Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 19/09/2021, 18:33




Rispondi all’argomento  [ 36 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo
Patentino fitosanitario 
Autore Messaggio

Iscritto il: 27/02/2010, 13:45
Messaggi: 485
Località: Provincia di Padova
Formazione: Laurea in medicina e chirurgia
Rispondi citando
Alessandro1944 ha scritto:
Con maggio 2020 scadrà la norma transitoria a favore dei piccoli produttori non professionali (cioé coloro che coltivano non a fini commerciali: cfr. D. I. n. 33 del 22/01/2018 ) e hobbisti del verde.
I PF vendibili per usi non professionali avranno apposite diciture: PFnPO (piante ornamentali), PFnPE (piante edibili).

https://www.youtube.com/watch?v=TBN_dk4MF3I" target="_blank" target="_blank

Se un "cittadino" potrà o meno accedere ai corsi per il c.d. patentino fitosanitario dubito che no, in quanto la norma di base si riferisce esplicitamente agli utilizzatori professionali (tra l'altro per la detenzione, l'impiego e lo smaltimento occorre rispettare tutta una serie di misure e norme contestualizzate a un ambiente agrario/professionale).


In pratica devo rassegnarmi a non poter più usare i prodotti che ero abituato a dare e di conseguenza avere piante sempre malate :(


05/03/2019, 9:38
Profilo

Iscritto il: 06/07/2011, 16:13
Messaggi: 2841
Località: Cureggio (NO)
Formazione: laurea in informatica
Rispondi citando
Il corso lo puoi fare (sono hobbista anche io) però in pratica verresti equiparato ad un utilizzatore professionale, con tutti gli obblighi del caso come specificato da Alessandro1944.
Infatti mi sa che dovrò iscrivermi a coldiretti o altra associazione di categoria per presentare il registro dei trattamenti


05/03/2019, 10:58
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 03/09/2017, 10:18
Messaggi: 1949
Località: bassa Valsusa
Formazione: Buoni studi
Rispondi citando
pippoparo ha scritto:
In pratica devo rassegnarmi a non poter più usare i prodotti che ero abituato a dare e di conseguenza avere piante sempre malate :(


Penso che i produttori di fitofarmaci si adegueranno alle nuove norme e immetteranno sul mercato un ventaglio di PF sufficiente per coprire le esigenze di difesa fitosanitaria degli hobbisti.
Da quel che ho leggiucchiato mi pare potranno essere incluse nelle categorie PFnPO e PFnPE sostanze attive che in etichetta presentano il pittogramma di pericolo (!) purché esenti da rischi particolari/indicazioni di pericolo e che non richiedano misure speciali per l'impiego (DPI, buffer zones): dunque almeno una parte degli antiparassitari di nuova generazione potrebbero essere convertiti per usi non professionali.

Diversamente bisognerà fare come ha detto Leorasta, cosa consigliabile laddove si abbia un orto-frutteto o vigneto di apprezzabile superficie e non la striscetta di terra a fianco dell'abitazione.
Certamente anche l'utilizzatore non professionale dovrà imparare qualcosa in più in materia di patologia/entomologia e fitoiatria per poter usare al meglio quello che è permesso.


05/03/2019, 19:32
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 10/04/2012, 23:20
Messaggi: 2663
Località: valle sabbia
Rispondi citando
pippoparo ha scritto:
Alessandro1944 ha scritto:
Con maggio 2020 scadrà la norma transitoria a favore dei piccoli produttori non professionali (cioé coloro che coltivano non a fini commerciali: cfr. D. I. n. 33 del 22/01/2018 ) e hobbisti del verde.
I PF vendibili per usi non professionali avranno apposite diciture: PFnPO (piante ornamentali), PFnPE (piante edibili).

https://www.youtube.com/watch?v=TBN_dk4MF3I" target="_blank" target="_blank" target="_blank

Se un "cittadino" potrà o meno accedere ai corsi per il c.d. patentino fitosanitario dubito che no, in quanto la norma di base si riferisce esplicitamente agli utilizzatori professionali (tra l'altro per la detenzione, l'impiego e lo smaltimento occorre rispettare tutta una serie di misure e norme contestualizzate a un ambiente agrario/professionale).


In pratica devo rassegnarmi a non poter più usare i prodotti che ero abituato a dare e di conseguenza avere piante sempre malate :(

Certo che potrai fare il patentino


05/03/2019, 20:03
Profilo

Iscritto il: 02/10/2012, 12:16
Messaggi: 3384
Località: abruzzo
Formazione: Maestro di musica
Rispondi citando
Pippoparo parli dei fitofarmaci come un indispensabile bisogno per poter continuare ad avere piante da frutto. Quali problemi hai con queste piante maledettamente sempre malate e che piante sono??? Pura curiosità. Grazie! Saluti

_________________
Azienda Agricola MicoVivai
Produzione piante da tartufo certificate.
www.micovivai.it
@micovivai


05/03/2019, 20:33
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 20/10/2009, 18:36
Messaggi: 7445
Località: Airuno (Lecco)
Rispondi citando
la parola fitofarmaco è molto generale. spazi dai prodotti sistemici, ai diserbanti e anche a quelli di vecchia generazione. il problema è che non ti danno più nemmeno i fitofarmaci base quali rame e zolfo (se non in piccole confezioni o miscelati a concimi). per chi ha ad esempio una vigna sono alla base della prevenzione.


05/03/2019, 21:22
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 10/04/2012, 23:20
Messaggi: 2663
Località: valle sabbia
Rispondi citando
kentarro ha scritto:
la parola fitofarmaco è molto generale. spazi dai prodotti sistemici, ai diserbanti e anche a quelli di vecchia generazione. il problema è che non ti danno più nemmeno i fitofarmaci base quali rame e zolfo (se non in piccole confezioni o miscelati a concimi). per chi ha ad esempio una vigna sono alla base della prevenzione.

Aggiungerei meno male.un corso può solo migliorare la conoscenza visto che spesso caricano piú gli hobbisti dei professionisti.almeno si imparano i dosaggi a ettaro e non a pianto o ettolitro.


05/03/2019, 21:46
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 20/10/2009, 18:36
Messaggi: 7445
Località: Airuno (Lecco)
Rispondi citando
concordo. un peccato che li facciano in orari di lavoro. altrimenti lo avrei già fatto per imparare qualcosa. in primis leggere bene l'etichetta.
vedi però, il rame ora te lo danno miscelato al magnesio (se ricordo bene) te lo vendono come concime fogliare ma non ci sono le dosi in confezione, nemmeno quelle a ettolitro...


05/03/2019, 21:53
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 10/04/2012, 23:20
Messaggi: 2663
Località: valle sabbia
Rispondi citando
Sì ci sono dei rame miscelati con boro zinco o magnesio e registrati come concimi fogliari. Comunque le dosi ci sono in etichetta e sono riferite ad ettaro


05/03/2019, 22:22
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 20/10/2009, 18:36
Messaggi: 7445
Località: Airuno (Lecco)
Rispondi citando
su quelli che ho visto io no, non c'era nulla...


05/03/2019, 22:25
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 36 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Designed by ST Software.

Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO

Informativa Privacy