Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 20/07/2024, 18:10




Rispondi all’argomento  [ 10 messaggi ] 
Azadiractina, quali alternative? 
Autore Messaggio

Iscritto il: 31/05/2018, 14:59
Messaggi: 162
Località: Veneto orientale
Rispondi citando
Buongiorno, come da titolo vorrei chiedere se esiste in commercio un principio attivo alternativo
alla Azadiractina altrettanto valido, cioè con la stessa efficacia ad ampio spettro nei confronti di afidi
lepidotteri ecc, e al contempo una ridotta tossicità da poter essere impiegato anche in coltivazioni bio.
Lo chiedo perchè i prodotti a base di Azadiractina purtroppo stanno diventando sempre piu rari e sopratutto
costosi!!


21/05/2024, 19:33
Profilo
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 68043
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
Scheda dell'Azadiractina


Allegati:
9.1.1 Azadiractina 14_03_24.pdf [375.97 KiB]
Scaricato 7 volte

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)
21/05/2024, 21:06
Profilo WWW
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: 03/09/2017, 10:18
Messaggi: 2554
Località: bassa Valsusa
Formazione: Buoni studi
Rispondi citando
Per rispondere serve solo una sillaba: no.

Per il resto, non è affatto vero che siano rari, semplicemente quelli a base effettivamente di azadiractina (e non di olio di neem che deriva sempre dai semi ma è a basso titolo di Azadiratina A, cioè la sostanza attiva) attualmente sono classificati prodotti fitosanitari ad uso professionale, anche quelli che in etichetta non portano nessuna icona/frase di tossicità/pericolo.

Poi in rete c'è chi vende aggirando le leggi.


P.S. Chiedo scusa, ma la scheda surriportata è datata: infatti porta ancora la vecchia classificazione dei prodotti fitosanitari.


21/05/2024, 21:09
Profilo

Iscritto il: 06/07/2011, 16:13
Messaggi: 3167
Località: Cureggio (NO)
Formazione: laurea in informatica
Rispondi citando
Forse il piretro per gli afidi? Però come prezzi credo che siamo lì


22/05/2024, 10:58
Profilo

Iscritto il: 02/11/2022, 19:21
Messaggi: 52
Località: Litorale Laziale
Rispondi citando
Alessandro

colgo l'occasione senza aprire un nuovo argomento per chiedere un chiarimento tra azadiractina e olio di neem visto che da pochi giorni ho comprato una bottiglia di olio di neem per trattare pomodori affetti sia da afidi che da minatori fogliari, credo tuta absoluta: classica foglia trasparente.

Capisco che azadiractina e' una delle componenti dell'olio di neem. Le dosi consigliate per olio di neem sono 5-10ml/litro mentre un insetticida a base di azadiractina prevede 1-2ml/litro. E' per questo motivo che insetticidi a base di azadiractina, a parita' di volume, sono molto piu costosi di un normale olio di neem? perche' hanno una concentrazione piu' alta di azadiractina?
Che poi, se questo e' il motivo, a parita' di concentrazioni, costano meno quelli piu' costosi a base di azadiractina che il puro olio di neem, nel senso che quelli piu' costosi rendono di piu' per mq.

Visto che ci sono, vorrei anche chiedere, se posso aggiungere del bacillus thuringiensis nella soluzione di olio di neem che preparo: nel trattamento, dopo aver eliminato tutte le foglie affette, ho aggiunto il bacillo insieme all'olio di neem. Le piante trattate stanno rispondendo bene ma vorrei sapere se olio di neem influenza l'azione del bacillo, visto che tra qualche giorno vorrei fare un secondo trattamento alle piante affette e un trattamento preventivo su altre.

Grazie


22/05/2024, 13:40
Profilo
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: 03/09/2017, 10:18
Messaggi: 2554
Località: bassa Valsusa
Formazione: Buoni studi
Rispondi citando
La differenza deriva nel fatto che l'olio viene ottenuto con spremitura meccanica a freddo dei semi e il derivato contiene molteplici sostanze e una minima parte di limonoidi (tra cui l'azadiractina) che sono le sostanze di interesse fitoiatrico; il prodotto fitosanitario viene invece ricavato mediante estrazione secondo procedimenti brevettati dalle ditte produttrici, che consentono di avere una elevata concentrazione di azadiractina. Dunque sono due prodotti decisamente differenti, anche perché i prodotti fitosanitari sono appositamente preparati in formulati adatti all'impiego sulle piante.
Circa la miscibilità non ho trovato dati, salvo il fatto che B.t. non è miscibile con prodotti a reazione alcalina. Peraltro non mi è chiaro lo scopo di tale abbinamento: solitamente per ottimizzarne l'efficacia si aggiunge un bagnante/adesivante oppure si acidifica leggermente la soluzione.


22/05/2024, 16:23
Profilo
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: 03/09/2017, 10:18
Messaggi: 2554
Località: bassa Valsusa
Formazione: Buoni studi
Rispondi citando
Masssi ha scritto:
...olio di neem per trattare pomodori affetti sia da afidi che da minatori fogliari, credo tuta absoluta: classica foglia trasparente...


Contro gli afidi meglio insetticidi specifici (al limite sapone molle o piretro).
Per la difesa verso Tuta asbsoluta e rimanendo sul bio si può ricorrere scegliendo tra: azadiractina, spinosad oppure B.t. (es. Bacillus thuringiensis subsp. aizawai, ceppo ABTS 1857) nelle fasi di bassa pressione del fitofago (se si coltiva in ambiente protetto sono molto utili le reti anti-insetto).


22/05/2024, 16:43
Profilo

Iscritto il: 31/05/2018, 14:59
Messaggi: 162
Località: Veneto orientale
Rispondi citando
Alessandro1944 ha scritto:
Per rispondere serve solo una sillaba: no.

Per il resto, non è affatto vero che siano rari, semplicemente quelli a base effettivamente di azadiractina (e non di olio di neem che deriva sempre dai semi ma è a basso titolo di Azadiratina A, cioè la sostanza attiva) attualmente sono classificati prodotti fitosanitari ad uso professionale, anche quelli che in etichetta non portano nessuna icona/frase di tossicità/pericolo.

Poi in rete c'è chi vende aggirando le leggi.

Infatti in giro si vedono tantissimi prodotti con olio di neem, mentre quelli a base di azadiractina pura, a parte il fatto di essere riservati ad
uso professionale, sono pochi e dai prezzi esorbitanti!... ad esempio il flacone di Neemazal da 75ml che ho appena terminato, ricordo di
averlo pagato sui 12/13E mentre ora a quel prezzo si trova a malapena un microflaconcino da 20ml!! prezzo praticamente piu che
triplicato (assurdo!)
Ad ogni modo, facendo una breve ricerca in rete ho visto che ci sono altri principi attivi di recente introduzione sul mercato che, almeno
sulla carta, sembrano promettenti sia come efficacia sia come tossicità generale e quindi assai interessanti al fine di diversificare la lotta ai
fitofagi per ridurre al minimo fenomeni di resistenza....ad esempio questi:
- Etofenprox
- Sulfoxaflor
- Flupydifurone
- Abamectina
quest'ultimo è sicuramente per uso professionale, mentre gli altri non ho ben capito...
secondo te hanno carattteristiche tali da poter essere considerati possibili alternative dell'azadiractina?


22/05/2024, 16:46
Profilo
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: 03/09/2017, 10:18
Messaggi: 2554
Località: bassa Valsusa
Formazione: Buoni studi
Rispondi citando
ZioZapco ha scritto:
Ad ogni modo, facendo una breve ricerca in rete ho visto che ci sono altri principi attivi di recente introduzione sul mercato che, almeno
sulla carta, sembrano promettenti sia come efficacia sia come tossicità generale e quindi assai interessanti al fine di diversificare la lotta ai
fitofagi per ridurre al minimo fenomeni di resistenza....


L'insetticida che ha permesso di contrastare molto efficacemente T. absoluta quando sembrò che questo fitofago stesse diventando una grave minaccia è stato rynaxypyr (= Chlorantraniliprole) che agisce principalmente per ingestione con un nuovo meccanismo di azione provocando atassia e morte nel giro di 2-3 giorni.

Di quelli che hai riportato solo abamectina ed etofenprox sono registrati per pomodoro (gli altri preraltro sono aficidi e non idonei per larve di lepidotteri).


22/05/2024, 17:03
Profilo

Iscritto il: 02/11/2022, 19:21
Messaggi: 52
Località: Litorale Laziale
Rispondi citando
Alessandro

grazie mille per le risposte :!:

Volevo miscelare olio di neem con bacillo perche' non ero tanto sicuro dell'efficacia dell'olio di neem contro la tuta; infatti penso di fare un secondo trattamento solo col bacillo, anche quello preventivo.

Purtroppo, non ho il patentino per l'acquisto di spinosad o insetticidi a base di azadiractina, quindi dovro' per forza contnuare con olio di neem e bacillo, ossicloruro di rame come prevenzione per funghi e fosfato ferrico per lumache :lol:

Grazie ancora


22/05/2024, 17:30
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 10 messaggi ] 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Designed by ST Software.

Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO

Informativa Privacy