Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 23/06/2021, 20:59




Rispondi all’argomento  [ 40 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4  Prossimo
Posa melari 
Autore Messaggio
Avatar utente

Iscritto il: 10/03/2009, 16:14
Messaggi: 674
Località: Borgiallo (To)
Formazione: imparata
Rispondi citando
ciao a tutti....
spero che gli admin non mi caccino per spam perchè è già il terzo argomento in 20 minuti.. sono all'inizio e ho più domande da fare di scatola di trivial pursuit..
pochi giorni fà ho fatto la prima visita di fine inverno a parte le perdite, circa la metà delle famiglie occupa già 7 telaini, stanno ancora finendo l'ultimo giro di candito (prima dello sciroppo)
però ben ricordo le mirabolanti avventure della sciamatura (la prima avvenuta il 3 aprile) che vorrei evitare dando spazio in tempo, quindi quello che chiedo è: le api sono a cuorgnè (to), quand'è il momento giusto per dare il melario per la mia latitudine??


grazie a tutti


10/03/2009, 16:53
Profilo

Iscritto il: 11/11/2008, 0:26
Messaggi: 600
Località: Chiavari(Genova)
Rispondi citando
Ciao. di norma i melari vanno messi in funzione quando, guardando dall'alto gli alveari aperti si vedono le prime porsioni dei favi imbiancate e si constata , tra le traverse portafavo
dei telaini e le assicelle coprifavo , la presenza di piccole costruzioni di cera recente (bianche) , contenenti talvolta qualche goccia di miele . La ragione del predetto imbianchimento consiste nel fatto che, durante la grande raccolta , le celle delle porzioni superiori dei favi vengono allungate dalle api con cera nuova( fino al limite possibile) allo scopo di immagazzinare maggiori quantità di miele. Marcello


10/03/2009, 21:18
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 10/03/2009, 16:14
Messaggi: 674
Località: Borgiallo (To)
Formazione: imparata
Rispondi citando
...riporto a tutti la mia esperienza (sperando che tutti continuino a fare lo stesso) magari può essere utile...
per mettere i melari ho aspettato che le api costruissero cera nuova sul tetto e tra i telai come consigliato.. :shock: .. il risultato è stato che ho fatto comunque innescare la febbre sciamatoria. non ho provato il contrario quindi non lo posso affermare con sicurezza ma credo che dando più spazio prima che si inneschi il meccanismo molto probabilmente si riesce ad inibirlo almeno in parte. il ragionamento che fanno le api è molto clinico: tot importazione di nettare tot spazio = non ci stiamo quindi si sciama. è anche vero che il fenomeno sciamatura è naturale e fisiologico però è determinato da alcuni fattori specifici, tra cui appunto lo spazio disponibile..son veramente tante la dentro!!!
bhooo, magari ce ne può parlare qualcuno che l'ha provato.


06/04/2009, 22:24
Profilo

Iscritto il: 11/11/2008, 0:26
Messaggi: 600
Località: Chiavari(Genova)
Rispondi citando
yuvan ha scritto:
...riporto a tutti la mia esperienza (sperando che tutti continuino a fare lo stesso) magari può essere utile...
per mettere i melari ho aspettato che le api costruissero cera nuova sul tetto e tra i telai come consigliato.. :shock: .. il risultato è stato che ho fatto comunque innescare la febbre sciamatoria. non ho provato il contrario quindi non lo posso affermare con sicurezza ma credo che dando più spazio prima che si inneschi il meccanismo molto probabilmente si riesce ad inibirlo almeno in parte. il ragionamento che fanno le api è molto clinico: tot importazione di nettare tot spazio = non ci stiamo quindi si sciama. è anche vero che il fenomeno sciamatura è naturale e fisiologico però è determinato da alcuni fattori specifici, tra cui appunto lo spazio disponibile..son veramente tante la dentro!!!
bhooo, magari ce ne può parlare qualcuno che l'ha provato.

ciao. ci sono regine portate alla sciamatura, altre meno, nell'allevamento di api regine si moltiplicano queste. Una regina di un anno non sciama. Una regina di due anni se le viene dato il melario al tempo giusto c'è una buona probabilità che non sciami. Una regina di tre anni anche se viene dato il melario al tempo giusto ,con buona probabilità sciama. La regina andrebbe sostituita al massimo entro due anni, questo oltre che per evitare la sciamatura , serve per contenere lo sviluppo dell'acaro varroa ; gli alveari con regine di più anni , preparandosi alla sciamatura allevano un maggior numero di celle da fuco(maschi delle api) aumentando cosi il numero delle varroe (nelle celle di maschio le varroe si sviluppono ,maggiormente) Marcello


07/04/2009, 21:31
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 10/03/2009, 16:14
Messaggi: 674
Località: Borgiallo (To)
Formazione: imparata
Rispondi citando
ciao, ho tutte regine rosse (2008) e una che sarà verde nascerà a giorni, i fuchi li sforchetto un po', appunto per diminuire un po' la varroa e i mangioni a sbaffo. lo so che i libri dicono che conviene moltiplicare le regine con scarsa tendenza a sciamare, è però da considerare che una regina che nn sciama depone meno di una che poi sciamerà, non sciama non per cortesia ma perchè la famiglia non si sovrappopola prima delle grandi fioriture. la sciamatura rimane comunque un fenomeno sano naturale e non una malattia...


08/04/2009, 14:02
Profilo

Iscritto il: 19/03/2010, 13:40
Messaggi: 78
Località: Asti
Rispondi citando
Ciao a tutti,
controllerò per la prima volta i melari, che ho posto otto giorni fa, per vedere come sta andando la situazione. Devo adottare particolari accorgimenti nell'aprirli e maneggiarli? Ho letto, se ho ben capito, che devo essere rapido nell'ispezione per non favorire saccheggi. Cosa mi consigliate? E nel momento in cui, spero, i melari saranno pieni di miele e dovrò toglierli, ho letto dell'apiscampo: è un accessorio obbligatorio o ne posso fare a meno?
Grazie e buona giornata!


28/05/2010, 7:55
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 10/03/2009, 16:14
Messaggi: 674
Località: Borgiallo (To)
Formazione: imparata
Rispondi citando
ciao jean
Jean ha scritto:
Devo adottare particolari accorgimenti nell'aprirli e maneggiarli?

io ho scelto di non usare fumo nel melario perchè trovo che lasci nel miele un cattivo retro di bruciato, per il maneggiarli puoi stare più rilasatto di quando visiti il nido. verifica il riempimento e l'opercolatura del miele, così sai più o meno che grado di umidità ha.
Jean ha scritto:
Ho letto, se ho ben capito, che devo essere rapido nell'ispezione per non favorire saccheggi. Cosa mi consigliate?

vai tranquillo ;) , sopratutto quando c'è tanta importazione non hanno voglia di saccheggiare. prendi il tuo tempo per vedere in tutta serenità.
Jean ha scritto:
apiscampo: è un accessorio obbligatorio o ne posso fare a meno?

io non lo uso, per me raccogliere il miele è una libidine che mi voglio gustare telaino per telaino. apro prendo il telaino è dò una sgrullata secca, la maggior parte delle api cade nell'arnia (occhio a non schizzare troppo miele in giro) poi con la tipica spazzola leggermente umida tolgo le api rimanenti. prendo i telaini e li metto in un vecchio melario da 12 modificato (ne ho più d'uno) li porto in laboratorio e li rimetto nei melari. ovviamente chi ha l'industria delle api non se lo può permettere perchè ci si mette molto tempo rispetto a soffiatori o apiscampi.


28/05/2010, 22:28
Profilo

Iscritto il: 16/01/2011, 23:34
Messaggi: 57
Rispondi citando
Ma voi come mettete i melari? Cioe', quando e' il periodo dell'acacia e se va bene c'e' molto raccolto, si mettono anche più' di un melario.
Ma quando e' pieno il primo melario (avendo l'accortezza come si e' detto in questo forum di spostare quelli riempiti all'esterno)
voi mettete il secondo melario sopra o sotto il primo riempito? E l'eventuale terzo?
Non e' più' semplice togliere i telaini del melario quando sono pieni e sostituirli con telaino nuovi?
Grazie mille a chi vorra rispondermi
Marco


21/01/2011, 20:24
Profilo

Iscritto il: 17/04/2010, 20:01
Messaggi: 2232
Formazione: perito industriale
Rispondi citando
ciao Marcofrigerio,
ognuno usa il proprio metodo anche quello di andare a raccogliere un favo opercolato alla volta, la passione ti spinge anche a questo.
Uso mettere il primo melario sopra l' escludi regina quando la famiglia riempie bene il nido e inizia ad imbiancare i favi.

Ogni settimana alzo il coprifavo e controllo i due penultimi favi del melario e quando iniziano a riempire questi sposto i 4 centrali pieni al posto dei 4 esterni e posiziono il secondo melario (se mi trovo nel periodo di grande raccolto altrimenti ritardo di qualche giorno), questo vale anche per il terzo e quarto ....melario.
Posizionare il melario sopra ha il vantaggio di non dover spostare tutta la pila per andare a vedere se è il caso di aggiungere melari.

Quando finisce il periodo di grande raccolto aspetto 10 gg circa per dare la possibilità alle api di portare a maturazione il raccolto.

Dopo questo periodo smonto la pila dei melari , metto l' ultimo ancora non pieno sopra l' escludi regina sul nido, posiziono l' apiscamo e ci rimetto tutti gli altri melari.
La mattina successiva , sul presto, vado a recuperare i melari da portare in laboratorio.
ninno


22/01/2011, 20:37
Profilo

Iscritto il: 16/01/2011, 23:34
Messaggi: 57
Rispondi citando
Ti ringrazio, il tuo metodo sembra molto pratico e sensato, faro' pure io cosi!

Non capisco pero' cosa significa "Uso mettere il primo melario sopra l' escludi regina quando la famiglia riempie bene il nido e inizia ad imbiancare i favi"...

Cosa significa imbiancare i favi?

Grazie mille x una tua risposta!

Marco


22/01/2011, 21:14
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 40 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Designed by ST Software.

Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO

Informativa Privacy