Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 01/05/2017, 6:17




Rispondi all’argomento  [ 56 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo
Qualità e prezzo dell'olio evo 
Autore Messaggio
Avatar utente

Iscritto il: 07/09/2014, 23:29
Messaggi: 46
Località: Verona
Rispondi citando
In tanti anni di utilizzo dell'olio non ci ho mai capito nulla, o meglio, le uniche cose che ho capito bene sono solo due:

- se mi piace o non mi piace,

- e quanto costa.

Fine!

Ho acquistato olio a meno di 5 euro/litro ed ho trovato prodotti eccellenti, mediocri e scadenti, se rapportati ai miei gusti.
Mi è successa la stessa cosa anche acquistando olio con prezzi oscillanti fra i 5 ed oltre i 30 euro al litro.

Un giorno stavo cercando di scegliere qualche bottiglia di olio fra la sconfinata offerta di un ipermercato, quando scorsi un'anziana signora di mia conoscenza. Essendo costei una ex commerciante all'ingrosso di generi alimentari, le chiesi un consiglio sull'olio.
Fu lapidaria, mi rispose: non perda tempo a leggere quello che c'è scritto sulle etichette, perchè spesso non c'entra nulla con ciò che è contenuto nella bottiglia. :shock:
A sostegno di ciò mi raccontò un aneddoto di anni prima, quando era ancora in attività. Saltuariamente ritirava di persona l'olio presso un oleificio del Lago di Garda, che aveva sempre considerato uno dei miglliori per la qualità dei suoi prodotti. Un giorno le capitò di arrivare occasionalmente presso l'oleificio e trovò alcune autocisterne con targhe pugliesi che scaricavano il loro olio nel rinomato oleificio gardesano. Una volta imbottigliato come olio del Garda avrebbe almeno quadruplicato il suo costo. :mrgreen:
Sicuramente qualcuno lo avrebbe trovato molto migliore di quello pugliese. :roll: :twisted:

Lo sprovveduto consumatore, come me e tanti altri, quali strumenti può utilizzare per poter determinare a priori la qualità di ciò che sta comprando?
Intendo la qualità del prodotto contenuto nella bottiglia, non quella dell'etichetta o del vetro. ;)


17/02/2016, 2:40
Profilo
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 49593
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
Argomento molto interessante.
Purtroppo il settore olio evo è tra quelli che più spesso viene interessato da frodi. E pensare che ci sarebbe la possibilità di tracciare in modo più efficace il prodotto.
Qualche consiglio: diffidare da prezzi troppo bassi. Sicuramente sono oli di provenienza estera. Non che non ci siano ottimi oli anche in Spagna, ma più lontano è ottenuto il prodotto e più sono i rischi di contraffazioni.
Acquistare da un agricoltore di fiducia, ma deve essere di fiducia.
Non disdegnerei nemmeno l'olio di certa grande distribuzione: quello che è indicato in etichetta corrisponde a verità. Non possono rischiare di essere coinvolte in scandali.

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


17/02/2016, 9:36
Profilo WWW

Iscritto il: 10/01/2010, 19:28
Messaggi: 816
Località: Roceja TO
Formazione: Atipica e in corso
Rispondi citando
Domande e osservazioni veramente interessanti, sono esattamente quelle che mi sono posto io fino a 4 anni fa, quando ho cominciato a produrmi l'olio in proprio, e ho smesso di comprarlo.

Non so cosa provano gli altri, però io che ho oltre sessanta anni, ricordo il gusto di tutti gli oli che ho consumato sin da bambino.
L'olio per me, ma ho scoperto, anche per altri è un marcatore di sensibilità ai gusti indimenticabile se solo siamo un po' interessati a quell'aspetto.

:( La cosa triste, è che in sessant'anni di ricerca, spesso comprando partite da colleghi di varie regioni, è che ho solo due ricordi veramente indimenticabili di oli che mi hanno veramente colpito e che sempre ho ricercato senza più trovare.

La prima quando avevo meno vent'anni dalla Calabria, verde, forte, fantastico.
La seconda sul Gargano un po' di anni dopo, ancora lo sogno.

Poi una moltitudine di oli rovinati da cattiva conservazione se non cattiva pratica estrattiva.
Finché mi sono risolto a comprare le bottiglie quadrate da un litro di "extravergine" di origine comunitaria in una grande insegna discount multinazionale.

Io pure a volte ho pagato tanto per fare un esempio 8€ la bottiglietta da 0.25, per essere deluso.

Ora che produco i miei oli, quest'anno ne ho prodotti almeno 10 diversi, posso dire che intanto sono molto diversi dalla stramaggioranza di quelli consumati prima, ;) ma anche tra i miei ve ne sono alcuni che non mi piacciono. :mrgreen:

Altri invece che li trovo veramente ottimi, sono quelli in genere di cui mi guardo bene dal fare assaggiare a chicchessia, e quando lo faccio, visto che io non commercio e solo regalo, ben mi raccomando: " Se non ti piace, per favore restituiscimelo". :lol:

Comunque, visto che ci siamo, ti dico anche la mia opinione sull'argomento:
In generale l'80% della popolazione predilige degli oli che ben che vada sono già ossidati, niente di male i gusti sono gusti, a quel punto, francamente, la soluzione migliore è comprare l'olio che costa meno e ti piace.
Altro discorso se invece vuoi dare un contributo anche al paesaggio olivicolo di una certa zona, nel qual caso, la scelta diventa un misto di socialità e il gusto magari già ti piace, oppure te lo fai piacere.
Un consiglio comunque a tutti mi sento di darlo, leggere il libro: Oleum, è un po' un mattone, però dopo averlo letto non si è più gli stessi, l'olio purtroppo invece, in molti casi si. :twisted:
Poi visto che siamo in tema libri, se si vuole uscire in po' dal provincialismo italiano: Il grande libro dell'olio d'oliva, una storia millenaria. Questo darà una visione un po' più Europea e mondiale al fine di capire quali saranno le evoluzioni future di questa magnifica grandissima risorsa che è l'olivo.
Buone bruschette a tutti.


17/02/2016, 10:42
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 07/09/2014, 23:29
Messaggi: 46
Località: Verona
Rispondi citando
Marco ha scritto:
Qualche consiglio: diffidare da prezzi troppo bassi.

Cosa significa tradotto in euro nella vendita al dettaglio?


17/02/2016, 14:44
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 07/09/2014, 23:29
Messaggi: 46
Località: Verona
Rispondi citando
SergioE ha scritto:
Domande e osservazioni veramente interessanti, sono esattamente quelle che mi sono posto io fino a 4 anni fa, quando ho cominciato a produrmi l'olio in proprio, e ho smesso di comprarlo.

Non so in quanti siate in famiglia, ma trasformarsi in produttore per i soli fabbisogni famigliari, la trovo una scelta originale. :mrgreen:

SergioE ha scritto:
:( La cosa triste, è che in sessant'anni di ricerca, spesso comprando partite da colleghi di varie regioni

L'acquisto di olio a "partite" lascia intendere la commercializzazione del prodotto invece del consumo famigliare.

SergioE ha scritto:
Finché mi sono risolto a comprare le bottiglie quadrate da un litro di "extravergine" di origine comunitaria in una grande insegna discount multinazionale.

A conferma del fatto che anche sugli scaffali dei supermercati si trovano prodotti di ottima qualità e costi ragionevoli.
La selezione la fanno loro a monte, soprattutto per quei prodotti che usano i loro marchi.

SergioE ha scritto:
Io pure a volte ho pagato tanto per fare un esempio 8€ la bottiglietta da 0.25, per essere deluso.

Status symbol per chi ne ha bisogno. :lol:
Lasciamoglieli.

SergioE ha scritto:
Ora che produco i miei oli, quest'anno ne ho prodotti almeno 10 diversi, posso dire che intanto sono molto diversi dalla stramaggioranza di quelli consumati prima, ;) ma anche tra i miei ve ne sono alcuni che non mi piacciono. :mrgreen:

Chi sono i principali acquirenti dei tuoi oli, consumatori, commercianti, distributori?

SergioE ha scritto:
Altri invece che li trovo veramente ottimi, sono quelli in genere di cui mi guardo bene dal fare assaggiare a chicchessia, e quando lo faccio, visto che io non commercio e solo regalo, ben mi raccomando: " Se non ti piace, per favore restituiscimelo". :lol:

Giuro! Tutto potevo pensare, tranne che ad un istituto di beneficenza. :D


Grazie per la segnalazione dei libri.


17/02/2016, 15:26
Profilo
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 49593
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
Tieni presente che all'ingrosso, l'olio evo pugliese ha un prezzo intorno ai quattro euro.

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


17/02/2016, 16:45
Profilo WWW
Avatar utente

Iscritto il: 07/09/2014, 23:29
Messaggi: 46
Località: Verona
Rispondi citando
All'ingrosso intendi in cisterne o già imbottigliato?


17/02/2016, 17:31
Profilo
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 49593
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
All'ingrosso, non imbottigliato.

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


17/02/2016, 18:06
Profilo WWW
Avatar utente

Iscritto il: 07/09/2014, 23:29
Messaggi: 46
Località: Verona
Rispondi citando
Non conosco i prezzi all'ingrosso, ma 4 euro al litro mi sembrano troppi.

Considera che a quei 4 euro bisogna aggiungere:

- trasporto della merce presso uno stabilimento di lavorazione;

- costi di imbottigliamento e confezionamento;

- costi di marketing (brand, studio packaging, pubblicità, promozioni ecc.)

- costi commerciali-vendite ai distributori;

- trasporti del prodotto confezionato;

- margine di guadagno per la distribuzione.

A questo punto quanto costerebbe sullo scaffale del supermercato?

Spesso ci sono "offerte speciali" con le quali offrono olio EVO anche a 2 euro/litro, già confezionato in bottiglia e direttamente nel punto vendita.

Se invece guardiamo i prezzi dei prodotti delle aziende leader nel settore, vediamo che oscillano fra i 4 e 7 euro al litro, sempre nello scaffale del supermercato.

Ci sono poi le varie aziende sconosciute che arrivano sugli scaffali con etichette e bottiglie/bottigliette originali e prezzi che sono almeno il doppio, triplo o quadruplo. :o
Ne vale la pena? Quasi mai! :x


17/02/2016, 19:03
Profilo

Iscritto il: 10/01/2010, 19:28
Messaggi: 816
Località: Roceja TO
Formazione: Atipica e in corso
Rispondi citando
[quote="Camino"]
......
Giuro! Tutto potevo pensare, tranne che ad un istituto di beneficenza. :D


.... Nessun istituto di beneficenza, semplicemente quanto non bevo in famiglia allargata, va in omaggio a chi penso lo meriti e se lo vuole.
Non ridere, ci guadagno di più che a svenderlo, per farmi magari criticare dal terzo o quarto sapientone che tutto sa sull'olio. :mrgreen:

Per me partita, è il bidone da trenta litri circa, che annualmente compravo.
Ognuno si beva ciò che vuole, e sopratutto che non sia nè "acido (sentito al palato) nè amaro" ma bello dolce e addomesticato. :twisted:


17/02/2016, 22:01
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 56 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Designed by ST Software.

Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO

Informativa Privacy