Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 24/07/2024, 8:37




Rispondi all’argomento  [ 24 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo
riproduzione della lepre in cattività 
Autore Messaggio

Iscritto il: 17/11/2012, 22:00
Messaggi: 33
Località: cosenza
Rispondi citando
qualcuno mi spiega come deve essere predisposta la gabbia e se ci sono particolari condizioni che servono a favorire il loro accoppiamento?
se posso avere un maschio da usare con diverse femmine o invece formano coppie fisse...? perfavore chi ne sa piu di me può mettermi a conoscenza? grazie


06/12/2012, 19:18
Profilo
Sez. Conigli
Sez. Conigli
Avatar utente

Iscritto il: 29/06/2012, 13:53
Messaggi: 2176
Località: tarquinia (vt)
Rispondi citando
luchicino ha scritto:
qualcuno mi spiega come deve essere predisposta la gabbia e se ci sono particolari condizioni che servono a favorire il loro accoppiamento?
se posso avere un maschio da usare con diverse femmine o invece formano coppie fisse...? perfavore chi ne sa piu di me può mettermi a conoscenza? grazie


vuoi allevarli in gabbia o in garenna?
credo tu sappia che ci vogliono dei permessi per allevare lepri,altrimenti puoi incorrere in sanzioni molto pesanti.

_________________
La terra è sempre la peggiore impresa perchè da vivo è bassa e da morto pesa.(Titta Marini)
Ma io che la lavoro me sò accorto che pesa più da vivo che da morto.(l'agricoltore Cinelli)


06/12/2012, 19:27
Profilo

Iscritto il: 17/11/2012, 22:00
Messaggi: 33
Località: cosenza
Rispondi citando
no non ne sono al corrente mi spiegheresti cosa devo fare x avviare un piccolo allevamento amatoriale?


08/12/2012, 3:04
Profilo

Iscritto il: 20/11/2012, 13:24
Messaggi: 677
Località: Montescaglioso provincia di Matera
Formazione: perito agrario
Rispondi citando
Se le lepri sono certificate (provenienza) non si incorre in nessuna sanzione.
La semplice detenzione è punibile con una multa amministrativa di 104 euro.
Se vuoi allevare lepri in cattività puoi farlo, basta chiedere l'autorizzazione alle ASL di danno un codice aziendale e incominci.
Dalle mie parti le allevano sia in gabbia rapporto 1m/1f o 1m/2f e la coppia rimane sempre la stessa, le gabbie sono fatte in modo che i piccoli abbiano degli spazi per poter entrare e uscire dal nido senza correre il rischio di essere sciacciate dal maschio.
Ci sono altre gabbie dove il maschio viene isolato e messo in gabbia solo per la riproduzione, non dimenticare che la lepre è un lagomorfo, ha due uteri quindi quando ha già i piccoli è di nuovo coperta.
Noi personalmente abbiamo sperimentato gabbie in recinti chiusi, queste gabbie permettono ai piccoli di uscire e intorno ai 28 gg l'apertura non gli permette di rientrare nelle gabbie, quindi rimangono fuori nel recinto di un ettaro.
Devo dirti che i risultati non sono molto buoni, perchè la lepre è un animale sensibile e delicato, il vento da problemi, ho visto personalmente una lepre morire per uno spavento.
Con le gabbie i risultati sono migliori, anche se l'animale prodotto è più debole di quello del secondo esempio.
In bocca al lupo.


08/12/2012, 9:49
Profilo

Iscritto il: 20/11/2012, 13:24
Messaggi: 677
Località: Montescaglioso provincia di Matera
Formazione: perito agrario
Rispondi citando
Non appena riesco ad entrare nell'altro pc ti posto le foto delle gabbie che volendo puoi fare anche te o farti aiutare da un amico fabbro, in questo modo ti vengono a costare 1/3 rispetto a quello che cercano.


08/12/2012, 10:21
Profilo

Iscritto il: 20/11/2012, 13:24
Messaggi: 677
Località: Montescaglioso provincia di Matera
Formazione: perito agrario
Rispondi citando
ho decine di foto delle gabbie con tutti i particolari per poterle costruire, ma sono sul vecchio pc che ho dato a mio figlio


08/12/2012, 10:24
Profilo
Sez. Miscellanea
Sez. Miscellanea

Iscritto il: 25/07/2011, 12:02
Messaggi: 4692
Località: Reggio Emilia
Formazione: xxxl
Rispondi citando
L'allevamento delle lepri non rientra nella regolamentazione della fauna selvatica oltre a quella sanitaria?a Reggio Emilia oltre alla certificazione degli animali all'origine occorre l'autorizzazione della provincia ufficio caccia e pesca (assessorato ambiente) il mantenere un registro aggiornato nati morti macellati uso personale e se autorizzato le vendite a chi ecc eccovviamente il tutto non è gratuito :evil: .sono frequenti i controlli da parte dei vigili provinciali e meticolosi Sopra determinate dimensioni credo intervenga pure l'istituto nazionale della fauna selvatica per controllare le condizioni di allevamento ed evitare la diffusioni di patologie agli animali in libertà

_________________
Mettete l'indicazione geografica al profilo sarà utile nelle risposte grazie


08/12/2012, 12:35
Profilo

Iscritto il: 20/11/2012, 13:24
Messaggi: 677
Località: Montescaglioso provincia di Matera
Formazione: perito agrario
Rispondi citando
Per gargamella.
Se sei azienda agricola basta solo una semplice comunicazione alla Provincia.
La lepre non rientra nell'allegato 2 della legge 157/92 (norme per la protezione della fauna selvatica omeoterma e per il prelievo venatorio) quindi può essere allevata.
Prima di immettere gli animali in libertà (vendita dei leprotti a qualche A.T.C. Ambito territoriale di caccia) vengono visti prima dal veterinario del luogo dove sono allevate (per poter stilare il foglio rosa c4) e poi vengono visitati dai veterinari dove avvengono i lanci.


08/12/2012, 13:21
Profilo

Iscritto il: 20/11/2012, 13:24
Messaggi: 677
Località: Montescaglioso provincia di Matera
Formazione: perito agrario
Rispondi citando
La polizia provinciale in nessun modo può vietare l'allevamento se hai l'autorizzazione delle ASl, credo che non possono neanche entrare in azienda.
Infs (istituto nazionale fauna selvatica) che aveva sede vicino bologna oggi si chiama ispra e non ha competenze di allevamenti, può solo esprimere pareri su preaperture della caccia, abbattimenti selettivi ecc.


08/12/2012, 13:26
Profilo
Sez. Conigli
Sez. Conigli
Avatar utente

Iscritto il: 29/06/2012, 13:53
Messaggi: 2176
Località: tarquinia (vt)
Rispondi citando
redcif ha scritto:
Per gargamella.
Se sei azienda agricola basta solo una semplice comunicazione alla Provincia.
La lepre non rientra nell'allegato 2 della legge 157/92 (norme per la protezione della fauna selvatica omeoterma e per il prelievo venatorio) quindi può essere allevata.
Prima di immettere gli animali in libertà (vendita dei leprotti a qualche A.T.C. Ambito territoriale di caccia) vengono visti prima dal veterinario del luogo dove sono allevate (per poter stilare il foglio rosa c4) e poi vengono visitati dai veterinari dove avvengono i lanci.


Credo a questo punto che ci siano diversi regolamenti regionali, visto che quest'anno un mio conoscente (agricoltore) che alleva lepri in gabbia solo per un ritardo nel rinnovo dell'autorizzazione di 2 giorni si è beccato una multa da 5000 euro da prte della forestale e al momento della sanzione il suo allevamento contava solo 5 capi...

_________________
La terra è sempre la peggiore impresa perchè da vivo è bassa e da morto pesa.(Titta Marini)
Ma io che la lavoro me sò accorto che pesa più da vivo che da morto.(l'agricoltore Cinelli)


08/12/2012, 14:24
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 24 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Designed by ST Software.

Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO

Informativa Privacy