Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 13/12/2019, 9:45




Rispondi all’argomento  [ 1900 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 190  Prossimo
Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali 
Autore Messaggio
Sez. Coltivazioni Forestali
Sez. Coltivazioni Forestali
Avatar utente

Iscritto il: 16/09/2008, 15:33
Messaggi: 3156
Località: Firenze
Formazione: Diploma Perito agrario-Dottore in Scienze e tecnologie dei sistemi forestali
Rispondi citando
BIOLOGICO, CATANIA: SETTORE IN SALUTE CHE CONTINUA A CRESCERE. LAVORARE PER SFRUTTARE LE OPPORTUNITÀ

“Il mercato del biologico in Italia continua a crescere ed è uno tra i settori del nostro agroalimentare che gode di migliore salute; la fiducia dei consumatori verso il biologico infatti continua a premiare la qualità ambientale e le garanzie di questo metodo di produzione. Anche i dati di produzione del biologico italiano danno una fotografia tutto sommato positiva del settore: l’Italia per superfici biologiche e per numero di operatori resta ai primi posti in Europa e nel mondo. Dobbiamo comunque ancora impegnarci molto per strutturare meglio le filiere produttive, in modo da far intercettare al nostro sistema di imprese italiane le opportunità che il mercato offre”.
Così il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Mario Catania, ha commentato le prime anticipazioni dei dati sulle produzioni biologiche italiane relative al 31/12/2011, fornite dagli Uffici del Mipaaf.
Dalla prima analisi dei dati forniti al Ministero dagli Organismi di Controllo (OdC) operanti in Italia al 31 dicembre 2011, sulla base delle elaborazioni del SINAB – Sistema d’Informazione Nazionale sull’Agricoltura Biologica, risulta che gli operatori del settore sono 48.269 di cui: 37.905 produttori esclusivi; 6.165 preparatori (comprese le aziende che effettuano attività di vendita al dettaglio); 3.906 che effettuano sia attività di produzione che di trasformazione; 63 importatori esclusivi; 230 importatori che effettuano anche attività di produzione o trasformazione.
Rispetto ai dati riferiti al 2010 si rileva un aumento complessivo del numero di operatori dell’1,3%.
La distribuzione degli operatori sul territorio nazionale vede, come per gli anni passati, la Sicilia seguita dalla Calabria tra le regioni con maggiore presenza di aziende agricole biologiche; mentre per il numero di aziende di trasformazione impegnate nel settore la leadership spetta all’Emilia Romagna seguita da Lombardia e Veneto.
La superficie coltivata secondo il metodo biologico, risulta pari a 1.096.889 ettari, di cui circa 800.000 hanno già terminato il periodo di conversione, con una riduzione complessiva, rispetto all’anno precedente, pari a circa l’1,5%.
I principali orientamenti produttivi sono i cereali, il foraggio e i pascoli. Segue, in ordine di importanza, la superficie investita ad olivicoltura.
Per le produzioni animali, distinte sulla base delle principali specie allevate, i dati evidenziano rispetto allo scorso anno un consistente aumento del numero di capi per suini, ovini, caprini e avicoli.
I dati completi del biologico italiano e tutti i dettagli produttivi elaborati dal SINAB, saranno resi noti in occasione della fiera SANA - Salone Internazionale del biologico e del naturale, in programma a Bologna dall’8 settembre.

_________________
"La pagina di Io sono un contadino...e me ne vanto!" su Facebook!


18/07/2012, 23:49
Profilo WWW
Sez. Coltivazioni Forestali
Sez. Coltivazioni Forestali
Avatar utente

Iscritto il: 16/09/2008, 15:33
Messaggi: 3156
Località: Firenze
Formazione: Diploma Perito agrario-Dottore in Scienze e tecnologie dei sistemi forestali
Rispondi citando
PAC, MINISTRO CATANIA INCONTRA MINISTRO AGRICOLTURA IRLANDESE COVENEY

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Mario Catania, ha incontrato oggi, presso il Salone dell’Agricoltura del Mipaaf, il Ministro dell’agricoltura, alimentazione e pesca irlandese, Simon Coveney.

Al centro del colloquio lo stato dei negoziati sulla riforma della Politica agricola comune, con particolare attenzione ai riflessi per la PAC nell’ambito del negoziato sulle prospettive finanziarie. Nel corso dell’incontro sono state anche approfondite le questioni relative alla convergenza interna degli aiuti diretti, al “greening”, agli agricoltori attivi ed ad alcune problematiche nell’ambito dello sviluppo rurale, quali il tasso di cofinanziamento e le zone svantaggiate.

L’incontro ha registrato una sostanziale convergenza su tutte le tematiche trattate, in particolare su quelle relative alla riforma della Pac per gli aiuti diretti.

_________________
"La pagina di Io sono un contadino...e me ne vanto!" su Facebook!


24/07/2012, 22:29
Profilo WWW
Sez. Coltivazioni Forestali
Sez. Coltivazioni Forestali
Avatar utente

Iscritto il: 16/09/2008, 15:33
Messaggi: 3156
Località: Firenze
Formazione: Diploma Perito agrario-Dottore in Scienze e tecnologie dei sistemi forestali
Rispondi citando
DOMANI IL MINISTRO CATANIA ALLA PRESENTAZIONE
DEL RAPPORTO INEA

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Mario Catania, parteciperà domani mercoledì 25 luglio 2012 alla presentazione del ‘Rapporto sullo stato dell’Agricoltura 2012’, realizzato dall’Istituto Nazionale di Economia Agraria – INEA, che avrà luogo a partire dalle ore 11.00 presso la Sala Cavour del Mipaaf.
L’intervento del Ministro Catania chiuderà i lavori.

_________________
"La pagina di Io sono un contadino...e me ne vanto!" su Facebook!


24/07/2012, 22:35
Profilo WWW
Sez. Coltivazioni Forestali
Sez. Coltivazioni Forestali
Avatar utente

Iscritto il: 16/09/2008, 15:33
Messaggi: 3156
Località: Firenze
Formazione: Diploma Perito agrario-Dottore in Scienze e tecnologie dei sistemi forestali
Rispondi citando
IL MINISTRO CATANIA INCONTRA DELEGAZIONE DI MCDONALD’S ITALIA

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Mario Catania ha incontrato oggi presso il Palazzo dell’Agricoltura una delegazione di McDonald’s Italia guidata dall’Amministratore delegato Roberto Masi. Durante l’incontro, nel quale era presente anche il Presidente della Commissione agricoltura della Camera dei Deputati on. Paolo Russo, è stata discussa la possibilità di un maggiore approvvigionamento di materie prime italiane da parte della catena di ristorazione.

_________________
"La pagina di Io sono un contadino...e me ne vanto!" su Facebook!


25/07/2012, 18:48
Profilo WWW
Sez. Coltivazioni Forestali
Sez. Coltivazioni Forestali
Avatar utente

Iscritto il: 16/09/2008, 15:33
Messaggi: 3156
Località: Firenze
Formazione: Diploma Perito agrario-Dottore in Scienze e tecnologie dei sistemi forestali
Rispondi citando
TERREMOTO, CATANIA: 40 MILIONI DI EURO DALLA POLITICA AGRICOLA COMUNE A SOSTEGNO DELLE AZIENDE AGRICOLE DELLE ZONE TERREMOTATE

“La Commissione europea ha dato un riscontro positivo alle nostre richieste in favore delle aziende agricole che hanno subito gravi danni a causa dei fenomeni sismici avvenuti nei mesi scorsi. A partire dal prossimo mese, infatti, agli Organismi pagatori delle Regioni interessate sarà consentito di erogare 40 milioni di euro come anticipo sui pagamenti PAC 2012”.
Così il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Mario Catania, commenta la decisione del Comitato di gestione dei pagamenti diretti della Commissione europea, che si è riunito oggi a Bruxelles. Con la decisione del Comitato è stato dato il via libera all’erogazione di un anticipo sui pagamenti della Politica agricola comune, dovuti agli agricoltori delle aree terremotate dell’Emilia, del Veneto e della Lombardia. Queste risorse sarebbero state erogate, in condizioni normali, solo a partire dal 1° dicembre 2012. Per questa operazione, la Commissione europea ha messo a disposizione circa 40 milioni di euro, che saranno erogati a partire dal prossimo primo agosto.
“Questo anticipo rientra all’interno delle iniziative assunte dal Governo per far fronte alle difficoltà causate dai recenti fenomeni sismici. A beneficiare di questo intervento sono gli agricoltori che hanno le proprie aziende nei Comuni colpiti dal sisma e anche gli allevatori che, sebbene non ricadenti in questi Comuni, consegnano il latte ai primi acquirenti che hanno avuto danneggiato la struttura di conferimento. Sono certo – conclude il Ministro - che le risorse messe a disposizione saranno utili per questo tessuto economico che, anche di fronte a simili calamità, si è dimostrato dinamico e fortemente motivato a riprendere l’attività produttiva”.

_________________
"La pagina di Io sono un contadino...e me ne vanto!" su Facebook!


26/07/2012, 11:27
Profilo WWW
Sez. Coltivazioni Forestali
Sez. Coltivazioni Forestali
Avatar utente

Iscritto il: 16/09/2008, 15:33
Messaggi: 3156
Località: Firenze
Formazione: Diploma Perito agrario-Dottore in Scienze e tecnologie dei sistemi forestali
Rispondi citando
IL MINISTRO CATANIA INCONTRA LE ASSOCIAZIONI AMBIENTALISTE SUL DDL CONTRO IL CONSUMO DEL SUOLO

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Mario Catania, ha incontrato questa mattina, presso il Mipaaf, le principali Associazioni ambientaliste italiane – Fondo Ambiente Italiano (FAI), Italia Nostra, Legambiente, Lipu Birdlife Italia, Touring Club Italia, WWF Italia - con le quali ha condiviso il disegno di legge per la valorizzazione delle aree agricole e il contenimento del consumo del suolo, che ha presentato in occasione del convegno ‘Costruire il futuro: difendere l’agricoltura dalla cementificazione’, tenutosi martedì scorso a Palazzo San Macuto a Roma.
L’incontro è stato particolarmente proficuo perché le Associazioni presenti hanno raccolto l’invito del Ministro Catania a contribuire fattivamente alla definizione del disegno di legge in questione e, in una prospettiva più generale, a farsi promotrici in tutte le sedi possibili di questa battaglia contro la cementificazione del suolo per uno sviluppo sostenibile del nostro Paese.

_________________
"La pagina di Io sono un contadino...e me ne vanto!" su Facebook!


26/07/2012, 17:50
Profilo WWW
Sez. Coltivazioni Forestali
Sez. Coltivazioni Forestali
Avatar utente

Iscritto il: 16/09/2008, 15:33
Messaggi: 3156
Località: Firenze
Formazione: Diploma Perito agrario-Dottore in Scienze e tecnologie dei sistemi forestali
Rispondi citando
DL SVILUPPO, CATANIA: APPROVATE MISURE IMPORTANTI PER DARE IMPULSO AL SETTORE ITTICO NAZIONALE

“Le misure approvate ieri in prima lettura alla Camera dei Deputati hanno come obiettivo quello di dare degli strumenti di rilancio e di impulso al settore ittico nazionale. Grande importanza potrà avere il sistema volontario di indicazione dell’origine del pescato, in modo tale che il consumatore possa riconoscere immediatamente il prodotto italiano e i pescatori possano avere una maggiore remunerazione per la qualità dei nostri pesci. Sotto il profilo operativo dell’attività di pesca è stato introdotto il registro marittimo elettronico ed è stata data copertura legislativa a due attività come il pescaturismo e l’ittiturismo, che possono diventare voci significative di integrazione del reddito delle imprese ittiche. Anche per l’acquacoltura in mare sono state introdotte misure dirette ad agevolare la produzione”.

Così il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Mario Catania ha commentato le misure riguardanti il settore ittico italiano, contenute nel Decreto Legge Sviluppo, approvato ieri in prima lettura alla Camera dei Deputati.

In particolare la norma prevede le seguenti novità legislative.

Acquacoltura in mare

L’art. 59, comma 11 e 12, facilita l’acquacoltura in mare con l’apertura di nuovi impianti posti ad almeno un chilometro dalla costa, con la previsione che, in assenza di una legislazione regionale, l'autorizzazione all'esercizio è rilasciata dal Mipaaf sulla scorta delle disposizioni adottate con regolamento del medesimo Ministero, entro 90 giorni dall'entrata in vigore del presente Decreto Legge, ferme restando comunque le funzioni di controllo in corso di attività di competenza delle autorità sanitarie. Le medesime disposizioni si applicano al rinnovo delle autorizzazioni per gli impianti già in esercizio.

Origine del pescato

L’art. 59, nei commi dal 14 al 19, introduce un sistema volontario di indicazione dell’origine per chi vende al dettaglio e chi somministra prodotti della pesca, così da poter segnalare al consumatore la dicitura ‘prodotto italiano’ o altra indicazione relativa all’origine italiana o alla zona di cattura, più precisa di quella obbligatoriamente prevista dalle disposizioni vigenti in materia. L’obiettivo è quello di fornire una più dettagliata informazione al consumatore ed incrementare lo sviluppo concorrenziale del mercato ittico.

Registro marittimo

L’art. 59 ter istituisce il registro elettronico dei pescatori marittimi (REPM), presso ogni Capitaneria di porto. Coloro che intendono esercitare la pesca marittima professionale devono conseguire l'iscrizione a tale registro. Con decreto del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali sono definite le modalità operative per il passaggio dal registro in formato cartaceo a quello in formato elettronico.

Pescaturismo e ittiturismo

L’art. 59 quater sancisce che rientrino nelle attività di pesca professionale anche:
- il pesca turismo (imbarco di persone non facenti parte dell'equipaggio su navi da pesca a scopo turistico – ricreativo)
- l’ittiturismo (attività di ospitalità, ricreative, didattiche, culturali e di servizi, finalizzate alla corretta fruizione degli ecosistemi acquatici e delle risorse della pesca e alla valorizzazione degli aspetti socio-culturali delle imprese ittiche, esercitate da imprenditori, singoli o associati, attraverso l'utilizzo della propria abitazione o di struttura nella disponibilità dell'imprenditore stesso).
Si intendono poi connesse all’attività di pesca professionale, purché non prevalenti:
- la trasformazione, la distribuzione e la commercializzazione dei prodotti della pesca, nonché le azioni di promozione e valorizzazione;
- l'attuazione di interventi di gestione attiva, finalizzati alla valorizzazione produttiva, all'uso sostenibile degli ecosistemi acquatici e alla tutela dell'ambiente costiero.

_________________
"La pagina di Io sono un contadino...e me ne vanto!" su Facebook!


26/07/2012, 17:51
Profilo WWW
Sez. Coltivazioni Forestali
Sez. Coltivazioni Forestali
Avatar utente

Iscritto il: 16/09/2008, 15:33
Messaggi: 3156
Località: Firenze
Formazione: Diploma Perito agrario-Dottore in Scienze e tecnologie dei sistemi forestali
Rispondi citando
OLIO D’OLIVA, CATANIA: RILANCIARE IL COMPARTO, GARANTENDO TRASPARENZA E QUALITA’ AI CONSUMATORI

“Gli olivicoltori italiani chiedono giustamente un riconoscimento per la qualità del loro prodotto, che non sempre è remunerata dal mercato. Abbiamo lavorato a fondo per dar loro una risposta e sono convinto che stiamo procedendo nella giusta direzione”.
Così il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Mario Catania, ha commentato le misure comunitarie e nazionali che riguardano la salvaguardia del mercato degli oli d’oliva, in particolare quelli vergini ed extravergini.
“L’olio d’oliva – ha aggiunto Catania – è uno dei prodotti simbolo dell’agroalimentare italiano, ma la filiera di produzione e commercializzazione presenta alcune criticità strutturali che ho ritenuto di affrontare con decisione. Non c’è un’adeguata remunerazione degli olivicoltori, e questo dipende anche dalla scarsa trasparenza sull’origine del prodotto. Ciò impedisce una giusta valorizzazione della qualità dell’olio italiano. Ho condotto in questi mesi un lavoro impegnativo, sia a Bruxelles sia a Roma, e i risultati sono incoraggianti. La Commissione Europea ha raccolto le nostre sollecitazioni e ha varato un piano d’azione che tende a tutelare le produzioni di qualità. Il Parlamento sta approvando nuove disposizioni a garanzia dei produttori e dei consumatori. Infine, il Ministero ha inviato a Bruxelles un provvedimento che regolamenta la leggibilità delle informazioni sull’origine in etichetta ed in attesa dell’approvazione di quest’ultimo è stata adottata una circolare che richiama gli operatori al rispetto delle norme comunitarie chiedendo loro di assicurare che in etichetta le informazioni riguardanti l’origine siano facilmente individuabili, chiaramente leggibili e distinguibili dal resto delle informazioni”.


Informazioni più chiare in etichetta
Nonostante le normative europee sull’etichettature dell’olio, che impongono di indicare in etichetta l’origine degli oli di oliva vergini ed extravergini, ci si è resi conto del fatto che, con alcuni escamotage grafici e tipografici, le indicazioni obbligatorie possono essere rese poco intellegibili ai consumatori, aggirando così di fatto le finalità del legislatore.
Per questo il Ministero ha predisposto un decreto in materia che stabilisce le dimensioni minime obbligatorie dei caratteri in etichetta in modo tale che le informazioni riguardanti l’origine siano chiaramente leggibili e facilmente individuabili.
In attesa dell’approvazione da parte di Bruxelles del provvedimento e per prevenire una vanificazione della normativa sull’indicazione dell’origine in etichetta per gli oli vergini ed extravergini d’oliva il Ministero delle politiche agricole ha predisposto una circolare in materia di informazioni obbligatorie sull’origine e sui controlli nel settore dell’olio d’oliva nella quale si chiede alle imprese produttrici di assicurare che in etichetta le informazioni riguardanti l’origine siano: facilmente individuabili, chiaramente leggibili e distinguibili dal resto delle informazioni.
Gli organi di controllo valuteranno, quindi, non solo la presenza delle informazioni sull’origine in etichetta ma anche la leggibilità della stessa verificando, se del caso, la sussistenza di illeciti amministrativi sanzionabili o illeciti penali.
La circolare prevede, inoltre, un piano straordinario di controlli per il settore dell’olio d’oliva.


Un sistema più efficace di controlli
L’art. 43 del decreto Sviluppo, ora all’esame del Parlamento, stabilisce che per quanto riguarda gli oli di oliva extravergini, quando sono etichettati con la dicitura “Italia” o “italiano”, o che comunque evocano un'origine italiana, sono considerati conformi alla categoria dichiarata quando presentano un contenuto in metil esteri degli acidi grassi ed etil esteri degli acidi grassi minore o uguale a 30 mg/Kg. In caso si superino questi valori si avvia automaticamente un piano di sorveglianza dell'impresa da parte delle autorità nazionali competenti ai controlli.
Viene stabilito, in merito allo studio delle proprietà organolettiche di un olio, che la verifica sia compiuta da un comitato di assaggio riconosciuto dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali.
Tale verifica viene obbligatoriamente disposta a fini probatori nei procedimenti giurisdizionali nell'ambito dei quali debba essere verificata la corrispondenza delle caratteristiche del prodotto alla categoria di oli di oliva dichiarati. Sarà il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali a definire, attraverso l’emanazione di un regolamento, le modalità di accertamento delle caratteristiche degli oli di oliva vergini ai fini della validità delle prove organolettiche.

Piano di azione comunitario
Si tratta di misure richieste dall’Italia e recepite dalla Commissione Europea.
Il piano condiviso si articola principalmente nei seguenti punti:
Qualità e controlli: l’azione prevede il rafforzamento del sistema dei controlli e delle sanzioni. Sul versante della qualità il documento si muove nella direzione sempre auspicata dall’Italia, cioè quella per un miglioramento dei parametri obbligatori di qualità ai fini della commercializzazione e dell’autenticità degli oli di oliva vergini. In particolare, si intende accelerare sui dossier relativi ai parametri analitici (stigmastadieni, alchil esteri, determinazione di digliceridi e trigliceridi) che servono a garantire l’autenticità e la genuinità del prodotto e che evidenziano eventuali manipolazioni e contraffazioni negli oli di oliva vergini.
È stata sottolineata l’importanza dell’etichettatura, per la quale si chiede di introdurre una maggiore grandezza dei caratteri e si punta a ottenere una maggiore visibilità delle informazioni obbligatorie, in primis per l’origine.
Struttura della filiera: l’azione prevede il rafforzamento delle Organizzazioni di produttori e verranno analizzate nuove misure in tal senso sia nel I che nel II pilastro.
Promozione: si punta a rafforzare l’attività di promozione rendendola più incisiva, attrattiva ed efficace. In questo contesto, potrà essere prevista la menzione dell’origine nazionale accanto a quella comunitaria.
Uno spazio importante sarà riservato alle azioni nell’ambito dello sviluppo rurale nella nuova programmazione. Saranno possibili sottoprogrammi oleicoli che contribuiscano alla realizzazione delle priorità strutturali oltre agli obiettivi agroambientali, unitamente ad investimenti per la trasformazione, la commercializzazione e lo sviluppo dei prodotti agricoli.

_________________
"La pagina di Io sono un contadino...e me ne vanto!" su Facebook!


28/07/2012, 9:09
Profilo WWW
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 57606
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
CATANIA: NELLA LOTTA AGLI INCENDI E’ PREZIOSO L’AIUTO DEI CITTADINI


“L’ottimo lavoro contro gli incendi svolto fin’ora dal Corpo forestale dello Stato va supportato dall’aiuto dei cittadini, i quali possono essere delle vere e proprie sentinelle per la tutela delle nostre foreste e delle nostre campagne. Perciò lancio un appello a tutte le persone di buona volontà, affinché segnalino il prima possibile l’avvistamento degli incendi chiamando il numero di emergenza ambientale 1515. Il Corpo forestale dello Stato potrà così avvalersi di uno strumento prezioso per la prevenzione e il tempestivo contrasto del fenomeno che, ogni anno, danneggia profondamente il nostro straordinario patrimonio boschivo”.

Così il Ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali, Mario Catania, ha commentato l’incremento degli incendi boschivi in Italia reso noto dal Corpo forestale dello Stato.

Sono 3.900 gli incendi boschivi che hanno interessato la nostra Penisola dal 1 Gennaio al 15 Luglio 2012 (+165% sul 2011). 19.000 gli ettari di superficie percorsa dal fuoco (+196% sul 2011), suddivisi in circa 11.000 di superficie boscata e 8.000 ettari di superficie non boscata.

Per sensibilizzare l’opinione pubblica al fenomeno degli incendi il Mipaaf, tramite la Forestale, ha realizzato uno spot radio-televisivo contro gli incendi boschivi che ha come protagonista l’attore Terence Hill. Lo spot è trasmesso dalle emittenti radiotelevisive RAI, nell’ambito degli spazi riservati alla comunicazione istituzionale e dai network privati che aderiscono alla campagna.

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


30/07/2012, 19:13
Profilo WWW
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 57606
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
CONSUMO DEL SUOLO, IL MINISTRO CATANIA HA RICEVUTO UNA DELEGAZIONE DEI RADICALI ITALIANI

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Mario Catania, ha ricevuto oggi, presso il Palazzo dell’Agricoltura, una delegazione dei Radicali italiani composta dal segretario, Mario Staderini, dall’onorevole Elisabetta Zamparutti e da Igor Boni, membro della giunta dei Radicali italiani.
Nel corso dell’incontro è stato affrontato il tema del consumo del suolo e si è discusso del disegno di legge, elaborato dal Ministero, per limitare la cementificazione e introdurre misure a tutela delle aree agricole.

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


30/07/2012, 19:19
Profilo WWW
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 1900 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 190  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Designed by ST Software.

Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO

Informativa Privacy