Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 26/03/2017, 7:28




Rispondi all’argomento  [ 182 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8 ... 19  Prossimo
Prezzi suini 
Autore Messaggio
Sez. Caprini
Sez. Caprini

Iscritto il: 07/06/2010, 14:55
Messaggi: 4849
Località: Maremma 'mpestata
Formazione: Perito Agrario
Rispondi citando
Oggi per un piccolo di 12Kg (maschio e non castrato) mi hanno offerto 100€.
Io ho spiegato che ho allevamento a ciclo chiuso, e che non posso vendere a vita...e che oltretutto l'animale in questione non era ancora svezzato, ma anzi puppava ancora che è una meraviglia.
Al medesimo allevatore ho chiesto a quanto facesse (peso a vivo) i suoi maiali Large White tenuti al brado, e lui mi ha detto che non li vendeva a meno di 4,50€/Kg.


11/09/2012, 1:04
Profilo

Iscritto il: 24/09/2012, 17:14
Messaggi: 6
Rispondi citando
Salve vorrei sapere se qualcuno di voi sa a che prezzo posso vendere una cinta senese dop di circa 150 kg per macellazione?
vi ringrazio anticipatamente per la risposta


24/09/2012, 20:52
Profilo

Iscritto il: 24/02/2012, 20:08
Messaggi: 27
Rispondi citando
bartolino ciao, io vendo pochi capi di cinta senese, circa 12 all'anno, che ad 1 anno di vita fanno circa 150kg. tieni conto che vivono all stato semi brado, mangiano nel sottobosco e gli porto un mix di grano orzo grenturco e crusca fino a ottobre, poi piu nulla perche vivono gli ultimi 3 mesi di ghiande e castagne frutti di licino. naturalmente sono sverminati e i maschi vengono castrati a 20 giorni.
personalmente vendo a 7€/kg scannato, e chi lo ha comprato lo scorso anno, me lo prenota per il prossimo.chi conosce questa razza e vede come viene allevata e disposto a spendere, ma comunque il prezzo e in virtu del fatto che i capi sono pochi e per di piu tenendo 2 scrofe e verro le spese vanno suddivise anche per chi mangia e basta. poi lo faccio per passione


07/10/2012, 15:00
Profilo

Iscritto il: 13/08/2012, 17:46
Messaggi: 33
Località: Clie (XIV Regione dei Fiumi)
Formazione: Perito tecnico industriale
Rispondi citando
Lo so che aiuta poco quello che sto per dire, ma qui in Cile, la vendita di suini da parte di piccoli e medi allevatori (anche hobbysti) si basa sul prezzo delle fiere che avvengono settimanalmente.
Cmq il prezzo si aggira sempre attorno alle 900 pesos (circa 1,50euro) al kg vivo, per suini "industriali" del peso superiore agli 80 Kg. ; mentre sui 1300 pesos (circa 2,20euro) peri i suini "maltoni" del peso dai 25-60 Kg.
Per pesi sotto ai 25Kg...ci sono prezzi più disparati anche in fiera,perchè non si vendono considerati a peso, ma a unità...ma facendo una comparazione solitamente non vanno oltre le 1800-2100 pesos (circa 3-3,50euro) al kg.


19/10/2012, 20:31
Profilo
Sez. Suini
Sez. Suini
Avatar utente

Iscritto il: 23/09/2009, 16:47
Messaggi: 6687
Località: LODI (Lombardia), vicino al PO
Formazione: laurea umanistica, esperienza in allevamento, in particolare sala parto suini
Rispondi citando
ciao Serfon, anche qui ci sono quotazioni settimanali ( vedi inizio discussione).
per pura curiosità, rispetto al costo della vita cileno, quei prezzi sono vantaggiosi o anche da voi gli allevatori fanno fatica?

_________________
L'esperto è una persona che ha fatto in un campo molto ristretto tutti i possibili errori.(Niels Bohr)

Mors et vita duello conflixere mirando: dux vitae mortuus, regnat vivus.


12/11/2012, 0:10
Profilo

Iscritto il: 01/12/2008, 14:45
Messaggi: 26
Rispondi citando
Scusate una cosa.
Premesso che allevo 4 maiali all'anno, di cui 3 sono per uso personale (siamo 3 famiglie a tenerli) e 1 lo vendo per rientrarci un minimo delle spese.

Facendosi 2 conti molto molto semplici:
acquisto suinetto: 40kg x 3,5euro/Kg = 140euro
costo accrescimento: 1,5euro/giorno x 270 giorni (9 mesi) = 405 euro
macellaio: 90euro
asl: 20euro

tot: 140+405+90+20 = 655euro

mediamente il suino arriva a pesare circa 200kg puliti. Mi spiegate come si possa vendere a meno di 5euro/kg comprese le ossa??????

Consideriamo che a tutto ciò andrebbe aggiunto il costo della stalla da ammortizzare e le ore di lavoro nella stalla e nei campi.

Per concludere, vi posso garantire che porto avanti gli stessi clienti da 5 anni e che se avessi spazio per tenere più animali non avrei alcun problema a venderli. Questo perchè la qualità va pagata!! Ed è giusto che sia così!
Non si può assolutamente paragonare un maiale allevato in casa con farine (e NON MANGIMI!) e scarti alimentari a uno di allevamento. E questo non lo dico perchè li allevo io, ma perchè il macellaio stesso (ne vede circa 100 al giorno) riconosce la differenza di odore, colore, e infine sapore.

Rivalutiamo la genuinità per favore!


19/11/2012, 16:47
Profilo
Sez. Norcineria
Sez. Norcineria
Avatar utente

Iscritto il: 19/08/2011, 19:19
Messaggi: 1754
Località: Abbiategrasso (MI)
Formazione: ITIS
Rispondi citando
SirAlexPilgrims ha scritto:
Questo perchè la qualità va pagata!! Ed è giusto che sia così!
Non si può assolutamente paragonare un maiale allevato in casa con farine (e NON MANGIMI!) e scarti alimentari a uno di allevamento. E questo non lo dico perchè li allevo io, ma perchè il macellaio stesso (ne vede circa 100 al giorno) riconosce la differenza di odore, colore, e infine sapore. Rivalutiamo la genuinità per favore!


Salve SirAlexPilgrims, mi piace sentire queste esternazioni, per me la qualità è superiore solo nell'allevamento semibrado, con pascolo su ghianda e castagna.

A mio avviso, quello che sente il macellaio e solo dovuto ad una vita del suino superiore alle 30-32 settimane.

Inoltre la qualità dei mangimi nel 90% dei casi è superiore all'alimentazione casalinga, non vendiamo gli scarti alimentari ad un prezzo superiore a quello del: mais, orzo, farina estrazione di soia, crusca di frumento, nucleo (mineral/vitaminico).

saluti mf

_________________
Wendell Berry, diceva “ se mangio carne voglio che venga da un animale che ha vissuto una bella vita all’aperto, senza affollamenti, su pascoli abbondanti, con acqua buona e alberi per ombra"...

http://www.leselvedivallolmo.it

Il prosciutto insaccato (TerrAmica nr. 0): http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_0_2014/49?e=10353070/6348207
L'arte dell'insaccato (TerrAmica nr. 4): http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_num4_issuu/41?e=10353070/32332678
Il Salame Campagnolo (TerrAmica nr. 5): http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_nr_5_issuu/45?e=10353070/36962323


19/11/2012, 19:00
Profilo WWW
Sez. Norcineria
Sez. Norcineria
Avatar utente

Iscritto il: 19/08/2011, 19:19
Messaggi: 1754
Località: Abbiategrasso (MI)
Formazione: ITIS
Rispondi citando
Un'alimentazione casalinga non sarà mai così completa ed equilibrata ! ... (secondo me!)


Allegati:
SCROFE_EXTRA_LATTAZIONE_plt.jpg
SCROFE_EXTRA_LATTAZIONE_plt.jpg [ 151.17 KiB | Osservato 3393 volte ]
SUINI_INGRASSO_plt.jpg
SUINI_INGRASSO_plt.jpg [ 144.75 KiB | Osservato 3393 volte ]

_________________
Wendell Berry, diceva “ se mangio carne voglio che venga da un animale che ha vissuto una bella vita all’aperto, senza affollamenti, su pascoli abbondanti, con acqua buona e alberi per ombra"...

http://www.leselvedivallolmo.it

Il prosciutto insaccato (TerrAmica nr. 0): http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_0_2014/49?e=10353070/6348207
L'arte dell'insaccato (TerrAmica nr. 4): http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_num4_issuu/41?e=10353070/32332678
Il Salame Campagnolo (TerrAmica nr. 5): http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_nr_5_issuu/45?e=10353070/36962323
19/11/2012, 19:53
Profilo WWW
Sez. Suini
Sez. Suini
Avatar utente

Iscritto il: 23/09/2009, 16:47
Messaggi: 6687
Località: LODI (Lombardia), vicino al PO
Formazione: laurea umanistica, esperienza in allevamento, in particolare sala parto suini
Rispondi citando
Cita:
Inoltre la qualità dei mangimi nel 90% dei casi è superiore all'alimentazione casalinga, non vendiamo gli scarti alimentari ad un prezzo superiore a quello del: mais, orzo, farina estrazione di soia, crusca di frumento, nucleo (mineral/vitaminico).


mi consolo ,allora. Mi pareva di essere una pirla che paga i mangimi ( e non poco) per dare porcherie.
Poi la qualità finale dipende molto dalla serietà dell'allevatore, che sia professionale o amatoriale.
Sinceramente non credo che lo studio che c'è dietro la costruzione di un mangime sia rivolta unicamente a creare porcherie, sarebbe ingiusto pensarlo.

In questi mangimi per esempio vedo lo zinco e il rame che sono importantissimi per rinforzare il sistema immunitario, oppure la biotina che previene alcune patologie agli arti ( zoppie), altri minerali invece a mio parere sarebbe meglio somministrarli sotto forma di chelato organico(p.es. il rame).
Per mia esperienza anche il girasole andrebbe limitato, perchè rende il prodotto un po' meno appetibile.

_________________
L'esperto è una persona che ha fatto in un campo molto ristretto tutti i possibili errori.(Niels Bohr)

Mors et vita duello conflixere mirando: dux vitae mortuus, regnat vivus.


19/11/2012, 20:09
Profilo

Iscritto il: 01/12/2008, 14:45
Messaggi: 26
Rispondi citando
Sì scusate.. Non volevo essere eccessivamente polemico..
Sul discorso che il semibrado fa la differenza siamo perfettamente d'accordo dato che il primo anno l'ho provato anche io (qualità superlativa) ma poi per motivi logistici mi sono dovuto adattare alla stalla.

Però se si parla di prezzi mi farebbe molto piacere fare delle distinzioni poichè i miei 4 maiali vivono in una stalla è vero, ma sono circa 42 mq di stalla.. cambio la paglia tutti i giorni (il che mi direte che non influisce sulla qualità della carne, però è sempre un piacere vederli puliti)..
Ora non so se dalle mie parti sono tutti strani, ma i vari allevamenti che ho visitato non mettono sicuramente a disposizione delle bestiole 10 mq ognuna.. La diretta conseguenza è che, con l'aiuto dei mangimi che indubbiamente aiutano l'accrescimento dell'animale, si arrivi a pesi ragionevoli in tempi brevi e di conseguenza riescano a imporre prezzi bassi.

E poi sarò fissato io per carità.. ma per me conta moltissimo il parere del norcino che viene a "guidarci" nella fase della mattanza.. è uno che avendo lavorato 40 anni in un macello ne ha visti tanti.. ebbene, ripeto, colore, odore e sapore di un altro pianeta a suo dire..

Per quel che riguarda i mangimi io sono molto restio.. il motivo è semplicissimo: ai maiali diamo farine anche noi ovviamente (soia, crusca, grano, mais, orzo, fioccato).. però tutte queste (fioccato escluso) le produciamo noi, senza l'utilizzo di alcun concime, infatti usiamo soltanto il letame dei vitelli.. le maciniamo noi tramite un mulino da attaccare al trattore..

Sarà il fascino per l'agricoltura, sarà perchè i nostri maialini li chiamiamo per nome.. però secondo me non c'è alcun paragone con quei poveretti che vivono uno attaccato all'altro, fanno la guerra per cibarsi, e magicamente passano dagli 0 ai 200 kg in 6 mesi..

Poi se mi sfatate il mito (negativo) sui mangimi ve ne sarò grato..


20/11/2012, 17:36
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 182 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8 ... 19  Prossimo



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Designed by ST Software.

Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO

Informativa Privacy