Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 24/09/2017, 14:07




Rispondi all’argomento  [ 44 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5
Fare il prosciutto crudo! 
Autore Messaggio

Iscritto il: 20/10/2014, 19:39
Messaggi: 80
Località: ostrów lubelski
Formazione: diplomato
Rispondi citando
Max1987 ha scritto:
SirAlexPilgrims ha scritto:
Ciao a tutti..

Vorrei chiedere se qualcuno sa darmi indicazioni precise su come fare il prosciutto crudo..
Mi servirebbe sapere tutto dalla A alla Z..

-Come tagliare la coscia (mi hanno detto che c'è una vena da dissanguare accuratamente)
-come condire/condizionare/drogare il prosciutto stesso (possibilmente quantità di droga per kg di carne)
-fasi della stagionatura con relative temperature e umidità

Grazie a tutti!!

Sulla prima parte posso aiutarti io, avendo esperienza diretta e facendolo, ormai, anche io stesso, malgrado la mia giovane età :) ...DA NOI si taglia tutta la parte "carnosa" della coscia, facendo un taglio "circolare"...è più difficile da spiegare che a fare ;) ...staccate le cosce che, comunque, sono l'ultima parte del maiale a rimanere "appese" nel sezionamento e lavorazione delle carni, stacchiamo piedi dal prosciutto e rifiliamo la coscia stessa, levando un pò di cotenna dalla zona sovrastante l'interno coscia...poi provvediamo a far fuoriuscire il sangue presente nell'arteria femorale che è una vena che si trova a pochi centimetri dalla testa del femore...ciò lo facciamo attraverso un energico massaggio all'intero prosciutto, seguito da una pressione "a scivolare" dalla zona alta del prosciutto, fino all'arteria stessa...è un passaggio FONDAMENTALE!! Quando non esce più sangue, si provvede a salare il pezzo con abbondante sale (noi usiamo il fino), massaggiando prima l'intera zona rivestita dalla cotenna, fino all'assorbimento del sale e poi cospargiamo anche la zona carnosa...infine, la fase iniziale si conclude cospargendo di peperoncino la zona circostante la testa del femore e dove è stato tagliato lo zampone. Si pone il prosciutto in adeguati contenitori (usiamo madie di legno o plastica) con la zona dell'interno coscia rivolta verso l'alto e cospargiamo ancora, per un'ultima volta, la coscia di sale. Teniamo in queste condizioni per 2-3 settimane ( tradizionalmente abbiamo sempre tenuto le cosce sotto sale per 2 settimane ma, negli ultimi anni, trattandosi di cosce grandi, mio cugino le ha tenute, sotto consiglio di altri produttori, per 3 settimane e pare che i risultati siano anche migliori dei precedenti, asciugandosi, il prodotto, meglio. Trascorso il periodo della salatura, si riprendono i prosciutti e si "massaggiano" nuovamente, per vedere se esce altro sangue...dopodiciò si pongono nuovamente nella cassetta, precedentemente scolata da eventuali liquidi residui ma con l'interno coscia verso il basso, si mettono delle tavolette sopra di essi "a contatto" e, infine, si pongono dei pesi...usiamo, di solito, blocchi di cemento per un peso totale di circa 70-80 kg...dopo altre 2-3 settimane leviamo il prodotto definitivamente dalla cassetta e lo cospargiamo di piccole quantità di acido borico...pare abbia un effetto simile a quello della sugna, ormai andata in disuso dalle nostre parti :( . Infine poniamo i prosciutti in sacchi a rete a maglia fine per evitare "attacchi esterni" e lo appendiamo in cantina a stagionare per circa 18 mesi (i dettagli precisi sulla stagionatura non li conosco benissimo, non avendoli mai stagionati personalmente).



Salve a tutti vorrei sapere
la salatura a che temperatura viene eseguita e a quanti gradi ed umidita viene messo in cantina sotto sale per 2 o 3 settimane?


16/02/2017, 19:26
Profilo

Iscritto il: 20/10/2014, 19:39
Messaggi: 80
Località: ostrów lubelski
Formazione: diplomato
Rispondi citando
undo83 ha scritto:
Siccome si avvicina l'estate.. mi domando cosa fate con i prosciutti lavorati d'inverno? Ho letto qui di stagionarli a 12 gradi? Pero' li ho visti stagionare anche in box/cantine dove d'estate si arriva anche a 24-25 gradi.. va bene


cosi? quelli che ho visto io non avevano l'osso.. cambia qualcosa? datemi qualche consiglio per favore :)



Ciao a tutti. A proposito delle temperature, qui in Polonia macellano il maiale fino prima di Pasqua .Le temperature atmosferiche nei periodi di marzo si aggirano sui 6 gradi di giorno massimo. La mia domanda e se mi conviene fare il prosciutto in questo periodo oppure farlo prima di Natale quando le temperature sono più fredde.


14/03/2017, 21:56
Profilo

Iscritto il: 20/10/2014, 19:39
Messaggi: 80
Località: ostrów lubelski
Formazione: diplomato
Rispondi citando
mfCarpentieri ha scritto:
[i]Salagione; Si procede poi con abbondante sale aromatizzato all'operazione di salatura/sfregatura, sale umido sulla cotenna e sale secco per le parti muscolari, per primo sulla cotenna e sul grasso circostante l'arco del prosciutto, sulla cotenna il sale va sfregato a dovere, senza fare economie. Si chiama sfregatura proprio perché il sale per rimanere sul prosciutto deve essere preso in mano e premuto sulle parti con movimenti ampi che assomigliano ad un massaggio. Non basta appoggiare il sale, occorre premerlo e sfregarlo con vigore. Mentre sulla parte magra superiore, tutta la zona rossa intorno alla testa del femore, basta tirare il sale che rimane naturalmente appoggiato sul prosciutto senza sfregare con forza.


segue;

Salve. Vorrei sapere , a scopo orientativo per quanto tempo potrei strofinare il sale sulla cotenna del prosciutto.Grazie


27/05/2017, 5:27
Profilo
Sez. Norcineria
Sez. Norcineria
Avatar utente

Iscritto il: 19/08/2011, 19:19
Messaggi: 1783
Località: Abbiategrasso (MI)
Formazione: ITIS
Rispondi citando
robynud ha scritto:
Salve. Vorrei sapere , a scopo orientativo per quanto tempo potrei strofinare il sale sulla cotenna del prosciutto.Grazie
Si passa tutta la superficie per almeno tre volte, sulla cotenna si usa sale umido.
robynud ha scritto:
La mia domanda e se mi conviene fare il prosciutto in questo periodo oppure farlo prima di Natale quando le temperature sono più fredde.
Utilizza sempre il periodo più lungo di freddo
robynud ha scritto:
la salatura a che temperatura viene eseguita e a quanti gradi ed umidita viene messo in cantina sotto sale per 2 o 3 settimane?
La salatura viene eseguita in ambiente per cui pur freddo sia sono sempre 10-12°C. Il numero di giorni è importante non parlare di 2/3 settimane a "cappella" ma dipende dal suo peso. Ambiente umido vuol dire 75-85%Ur- Il prosciutto non si mette in cantina e dimenticato ma almeno ogni 5 giorni il sale va rinnovato
Saluti
mf

_________________
Wendell Berry, diceva “ se mangio carne voglio che venga da un animale che ha vissuto una bella vita all’aperto, senza affollamenti, su pascoli abbondanti, con acqua buona e alberi per ombra"...

http://www.leselvedivallolmo.it

Il prosciutto insaccato (TerrAmica nr. 0): http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_0_2014/49?e=10353070/6348207
L'arte dell'insaccato (TerrAmica nr. 4): http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_num4_issuu/41?e=10353070/32332678
Il Salame Campagnolo (TerrAmica nr. 5): http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_nr_5_issuu/45?e=10353070/36962323


29/05/2017, 23:39
Profilo WWW
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 44 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Designed by ST Software.

Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO

Informativa Privacy