Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 02/12/2020, 1:37




Rispondi all’argomento  [ 49 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Prossimo
Coltivazione mirtilli primo approccio 
Autore Messaggio
Avatar utente

Iscritto il: 10/04/2012, 23:20
Messaggi: 2654
Località: valle sabbia
Rispondi citando
Il potassio é in macro elemento presente nel terreno che regola maturazione e grado zuccherino.facendo fuori suolo é costretto a integrarlo perché nelle torbe e nei terricci é assente.


18/02/2019, 19:08
Profilo

Iscritto il: 02/10/2012, 12:16
Messaggi: 3384
Località: abruzzo
Formazione: Maestro di musica
Rispondi citando
Scusa non mettete lo stallattico.... Non è anche potassio?

_________________
Azienda Agricola MicoVivai
Produzione piante da tartufo certificate.
www.micovivai.it
@micovivai


18/02/2019, 19:45
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 10/04/2012, 23:20
Messaggi: 2654
Località: valle sabbia
Rispondi citando
Lo stallatico é un blando azotato.é piú un ammendante.il k é contenuto in solfato di k, nitrato di k o nei complessi.solo il primo é ammesso in bio e consente di tenere basso il pH.


18/02/2019, 20:35
Profilo

Iscritto il: 02/10/2012, 12:16
Messaggi: 3384
Località: abruzzo
Formazione: Maestro di musica
Rispondi citando
Per quel poco che mi hanno riferito lo stallattico contiene azoto fosforo, e tanto potassio in pratica quello che cerchi tu, poi chiaramente non sono quelli minerali che piacciono a te sicuramente più immediati. Pazienza.

_________________
Azienda Agricola MicoVivai
Produzione piante da tartufo certificate.
www.micovivai.it
@micovivai


18/02/2019, 21:10
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 10/04/2012, 23:20
Messaggi: 2654
Località: valle sabbia
Rispondi citando
Ti hanno riferito male. Basta leggere anche le etichette.inoltre lo stallatico ha un pH neutro, non idoneo al mirtillo in fuori suolo.


18/02/2019, 21:40
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 20/10/2009, 18:36
Messaggi: 7342
Località: Airuno (Lecco)
Rispondi citando
ti hanno riferito male. lo stallatico poi è un termine comune. lo si abbina a quello in pellet e li c'è solo azoto praticamente. ciò che da gli altri elementi è la paglia (anche se non ne da tantissimi) e in quello che trovi nei sacchi ce n'è ben poca visto che viene prodotto dall'industria e non dalla classica fermentazione naturale.
Cita:
Non stupisca incontrare la dicitura «letame» con accanto l’aggettivo «essiccato» sui sacchi in vendita nei magazzini di prodotti per l’agricoltura. Infatti tale dicitura è legalmente corretta, anche se il prodotto è totalmente diverso dal letame di cui abbiamo tanto disquisito.
Infatti dentro al sacco ci può essere del letame o anche del liquame (spesso suino) cui è stata tolta la maggior parte dell’acqua, tanto che ne è stata lasciata circa il 15-25%. In tutti i casi considerarlo un ammendante è difficile, ma è piuttosto a tutti gli effetti un concime: contiene almeno il 3% di azoto, di cui il 2% in forma organica, nonché il 25% di carbonio organico.
Se si tratta di letame suino essiccato, la percentuale di azoto scende al 2,5% ma aumenta quella del fosforo che arriva al 2%.

riportato da http://www.ediagroup.it/ita/Riviste/Vitincam/home_consigli/pdf/letame-corretto-impiego.pdf

il vero stallatico è il letame, quello contiene molti più elementi nutritivi e come puoi immaginare non è possibile stabilirli così, a percentuali. è decisamente un concime più complesso anche se non contiene tutti gli elementi nutritivi in abbondanza. così come il compost dipende da cosa è fatto, dalle percentuali di paglia, liquami e deiezioni presenti. tra un letame bovino e uno di avicolo (di polli) c'è molta differenza.

se non usi terra vera ma terra prodotta e insaccata devi per forza integrare. farlo poi in modo chimico o in modo naturale non sta a me deciderlo.


18/02/2019, 21:47
Profilo

Iscritto il: 02/10/2012, 12:16
Messaggi: 3384
Località: abruzzo
Formazione: Maestro di musica
Rispondi citando
L etichetta? Non penso che stiamo parlando dello stesso, io intendo il letame di cavallo, da noi abbonda ma di etichette non ne vedo. Comunque avrai sicuramente ragione ma ti posso assicurare che in natura dove arrivano pecore cavalli e mucche i mirtilli ci sono... Di preciso anche sotto i castagli dove gli animali prendono il fresco. Fai una prova e vedrai che a volte anche tu puoi sbagliare. In natura il ph non è sempre così preciso come tu puoi pensare le oscillazioni ci sono da cm a cm... Quindi se avrai un minimo di innalzamento non preoccuparti non scoppiano!!! A voi....

_________________
Azienda Agricola MicoVivai
Produzione piante da tartufo certificate.
www.micovivai.it
@micovivai


18/02/2019, 21:52
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 20/10/2009, 18:36
Messaggi: 7342
Località: Airuno (Lecco)
Rispondi citando
chiamalo letame allora. lo stallatico è di solito quello che vendono in sacchi.
quello equino. circa lo 0,7% di potassio


18/02/2019, 21:55
Profilo

Iscritto il: 02/10/2012, 12:16
Messaggi: 3384
Località: abruzzo
Formazione: Maestro di musica
Rispondi citando
Esattamente kentarro è quello che volevo fargli capire, ma la vedo dura. Notte

_________________
Azienda Agricola MicoVivai
Produzione piante da tartufo certificate.
www.micovivai.it
@micovivai


18/02/2019, 21:56
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 20/10/2009, 18:36
Messaggi: 7342
Località: Airuno (Lecco)
Rispondi citando
hai sbagliato capire anche me. ne contiene pochissimo. su 10 quintali ci saranno si e no 7 kg di potassio.
insomma, dovresti affogarli nel letame per avere una dose decente di potassio.


18/02/2019, 22:00
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 49 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Designed by ST Software.

Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO

Informativa Privacy