Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 22/07/2018, 11:01




Rispondi all’argomento  [ 58 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo
corvidi e rapaci ovvero fine della piccola avifauna 
Autore Messaggio
Sez. Funghi
Sez. Funghi
Avatar utente

Iscritto il: 18/11/2012, 20:59
Messaggi: 1013
Località: Valdarno Superiore
Rispondi citando
per chi ancora non se fosse reso conto vada un po a giro per le campagne con occhio asperto si renderà conto che ogni primavera scompare un munero eccessivo di nidi di uccelli (io stimerrei 80%)
la causa sono tutti i corvidi (cornacchie GAZZE maledette ghiandaie taccole ecc.) e i rapaci dai più piccoli ai più grandi
è vero che tutti devono mangiare ma così è veramente troppo
una tortora aveva fatto il nido in un cipresso a due passi da casa una settimana di cova e depredato il nido
un merlo nido nel corbezzolo stessa fine
sono solo due esempi ma tutti gli anni tutti i nidi che riesco a censire (sono diverse decine )fanno quasi tutti la stessa fine
lo sqilibrio è totale :twisted: :twisted: viva i rapaci e corvidi :o :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

_________________
ma che film la vita grazie augusto grazie nomadi


26/04/2015, 19:28
Profilo

Iscritto il: 12/03/2014, 16:25
Messaggi: 827
Località: Prov. Lucca
Rispondi citando
Purtroppo contadino è così , siamo circondati da queste bestiacce.
Diversi anni fà a questi uccellacci sparavano a vista, non stavano a vedere il luogo e la data, gli sparavano anche sulla croce del campanile il giorno del Santo Patrono e nessuno diceva nulla.

La gestione della fauna selvatica è penosa.
Qualche anno fà a Lucca, per risolvere il problema della sovrappolazione dei piccioni in centro la Provincia decise di lanciare i corvi e cornacchie, fatto sta che i nocivi si spostaro dalla parte opposta della città e con gli anni si sono allargati in tutta la Provincia, mentre i piccioni aumentavano la popolazione indisturbati.
Dopo molti anni si sono resi conto che solo i cacciatori avrebbero potuto alleviare il problema.
La scorsa stagione è stata aperta la caccia al piccione in deroga e i risultati si notano già, la città è molto più pulita.

I corvidi e nocivi sono troppo più furbi dei piccioni, è difficile insidiarli nei modi consentiti dalla legge 157 .
Considerato che i cacciatori sono considerati "assassini" e se vogliono continuare a cacciare (nel limite del possibile) devono stare come un bicchiere sciacquato, la situazione va sempre più in degrado.
Di qualche tempo qualcuno aprirà gli occhi....... speriamo di non dover attendere 30 anni come per i piccioni di Lucca. :)


26/04/2015, 21:52
Profilo
Sez. Funghi
Sez. Funghi
Avatar utente

Iscritto il: 18/11/2012, 20:59
Messaggi: 1013
Località: Valdarno Superiore
Rispondi citando
il metodo di introdurre nuove specie per regolamentarne altre si è dimostrato un vero disastro tutto questo da studi fatti da persone che si dice abbiano "studiato" il problema
mi chiedo io ma dove? nell'ufficio del secondo piano di un qualsiasi dipartimento inventato per dare un posto a dei trombati?
avanti così che si risolvono i problemi
viva gli ATC VERA RIVOLUZIONE con effetti immediati :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

_________________
ma che film la vita grazie augusto grazie nomadi


26/04/2015, 22:13
Profilo

Iscritto il: 05/02/2014, 22:35
Messaggi: 2804
Località: Żyznów (Polonia) Oleggio Castello (Novara)
Formazione: geometra sulla carta, agricolo nei fatti
Rispondi citando
Magari dico una stupidaggine, ma il sistema ambiente di se tende all'equilibrio..

Se i corvidi proliferano forse è anche perchè sono foraggiati dalle attività antropiche sempre piu' invadenti, se gli insettivori che ne sono prede calano forse è anche per l'uso di agrofarmaci (a livello professionale ma anche non sottovaluterei l'uso privato fatto spesso in buona fede da incompetenti) che ne avvelenano le prede..
o anche che la SAU italiana dal dopoguerra si è dimezzata o giu' di li'?
Detto questo, resta la gestione che sostanzialmente non mi sembra ci sia, d'accordo con i precedenti interventi.

almeno, io faccio il parallelo tra dove abitavo prima e dove sto adesso (nazione di grande tradizione venatoria), e la differenza in biodiversita' è tangibile.
Premettendoo che da ambo le parti stavo in un parco, ma con un approccio radicalmente diverso. E che non sono cacciatore.

_________________
Non aver paura dei furbi , ma attento agli ignoranti.

Tutti crescono giocando coi trattori. I piu' fortunati non smettono mai


27/04/2015, 6:56
Profilo WWW

Iscritto il: 04/03/2015, 13:56
Messaggi: 794
Località: Palmi (RC)
Formazione: Geometra
Rispondi citando
Buongiorno a tutti,
quanto esposto da Lumacosio è uno dei tanti fattori negativi e reali ma diverso da quello esposto da Contadinotoscano ed è a questo che mi voglio collegare e condividere.
Anch'io vado sempre, e da sempre, in giro per la campagna ed i boschi e non solo per andare a caccia, a funghi ecc. ma principalmente per godermi la natura e per curiosare in essa.
Sino a circa vent'anni fa, intorno casa mia nidificavano una ventina di coppie di merli, oltre a cardellini, verdoni, verzellini, ecc. e due tre coppie di fringuelli che rimanevo tutto l'anno. Di corvi, gazze, e ghiandaie non se ne vedevano se non sporadicamente, le gazze erano proprio inesistenti. Poi un bel giorno, di questi periodi, ho sentito gracchiare e vedevo svolazzare tra gli alberi due cornacchie che si sono ripresentate nei giorni successivi. Avevo individuato quattordici nidi di merlo e sono riuscite a depredarli tutti. Non si è salvato nemmeno un piccolo o un uovo. Successivamente a queste due cornacchie si sono aggiunte, alcune gazze e due poiane. Ora, se non dentro il bosco, negli alberi intorno casa mia non si trova un nido e siamo in piena campagna con ulivi secolari altissimi, oltre tanti altri alberi una volta usati per nidificare. Gli ATC ? Sono stati proprio una bella INVOLUZIONE!!!


27/04/2015, 9:49
Profilo
Sez. Funghi
Sez. Funghi
Avatar utente

Iscritto il: 18/11/2012, 20:59
Messaggi: 1013
Località: Valdarno Superiore
Rispondi citando
gli ATC nuova grandiosa e fantastica trovata
in toscana dei 18 atc si riducono a 9 prima 51 euro ora 100euro (però la tassa regionale scende di circa 50 euro)
poi ci sono i sotto ambiti se ne vuoi uno o più 50 euro cadauno
tutto questo per risparmiare qualche presidente incapace
ma veramente sono troppo forti stanno lì a studiare nuove strategie super INEFFICIENTI
W I NUOVI ATC chissà che questa volta ci sarà IL RISORGIMENTO :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

_________________
ma che film la vita grazie augusto grazie nomadi


07/05/2015, 22:33
Profilo

Iscritto il: 09/06/2012, 13:55
Messaggi: 545
Località: sicilia
Rispondi citando
Io allevo conigli in garenna e aimè tutto intorno è invaso da quelle stramaledettissime gazze e cornacchie che sono una calamità biblica, oltre a un folto esercito di gatti che sono più prolifici dei conigli. Vorrei precisare che i proprietari dei gatti secondo il mio modesto parere, parlo di quelli che abitano nelle villette non sono per niente amanti della fauna, perché allevare e far aumentare la popolazione dei gatti significa distruggere il prezioso patrimonio faunistico. Grazie all'uomo molte specie di corvidi sono aumentate per la diffusione di discariche ed altri fattori.
Quindi se vogliamo ristabilire l'equilibrio se vogliamo risentire il magnifico canto degli uccelli dobbiamo necessariamente sfoltire il numero di corvidi e non solo...
saluti


08/05/2015, 14:01
Profilo

Iscritto il: 04/03/2015, 13:56
Messaggi: 794
Località: Palmi (RC)
Formazione: Geometra
Rispondi citando
Avete visto Striscia ieri sera?


08/05/2015, 14:41
Profilo
Sez. Suini
Sez. Suini
Avatar utente

Iscritto il: 23/09/2009, 16:47
Messaggi: 7481
Località: LODI (Lombardia), vicino al PO
Formazione: laurea umanistica, esperienza in allevamento, in particolare sala parto suini
Rispondi citando
Ho una colonia di felini funzionale al mio allevamento, nel senso che tengono a bada la popolazione di ratti. Però tenerli al meglio e in salute costa , tenendo anche conto che dopo un po' si incrociano tra loro col risultato di avere una progenie più debole. L'unica azione responsabile è sterilizzarli.
Tanto più se non si ha un allevamento.

Per chi è ignorante ,cosa sono gli ATC?

_________________
L'esperto è una persona che ha fatto in un campo molto ristretto tutti i possibili errori.(Niels Bohr)

Mors et vita duello conflixere mirando: dux vitae mortuus, regnat vivus.


08/05/2015, 16:10
Profilo

Iscritto il: 04/03/2015, 13:56
Messaggi: 794
Località: Palmi (RC)
Formazione: Geometra
Rispondi citando
Ambiti Territoriali di Caccia;
un'invenzione che sulla carta può sembrare una bella cosa, in realtà sono gestiti "politicamente" per le solite "rapine all'italiana":
Stipendi, Commissioni, Incarichi, Studi, Ripopolamenti, ecc., ecc. fatti male o con copia/incolla e col solo fine di "mangiare quattrini" che noi cacciatori siamo costretti a versare, ma ci sarebbe da scrivere un poema, anzi ..... una tragedia.


08/05/2015, 17:20
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 58 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Designed by ST Software.

Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO

Informativa Privacy