Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 17/07/2018, 5:33




Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 
Esercizio idraulica agraria 
Autore Messaggio
Avatar utente

Iscritto il: 31/07/2013, 10:16
Messaggi: 104
Località: Lesmo(MB)
Formazione: Diploma perito elettronico
Rispondi citando
Ciao, avrei bisogno di una mano a risolvere questo esercizio di idraulica.
Di seguito riporto il testo.

Un impianto di derivazione da acqua fluente per l'irrigazione deve essere adattato per consentire la produzione idroelettrica. in particolare viene adattata l'opera di derivazione ed il canale di adduzione.
Di seguito la planimetria dell'impianto(non in scala):
Immagine

La traversa di sbarramento è realizzata in materiale sciolto reperito in alveo e sagomata secondo una geometria trapezoidale con scarpa 1:1 sul parametro di monte e 2:1 sul parametro di valle e altezza pari ad 1m.
Per consentire il rilascio del deflusso minimo vitale, nel corpo della traversa verranno posti dei condotti a sezione quadrata che funzioneranno come una luce sotto battente a spigolo vivo (coefficiente contrazione=0,62) e verrà costruita una rampa di risalità per l'ittiofauna con fondo in massi e ciotoli a simulare la condizione di torrente di montagna.
Di seguito gli schemi di questi due dispositivi(non in scala):
Immagine

La traversa convoglierà la portata di progetto nel canale di adduzione e sarà regolata attraverso una paratoia; al termine del canale si trova la turbina, oltre la quale parte della portata (quella di competenza per l'irrigazione) proseguirà verso i terreni da irrigare, mentre l'eccesso tornerà in alveo attraverso un canale di restituzione.

I dati di progetto sono i seguenti:
-lunghezza e altezza della traversa 30,0m e 1,0m rispettivamente;
-portata di derivazione 30,0m^3/s
-portata relativa al deflusso minimo vitale 7,0m^3/s
-canale di adduzione e restituzione: lunghezza 1200m, profondità massima 1,5m, forma trapeziodale con iclinazione alle sponde di 50° rispetto l'orizzonte.

Dimensionare:

A) il canale di derivazione, in terra, affinchè la portata di progetto transiti in sicurezza (larghezza al fondo, profondità e pendenza);
B) numero e diametro dei condotti di fondo per consentire il transito della portata corrispondente al 90% del deflusso minimo vitale;
C) la rampa che costituisce il passaggio per l'ittiofauna (larghezza, lunghezza, pendenza) in cui deve transitare una portata pari al 10% del deflusso minimo vitale;
D) calcolare la spinta che subisce la traversa nel caso di una piena in cui il livello idrometrico sulla traversa stessa raggiunga 2,0m.

A e B l'ho risolto applicando il metodo per tentativi e Chezy. Più che altro le mie difficoltà stanno nelle richieste C e D.
Se c'è qualcuno che riesce ad aiutarmi mi farebbe un grande favore.
Grazie mille!

_________________
Le bestie rispettano i boschi e la natura, gli uomini no! Nei boschi comportati come le bestie!


26/02/2017, 16:43
Profilo WWW
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 53549
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
Sei riuscito a risolverlo?

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


03/04/2017, 7:07
Profilo WWW
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 2 messaggi ] 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Designed by ST Software.

Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO

Informativa Privacy