Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 22/11/2019, 14:06




Rispondi all’argomento  [ 8 messaggi ] 
Regime di esonero 
Autore Messaggio

Iscritto il: 12/01/2017, 14:16
Messaggi: 70
Rispondi citando
Salve a tutti. Ho una domanda da fare...sono uno IAP in regime di esonero e volevo chiedere: come si fa a certificare che io di fatto non supero i 7000€ l'anno? Vendo ortaggi e sto semplicemente annotando giorno per giorno l'importo delle vendite effettuate...sbaglio qualcosa? Grazie


18/10/2019, 14:19
Profilo
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 57434
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
Prova a cercare qui:
sviluppo-rurale-e-fisco-in-agricoltura-f30/partita-iva-agricola-in-regime-di-esonero-t97507.html

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


20/10/2019, 11:32
Profilo WWW

Iscritto il: 12/01/2017, 14:16
Messaggi: 70
Rispondi citando

Grazie dell'aiuto. Da quello che ho capito la situazione non è molto chiara in merito...


23/10/2019, 10:30
Profilo
Sez. Sviluppo Rurale
Sez. Sviluppo Rurale

Iscritto il: 22/03/2012, 17:33
Messaggi: 678
Località: Teramo
Rispondi citando
simo9115 ha scritto:
Salve a tutti. Ho una domanda da fare...sono uno IAP in regime di esonero e volevo chiedere: come si fa a certificare che io di fatto non supero i 7000€ l'anno? Vendo ortaggi e sto semplicemente annotando giorno per giorno l'importo delle vendite effettuate...sbaglio qualcosa? Grazie


Se sei IAP non puoi essere in regime di esonero fino a € 7.000, cozza conla normtiva, poiché il regime di esonero è nato per coloro che hanno già una attività (inproprio o da dipendente) e che coltivano, nei ritagli di tempo, dei terreni.
Lo IAP già per definizione (Imprenditore Agricolo Professinale), deve garantire un reddito che mediamente è superiore a € 7.000, oltre bad un numero di giornate impiegate non inferire a 200 giorni anno, al limite puoi risiedere in zona svantaggiata e il tuo reddito può essere minimo il 25% del reddito complessivo, ma se parliamo di area normale il reddito da IAP deve essere pari al 50%+1 del reddito totale.

_________________
L'esperienza è il tipo di insegnante più difficile. Prima ti fa l'esame, poi ti spiega la lezione. (O. Wilde)
https://stores.streetlib.com/it/agr-francesco-zenobi/nozioni-di-marketing-per-le-aziende-agrituristiche


23/10/2019, 16:30
Profilo

Iscritto il: 12/01/2017, 14:16
Messaggi: 70
Rispondi citando
studiozenobi ha scritto:
simo9115 ha scritto:
Salve a tutti. Ho una domanda da fare...sono uno IAP in regime di esonero e volevo chiedere: come si fa a certificare che io di fatto non supero i 7000€ l'anno? Vendo ortaggi e sto semplicemente annotando giorno per giorno l'importo delle vendite effettuate...sbaglio qualcosa? Grazie


Se sei IAP non puoi essere in regime di esonero fino a € 7.000, cozza conla normtiva, poiché il regime di esonero è nato per coloro che hanno già una attività (inproprio o da dipendente) e che coltivano, nei ritagli di tempo, dei terreni.
Lo IAP già per definizione (Imprenditore Agricolo Professinale), deve garantire un reddito che mediamente è superiore a € 7.000, oltre bad un numero di giornate impiegate non inferire a 200 giorni anno, al limite puoi risiedere in zona svantaggiata e il tuo reddito può essere minimo il 25% del reddito complessivo, ma se parliamo di area normale il reddito da IAP deve essere pari al 50%+1 del reddito totale.

L’Imprenditore Agricolo, ai sensi dell’articolo 34 del DPR n 633/72 può adottare, a scelta, uno tra tre diversi tipi di regimi IVA.

Si tratta dei seguenti:

Il regime IVA di esonero. Si tratta del regime naturale per gli imprenditori agricoli con volume d’affari annuo non superiore a € 7.000;
Il regime speciale. E’ il regime naturale per gli imprenditori agricolo con volume d’affari annuo superiore a € 7.000 che effettuano cessioni di prodotti di cui alla Tabella A, parte I, DPR n. 633/72;
Il regime ordinario. Regime adottabile per opzione qualora l’imprenditore agricolo ceda beni non presenti nella tabella A sopra indicata. Non si tratta di regime naturale, ma opzionale.

questa cosa come la spieghi?


23/10/2019, 20:26
Profilo
Sez. Sviluppo Rurale
Sez. Sviluppo Rurale

Iscritto il: 22/03/2012, 17:33
Messaggi: 678
Località: Teramo
Rispondi citando
L'imprenditore agricolo non è l'imprenditore agricolo professionale. Parrà strano ma sono cose diverse.
L'imprenditore agricolo è colui che dirige una azienda agricola (altrimenti è coltivatore diretto) e non possiede nessuna certificazione/attestazione e non deve rispettare requisiti di legge per svolgere la sua funzione. Lo IAP invece deve sottostare a una normativa specifica e chiara.
Pertanto, in base al tuo ultimo quesito, quanto da te sopra indicato è applicabile solo all'imprenditore agricolo che non possiede la qualifica IAP, per lo IAP sono possibili solo la seconda e terza opzione poiché i requisiti IAP impediscono di scegliere il regime di esonero fino a € 7.000

_________________
L'esperienza è il tipo di insegnante più difficile. Prima ti fa l'esame, poi ti spiega la lezione. (O. Wilde)
https://stores.streetlib.com/it/agr-francesco-zenobi/nozioni-di-marketing-per-le-aziende-agrituristiche


23/10/2019, 22:38
Profilo

Iscritto il: 12/01/2017, 14:16
Messaggi: 70
Rispondi citando
studiozenobi ha scritto:
L'imprenditore agricolo non è l'imprenditore agricolo professionale. Parrà strano ma sono cose diverse.
L'imprenditore agricolo è colui che dirige una azienda agricola (altrimenti è coltivatore diretto) e non possiede nessuna certificazione/attestazione e non deve rispettare requisiti di legge per svolgere la sua funzione. Lo IAP invece deve sottostare a una normativa specifica e chiara.
Pertanto, in base al tuo ultimo quesito, quanto da te sopra indicato è applicabile solo all'imprenditore agricolo che non possiede la qualifica IAP, per lo IAP sono possibili solo la seconda e terza opzione poiché i requisiti IAP impediscono di scegliere il regime di esonero fino a € 7.000


Viene considerato IAP colui che,in possesso di conoscenze e competenze professionali, dedichi all'attività agricola di impresa direttamente o in qualità di socio, almeno il 50% del proprio reddito globale da lavoro (cit. sito inps)

Se una persona come lavoro si dedica completamente all'attività agricola è uno iap...giusto?


23/10/2019, 23:38
Profilo
Sez. Sviluppo Rurale
Sez. Sviluppo Rurale

Iscritto il: 22/03/2012, 17:33
Messaggi: 678
Località: Teramo
Rispondi citando
Sì, se soddisfa tutti i termini che sono:
1) competenze acquisite tramite diploma/laurea, corso formazione di 150 ore o prestazione lavorativa di minimo 3 anni con la qualifica più alta del CCNL di settore
2) reddito prodotto
3) tempo impiegato

Se soddisfa questi 3 requisiti può richiedere l'emissione del certificato di IAP che da diritto a tutte le agevolazioni previste dalla normativa vigente, in caso contrario sarà solo un normale imprenditore agricolo

_________________
L'esperienza è il tipo di insegnante più difficile. Prima ti fa l'esame, poi ti spiega la lezione. (O. Wilde)
https://stores.streetlib.com/it/agr-francesco-zenobi/nozioni-di-marketing-per-le-aziende-agrituristiche


24/10/2019, 0:13
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 8 messaggi ] 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Designed by ST Software.

Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO

Informativa Privacy