Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 15/07/2020, 3:27




Rispondi all’argomento  [ 7 messaggi ] 
Capocollo 
Autore Messaggio

Iscritto il: 04/06/2011, 16:33
Messaggi: 151
Località: Rufina (Fi)
Formazione: Professionale Agrario
Rispondi citando
Ciao si può sapere una buna ricetta per fare il capocollo (o coppa) ?
Io sono della provincia di Firenze e da noi non è molto comune
Grazie


19/12/2011, 19:47
Profilo
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 59282
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
Intanto ti segnalo il disciplinare di produzione del Capocollo di Calabria:
http://www.agraria.org/prodottitipici/c ... ocollo.htm
Marco

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


19/12/2011, 19:51
Profilo WWW
Sez. Industria Lattiero-Casearia
Sez. Industria Lattiero-Casearia

Iscritto il: 25/11/2010, 18:05
Messaggi: 792
Rispondi citando
Ciao,
il capocollo lo faccio seguendo questa forma:

Una volta rifilato, lo lavo con vino bianco, lasciandolo anche 10 minuti dentro una bagnina, sino a prepararmi i cndimenti.
Nel mentre, con un frullatore, frullo un po d aglio eliminando il gemroglio interno, creo proprio un purè d aglio creato dallo stesso frullatore con un po di vino per facilitarne la frullatura..

Lo spalmo in tutta la superfice del capocollo..
In un piattino preparo l infuso di spezie che faccio a occhio.
Pepe nero, saporita, un pochino di macis.
La saporita è una bustina con diverse spezie, paragonata alla droga milano...
Spolvero per bene il capocollo riempendolo in ogni sua parte...
Fatto questo lo metto sotto sale, io uso un sale che non è ne grosso ne fino, una mezza misura e lo lascio a seconda del peso del capocollo.
Lo scorso anno un capocollo di 5kg lo lasciato sotto sale 2gg
Comunque do meno della metà del sale a kg, non mi piacciono le cose salate.
Per il prosciutto utilizziamo 1gg per kg, per il capocollo do meno della meta di un gg per kg..
Una volta tolto dal sale, con la mano levo tutto il sale dal capocollo, in una bagnina metto del vino bianco secco sino a coprire la metà della superficie e ogni 12 ore faccio la rotazione in modo che tutte le parti vengano imbevute, questo per 3-4gg dopodiche senza lavarlo ultieriormente, creo la forma legandolo, come solitamente si legano i salami e lo insacco in budello, noi in sardo la chiamiamo Erca, in italiano non so come si chiami quella parte.
Poi messo a stagionare, circa 5 mesi...piu o meno un mese a kg..
Se hai dubbi scrivimi pure..
Ciao buon lavoro.


19/12/2011, 20:33
Profilo
Sez. Industria Lattiero-Casearia
Sez. Industria Lattiero-Casearia

Iscritto il: 25/11/2010, 18:05
Messaggi: 792
Rispondi citando
Dimenticavo, dopo averlo insaccato nel budello, viene infilato dentro la retina elastica che contribuisce a dare una forma circolare.


19/12/2011, 21:19
Profilo
Sez. Norcineria
Sez. Norcineria
Avatar utente

Iscritto il: 19/08/2011, 19:19
Messaggi: 1851
Località: Caiolo (SO)
Formazione: ITIS
Rispondi citando
Ciao Marcoturicchi, se vuoi altre informazioni abbiamo trattato il capocollo in questo argomento
Saluti mf


post188332.html?hilit=coppa#p188332

_________________
Wendell Berry, diceva “ se mangio carne voglio che venga da un animale che ha vissuto una bella vita all’aperto, senza affollamenti, su pascoli abbondanti, con acqua buona e alberi per ombra"...

http://www.leselvedivallolmo.it

Il prosciutto insaccato (TerrAmica nr. 0): http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_0_2014/49?e=10353070/6348207
L'arte dell'insaccato (TerrAmica nr. 4): http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_num4_issuu/41?e=10353070/32332678
Il Salame Campagnolo (TerrAmica nr. 5): http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_nr_5_issuu/45?e=10353070/36962323


19/12/2011, 23:07
Profilo WWW
Avatar utente

Iscritto il: 15/01/2018, 16:40
Messaggi: 47
Località: Roma (terreno in Umbria)
Formazione: In agricoltura, nulla.
Rispondi citando
Buongiorno a tutti. Volevo condividere l'esito del procedimento di lavorazione del capocollo da me fatto sulla base delle indicazioni reperite su questo sito. Ho letto molto, sia qui che sul web in genere, ed alla fine ho applicato una ricetta di sintesi di testa mia, ma comunque molto simile a quelle lette sul forum, prendendo un po' qua e un po' là, tenendo presente che la mia tradizione è umbra e che a me piacciono gli insaccati umbri. Per cui, ad esempio, per il capocollo (quella che altrove si chiama coppa e che invece da noi designa altro prodotto, consumato fresco previa cottura).

Premetto che a parte le salsicce, il capocollo è il primo che ho fatto. Il maiale è un cinta senese, maschio, di circa 2 quintali vivo, allevato all'aperto ma alimentato da noi, sia con residui di cucina che con pane, frutta avanzata e cereali tritati di vario genere.

Il maiale è stato macellato abbastanza tardi, quasi a fine gennaio (di domenica). La temperatura era ancora abbastanza rigida (erba coperta da "bracinata" la mattina e quindi notti fredde; a mezzogiorno temperatura mite e quindi giorni non freddissimi). Le mezzene sono state lasciate appese per 24 ore. Poi, il giorno seguente (il lunedì), il norcino ha "smontato" il maiale ricavando, tra gli altri, il capocollo che vedete appresso. Stante il breve periodo di salagione richiesto, ho ritenuto di portarlo con me a Roma.

Immagine[/url]

Ho predisposto un tegame da mettere in frigo ed ho coperto con sale, aglio schiacciato e poco peperoncino. Non ho pesato il sale in quanto ho previsto un tipo di salagione di copertura a tempo (3 giorni e mezzo). Il capocollo fresco pesava oltre i 3 Kg. (3,4 o 3,6, ora non ricordo). Ho messo due spessori sotto al tegame: uno per inclinarlo su un lato e l'altro per inclinarlo sull'altro lato, in modo da raccogliere il liquido in un angolo evitando così il contatto con la carne. Due volte al giorno toglievo dal frigo per eliminare il liquido formatosi. Mi sembra, se non ricordo male, che una volta al giorno ho anche rivoltato la parte. La salatura è cominciata la sera del lunedì ed è finita la mattina del venerdì (4 giorni dopo). Per cui è stato sotto sale 3,5 giorni. Le ricette mi davano un periodo inferiore ma ho preferito non rischiare di rovinarlo, o meglio, ho preferito rischiare di farlo un po' salato piuttosto che di farlo andare a male. Dopo averlo tolto dal sale, l'ho sciacquato in acqua, vino e aromi. Poi l'ho tamponato leggermente, l'ho cosparso con il pepe ed un po' di peperoncino (senza altro aglio), l'ho legato con lo spago da pacchi grezzo e l'ho appeso in cucina (T ° = 18/19 circa) per circa una settimana.

Immagine[/URL]

Trascorso il periodo, l'ho riportato in campagna, ho tolto il filo ed ho avvolto nella carta paglia, mettendolo a riposare appeso, nella cucina della casa con il camino (spento). Finestre chiuse visto che fuori non era freddissimo e dentro casa faceva più freddo che fuori, di giorno. Un paio di settimane dopo, con l'arrivo della tramontana, ho aperto a "vasisdas" una finestra.

Immagine[/URL]

Un altro paio di settimane dopo, insieme agli altri prodotti, ho poi spostato tutto in taverna, più fresca della cucina e buia, dove ha maturato fino al 25 maggio (circa 4 mesi). Poi ho riportato il capocollo a Roma, pronto per la prova del taglio (qui sotto).

Immagine[/URL]

Ho tolto dalla carta paglia ed era perfettamente maturato. Né morbido, né duro. La patina che vedete sotto e che somiglia a muffa, non lo è. Sono solo tratti di carne dove è andato via il pepe. La perdita di peso è stata consistente: da 3,4/3,6 kg. da fresco (il 27 gennaio) si è ridotto a 2,8 Kg. il 4 febbraio e a 2,05 Kg. a fine stagionatura.

Immagine[/URL]

Poiché le prime fette erano leggerissimamente salate, ho immerso il capocollo in acqua e vino bianco per mezza giornata, ho avvolto in un panno ad asciugare ed un paio di giorni dopo ho tagliato a blocchi e messo sotto vuoto. Il capocollo è eccezionale. Si scioglie in bocca ed ha un sapore al tempo stesso saporito ma dolce. Grazie per i contributi da cui ho tratto.

Immagine[/URL]

_________________
Oliveto in Umbria (Terni). 620 piante in totale, di cui 440 giovani.
Trattore FIAT 480 con rimorchio ed attrezzi.
Abbacchiatore elettrico AIMA Twist.
Recente acquisto: potatore elettronico Zanon Rino con zainetto batteria Drive 1700S.


15/06/2020, 15:49
Profilo
Sez. Miscellanea
Sez. Miscellanea
Avatar utente

Iscritto il: 27/07/2011, 13:09
Messaggi: 27617
Località: Camporosso
Rispondi citando
Complimenti, una buona riuscita :!:

Ciao

_________________
Nella vita non esistono sfide, ma solo una sfida, quella con te stesso...
“Crisi è quel momento in cui il vecchio muore ed il nuovo stenta a nascere.” Antonio Gramsci


15/06/2020, 19:38
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 7 messaggi ] 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Designed by ST Software.

Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO

Informativa Privacy