Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 03/12/2021, 15:51




Rispondi all’argomento  [ 12 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
40 ettari, pordenone, friuli. su cosa investire?! 
Autore Messaggio

Iscritto il: 30/12/2014, 21:51
Messaggi: 6
Località: pordenone, friuli
Rispondi citando
ciao a tutti ragazzi !

mio padre possiede un 40 ettari di terra in provincia di Pordenone, in pianura, coltivati a pinot grigio, mais e soia. Ha un trattore e vari rimorchi, e dispone dell'aiuto di una persona che si occupa interamente del terreno a tempo pieno.

volendo investire in qualcosa di profittevole, avevamo pensato a: zafferano, funghi porcini, luppoli e malto o canapa tessile. possibilmente comunque colture che siano simili al mais e alla soia come metodo di coltivazione,e che non richiedano di assumere altre 2 o 3 persone per seguire la crescita delle piante.

cosa consigliate per questa dimensione di terreno e per la zona ? un saluto !

Alessandro


31/12/2014, 1:02
Profilo

Iscritto il: 28/07/2010, 18:15
Messaggi: 1632
Località: Pordenone, FVG
Formazione: Geometra
Rispondi citando
ciao
i terreni sono irrigui? quanti ettari sono a vigneto e quanti a seminativo?

zafferano e funghi penso richiedano parecchia manodopera...soprattutto in raccolta e stoccaggio
il malto non si coltiva...ma si ottiene germinando le cariossidi...esempio dell'orzo
per la canapa il mercato sarebbe pronto a recepirla? che io sappia qui non si coltiva...
gli ortaggi sono da escludere perchè richiedono costante manodopera
frutteti? actinidia (kiwi)? sono simili alla vigna perchè hanno bisogno di potature e raccolta (manodopera stagionale, come la vigna)

poi dipende anche da quanto vuoi spendere...a piantare frutteti ti vanno 60-70mila €/ha tra lavorazioni, piante, sostegni, impianto irrigazione, antigrandine...
oppure per valorizzare il seminativo potresti fare stalla...ma implica grandi investimenti e manodopera costante


01/01/2015, 18:14
Profilo

Iscritto il: 28/07/2010, 18:15
Messaggi: 1632
Località: Pordenone, FVG
Formazione: Geometra
Rispondi citando
se hai terreni non irrigui e meno fertili potresti optare per il pioppeto...rende bene ma il ciclo è di circa 10 anni, ha bisogno di cure soprattutto i primi anni ma non richiedono molto tempo


02/01/2015, 16:44
Profilo

Iscritto il: 30/12/2014, 21:51
Messaggi: 6
Località: pordenone, friuli
Rispondi citando
grazie mille per la risposta, sei grande !

allora dei circa 40 ettari 3.5 sono di vigna, il resto di seminativi, che vengono cambiati ogni anno e ruotano fra mais, orzo e soia generalmente.
il terreno è irriguo ovunque, e sono anche state installate i dispositivi che fanno scattare l'irrigazione in automatico a determinate ore.

ho visto ora che sarebbero interessanti anche lamponi, more e mirtilli, solo che la coltivazione è manuale e sarebbero necessarie 3-4 persone almeno, correggetemi se sbaglio.

un'idea sarebbe quella di vendere 3 ettari o più di terreno per liberare circa 100-150 mila euro da poi investire in quote e frutteti/altra vigna, assunzione di manodopera, macchinari per la trasformazione in succhi.

che ne dite ? altre proposte ?


04/01/2015, 18:48
Profilo

Iscritto il: 28/07/2010, 18:15
Messaggi: 1632
Località: Pordenone, FVG
Formazione: Geometra
Rispondi citando
perchè vendere terreni? non riuscite ad ottenere dei finanziamenti?
poi una curiosità...perchè un operaio fisso? non vi conviene lavorarla voi la terra? 40 ha è una buona azienda e può rendere


04/01/2015, 21:16
Profilo

Iscritto il: 30/12/2014, 21:51
Messaggi: 6
Località: pordenone, friuli
Rispondi citando
oddio, per i finanziamenti non ci siamo mai informati a riguardo. puoi darmi qualche dritta su dove andare a cercare informazioni ?

mio padre gestisce anche una azienda, che commercia legname ed arredo giardino in legno, quindi non si può occupare interamente della terra. abbiamo un operaio fisso che lavora da noi da tutta la vita, e poi occasionalmente vengono altre persone quando necessario.

a quanto ho capito i profitti che crea la terra si aggirano intorno ai 10'000 euro annui, che sono irrisori se si calcola il valore del capitale di 40 ettari di terreno. per questo stavo cercando alcune soluzioni più profittevoli, che potrebbero includere la trasformazione (cantina, succhi di frutta) oppure la vendita diretta per esempio. oppure si potrebbe fare qualcosa con il bio, che ne dite ? :)


05/01/2015, 1:21
Profilo

Iscritto il: 28/07/2010, 18:15
Messaggi: 1632
Località: Pordenone, FVG
Formazione: Geometra
Rispondi citando
tu intendi dedicarti all'azienda agricola? studi o lavori già in altri settori?

si possono fare tante cose, ma bisogna dedicarci tempo e progettare l'attività perchè funzioni
potresti convertire le coltivazioni a bio...ma a chi vendi i raccolti?

la cantina e la trasformazione dei prodotti richiedono manodopera e investimenti ingenti
io vedo che tanti si stanno dando al vino con cantina propria...ma non è che fra 5-10 anni il prodotto si svalorizza per eccesso di produzione?

10000 euro all'anno sono una resa accettabile contando che non ci metti mano e paghi qualcuno che la lavori...prendete contributi pac? mai pensato di affittarla?


07/01/2015, 14:54
Profilo

Iscritto il: 28/07/2010, 18:15
Messaggi: 1632
Località: Pordenone, FVG
Formazione: Geometra
Rispondi citando
mi ero dimenticato...in che comune è l'azienda?


07/01/2015, 16:44
Profilo

Iscritto il: 30/12/2014, 21:51
Messaggi: 6
Località: pordenone, friuli
Rispondi citando
credo che si, prendiamo i contributi pac.
il comune è san quirino.

io studio all'università fuori sede, quindi sicuramente non potrei seguire la cosa, almeno per adesso. mio padre segue una azienda scorrelata ai terreni, e diciamo che si limita a supervisionare il lavoro dell'operaio, a comprare le sementi ed occuparsi delle questioni amministrative.

a quanto mi sembra di capire comunque, il grande guadagno lo fanno : le aziende che ti vendono sementi come la pioneer, e chi trasforma il prodotto. in secondo luogo gli essiccatoi. chi coltiva e poi rivende il raccolto non guadagna molto. bisognerebbe quindi arrivare prima ed in modo più diretto ai consumatori, magari vendendo direttamente i prodotti alla grande distribuzione organizzata, creando una cantina, dell'olio di oliva o succhi per esempio. oppure vendendo frutta e verdura porta a porta con filiera cortissima.
a questo punto un investimento di 100-200 mila euro avrebbe anche senso se portasse profitti di 50000 annui o più.
io sinceramente quando sarò adulto ed erediterò i terreni da mio padre, non credo che mi metterò a coltivare mais e orzo per mille euro al mese, anche perché ormai iniziano ad avere macchinari in zone del mondo molto più povere di noi (ucraina), e con cui sul prezzo non si può competere.

fammi sapere che ne pensi del ragionamento :)
sai quanto si può guadagnare all'ettaro dall' affittare la terra ? e dal venderla ?


09/01/2015, 22:18
Profilo

Iscritto il: 28/07/2010, 18:15
Messaggi: 1632
Località: Pordenone, FVG
Formazione: Geometra
Rispondi citando
come affitto per un seminativo irriguo si va dai 200€/ha (tenendosi i titoli pac) ai 600€/ha (affittando anche i titoli)...sono valori medi, poi dipende da zona a zona (tipi di terra, disponibilità)...ovviamente lordi, poi ci paghi IMU e tasse...e facendo due conti, al netto, ti renderebbe come adesso o poco più
il valore del seminativo irriguo si aggira sui 50-60.000 €/ha...anche qui cambia tanto per tipo di terreno, estensione, corpo unico o spezzettato, quanta fretta di vendere e che offerte hai

è difficile starti dietro perchè dalla richiesta iniziale hai spaziato in lungo e in largo...
alessandrovec ha scritto:
possibilmente comunque colture che siano simili al mais e alla soia come metodo di coltivazione,e che non richiedano di assumere altre 2 o 3 persone per seguire la crescita delle piante.

questo erano i paletti, colture che richiedono poca manodopera (più l'occasionale) a cui basti un operaio fisso

puoi fare vigneto e cantina...ma negli ultimi anni si sono piantate più vigne che altro
puoi fare kiwi e avresti vicino la cooperativa di rauscedo
puoi fare frutteto...io ho qui vicino un'azienda che ha meleti e trasforma in succo, aceto, sidro e fa vendita diretta

però sai che la filiera richiede grandi investimenti e personale, quindi prima devi trovare un mercato a ciò che vorresti fare

se vuoi fare biologico puoi farlo sui frutteti o anche sui seminativi, ma devi trovarti delle aziende, mulini che comprino i cereali


12/01/2015, 19:43
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 12 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Designed by ST Software.

Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO

Informativa Privacy