotati dell’Abruzzo, che prevedeva che la riscossione avvenisse in modo rateale, dopo un congruo periodo di sospensione”.

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


01/11/2012, 0:43
Profilo WWW
Connesso
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 61719
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
INFLAZIONE, CONFAGRICOLTURA: “PER GLI ALIMENTARI AUMENTI NETTAMENTE INFERIORI A QUELLI PER I TRASPORTI E L’ABITAZIONE”

“L’evoluzione dei prezzi alimentari al consumo appare sostanzialmente in linea con l’andamento dei prezzi generali e l’inflazione acquisita (proiettando il dato mensile sino a fine anno) per gli alimentari è inferiore a quella per tutti i prodotti”. Commenta così Confagricoltura gli ultimi dati Istat sull’andamento dei prezzi al consumo diffuso oggi.

“Pur in lieve aumento su base congiunturale (+0,3% a ottobre rispetto al mese precedente) - spiega Confagricoltura - i prezzi degli alimentari sono comunque cresciuti ad ottobre, rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, del 2,6%: un incremento perfettamente allineato a quello complessivo del paniere degli acquisti degli Italiani”.

Ad ottobre, sempre su base tendenziale – conclude Confagricoltura - sono ben più rincarati ad esempio i costi per l’abitazione con acqua, elettricità e combustibili (+6,8% rispetto allo scorso anno), ed i trasporti (+6,1% sempre rispetto a ottobre 2011).

Variazioni percentuali dell’indice dei prezzi al consumo

(elaborazione Confagricoltura su dati Istat)


Ottobre 2012/ Ottobre 2011


Ottobre 2012 / Ottobre 2011


Inflazione Acquisita

Totale prodotti


0,0%


+2,6%


+3,0%

Alimentari escluse bevande alcoliche

+0,3%


+2,6%


+2,4%

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


01/11/2012, 1:09
Profilo WWW
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 654 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16 ... 66  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 8 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Designed by ST Software.

Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO

Informativa Privacy