Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 09/05/2021, 9:57




Rispondi all’argomento  [ 133 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 9, 10, 11, 12, 13, 14  Prossimo
Carne bovina allevata SOLO ad erba....niente mangimi-cereali 
Autore Messaggio
Avatar utente

Iscritto il: 01/01/2009, 8:57
Messaggi: 21981
Località: chieri (torino)
Formazione: agrotecnico specilizzazione zootecnica da carne
Rispondi citando
Quanto incide la carne di bovini allevati ad erba , sul totale della carne bovina consumata in italia ? 1%?? forse meno..

conquesto non dico che sia buona, ma ha un gusto che molti non apprezzano , e sopratutto e' untipo di carne che non si presta a tutti gli usi canonici ceh siao abituati .

ottima alla piastra griglia gril ,cotta in orrizzontale , verticale o appesa , tritata in amburgher (tanto poi ci son el salse che aggiustano)

ma tanto x inederci , provate a fare uno stufato con angus allevato al pascolo , o anche solo del trito da sufo(che e' un taglio che rientra inmoltissime preparazioni..)

o a farci del ragu alla bolognese..

_________________
Non sto bene come vorrei, ma neanche male come vorrebbero.


15/09/2011, 21:43
Profilo YIM WWW

Iscritto il: 08/07/2011, 0:50
Messaggi: 117
Località: claut
Formazione: programmatore cnc
Rispondi citando
grinto..io e te ci troviamo sempre su ogni discussione ehhehehehehe notte grinto..


15/09/2011, 22:02
Profilo

Iscritto il: 09/02/2011, 12:46
Messaggi: 13
Rispondi citando
Saluti a tutti.
Non sono un esperto in settore agrozootecnico, ma un dilettante molto allo sbaraglio, pero ho seguito tale settore informandomi e leggendo anche su stampa e fonti d'informazione straniere.
Per quanto riguarda l'allevamento al pascolo e comunque alimentazione erbacea c'è una rivista USA dedicata esclusivamente a questo e si chiama "STOCKMAN GRASS FARMER". La partenza di questo modo di allevare - sia carne sia latte - è iniziato negli anni 50 del secolo scorso per meriti di studi ed esperienze pratiche del prof. Voisin - studioso ed appassionato francese - che ha codificato il metodo del pascolo a rotazione rapida. Ci sono anche libri - in inglese - scritti da Voisin ed altri autori che parlano dettagliatamente di questo metodo ed anche senza uso di antibiotico od ormoni.
Cercate eventualmente su Video o Youtube : Joel Salatin organic farmer.
Se l'argomento interessa posso dare altri particolari, per quello che so.
Cordialmente. ENCAT


16/09/2011, 12:00
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 01/01/2009, 8:57
Messaggi: 21981
Località: chieri (torino)
Formazione: agrotecnico specilizzazione zootecnica da carne
Rispondi citando
encat visto che sei cosi informato , mi sai dire chi sono i "proprietari" della STOCKMAN GRASS FARMER?

_________________
Non sto bene come vorrei, ma neanche male come vorrebbero.


16/09/2011, 12:03
Profilo YIM WWW
Sez. Bovini
Sez. Bovini

Iscritto il: 03/06/2009, 20:51
Messaggi: 2300
Formazione: Laurea
Rispondi citando
Gentili signori non vorrei che si venisse a creare la "classica dicotomia" dell'allevare A ed allevare B. Il concetto unico è ALLEVARE e cercare di far combaciare i costi per produrre ad un congruo prezzo di vendita alfine di avere un corretto guadagno. Quindi se l'utilizzatore finale è disposto a pagare di più non vedo il problema. Ma dovete considerare che una persona per avere una vita dignitosa dovrà avere un introito netto annuo di almeno 30.000,00 €uro. Questo ovviamente al netto delle spese generali ed affitti di vario genere. Quando parlo di 30.000 euro/anno alla fine si tratta di poco più di 2.000 euro/mese con una tredicesima. Uno stipendio tutto sommato normalissimo se contiamo le ore di straordinario che facciamo tutti i giorni. Quindi ... tornando a bomba, per avere un introito del genere quanti vitelli/anno dovrei vendere ?
Oggi un allevatore introita mediamente un centinaio d'euro a vitello se va bene, ma deve andare bene, non dimentichiamo che pagano la carne in allevamento 2,40-2,50 (iva compresa) al Kg. ed un vitello mangia quasi 1,50 euro al giorno, (mediamente), di alimento per avere un incremento di 1,200 gr. "lordo", (con rese al 60% che sono ottime medie sono 720 grammi al giorno di carne). Fate voi i vostri conti e non dimenticatevi che la vacca nutrice mangia circa 1 euro al giorno e questo conto lo si deve versare sul vitello. Aggiungete inoltre ... costo del veterinario, farmaci (eventuali), affitti e costi burocratici ed associazioni di vario genere. Quindi per incrementare 0,720 kg. (mediamente), x 15 mesi ( 450 giorni ) comporremo 325 Kg. di carne + 30 Kg. di carne del vitello (medio) arriviamo a 355 Kg. x 2,40 = € 852 (tasse incluse).
Costo alimentare 1,50 x 450 giorni = € 675 a cui va sommato il costo alimentare della fattrice € 365 = € 1.040,00 secondo questi semplicissimi costi siamo a - 188 €uro
Questi sono i conti della serva fatti a 300 Km/h e su cui accetterò tutte le critiche dei colleghi.
A questo punto letta la cruda realtà ... quanti vitelli "potrebbero" essere acquistati da un acquirente XY ad un prezzo/Kg congruo per poterli alimentare ad erba ?
Considerate che un affitto medio di terreno potrebbe aggirarsi sui 1.000 €uro/ettaro (mediamente) ed in ettaro mangiano più o meno "quasi" un vitello tenuto a sola erba, ma credo mi potranno correggere Grinto o Ricky che sono dei ... pascolatori, ed a cui vanno aggiunti i costi del fieno (2-3 Kg/ giorno a campo quindi circa 135 €uro/anno) ed i costi sempre della fattrice (365 €uro/anno). Quindi costi alimentari per 1.000+135+365 = € 1.500 annuo.
Secondo me l'incremento in questo caso sarà di circa 600 gr lordi (360 gr netti di carne con il 60% di resa) quindi per arrivare al peso di 325 Kg. ci vorranno (ipotizzo) 900 giorni circa 2 anni e 4 mesi quindi ... € 3.600 per arrivare al peso indicato di macellazione quindi per arrivare a "costi" medi (3.600 / 355) = € 10,14 al Kg. di soli costi. Guadagno a Kg. 0,56 €/kg = € 10,70.
Per guadagnare 30.000 euro/anno netti dovremmo vendere almeno 150 vitelli l'anno. Senza entrare in altri costi REALI come l'ammortamento delle fattrici e gli interessi passivi e ... alcune cose che non potranno mai essere così ... "perfette" vale a dire un vitello l'anno da ogni fattrice, senza spese veterinarie vaccini e medicamenti e costi d'alto genere... secondo voi è fattibile ?

_________________
Un Vincente è un sognatore che non si è arreso !


16/09/2011, 13:14
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 01/01/2009, 8:57
Messaggi: 21981
Località: chieri (torino)
Formazione: agrotecnico specilizzazione zootecnica da carne
Rispondi citando
questa e' la parte contabile, cioe come si dice , metterci del proprio..

fino a quando si parla col "culodeglialtri".. uno puo anche atteggissi come un femminello napoletano..

_________________
Non sto bene come vorrei, ma neanche male come vorrebbero.


16/09/2011, 17:01
Profilo YIM WWW

Iscritto il: 09/02/2011, 12:46
Messaggi: 13
Rispondi citando
Saluti a tutti.
Chiedo sinceramente scusa se ho involontariamente toccato la sensibilità di qualcuno. Io leggo le esperienze degli altri con grande interesse anche se non sempre condivido. D'altra parte ci vorrebbe che tutti avessero lo stesso modo di pensare! Il mondo sarebbe di una noia mortale. Lungi da me anche lontanamente l'intenzione di insegnare qualcosa a chicchessia, anzi mi piace sentire altre opinioni perchè c'è sempre da imparare. Semplicemente ho visto la domanda riguardante la possibilità di allevare con l'erba ed ho semplicemente segnalato una fonte di informazione. Non ho la minima idea di chi sia il proprietario della rivista, ma l'ho trovata con articoli interessanti ed istruttivi. Poi adottare un metodo o un altro è una scelta personale. Per quanto riguarda l'uso del "lato B" per conto terzi, faccio presente che non l'ho mai fatto nè realmente nè metaforicamente.
Ho sempre fatto le mie esperienze in proprio facendo tesoro delle informazioni di chi è più esperto di me, soprattutto i nostri vecchi contadini. Ho un solo ettaro di terreno, comprato 40 anni fa e ho allevato praticamente tutte le specie zootecniche escluso le pecore. I bovini (una jersey con vitello e 4 vitelle valdostane) le ho alimentate falciando a mano medica e mais o.p.. Pochi attrezzi a motore e tanti attrezzi modello "urta". quell'anno da fine aprile a ottobre ho fatto sei tagli di medica tutti con la falce. So cosa sono i calli nelle mani e so cosa sono gli sbagli a i dispiaceri di un coltivatore "maldiretto". Con immutata stima. ENCAT


16/09/2011, 20:30
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 01/01/2009, 8:57
Messaggi: 21981
Località: chieri (torino)
Formazione: agrotecnico specilizzazione zootecnica da carne
Rispondi citando
encat la medica e' una di quelle coltivazioni x me bendette , oltre che a migliorare il terreno fa delel produzoni di proteina piu del doppio rispetto a un prato di graminacee.

anche se dalal sua ha qualche grosso difetto , macon la pratica si puo abbstanza facilemnte bypassare.

partimAO DAEI RPESUPPOSTI MOLTO SEMPLICI.

il discorso di robyvan e il mio si pone in questi termini .

primo le razze da carne o diuplice astitudine, hanno un perche dove il costo fondiario e' pari a zero o quasi , parliamo dei paesi alpini , paesi in cui i terreni sono dati in conessione ( una misura che e' stat adottata contro al polverizzzione degli appezzamenti)
secondo : mmm ,,,, come dire di necessita virtu' , la carne di questi animali , a delel caratteristiche ben precise. Aldo in piu di un intervento essendo allevatore e macellatore/macellaio ne ha esaltato le sue qualita , e i suoi difetti .
di certo in un mondo dove la domanda di carne e' vincolata all'assenza di grasso sotto il 5%, una carne con il 15% di grasso fino al 30% del biancostato non e' molto apprezzata.

con qusto la tua esperienza nel allevare i bovini x autoconsumo , puo rssere u punto di confronto valido , in tutti quri casi ci si trovi davanti a sitazioni ambientali simili alla tua.

del resto piu di uan volta ho esternato il dubbio che questo sistma di cose non porta a nulla , ma del resto vedo molto difficile che si abbandononino i terreni fertili di pianura , perche quasi inaccessibili finanziriamente ( cieo uno non riesce a alalrgarsi x rientrar enei parametri eurpei) pee rrifugiarsi in zone svantaggiate e allevare x autconsumo. col rispetto parlando

_________________
Non sto bene come vorrei, ma neanche male come vorrebbero.


16/09/2011, 20:50
Profilo YIM WWW
Sez. Bovini
Sez. Bovini
Avatar utente

Iscritto il: 24/08/2008, 23:25
Messaggi: 2028
Località: Sant'Agata di Esaro (CS)
Rispondi citando
ieri sono state consegnate 215 vitelle di un'anno e 13 tori di razza limousine in Mongolia, sapete che dimensioni ha l'azienda acquirente?
50.000 ettari coltivati a cereali, 50.000 di steppa adibita a pascolo, 3000 vacche nutrici, 130 salariati.
ora chiedo il permesso al responsabile per poter pubblicare le foto, ho il contatto su facebook

_________________
L’unico modo per non far conoscere agli altri i propri limiti, è di non oltrepassarli mai.


16/09/2011, 23:59
Profilo
Sez. Bovini
Sez. Bovini

Iscritto il: 03/06/2009, 20:51
Messaggi: 2300
Formazione: Laurea
Rispondi citando
Per Aldo : non vedo il problema di pubblicare le foto, una volta che NON SONO PUBBLICITARIE , che NON URTINO LA SENSIBILITA' DEI PARTECIPANTI con scene ... di cattivo gusto od offensive, non vedo il problema a pubblicarle.
Per Encat : Credo che il punto di vista opposto al proprio, se non decade nella polemica,(che è fine a se stessa), sia un bene preziosissimo e questo forum è l' esempio di come si fondono vari punti di vista e di esperienze. Il rispetto per le altrui idee ed esperienze è sempre stato una caratteristica di tutti noi o.. quasi tutti, ma tutti si adeguano di buon grado. Quindi nessuno di noi è convinto di essere un saccente e non ha nulla più da imparare, non saremmo qui a confrontarci se fosse così. Personalmente credo che molte riviste e molti articoli siano scritti seguendo idee e sensazioni, il più delle volte generalizzando quanto da incompetenti si crede di interpretare. Questo, trasmesso a molte persone che non conoscono la realtà del modo agro-zootecnico, apre il valzer delle contraddizioni e degli equivoci. Quanto da me riportato vuole solo essere uno spaccato ... o meglio una parte dello spaccato delle situazioni contabili e meno del nostro lavoro, per meglio indicare a chi non lo conosce come certi articoli o certe affermazioni possano essere contraddittori. Per far comprendere come siano false le affermazioni di chi ci vuole famelici accantonatori di chissà quale fortuna economiche sulle spalle di poveri animali e speculatori sugli alimenti che somministriamo in vantaggio del solo reddito. Stiamo solo cercando di dare il nostro meglio per fornire in modo legale un prodotto di qualità... ma spesso ci troviamo a competere sul mercato con chi queste regole non le segue... ne segue... "altre" producendo a costi decisamente più bassi. Su questo vorrei che si scrivesse... non tanto sull'imbecille di turno che rovina una categoria, ma sui molti sacrifici che facciamo e che altri ... non calcolano fornendo al mercato proddotti ... dubbi che permettono "loro" di meglio speculare, di fornire ai consumatori prodotti ... dubbi, ma a costi più competitivi a discapito di chi vi fornisce una tranquillità unica del prodotto sano e controllato in tutte le sue parti.

_________________
Un Vincente è un sognatore che non si è arreso !


17/09/2011, 15:53
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 133 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 9, 10, 11, 12, 13, 14  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Designed by ST Software.

Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO

Informativa Privacy