Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 28/05/2020, 8:22




Rispondi all’argomento  [ 35 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo
Vino in barrique....quando?? 
Autore Messaggio
Sez. Miscellanea
Sez. Miscellanea
Avatar utente

Iscritto il: 27/07/2011, 13:09
Messaggi: 27390
Località: Camporosso
Rispondi citando
I trucioli li uso da alcuni anni, la scelta sta a te, in vendita ne trovi di "tostati" normali, medi e molto tostati, di rovere francese, americano e sloveno per la maggiore.
Per l'impiego devi tenere conto appunto da ciò che impieghi come tempo, dai tre ai sei mesi, io li immergo dentro le damigiane inseriti dentro un sacchetto
in tessuto / non tessuto sterile, a forma allungata e stretta, in modo che rimanga immerso e allo stesso tempo non metto i trucioli sparsi nel vino, è comunque
quello che viene consigliato per l'immersione.
Dopo il periodo deciso, il vino andrebbe lasciato in bottiglia a maturare per un altro paio di mesi, dove si stabilizza, come d'altronde anche quello della barrique.
La differenza, lo dico per esperienza personale, è notevole, nel senso che la barrique è certo megliore, ma il risultato a livello di produzione personale diciamo
che è soddisfacente al palato, infatti per il prossimo travaso li ho già pronti anche quest'anno, in tre tostature diverse, appunto per andare a "scalare" come
tempistica e anche per non avere lo stesso "impatto" su tutta la produzione, la quarta parte la lascio comunque senza trucioli, questo mi permette di capire
nel tempo che cosa combino, fare il vino è sempre un piacere, se non si esplora dopo decine di anni che si produce, che piacere è? :)
Fai attenzione a cosa compri, che sia sterile e già pronto per l'impiego, si trovano anche quantità modeste, tieniconto che si va dai 200 ai 600 grammi per
100 litri di vino di solito, poi alcuni possono variare come quantità ma sempre li andiamo a finire.

Ciao

_________________
Nella vita non esistono sfide, ma solo una sfida, quella con te stesso...
“Crisi è quel momento in cui il vecchio muore ed il nuovo stenta a nascere.” Antonio Gramsci


03/11/2019, 23:31
Profilo

Iscritto il: 08/10/2019, 10:57
Messaggi: 26
Rispondi citando
I sacchetti riutilizzabili più volte, quelli per la frutta possono andare bene??

Su internet ho trovato i truccioli di rovere,ma sacchetti o tessuti per metterli nel vino,niente.


04/11/2019, 23:09
Profilo
Sez. Miscellanea
Sez. Miscellanea
Avatar utente

Iscritto il: 27/07/2011, 13:09
Messaggi: 27390
Località: Camporosso
Rispondi citando
I sacchetti che uso io sono quelli sterili in tessuto non tessuto che servono a proteggere la frutta,
tipo l'uva da tavola dai predatori, puoi anche fare tu dei sacchetti con del cotone naturale.

Ciao

_________________
Nella vita non esistono sfide, ma solo una sfida, quella con te stesso...
“Crisi è quel momento in cui il vecchio muore ed il nuovo stenta a nascere.” Antonio Gramsci


05/11/2019, 0:46
Profilo
Sez. Industria Enologica
Sez. Industria Enologica
Avatar utente

Iscritto il: 05/12/2009, 22:37
Messaggi: 3016
Località: Mildura (Australia)
Formazione: Enologo
Rispondi citando
Conviene sterili e di non riutilizzarli (per evitare contaminazioni), solitamente possono essere di nylon o un altro materiale inerte con una piccola porosità. Alcuni distributori di oak chips vendono le cosidette ''infusion bag''.

Ciao Marco

_________________
Marco Sollazzo

"L'acqua di un fiume si adatta al cammino possibile, senza dimenticare il proprio obiettivo: il mare."

La Fermentazione alcolica: http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_num_1_2014_issuu/47?e=10353070/8586664
I solfiti in enologia: http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_num2_2015_issuu/41?e=10353070/10697222
La Fermentazione malolattica: http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_num3_issuu/45?e=10353070/13515284
Il Vino Fai da Te: http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_num4_issuu/38?e=10353070/32332678
Le Analisi del Vino: http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_nr_5_issuu/43?e=10353070/36962323
La gestione del vino dopo la fermentazione alcolica: https://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_6_issuu/40
Elementi pratici per la filtrazione del vino: https://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_gennaio_2018_issuu/34
Gli errori più comuni nella produzione di vino: https://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_luglio_2018_issuu/35
Le sostanze polifenoliche nel vino: https://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_gennaio_2019/28
Imbottigliamento e stabilizzazione tartarica: https://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_luglio_2019/24


06/11/2019, 6:21
Profilo

Iscritto il: 23/03/2015, 0:28
Messaggi: 131
Località: Cosenza
Rispondi citando
Ho usato più volte i trucioli, a volte me li sono fatti da me con doghe di vecchie botti che ho prima tostato e poi ridotto a trucioli.
Adesso utilizzo dei tannini selezionati liofilizzati.
Sono molto più comodi li sciogli in poco vino e li unisci alla massa ed il gioco è fatto


09/11/2019, 16:57
Profilo
Sez. Industria Enologica
Sez. Industria Enologica
Avatar utente

Iscritto il: 05/12/2009, 22:37
Messaggi: 3016
Località: Mildura (Australia)
Formazione: Enologo
Rispondi citando
I tannini sono sicuramente validi e solitamente s'integrano meglio alla massa, ma solitamente il profilo aromatico è diverso e generalmente sono più costosi a parità di quantità. I tannini consiglio di utilizzarli in fase di pigiatura possono aiutare a ridurre i fenomeni ossidativi dell'uva. ;)

CIao Marco

_________________
Marco Sollazzo

"L'acqua di un fiume si adatta al cammino possibile, senza dimenticare il proprio obiettivo: il mare."

La Fermentazione alcolica: http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_num_1_2014_issuu/47?e=10353070/8586664
I solfiti in enologia: http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_num2_2015_issuu/41?e=10353070/10697222
La Fermentazione malolattica: http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_num3_issuu/45?e=10353070/13515284
Il Vino Fai da Te: http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_num4_issuu/38?e=10353070/32332678
Le Analisi del Vino: http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_nr_5_issuu/43?e=10353070/36962323
La gestione del vino dopo la fermentazione alcolica: https://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_6_issuu/40
Elementi pratici per la filtrazione del vino: https://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_gennaio_2018_issuu/34
Gli errori più comuni nella produzione di vino: https://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_luglio_2018_issuu/35
Le sostanze polifenoliche nel vino: https://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_gennaio_2019/28
Imbottigliamento e stabilizzazione tartarica: https://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_luglio_2019/24


10/11/2019, 0:43
Profilo

Iscritto il: 03/06/2013, 14:23
Messaggi: 240
Località: Massarosa(Lu)
Formazione: Diploma Scuola Superiore
Rispondi citando
Buongiorno Bruno,
uso barrique botti da diversi anni sono in Toscana e in genere le uso per blend bordolesi.
Allora su botte nuova l’unica cosa che serve é: risciacquo con acqua fredda, poi la riempi totalmente con acqua solfitata e aspetti 48 ore controllando se non perde, a quel punto la svuoti completamente e la lasci con il foro di cocciume a testa in giù per qualche ora o anche un. Giorno,a quel punto la riempi di vino e la chiudi con tappo di silicone,che fa da chiusura ermetica,1 volta alla settimana la apri riportandola a livello,il primo anno beve parecchio,ma dopo i primi mesi puoi rallentare le colmature anche ogni 15 giorni se il vino é sano.Io per esempio lo lascio sulle fecce fini per molti mesi compiendo batonnage settimanali che fungono anche da azione antiossidante oltre che complessante(assorbono ossigeno disciolto nel vino e rilasciano mannoproteine)Eviterei l’uso dell’acqua bollente,sfibra il legno.Poi per il secondo anno se ne riparla.Per quanto riguarda i chips ci vogliono di rovere francese se possibile media tostatura,trovi qualcosa anche online,le dosi in genere vanno da 1 a 5 grammi litro,ma partirei su 2/3 grammi,vanno lasciati minimo 5 settimane,ma io ti consiglio dai 4 ai 9 mesi.Chiaramente l’utilizzo del legno richiede anche un vino ben strutturato sia a livello di estratto con un buon profilo acido,non ci puoi mettere un vino leggero fermentato 3 giorni sulle bucce.In più ricordati che nello stesso momento serve un adeguato affinamento in bottiglia per armonizzarsi ed esprimere tutto il suo potenziale,diciamo un vino che fa6/10 mesi di botte nuova consiglio minimo 4/6 mesi di bottiglia prima di berlo,se lo lasci di più anche (diciamo 12/18 mesi)stesso tempo in bottiglia 12/18 mesi
Maikol


21/01/2020, 10:33
Profilo

Iscritto il: 08/10/2019, 10:57
Messaggi: 26
Rispondi citando
Grazie Maikol per i consigli.
Voglio fare due prove:
1) Proprio oggi ho ordinato i chips di rovere.Stavo pensando di metterli in una garza sterile all'interno di una damigiana con la pastiglia x la fioretta.

2)Mettere il vino in botte di rovere con il tapo riempitore.
E vedere la differenza del risultato finale.


27/01/2020, 22:15
Profilo

Iscritto il: 06/07/2011, 16:13
Messaggi: 2634
Località: Cureggio (NO)
Formazione: laurea in informatica
Rispondi citando
Noi la barrique la laviamo con acqua calda (non bollente) e sale grosso, abbiamo visto che la pulisce piuttosto bene.
Poi naturalmente ci vogliono alcuni risciacqui


28/01/2020, 11:19
Profilo
Sez. Miscellanea
Sez. Miscellanea
Avatar utente

Iscritto il: 27/07/2011, 13:09
Messaggi: 27390
Località: Camporosso
Rispondi citando
Se la botte è in buone condizioni la differenza sarà notevole, tieni conto che la barrique "respira"
con apporti notevoli delle varie essenze, i trucioli sono un alternativa "povera", anche se vengono
usati ormai in molti casi sia per il vino, i distillati e le birre.
Comunque sia il risultato è positivo, ma non comparabile, questo è il mio giudizio.

Ciao

_________________
Nella vita non esistono sfide, ma solo una sfida, quella con te stesso...
“Crisi è quel momento in cui il vecchio muore ed il nuovo stenta a nascere.” Antonio Gramsci


28/01/2020, 22:35
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 35 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Majestic-12 [Bot] e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Designed by ST Software.

Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO

Informativa Privacy