Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 20/07/2024, 19:04




Rispondi all’argomento  [ 67 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 3, 4, 5, 6, 7
inoculo sporale tuber magnatum 
Autore Messaggio

Iscritto il: 01/12/2013, 11:04
Messaggi: 280
Formazione: laurea
Rispondi citando
In b5, che è il campione di controllo preso lontano dalla buca, il potassio è più alto del magnesio, negli altri campioni, presi a 15 cm dalla buca i rapporti di invertono. Il rapporto K:Mg è sempre, di media 0,7 / 0,8 (questo rapporto è una costante a prescindere dalle quantità assolute dei due elementi). Sarebbe bello avere tabelle con più campioni per vedere se è una cosa che si ripete.

Quali elementi dovrei far analizzare da me, se non altro per vedere se ci sono carenze?


22/12/2018, 11:10
Profilo WWW
Avatar utente

Iscritto il: 10/04/2012, 23:20
Messaggi: 2664
Località: valle sabbia
Rispondi citando
sgurz74 ha scritto:
In b5, che è il campione di controllo preso lontano dalla buca, il potassio è più alto del magnesio, negli altri campioni, presi a 15 cm dalla buca i rapporti di invertono. Il rapporto K:Mg è sempre, di media 0,7 / 0,8 (questo rapporto è una costante a prescindere dalle quantità assolute dei due elementi). Sarebbe bello avere tabelle con più campioni per vedere se è una cosa che si ripete.

Quali elementi dovrei far analizzare da me, se non altro per vedere se ci sono carenze?

In teoria se cala é perché utilizzati dalla simbiosi tartufo pianta.


22/12/2018, 12:58
Profilo

Iscritto il: 15/05/2016, 21:06
Messaggi: 478
Località: Udine
Rispondi citando
Secondo me andare a fare paragoni con altri ecotipi di tartufo è una pessima idea.
Pur essendo geneticamente lo stesso tartufo cresce in luoghi con caratteristiche molto diverse dai nostri e forse è proprio qui l'errore grossolano , pensare che un tartufo bianco cresciuto nel molise possa adattarsi ai terreni che hanno a Alba e viceversa.....
Dalle mie parti c'è un bosco dove si trova qualche magnatum (pochi) dove il terreno ha un Ph 6,3 e 0 ( zero) carbonati totali , in pratica lì non dovrebbe proprio starci eppure si è adattato.....
Le probabilità maggiori , come del resto sostenuto per le altre varietà , si hanno con semenzali e tartufi locali.
Il dato sul potassio delle tartufaie di magnatum in centro italia che si trova nel libro Tre Truffle del 2016 ha una media di 0,42 con un massimo di 0,75 cmol(+) Kg-1 .


22/12/2018, 14:20
Profilo

Iscritto il: 01/12/2013, 11:04
Messaggi: 280
Formazione: laurea
Rispondi citando
Un valore medio di 0,58 cmol corrisponde circa allo 0,02 % del campione (se ho fatto bene i conti). Bisognerebbe vedere anche se sono altrettanto bassi calcio e magnesio che da quello che ho capito sono antagonisti del K. è possibile che la quantità di potassio assimilabile non vari solo in funzione della sua quantità, ma anche in funzione di quanto sono assimilati i suoi antagonisti.
Sempre che io abbia capito bene.


22/12/2018, 18:17
Profilo WWW

Iscritto il: 15/05/2016, 21:06
Messaggi: 478
Località: Udine
Rispondi citando
Magnesio 3,14 cmol , Ca 16,24 Cmol, CaCO3 22 Cmol


22/12/2018, 20:09
Profilo

Iscritto il: 01/12/2013, 11:04
Messaggi: 280
Formazione: laurea
Rispondi citando
In percentuale il Mg corrisponde allo 0,07 del campione, quindi anche questo è in percentuale bassa... il rapporto K:Mg= 0,28
Poi bisogna vedere perché stando a quello che ho letto in giro, i valori possono cambiare in base al sistema di analisi degli elementi, quindi un sistema di analisi che esprime i risultati in cmol/kg può non essere "banalmente" convertibile in mg/kg (unità di misura usata magari con un altro tipo di analisi).
Tutti questi discorsi senza dati sulle soglie di non assimilabilità degli elementi restano comunque abbastanza vaghi. Penso che il discorso degli ecotipi (adattati a singole peculiari realtà) che fai tu sia giustissimo, ma io penso anche che fare delle analisi approfondite del proprio terreno per vedere se ci sono delle anomalie macroscopiche (da lasciare valutare ad un esperto di chimica del suolo) non possa fare che bene.


23/12/2018, 2:28
Profilo WWW

Iscritto il: 15/05/2016, 21:06
Messaggi: 478
Località: Udine
Rispondi citando
Certo se non altro per escludere alcune specie che tollerano male alcuni valori ma si adattano meglio ad altri.
Nel libro della Zambonelli del 2016 si parla di tutti questi aspetti , devo ancora leggermelo per bene (sono circa 400 pagine dove si parla di tutti i tipi di tartufi compreso indicum) perché è tutto in inglese e la terminologia accademica a volte non è facile da capire.... :roll:


23/12/2018, 20:28
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 67 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 3, 4, 5, 6, 7

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Designed by ST Software.

Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO

Informativa Privacy