Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 26/02/2020, 9:23




Rispondi all’argomento  [ 33 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo
Il mio gassificatore agricolo 
Autore Messaggio
Avatar utente

Iscritto il: 20/10/2009, 18:36
Messaggi: 6820
Località: Airuno (Lecco)
Rispondi citando
interessante la cosa. ho guardato i video che hai linkato ma non ho capito una cosa. la fiamma sotto la caldaia deve essere sempre viva oppure dopo un certo tempo si crea una reazione chimica che non ha più bisogno del calore esterno?


22/08/2013, 22:42
Profilo
Sez. Miscellanea
Sez. Miscellanea
Avatar utente

Iscritto il: 27/07/2011, 13:09
Messaggi: 26837
Località: Camporosso
Rispondi citando
Probabilmente deve essere sempre ad una certa temperatura...

Quello che mi chiedevo io era invece se usando un compressore di quelli per caricare le bombole
da sub,(per esempio), potevi stoccarlo in un serbatoio grande, tipo quelli che danno per il GPL domestico...

Ciao

_________________
Nella vita non esistono sfide, ma solo una sfida, quella con te stesso...
“Crisi è quel momento in cui il vecchio muore ed il nuovo stenta a nascere.” Antonio Gramsci


22/08/2013, 23:13
Profilo

Iscritto il: 10/03/2009, 15:08
Messaggi: 1393
Località: Asti
Rispondi citando
il giochino funziona. L'idea e' stracollaudata (la usavano gia nel 1930).
Il principio e' quello di ottenere una combustione incompleta della legna/carbone in modo da avere in uscita invece che co2 una gran quantità di co. Aggiungendo vapore nella fase della combustione si ottiene anche dell'idrogeno libero che e' un ottimo combustibile.

Attenzione a realizzare impianti casalinghi, il rischio e' alto. La massa di legna incandescente deve lavorare sempre in presenza di poco ossigeno e il gas deve essere estratto in modo forzato. Pena l'esplosione.

Uno dei principali problemi e' che nella massa incandescente si formano i cosiddetti "ponti" vere vie privilegiate per l'ossigeno che, invece che spandersi in tutta la massa mantenendo cosi concentrazioni molto basse, preferisce sfruttare le vie create dai ponti e si accumula in concentrazioni pericolose.
Attenzione anche che una avviato il processo, questo risulta difficile da fermare. Quando hai 50 kg di carbone a 900 e più gradi racchiusi in una camera stagna, refrattaria e blindata trovi difficile spegnerlo. Se butti acqua produci idrogeno e ossigeno (gas altamente espòlosivi, se non fermi la reazione ti trovi con il syngas che si accumula e rischi il botto.

Insomma son giocattoli che funzionano, ma tocca sapere prima cosa si sta facendo e quali son i punti deboli.

_________________
http://www.estapp.ch
http://www.dolcevino.ch


24/08/2013, 15:38
Profilo WWW
Sez. Miscellanea
Sez. Miscellanea
Avatar utente

Iscritto il: 27/07/2011, 13:09
Messaggi: 26837
Località: Camporosso
Rispondi citando
Ho capito,

ma allora il singas va in pressione autonomamente dentro la bombola, e se si fino a che pressione?
potrei mettere un serbatoio molto grande volendo, produrre singas per qualche giorno, stoccarlo e poi usarlo...

Grazie a tutti

Ciao

_________________
Nella vita non esistono sfide, ma solo una sfida, quella con te stesso...
“Crisi è quel momento in cui il vecchio muore ed il nuovo stenta a nascere.” Antonio Gramsci


24/08/2013, 21:36
Profilo

Iscritto il: 10/03/2009, 15:08
Messaggi: 1393
Località: Asti
Rispondi citando
no, non esattamente.
Il syngas deve essere estratto continuamente, altrimenti la reazione continua e brucia sul posto.
Imbombolarlo credo costi troppo dal punto di vista energetico e soprattutto di sicurezza.


Il punto critico per la sicurezza sono le condutture in cui viene trasportato per depressione il gas e le "sacche" che si formano perché il carbone bruciando ha tendenza a costruire "ponti"

_________________
http://www.estapp.ch
http://www.dolcevino.ch


25/08/2013, 11:17
Profilo WWW

Iscritto il: 10/03/2009, 15:08
Messaggi: 1393
Località: Asti
Rispondi citando
comunque se vi interessa, ho seguito da vicino la costruzione di un pirogassificatore.
Il mio vicino (la collina di fronte) ha realizzato il prototipo industriale e ne comincera' la commercializzazione entro fine anno.
L'ho aiutato a risolvere qualche punto per lui difficile, (elettronica) e nell'occasione ho potuto capire bene di cosa si tratta e come funziona il sistema.

_________________
http://www.estapp.ch
http://www.dolcevino.ch


25/08/2013, 11:22
Profilo WWW
Sez. Miscellanea
Sez. Miscellanea
Avatar utente

Iscritto il: 27/07/2011, 13:09
Messaggi: 26837
Località: Camporosso
Rispondi citando
raviolo ha scritto:
comunque se vi interessa, ho seguito da vicino la costruzione di un pirogassificatore.
Il mio vicino (la collina di fronte) ha realizzato il prototipo industriale e ne comincera' la commercializzazione entro fine anno.
L'ho aiutato a risolvere qualche punto per lui difficile, (elettronica) e nell'occasione ho potuto capire bene di cosa si tratta e come funziona il sistema.


Si raviolo, mi interessa, quando hai maggiori informazioni se ti ricordi mi mandi una MP o Mail?

Grazie

_________________
Nella vita non esistono sfide, ma solo una sfida, quella con te stesso...
“Crisi è quel momento in cui il vecchio muore ed il nuovo stenta a nascere.” Antonio Gramsci


25/08/2013, 22:58
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 20/10/2011, 22:00
Messaggi: 147
Località: Bergamo
Formazione: Dott. in Scienze biologiche molecolari e Dott. in Scienze agrarie
Rispondi citando
Vivi complimenti per il tuo piccolo impianto home made.


27/08/2013, 21:04
Profilo

Iscritto il: 10/03/2009, 15:08
Messaggi: 1393
Località: Asti
Rispondi citando
cosa ti interessa in particolare?

_________________
http://www.estapp.ch
http://www.dolcevino.ch


27/08/2013, 21:10
Profilo WWW
Sez. Miscellanea
Sez. Miscellanea
Avatar utente

Iscritto il: 27/07/2011, 13:09
Messaggi: 26837
Località: Camporosso
Rispondi citando
raviolo ha scritto:
cosa ti interessa in particolare?


Quando inizierà la commercializzazione fammi un fischio, io in meccanica me la cavo, ma in elettronica so solo
farla funzionare, ma non metterla su...

Grazie

Ciao

_________________
Nella vita non esistono sfide, ma solo una sfida, quella con te stesso...
“Crisi è quel momento in cui il vecchio muore ed il nuovo stenta a nascere.” Antonio Gramsci


27/08/2013, 22:30
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 33 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Designed by ST Software.

Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO

Informativa Privacy