Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 26/01/2020, 10:16




Rispondi all’argomento  [ 1928 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 188, 189, 190, 191, 192, 193  Prossimo
Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali 
Autore Messaggio
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 57851
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
GESTIONE DEL RISCHIO, MIPAAF: 190 MILIONI DI EURO DA AGEA PER ASSICURAZIONI AGEVOLATE NEL QUARTO TRIMESTRE
PSRN 2014 - 2020

“Difendere il reddito degli agricoltori è la nostra priorità assoluta. Per farlo abbiamo bisogno che anche gli strumenti di gestione del rischio funzionino meglio. I 190 milioni di euro concessi da Agea per le assicurazioni agevolate sono un segnale importante, ma abbiamo ancora molto da fare”.
Così la Ministra delle politiche agricole alimentari e forestali Teresa Bellanova commenta la concessione da parte di AGEA di oltre 190 milioni di euro di contributi sulle assicurazioni agevolate per le produzioni vegetali nel quarto trimestre dell’anno. Il primo decreto di pagamento sulle concessioni fatte nell’ultimo trimestre dell’anno 2019 sarà eseguito da AGEA entro l’anno per tutti gli agricoltori che presenteranno domanda di pagamento entro il 16 dicembre 2019.

Nello stesso periodo dell’anno precedente le concessioni sono state di circa 165 milioni di euro, comprensivi di circa 35 milioni di euro relativi al Feaga per l’OCM vino. Con decreto del 12 dicembre 2019, infatti, Agea ha ammesso a sostegno 33.784 domande di contributo sulle assicurazioni agevolate, per un importo concesso pari a euro 51.013.214 che si vanno ad aggiungere alle 71.618 domande ammesse con il primo lotto del 25 novembre scorso per un importo concesso pari a 140.465.672 euro.

Il maggior importo concesso nel 2019, pari a oltre 25 milioni di euro, rappresenta il segnale che il sistema di erogazione degli aiuti sulla gestione del rischio si è evoluto e, che la collaudata sinergia tra tutti gli attori coinvolti nella realizzazione della misura contribuisce a favorire il velocizzarsi delle operazioni di interscambio dati consentendo, anno dopo anno, l’anticipazione delle erogazioni dei contributi spettanti agli agricoltori.

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


13/12/2019, 15:52
Profilo WWW
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 57851
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
MIPAAF, BELLANOVA: FERMO PESCA 2019 RISORSE GIÀ DISPONIBILI. IN CORSO DI DEFINIZIONE I CRITERI

"Voglio rassicurare i pescatori: le risorse per il sostegno al fermo pesca 2019 sono nella disponibilità del Ministero e i criteri di ripartizione saranno definiti dal relativo decreto interministeriale in corso di definizione". Così la Ministra alle Politiche agricole, alimentari e forestali Teresa Bellanova.
"La nostra attenzione per un settore importante come quello della pesca non è assolutamente in discussione", prosegue la Ministra. "Lo certifica quanto già presente in Manovra con lo stanziamento del nostro Ministero di 11 milioni sulle misure di integrazione al reddito relative al fermo pesca obbligatorio 2020, cui si aggiungono 2.5milioni integrativi per quello non obbligatorio. E lo dimostra la proroga del Piano triennale Pesca".

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


13/12/2019, 21:09
Profilo WWW
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 57851
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
Bruxelles, Consiglio dei Ministri Agricoltura e pesca
MIPAAF, BELLANOVA: GARANTIRE IN EUROPA L’ORIGINE OBBLIGATORIA DELLE MATERIE PRIME IN ETICHETTA

Rendere obbligatoria in Europa l'origine delle materie prime in etichetta su tutti gli alimenti.
Lo ha ribadito pochi minuti fa la Ministra delle Politiche Agricole alimentari e forestali Teresa Bellanova da Bruxelles, intervenendo al Consiglio dei Ministri Agricoltura e Pesca.
“E’ un diritto dei cittadini che va garantito”, ha affermato la Ministra Bellanova, “e una questione di trasparenza. Per cambiare l'Europa e renderla più forte bisogna cambiare passo. Per questo insieme ai colleghi di Francia, Spagna, Portogallo e Grecia chiediamo alla commissione Ue di rendere più forte la legge europea sull'etichettatura. Credo sia positivo che molti Stati Membri abbiano concordato con la nostra posizione. L'apertura della Commissaria Kyriakides sia un'occasione sulla quale lavorare in vista di aprile 2020 e della strategia "Farm to Fork". Non c'è più tempo da perdere. Il regolamento 775 del 2018 e la scelta di un regime facoltativo di etichettatura ci trova contrari e riteniamo non soddisfacenti le soluzioni scelte. La sperimentazione che in molti abbiamo in corso su latte, formaggi, carni trasformate, pasta, riso, pomodori, non può terminare con l’entrata in applicazione del regolamento. E’ necessario lavorare insieme rapidamente perché questi prodotti indichino obbligatoriamente l’origine della materia prima. Non crediamo sia il caso di attendere un nuovo scandalo alimentare per avere una norma di buonsenso come accaduto con tutti gli alimenti che hanno già l’etichetta di origine obbligatoria in Europa”.
Quanto ai sistemi di etichettatura a semaforo, ha aggiunto la Ministra Teresa Bellanova, “lo dico con chiarezza: i sistemi di etichettatura o con bollini rossi non ci piacciono. Non danno informazioni nutrizionali corrette ai cittadini e penalizzano in maniera discriminante tanti prodotti della dieta mediterranea o grandi dop italiane e di altri Paesi. Come possiamo dire di promuovere la qualità dei territori con le DOP e IGP, se poi sulla confezione insieme al marchio di qualità europeo si trova un bollino rosso di bocciatura? Non è accettabile. In Italia stiamo completando la sperimentazione di un sistema a batteria che dica al consumatore quale percentuale di fabbisogno giornaliero degli elementi nutritivi ha raggiunto. Dobbiamo guardare allo stile alimentare, a un equilibrio per le diete sane. E l'Italia, che insieme al Giappone è uno dei Paesi con la maggiore longevità al mondo, ha qualcosa da dire su questa materia".

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


16/12/2019, 16:19
Profilo WWW
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 57851
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
BELLANOVA: NELLA NUOVA PAC RILEVANTE IL RUOLO DELLE REGIONI
AMBIZIONE AMBIENTALE E RISORSE DEVONO ANDARE DI PARI PASSO

Dal ruolo delle Regioni nel Piano strategico della futura Pac alla necessità di contemperare il livello di “ambizione ambientale con le risorse a disposizione”.

Sono questi i due punti che la Ministra Teresa Bellanova ha voluto evidenziare pochi minuti fa intervenendo alla sessione del Consiglio dei Ministri dell’Agricoltura e pesca dedicata al Pacchetto di Riforme della Pac post 2020. “Apprezziamo”, ha detto la Ministra Bellanova, “lo sforzo volto alla semplificazione del modello di governance del futuro Piano strategico ma riteniamo che l’intero sistema sia ancora troppo complesso e di difficile gestione e che su questo siano possibili ampi margini di miglioramento.
Crediamo che l’attuale proposta non soddisfi appieno le giuste aspettative delle Regioni, che devono poter svolgere un ruolo ben diverso nella gestione delle politiche di sviluppo rurale, e che la condivisibile ambizione ambientale della futura Pac debba tener conto delle risorse a disposizione per poter indirizzare in modo coerente processi produttivi. I nostri agricoltori saranno in grado di seguire la strada che stiamo delineando solo se gli impegni da attuare saranno adeguatamente compensati.
Il settore agricolo, oltre alle misure sulla mitigazione dei cambiamenti climatici, ha bisogno, più di altri comparti produttivi, di opportune misure di adattamento, per affrontare i numerosi problemi provocati dai cambiamenti climatici in atto.
Per questo, nel pacchetto di azioni rivolte all'ambiente e al clima, abbiamo chiesto di prevedere misure come i fondi di mutualizzazione per la copertura di rischi di carattere catastrofale a fronte di emergenze climatiche o fitosanitarie e nelle prossime settimane presenteremo su questo, una specifica proposta”.

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


16/12/2019, 20:06
Profilo WWW
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 57851
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
SUL SITO DEL MIPAAF I REPORT “CANTINA ITALIA” E “FRANTOIO ITALIA”


Sono stati pubblicati sul sito del Mipaaf i report “Cantina Italia” e “Frantoio Italia”, con i dati territoriali degli stock di vino ed olio redatti dall’Ispettorato Centrale Repressione Frodi del Ministero (Icqrf) sulla base dei dati contenuti nei registri telematici del vino e dell’olio.

Negli stabilimenti enologici italiani alla data del 15 dicembre sono presenti oltre 53,5 milioni di ettolitri di vino, 10,6 milioni di ettolitri di mosti e 8,5 milioni di ettolitri di vino nuovo ancora in fermentazione (VNAIF), allocati per il 45,8% al Nord, per il 26,9% al Sud, per il 21,7% nelle regioni centrali e per il rimanente 5,6% nelle Isole.

La banca dati contiene i dati di oltre 615mila vasi vinari, 17.000 produttori e registra annualmente circa 30 milioni di operazioni enologiche, il 96% del vino e dei mosti detenuti in Italia.

Al 15 dicembre circa il 51% del vino detenuto è a DOP, con una prevalenza del rosso (50,5%). Il 27,1% del vino è IGP, anche qui con prevalenza del rosso (53,4%), mentre i vini varietali detenuti costituiscono appena l’1,4% del totale. Il restante 20,6% è costituito da vini da tavola.

Relativamente all’olio di oliva, al 15 dicembre 2019 gli operatori presenti sul registro telematico dell’olio sono 23.090, con un totale 25.389 stabilimenti attivi.

La quantità di olio detenuta in Italia al 15 dicembre 2019 è di 254.778 tonnellate, di cui 232.151 sfuso. Oltre i due terzi sono Olio Extra Vergine di Oliva (EVO). Nell’ambito dell’olio EVO, il 62% (107.867 tonn.) è di origine italiana mentre il 34% è di origine UE. Marginali gli stock di olio extra UE (appena 3.479 tonn.) e di oli blend (3.484 tonn).

L’Italia è l’unico Paese al mondo ad avere avviato un’estesa digitalizzazione dei sistemi informativi e degli adempimenti documentali previsti dalle norme vigenti. Attraverso i registri telematici è infatti possibile avere la tracciabilità dei vini e degli olii d’oliva prodotti in Italia e un’immediata rintracciabilità degli stock e della movimentazione.

“La trasparenza - afferma la Ministra Teresa Bellanova - deve essere sempre di più la cifra distintiva del made in Italy. Grazie alla tracciabilità, al contrasto capillare alle frodi e ai furti di identità possiamo tutelare l’eccellenza dei nostri prodotti, difendere e rafforzare la competitività del nostro made in Italy nel mondo. Con un sistema di controlli forte e che fa scuola nel mondo abbiamo le carte in regola per siglare il patto con i consumatori che sono i nostri migliori alleati”.

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


18/12/2019, 18:49
Profilo WWW
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 57851
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
AL MIPAAF UN ALBERO DI NATALE DAL PARCO DELL’ALTO GARDA BRESCIANO

Un cimale di 4 metri di abete rosso è l’albero di Natale che addobba l’atrio del Mipaaf, in via XX Settembre. Offerto gratuitamente dal Parco dell'Alto Garda bresciano e ERSAF, grazie all’aiuto di Federforeste e PEFC Italia.
Radicato in un terreno demaniale di proprietà ERSAF Lombardia, tagliato come soprannumerario poiché proveniente da un rimboschimento dove le conifere stanno lasciando il passo alle latifoglie, in particolare i faggi, considerati più adatti alla tipologia dei luoghi, è arrivato al Ministero approfittando di un viaggio destinato ad altri scopi ed è stato offerto gratuitamente da Federforeste e da PEFC, l’organismo indipendente che certifica la legalità dei tagli eseguiti sugli alberi.
“Ne siamo felici”, dice la Ministra Teresa Bellanova, “perché nessun bosco è stato danneggiato. E di questo ringraziamo FederForeste, Pfec, Ersaf e Parco dell’Alto Garda bresciano”.
“Natale”, prosegue la Ministra Bellanova, “è anche la festa degli alberi e questo significa il lavoro di decine e decine di imprenditori che piantano alberi proprio per l’occasione, rispondendo a un’esigenza delle famiglie italiane che, a milioni, preferiscono alberi veri. Una scelta importante perché gli alberi natalizi non vengono sradicati da boschi o foreste e, se provengono da aziende vivaistiche del territorio, dopo le Feste potranno essere nuovamente piantati”, conclude la Ministra Teresa Bellanova che nelle settimane scorse insieme a Carlo Petrini, Stefano Mancuso, Alessandra Stefani in risposta all’appello lanciato nel settembre scorso a nome delle Comunità Laudati sì, ha voluto piantare un leccio in un’aiuola di proprietà del Ministero come atto simbolico per dire “sì” a nuovi 60milioni di alberi in Italia, nelle città e nelle campagne.

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


19/12/2019, 15:01
Profilo WWW
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 57851
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
BELLANOVA: SCONFIGGERE IL CAPORALATO È POSSIBILE

"Il caporalato non è invincibile. Lo abbiamo ribadito oggi insieme alla Ministra Lamorgese a Foggia. Questo è uno dei territori da cui partirà la sperimentazione delle azioni previste nel Piano triennale di contrasto e prevenzione del caporalato. A partire da alcuni punti fermi: il caporalato è criminalità e non ha alibi di nessuna natura, nemmeno quelli relativi ai costi di produzione; non esistono filiere sporche ma imprese che praticano l'illegalità e vanno perseguite; lo stato deve, e può, contrastare questa pratica criminale sul piano dell'offerta dei servizi e dell'incrocio legale e trasparente domanda-offerta di lavoro, per sottrarre al ricatto lavoratori e imprese. Sconfiggere il caporalato è possibile. Lo dobbiamo fare insieme". Così la Ministra Teresa Bellanova oggi da Foggia, dove ha partecipato ai lavori del Comitato per l'ordine e la Sicurezza.

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


23/12/2019, 17:15
Profilo WWW
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 57851
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
INDIGENTI, MIPAAF: RIPARTONO BANDI AGEA PER ACQUISTO DERRATE ALIMENTARI PER I PIU BISOGNOSI

BELLANOVA: PRIMO BANDO PER ACQUISTO DI 3 MILIONI DI KG DI FARINA

"Ripartono i bandi per l'acquisto di derrate alimentari da parte di Agea per il sostegno agli indigenti. Abbiamo lavorato in queste settimane per risolvere un problema che aveva bloccato le gare e ora è stato pubblicato l'avviso per la fornitura di 3 milioni di chilogrammi di farina 00, utilizzando i fondi FEAD del Ministero del Lavoro. Nei prossimi giorni sono previsti ulteriori bandi per altri prodotti come il pomodoro. Ringrazio gli uffici per il lavoro di questi giorni, diamo una notizia attesa da tempo dagli enti caritativi che col loro insostituibile impegno fanno sì che questi aiuti arrivino ai più bisognosi. Garantire l'accesso al cibo è un nostro dovere. Anche per questo con la Legge di bilancio abbiamo voluto rafforzare l'intervento sul fondo nazionale per aumentare gli acquisti di alimenti da destinare agli indigenti. In queste ore di festa chiedo di nuovo alle aziende italiane di donare, di recuperare le eccedenze e aiutare chi è in difficoltà. Possiamo farlo insieme".

Così la Ministra delle politiche agricole alimentari e forestali Teresa Bellanova commenta l'apertura da parte di Agea del bando di Gara per l'affidamento della fornitura di farina di grano tenero tipo "00" in confezioni da 1 Kg in aiuto alimentare agli indigenti in Italia per un importo di 1,25 milioni di euro.

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


23/12/2019, 18:49
Profilo WWW
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 57851
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
24 dicembre
MIPAAF, BELLANOVA: GIOVANI, DONNE, FILIERE, INNOVAZIONE, COMPETITIVITÀ: IN LEGGE DI BILANCIO L'AGRICOLTURA TORNA PROTAGONISTA

600 milioni in più per il settore primario e una rete di misure che hanno come obiettivo la tutela del reddito di agricoltori e pescatori e dunque le parole chiave di un nuovo protagonismo per agricoltura e agro-industria nel nostro paese: giovani, donne, filiere, innovazione, investimenti, competitività, internazionalizzazione.
"Con questa Legge di bilancio" dice la Ministra alle Politiche agricole alimentari e forestali Teresa Bellanova, "l'agricoltura torna protagonista. Pur nelle condizioni date, delineamo le traiettorie di marcia che adesso troveranno piena sistemazione nel collegato agricolo che presenteremo a fine gennaio. Lo dico in una battuta: se la priorità del paese si chiama lavoro, noi saremo in grado di corrispondervi sempre più rendendo centrali agricoltura e agroindustria. È di questa rilevanza strategica che stiamo parlando. Aver ottenuto 600 milioni in più per l'agricoltura è un segnale strategico".
"È importante", prosegue la Ministra Bellanova, "aver mantenuto l'impegno a non aumentare le tasse agli agricoltori. Abbiamo cancellato l'IRPEF agricola per il 2020 e quelle risorse potranno essere investire in crescita delle aziende; ci sono mutui a tasso zero per le imprenditrici in agricoltura; gli sgravi contributivi per le start up agricole aperte da giovani e interventi sulle emergenze cimice asiatica e xylella. E c'è grande attenzione alle filiere, alla competitività, all'innovazione. Una tastiera ampia che ha in radice una premessa: sostenibilità sociale, ambientale, economica. Solo così questo settore sarà realmente attrattivo per le nuove generazioni e costituirà l'attore principale contro crisi climatica e dissesto idrogeologico perché più agricoltura e agricoltura di qualità soprattutto significa garantire nel contempo qualità del paesaggio, tutela ambientale, enorme attenzione nell'uso di risorse importanti come ad esempio l'acqua, risparmio di suolo"

Di seguito i principali interventi:

MISURE FISCALI
Ø Azzeramento Irpef agricola per il 2020
Confermato l’azzeramento dell’Irpef per coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali.

Ø Agevolazioni fiscali per il florovivaismo
Riduzione della base imponibile (limite del 5%) per le attività dirette alla commercializzazione di piante vive e prodotti della floricoltura tra imprenditori agricoli.

Ø Agevolazioni per investimenti pluriennali in agricoltura
Incremento della deducibilità delle spese sostenute per gli investimenti in nuovi impianti di colture arboree pluriennali al 20 per cento.

PACCHETTO DONNE E GIOVANI

Ø Bonus “donne in campo”.
Fondo rotativo da 15 milioni di euro per garantire mutui a tasso zero per le donne che sono imprenditrici agricole o che lo vogliono diventare.

Ø Giovani, sgravi contributivi e zero spese per 2 anni
Per i giovani che aprono una impresa agricola sarà lo Stato a pagare i contributi previdenziali per i primi 24 mesi.

Ø Terre ai giovani
Snellimento delle procedure per la concessione dei terreni di proprietà di enti pubblici ai giovani attraverso la Banca Nazionale delle Terre Agricole.

MISURE PER LA COMPETITIVITA’

Ø Fondo per la competitività delle filiere.
30 milioni di euro complessivi nel biennio 2020-2021 a sostegno dell’agroalimentare Made in Italy, con interventi per il rafforzamento della competitività delle filiere agricole.

Ø Fondo per biologico.
Istituzione di un Fondo di 4 milioni di euro per il 2020 e 5 milioni di euro a decorrere dal 2021 per la promozione di filiere e distretti di agricoltura biologica.

Ø Piano di promozione finalizzato a contrastare i dazi.
Promozione strategica per i prodotti agroalimentari sottoposti ad aumento di dazi e di contrasto al fenomeno dell’Italiansounding

MISURE PER DELL’INNOVAZIONE IN AGRICOLTURA

Ø Fondo di 1 milione di euro presso il Ministero per sostegno alle imprese agricole finalizzatoall’adozione e alla diffusione di sistemi di gestione avanzata attraverso l’utilizzo delle tecnologie innovative

Ø Fondo di 5 milioni di europer favorire gli investimenti in beni materiali strumentali nuovi da parte delle imprese agricole.

Ø Interventi per l’accesso al credito e azzeramento del costo delle garanzie per gli imprenditori agricoli che investono in innovazione tecnologica, agricoltura di precisione e tracciabilità dei prodotti.(Art. 41 Decreto legge fiscale)

MISURE PER LA PESCA

Ø Sostegno al reddito dei pescatori nel caso di sospensione dell’attività lavorativa derivante da misure di arresto temporaneo obbligatorio per il 2019 e il 2020 per un importo di 11 milioni di euro all’anno.

Ø Incremento della dotazione di 2,5 milioni di euro annuo per il fermo pesca non obbligatorio.

Ø Proroga del piano triennale della Pesca per il 2020-2022.

MISURE PER FAVORIRE L’ECONOMIA CIRCOLARE

Ø Incentivi agli impianti di produzione di energia elettrica esistenti alimentati a biogas, realizzati da imprenditori agricoli singoli o associati, anche in forma consortile.

Ø Disciplina per il riutilizzodegli effluenti di allevamento e delle acque reflue, nonché per la produzione e l'utilizzazione agronomica del digestato.

INTERVENTI PER LE EMERGENZE

Ø Cimice asiatica. 80 milioni di euro nel triennio sul Fondo di Solidarietà Nazionale per ristoro dei danni provocati dalla cimice asiatica.

Ø Xijlella. Possibilità di concedere gli aiuti compensativi del fondo di Solidarietà Nazionale per un periodo di 3 anni in caso di eventi i cui effetti non sono limitatati ad una sola annualità.

ALTRI INTERVENTI

Ø Rifinanziamento del fondo indigenti di 1 milione di euro all’anno per il triennio 2020-2022.

Ø Incremento del fondo per la stabilizzazione dei precari del Crea per rilanciare le attività di ricerca in agricoltura.

Ø Definizione di oleoturismo ed estensione delle misure previste per l’Enoturismo.

Ø Dotazione di 200 mila uro per il funzionamento delle CUN.

COLLEGATO AGRICOLTURA. E’ il disegno di legge che sarà presentato alle Camere entro il 31 di Gennaio,attraverso il quale si aprirà una nuova fase di programmazione e di riforma per il settore agricolo.

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


24/12/2019, 20:30
Profilo WWW
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 57851
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
INDIGENTI, MIPAAF: APERTO BANDO AGEA PER 5,4 MILIONI DI EURO DAL FONDO NAZIONALE
BELLANOVA: 6 MILIONI DI KG DI POLPA DI POMODORO PER CHI HA PIU’ BISOGNO

“A distanza di pochi giorni dal primo bando per la farina, Agea ha provveduto ad emanare un secondo bando di gara per la fornitura di oltre 6,2 milioni di chilogrammi di polpa di pomodoro per il sostegno alimentare agli indigenti.
Viene utilizzata così la dotazione del Fondo nazionale, seguendo le indicazioni del Tavolo del Mipaaf con gli enti caritativi. Sono forniture che garantiscono l’accesso al cibo a milioni di persone, attraverso le mense o la consegna di pacchi alimentari. È uno strumento che abbiamo ulteriormente rafforzato con la legge di bilancio e sul quale sappiamo che dobbiamo impegnarci di più. Il lavoro degli enti, con migliaia di volontari in tutta Italia, rappresenta un modello virtuoso sul quale l’Italia fa scuola nel mondo.
La sfida del 2020 è aumentare le donazioni dei privati al fondo nazionale e recuperare le eccedenze, impedendo lo spreco alimentare e dando assistenza concreta ai più poveri. Un terzo del cibo prodotto viene sprecato, non possiamo permetterci di rimanere fermi senza agire. Per questo dobbiamo attuare fino in fondo la Legge Gadda”.
Così la Ministra delle politiche agricole alimentari e forestali Teresa Bellanova commenta l’apertura del bando di gara da parte di Agea per l’acquisto di almeno 6.243.756 chilogrammi di polpa di pomodoro in scatola da 400 gr. netti, il cui corrispettivo è rappresentato da € 5.494.505 a valere sul Fondo nazionale per la distribuzione di derrate alimentari alle persone indigenti.
Questo bando segue il primo emanato nei giorni scorsi per la fornitura di 3 milioni di chilogrammi di farina.

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


30/12/2019, 18:07
Profilo WWW
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 1928 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 188, 189, 190, 191, 192, 193  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Designed by ST Software.

Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO

Informativa Privacy