Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 16/06/2024, 20:06




Rispondi all’argomento  [ 19 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Unapol - Unione Nazionale Associazioni Produttori Olivicoli 
Autore Messaggio
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 67876
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
Unapol - Unione Nazionale Associazioni Produttori Olivicoli
http://unapol.fcs.it/

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


13/03/2023, 17:48
Profilo WWW
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 67876
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
Olio Capitale 2023, Unapol traccia un bilancio positivo

Dialogo con il Ministro Lollobrigida e con l’Assessore pugliese Pentassuglia sul futuro dell’olio Evo

Ministro Lollobrigida: “L’Italia è una superpotenza della qualità”

Assessore Pentassuglia: “serve sinergia con le associazioni di settore”

Eurodeputata Lizzi: “difendere i nostri comparti strategici minacciati da sistemi come il nutri-score”

Presidente Loiodice: “la partecipazione delle istituzioni è segnale incoraggiante, indispensabile mantenere un dialogo aperto affinché la politica agisca dove ce n’è più bisogno”

Trieste – Unapol, Unione Nazionale Associazioni Produttori Olivicoli traccia un bilancio più che positivo dalla partecipazione alla manifestazione triestina Olio Capitale, il Salone dedicato alle eccellenze dell’olio extravergine d’oliva di qualità (Evo). È stata l’occasione per un interessante confronto con il Ministro dell’Agricoltura e Sovranità Alimentare Francesco Lollobrigida e con l’Assessore all’Agricoltura della Regione Puglia Donato Pentassuglia.

Il Presidente Unapol Tommaso Loiodice desidera esprimere il suo sentito ringraziamento agli organizzatori di questa ricca edizione, sottolineando come “vi sia stata una grande e importante partecipazione istituzionale, segno che la politica è particolarmente attenta al tema della valorizzazione dell’olio Evo italiano e dei tanti produttori olivicoli che, grazie al loro incredibile lavoro, ci rendono fieri di promuovere e tutelare il nostro prezioso oro verde”.

Il Ministro Lollobrigida, ospite attesissimo della manifestazione, ha dichiarato: “fare un giro tra gli stand di Olio Capitale ci consente di comprendere meglio un prodotto della nostra nazione che ci inorgoglisce, che ci racconta e ci descrive e che va sempre più qualificato, sostenuto e rafforzato in un’ottica di salvaguardia del principio della qualità, l’unico principio sul quale la nostra economia può rafforzarsi. Se non possiamo competere con le grandi produzioni industriali degli altri paesi, possiamo certamente affermare di essere una superpotenza della qualità. Questo risultato si può raggiungere rendendo i consumatori informati e non condizionati da un sistema di etichettature dannoso e fuorviante”.

In accordo con il Ministro, Loiodice aggiunge: “il nostro compito è quello di educare il consumatore partendo dalle nuove generazioni, possibilmente dalle scuole, affinché l’acquisto di un prodotto come l’olio extravergine di qualità sia percepito come un investimento sulla propria salute”.

Lungo confronto anche con l’Eurodeputata Elena Lizzi, componente della Commissione AGRI del Parlamento Europeo, che ha sostenuto l’importanza di tutelare i nostri prodotti d’eccellenza minacciati dal c.d. nutri-score, “un sistema che rischia di mettere a repentaglio la reputazione delle nostre indiscutibili eccellenze agroalimentari”.

Lo stand di Unapol ha ricevuto anche la gradita visita dell’Assessore Regionale all’Agricoltura Pentassuglia, che ha affermato: “L’olio Evo rappresenta aziende che hanno fatto grandi investimenti e che quotidianamente giocano una partita con il tempo, le intemperie, le fitopatie, tutto quello che in questo momento sta mettendo a rischio le produzioni. Queste occasioni d’incontro sono importanti appuntamenti di riflessione e approfondimento, per tutelare queste aziende attraverso un’azione sinergica molto forte assieme a tutte le associazioni che raggruppano gli operatori del settore”.

In conclusione, il Presidente Loiodice si dice ottimista e auspica “di continuare a lavorare al fianco delle istituzioni allo scopo di valorizzare e tutelare un prodotto che racconta un intero Paese, l’Italia, con le sue tradizioni, i suoi territori, le sue inimitabili bellezze. Se educheremo i consumatori a comprendere il lavoro dei nostri agricoltori, sicuramente riusciremo a dare ai nostri produttori delle risposte concrete”.

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


13/03/2023, 17:49
Profilo WWW
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 67876
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
Unapol al Sial Pizza Expo di Las Vegas, l’olio Evo italiano sbarca negli USA

Loiodice: il mercato americano è pronto ad investire sull’extravergine di qualità

“consumatori americani innamorati delle nostre ‘inimitabili’ eccellenze Made in Italy”



Las Vegas 30/03/2023 – Si conclude oggi il Sial Pizza Expo al Convention Center di Las Vegas, uno dei più importanti appuntamenti d’oltreoceano dedicati al food che si tiene nella effervescente città del Nevada e che ha visto quest’anno la partecipazione di Unapol – Unione Nazionale Associazioni Produttori Olivicoli tra le realtà in rappresentanza del vasto settore enogastronomico italiano. Il Presidente Tommaso Loiodice, nelle vesti di ambasciatore del prezioso oro verde italiano, l’extravergine d’oliva, commenta soddisfatto: “Toccare con mano le abitudini alimentari di una popolazione come quella americana non solo ti arricchisce da un punto di vista esperienziale, ma ti aiuta a comprendere quale sia il modo migliore per essere presenti in maniera determinante sul mercato del posto. È evidente che, viste le dimensioni geografiche degli Stati Uniti d’America e i milioni di potenziali consumatori dell’extravergine di oliva, l’attrattiva che riscuote il nostro Evo italiano sono notevoli, anche perché positiva è la percezione che gli americani hanno del food Made in Italy.

La pizza, regina dell’evento fieristico che attira visitatori da ogni parte d’America, rappresenta sicuramente una delle eccellenze italiane tra le più identitarie della nostra cultura enogastronomica. L’Italia è dunque grande protagonista nell’immenso padiglione fieristico che raccoglie non solo curiosi, ma importatori, buyer, distributori e ristoratori da tutto il mondo.

“Ciò che mi ha colpito positivamente – prosegue Loiodice - è l’aver registrato un’attenzione commerciale nei confronti del nostro extravergine di oliva che va al di là delle canoniche aspettative. Il lavoro di educazione dei potenziali consumatori è ancora all’inizio, ma l’attrazione verso un prodotto di alta qualità e la volontà di comprenderne le peculiarità principali è certamente un segnale incoraggiante. Ci suggerisce che il mercato americano è pronto ad investire”.

Se da un lato, l’entusiasmo di buyer e operatori di settore fa registrare un elevato interesse per l’olio extravergine italiano, occorre però avviare una efficace comunicazione correttiva rispetto alle innumerevoli notizie sui serrati controlli antifrode effettuati nel nostro paese. Secondo Loiodice, “quello che viene percepito non è sinonimo di controlli scrupolosi e meticolosi, che darebbero maggior garanzia di genuinità e bontà del prodotto, ma di controlli necessari a contrastare un elevato numero di frodi legate ai prodotti italiani. L’effetto è quello di una perdita di fiducia nei confronti delle nostre incolpevoli Aziende, meritevoli invece di far conoscere le proprie eccellenze in America e nel resto del mondo. Così come ritengo sia necessario l’intervento del Governo affinché, negli accordi diplomatici e commerciali con gli Stati Uniti, si siglino protocolli d’intesa che vietino il proliferare di imitazioni dei nostri prodotti. Questo sì che consentirebbe di trasmettere fiducia a potenziali consumatori innamorati delle nostre ‘inimitabili’ eccellenze Made in Italy”.

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


30/03/2023, 16:52
Profilo WWW
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 67876
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
Unapol, CDA rinnova la fiducia a Tommaso Loiodice riconfermato Presidente

Loiodice: “Lottiamo affinché alla sostenibilità applicata alla cura dei territori, venga accostata anche una sostenibilità economica per le Aziende”





Si chiude con deliberazione unanime la votazione per il nuovo CDA Unapol – Unione Nazionale Associazioni Produttori Olivicoli, che in queste ore ha riconfermato Tommaso Loiodice alla presidenza in un’ottica di continuità e piena fiducia nel suo operato.

Loiodice desidera esprimere piena gratitudine ai soci “che hanno inteso rinnovare la fiducia nella mia persona confermandomi alla presidenza di una organizzazione importante come Unapol, e ringrazio l’intero Consiglio di Amministrazione che con me l’ha guidata in questi anni, facendola tornare ad essere una Unione Nazionale di riferimento per tante aziende, confermandoci riferimento credibile delle istituzioni e dei tanti attori della filiera olivicola”.

Tra le figure alle quali Loiodice desidera esprimere un ringraziamento particolare, c’è Bruno Armillas “che è sempre stato al nostro fianco e che da ormai 10 anni ci accompagna in questo percorso faticoso e non semplice. Se da un lato la riconferma è il riconoscimento da parte dei soci di un lavoro svolto sempre nel rispetto della mission e del perseguimento dei nostri valori, l’innesto di nuove personalità esperte come Marco Viola presidente di O.P. Assoprol Confagricoltura Umbria, vanno a rafforzare un cda che dovrà affrontare sfide importanti volte alla valorizzazione dell’olio extravergine d’oliva, spremuta naturale di un frutto meraviglioso emblema del nostro Paese e peculiarità dei nostri variegati territori”.

L’olio extravergine d’oliva è il risultato di notevoli sacrifici, di duro lavoro e perseveranza. “Ecco perché – spiega Loiodice - il nostro impegno sarà sempre più diretto a garantirne un giusto riconoscimento economico e che gli venga restituita la giusta dignità commerciale. Questo è l’impegno che noi di Unapol assumiamo con questo nuovo mandato, rinnovando il nostro affiancamento alle Aziende e all’intero comparto per offrire supporto alle esigenze di una olivicoltura innovativa, al passo coi tempi e rispettosa della sostenibilità”.

E proprio riguardo al tema della sostenibilità, Loiodice fa sapere che “gli olivicoltori sono di per sé operatori della biodiversità, nel loro dna c’è l’amore e il rispetto per l’ambiente. Noi vorremmo che alla sostenibilità applicata alla cura dei territori, fosse accostata anche una sostenibilità economica per le Aziende. Questo nuovo mandato avrà come impulso quello di proseguire in un’ottica di continuità nella valorizzazione delle cultivar, delle Dop e Igp, perché questo significa dar voce ai territori e valorizzare il Paese Italia che si regge sulla ricchezza della biodiversità naturale e culturale. Crediamo fortemente che questo possa e debba essere l’elemento distintivo rispetto alle altre olivicolture europee ed extraeuropee, e che questa sia la linea vincente con la quale l’Evo italiano potrà trovare nuovi impulsi al fine di essere riconosciuto e collocato sul mercato nel rispetto del suo vero e reale valore”. Questa la composizione del nuovo cda UNAPOL:

LOIODICE Tommaso (O.P. Apol Bari) Presidente

Ingrosso Santo (O.P. Ateprol Lecce) Vice Presidente

Vitale Annalisa (O.P. Olioliva Palermo) Consigliere

Mariani Paolo (O.P. Confoliva Livorno) Consigliere

Celano Tommaso (O.P. Pro.Bio Cosenza) Consigliere

Pacifico Giuseppe (O.P. Apoat Avellino) Consigliere

Viola Marco (O.P. Assoprol Perugia) Consigliere

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


25/05/2023, 17:59
Profilo WWW
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 67876
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
Tommaso Loiodice nuovo vicepresidente FOOI: “Fondamentale dare voce a tutti i soggetti della filiera, dalla produzione alla distribuzione”



Cambio ai vertici del FOOI, l’organismo interprofessionale dell’olio di oliva e delle olive da tavola. Anna Cane, presidente del Gruppo olio d’oliva di ASSITOL è il nuovo presidente della Filiera Olivicolo Olearia Italiana. Alla vicepresidenza approda Tommaso Loiodice, presidente di Unapol.



“Desidero in primo luogo esprimere i miei più sinceri auguri di inizio mandato alla nostra Neopresidente FOOI Anna Cane, donna di straordinaria competenza e passione e ringraziare il presidente uscente Paolo Mariani per il prezioso lavoro svolto sino ad oggi”; sono queste le prime parole di Tommaso Loiodice, nuovo vicepresidente, che riguardo al nuovo incarico afferma: “Quella che mi accingo a intraprendere sarà una vicepresidenza tesa a valorizzare e difendere il delicatissimo e fondamentale ruolo del mondo della produzione, anello iniziale della filiera olivicola. Una filiera che partendo dal lavoro dei campi affida il proprio prodotto al mondo della trasformazione che con cura e qualificata professionalità, a sua volta, grazie alle elevate capacità manageriali e imprenditoriale del mondo dell’industria offre al consumatore il prodotto imbottigliato. Non possiamo però non evidenziare che ancora oggi il grande assente in questo processo è la GDO, la Grande Distribuzione Organizzata che ricopre un ruolo determinante nella fase finale di valorizzazione e salvaguardia della qualità del prodotto”.

Come spiega Loiodice, “un prodotto di qualità nasce da delle buone e sane olive provenienti dai campi per poi passare nelle mani del frantoiano che con sapienza e professionalità ne esalta e preserva la qualità affidando il prodotto trasformato al mondo dell’industria che nel “coccolare” quella salutare spremuta naturale che è l’olio l’extravergine di oliva, lo imbottiglia per renderlo posizionabile sugli scaffali deputati alla vendita e quindi al consumatore finale”.

La fase, che spesso viene sottovalutata, è proprio quella finale di conservazione del prodotto imbottigliato e giusta valorizzazione dello stesso: “Sappiamo che i principali nemici dell’olio sono la luce e il calore, ed è doveroso proteggerlo in tutte le fasi di vita, se ne vogliamo preservare la bontà e le peculiarità nutraceutiche, così come dobbiamo cambiare l’approccio culturale iniziando a considerarlo un alimento e non un condimento".

"Rivalorizzando il gioco di squadra sapientemente messo in campo sino ad oggi e perseguendo i nuovi obiettivi auspicati, l’augurio è che per il mondo olivicolo italiano nasca una Interprofessione unica capace di dare voce con autorevolezza all’intera filiera".

Tommaso Loiodice conclude con "un grido di allarme in cui non solo l’intera filiera, ma l’intera società Italiana ed europea deve sentirsi coinvolta: se vogliamo continuare a parlare di olivicoltura occorre fare fronte comune 'senza se e senza ma' nel contrastare la pandemia vegetale che si chiama Xylella".

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


28/06/2023, 12:29
Profilo WWW
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 67876
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
FITCE 2023, UNAPOL Ambasciatore del Made in Italy promuoverà l’eccellenza dell’olio EVO Italiano in Florida



Si è tenuta il 6 luglio la tavola rotonda di presentazione dell’Italian Delegation Made in Italy che sbarcherà in Florida a Fort Lauderdale il prossimo 4-5 ottobre 2023 in occasione del FITCE Florida International Trade Cultural Expo. Alla sua ottava edizione, il FITCE rappresenta una tra le più importante expo e conferenze internazionali degli States, allargata alle rappresentanze di 60 Paesi che guardano alla Florida come porta di ingresso per sviluppare business nel mercato degli Stati Uniti e nei mercati limitrofi di America Latina e Caraibi.

La sala Parlamentino del MIMIT, Ministero delle Imprese e del Made in Italy, ha ospitato gli Imprenditori, le Istituzioni e gli organizzatori, nella persona di Romina Nicoletti CEO M.Ro - Italian Delegation Made in Italy e Fitce Country Chair Ambassador to Italy.

Il Presidente di Unapol, Tommaso Loiodice ha partecipato all’evento da promotore e ambasciatore dell’Olio EVO, vanto di tutti i Produttori Associati all’Unione Nazionale Produttori Olivicoli. Unapol, attraverso la struttura commerciale Finezza Italia, commercializza la più vasta selezione di Monovarietali, DOP, IGP che si possa trovare sul mercato.

“Siamo lieti di aver partecipato all’evento di lancio di questa iniziativa, l’Italian Delegation Made in Italy al FITCE che si terrà in Florida e vedrà la partecipazione di oltre 60 paesi da tutto il mondo per promuovere i loro prodotti di punta.” racconta Loiodice a fine evento.

“Noi come UNAPOL, comparto agricolo e espressione dell’extravergine d’oliva, siamo felicissimi di poter essere ambasciatori di questo prodotto di eccellenza in Florida e in America, sarà un punto di lancio e un luogo dove metteremo anche a fuoco quelle che sono le aspettative del mercato americano, e più che altro, quelle che sono le nostre aspettative nei confronti di una campagna di educazione e informazione nei confronti del consumatore americano, che deve avere le giuste basi per un approccio consapevole al consumo dell’extravergine di oliva italiano”.

La partecipazione al Florida International Trade Cultural Expo rientra nel percorso intrapreso da Unapol e dal Presidente Loiodice di promozione, educazione e tutela dell’Olio Extra Vergine d’Oliva Italiano, verso i nuovi e più antichi mercati.

Anche quest’anno il FITCE sarà una occasione unica per le PMI Italiane che vi parteciperanno per creare networking internazionale.

“Esporteremo negli Stati Uniti tutte le caratteristiche che circondano l’extravergine di oliva, le peculiarità territoriali, il valore della biodiversità italiana, le Monocultivar i DOP e IGP che con Finezza Italia promuoviamo in Europa e fuori dall’Europa, sfidando l’estero ad un nuovo approccio verso l’olio evo italiano”.

Dal mondo associativo sono intervenuti il direttore Federico Mioni di Federmanager Academy, il Presidente di FederItaly Carlo Verdone e Tommaso Loiodice Presidente UNAPOL, ha presentato e moderato l’evento Massimo Lucidi Presidente di Fondazione E-Novation.



Durante l’incontro è stato conferito da Elena Lorenzini, Vice Capo di Gabinetto, il premio “LEADER del Made in Italy” a Anna Fendi Venturini che nel 2022 ha dato grande lustro alla delegazione di Italian delegation made in Italy al Fitce, che quest’anno sarà ospitata in un intero padiglione dedicato al Made in Italy dalla Direttrice, Paola Isaac Baraya, con l’intenzione di intensificare le relazioni commerciali tra Italia e Florida-USA.

Hanno partecipato all’incontro Massimo Reboa – Reboa Law Firm e Partner di M.Ro del neocostituito Consulting Hub per il made in Italy in Florida, dal settore delle nanotecnologie Ing. Cosimo De Russis della HT Material Science, dal settore vinicolo Carlotta Menarini di Donne Fittibaldi, dal settore nautico Daniele Parisi della Tornado Yachts, per il settore food la Presidente della Crik Crok Francesca Ossani ed Emilia Montebovi della Montebovi , dal settore home comfort – fashion un rappresentante di Zuccastregata.FICTE 2023

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


08/07/2023, 11:18
Profilo WWW
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 67876
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
Grandine e vento sugli ulivi pugliesi, Loiodice: “un disastro che mette a durissima prova sopravvivenza aziende agricole”



Nelle ultime ore, l’ondata di maltempo che ha imperversato in particolare al centro e nord della Puglia ha causato e continua a creare enormi problemi all’agricoltura, in particolare al settore olivicolo in procinto di avviare la campagna olearia di quest’anno che prometteva di registrare produzioni eccellenti.

Sono ingenti i danni che già si registrano negli uliveti, sferzati con violenza da temporali caratterizzati da forte vento e grandine. Il Presidente Tommaso Loiodice commenta così la situazione, dopo essersi recato personalmente negli uliveti del foggiano e del nord barese che hanno registrato i maggiori danni: “Le olive, giunte ormai a maturazione, non hanno retto agli eventi atmosferici ed è davvero frustrante dover vedere il frutto degli ulivi spazzato via a ricoprire il terreno. Sono scene a cui non vorremmo assistere, il lavoro di un intero anno perso poco prima della raccolta. Chiaramente, tutto questo si traduce in un disastro economico che mette a repentaglio la sopravvivenza di tante aziende agricole e le economie di interi territori, con una perdita economica importante in un settore tra i più strategici dell’agroalimentare italiano”.


Alla visione impietosa di un folto tappeto di olive cadute, si aggiungono i danni agli ulivi ormai spogli, con migliaia di piante colpite duramente dalla grandine e dal forte vento. “La grandinata delle scorse ore è l’ennesimo evento nefasto per l’agricoltura pugliese di quest’anno. Solo che le olive, in questo caso, erano mature e pronte per la raccolta. Continuano ad arrivarci segnalazioni dai nostri olivicoltori disperati” afferma Loiodice, “anche perché la Protezione Civile ha da poco diramato una nuova allerta meteo che interessa la Regione Puglia con possibili rovesci ad alta intensità”.

Una situazione particolarmente grave, dunque, che per Loiodice “richiede uno sforzo congiunto di operatori e Governo al fine di trovare soluzioni che proteggano gli investimenti dei nostri produttori olivicoli. Eventi atmosferici estremi sono sempre più frequenti, e lo scotto dei cambiamenti climatici ricade principalmente sul settore maggiormente esposto, quello agricolo, che necessita quindi di maggior tutela. Un anno di duro lavoro non può essere vanificato da pochi minuti di grandine. Ci uniamo quindi al coro delle altre sigle di tutela e rappresentanza del mondo agricolo per richiedere maggiori garanzie assicurative e di ristoro, affinché gli sforzi dei nostri produttori olivicoli siano tutelati e valorizzati al meglio”.

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


24/09/2023, 17:55
Profilo WWW
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 67876
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
FITCE 2023, l’olio evo italiano protagonista con Unapol all’expo internazionale statunitense

Masterclass, accordi commerciali e degustazioni con la più vasta selezione di monovarietali, DOP e IGP dello Stivale



Il 4-5 Ottobre 2023 in Florida il Made in Italy si è raccontato nell’ambito del FITCE, l’evento fieristico di Fort Lauderdale che rappresenta una delle più importanti expo-conference internazionali della Florida. Sono 70 i Paesi riuniti in questa importante vetrina mondiale, che guardano allo stato americano come porta di ingresso preferenziale per sviluppare business nel mercato degli Stati Uniti e nei mercati limitrofi di America Latina e Caraibi.

Nelle parole di Tommaso Loiodice, presidente Unapol, traspare tutto l’orgoglio di aver partecipato a questa importante manifestazione: “Unapol è stata orgogliosa di aver preso parte alla Italian delegation Made in Italy per il FITCE 2023. L’Unione Nazionale Produttori Olivicoli si pone come interlocutore principale verso le istituzioni americane, con lo scopo di condividere il know how e l’esperienza nel settore olivicolo che tutto il mondo ci invidia”.

Il valore aggiunto del nostro olio extravergine d’oliva risiede nella grande varietà di cultivar che il nostro Paese può vantare. Come spiega Loiodice, “diffondere la cultura dell’olio vuol dire trasmettere ai nostri amici d’oltreoceano i valori alla base di una sana alimentazione, fare conoscere la dieta mediterranea e soprattutto, veicolare il valore della biodiversità che caratterizza tutte le varietà nostrane di oli extra vergine di oliva. Come in una ideale ‘carta degli oli’, abbiamo fatto degustare ai visitatori del Fitce la più vasta selezione di monovarietali DOP e IGP di Italia a marchio La Finezza. Un valore che Unapol riesce a garantire attraverso la sua struttura commerciale Finezza Italia. Proprio per fare capire che il mondo dell’olio racchiude le storie di produttori italiani che con impegno e fatica portano sulle tavole dei prodotti di eccellenza. Un’opera di sensibilizzazione che ha riscosso grande successo”, ha ribadito in occasione della chiusura dei lavori fieristici il Presidente Unapol.

Grande partecipazione si è registrata nella Masterclass tenuta da Alfredo Marasciulo, Professore in "Analisi sensoriale degli oli di oliva" - Università degli Studi di Bari - Dipartimento di Scienze Agro-Ambientali e Territoriali. Il Prof Marasciulo, Capo Panel del Comitato di Assaggio riconosciuto dal MIPAAF, ha accompagnato con carisma e autorevolezza i numerosi partecipanti in un’esperienza sensoriale finalizzata a far comprendere a fondo il valore dell’olio extra vergine di oliva italiano.

Tra gli incontri istituzionali di maggiore rilievo, quello della delegazione italiana con il Console Generale d’Italia a Miami, Michele Mistò, un proficuo scambio e condivisione di intenti molto importante, arricchito dalla presenza dell’Onorevole Andrea Di Giuseppe, membro della Commissione Esteri della Camera dei Deputati. In Consolato era presente anche Carlo Angelo Bocchi, Direttore di Italian Trade Agency Miami che ha guidato gli imprenditori su una strada aperta fatta di collaborazioni, garantendo supporto e affiancamento nei loro futuri affari e scambi commerciali. “Poiché il FITCE – come sostiene Loiodice - rappresenta una vetrina di straordinaria importanza per il nostro Made in Italy, darà l’opportunità di stipulare fruttuosi accordi commerciali con aziende statunitensi e di altri Paesi americani partecipanti alla fiera”. Un’occasione di “rinnovamento dell’immagine del Made in Italy in ambito internazionale che riporta i nostri prodotti al centro dell’attenzione di mercati globali come quello statunitense”.

Unapol, in qualità di membro dell’Italian Delegation Made in Italy, desidera ringraziare per il prezioso supporto la Broward County Dipartimento dello Sviluppo degli Affari Economici e delle PMI della Florida con la società M.Ro Business Cooperation & Innovation Center, presieduta da Romina Nicoletti, che ha ottenuto l’incarico ufficiale in qualità di strategic partner del Fitce e il patrocinio del Ministero delle Imprese e del Made in Italy.

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


10/10/2023, 16:47
Profilo WWW
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 67876
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
UNAPOL e Finezza Italia presentano al Gustus la nuova linea di Sughi Pronti Selezione Monocultivar

L’olio extra vergine di oliva valorizzato come ingrediente principale della buona cucina



Continua il viaggio di UNAPOL, Unione Nazionale Associazioni Produttori Olivicoli, tra le fiere di settore del Bel Paese per diffondere la cultura dell’olio extra vergine di oliva, testimone di biodiversità e simbolo di qualità. In occasione del Gustus di Napoli, in programma dal 19 al 21 novembre, quest’opera di diffusione e sensibilizzazione farà un ulteriore passo in avanti.

Dalla collaborazione con Vestalia, azienda specializzata nella produzione di conserve alimentari, nascono i nuovi Sughi Pronti Selezione Monocultivar La Finezza. Ricette in cui l’olio extra vergine di oliva 100% italiano è finalmente protagonista, l’elemento principale, testimonianza di gusto e qualità.

L’idea è semplice e al tempo stesso dirompente, rappresenta un passo importante nel percorso di diffusione della cultura dell’olio EVO, sia nei confronti dei consumatori, sempre più consapevoli e informati, sia per quanto riguarda il mondo della produzione di qualità che sceglie ingredienti di valore.

È così che nasce la linea Selezione Monocultivar La Finezza, da filiera certificata Unapol. Una selezione di specifiche cultivar, che sposano i sapori della tradizione, con abbinamenti in grado di esaltare al meglio le materie prime del territorio, per consegnare ai consumatori ricette gustose e genuine, senza l’utilizzo di conservanti.

Anche l’impatto grafico del prodotto mette in primo piano il nome della cultivar, quale ingrediente fondamentale della preparazione.

Le prime tre ricette a base olio EVO monocultivar, presentate in anteprima al Gustus, saranno: Cultivar Ravece in Ragù Napoletano, Cultivar Coratina in Broccoli e Salsiccia e Cultivar Cerasuola in Pesce Spada e Melanzane.

Durante le giornate di fiera, lo stand La Finezza vedrà la partecipazione dello Chef Umberto Vezzoli, storico ambassador del brand, che presenterà in anteprima al pubblico la linea gourmet della selezione di sughi monocultivar, pronta ad affiancare nei prossimi mesi la linea classica.

“È un passo importante nella produzione di qualità e una scelta dal forte valore simbolico nata dal desiderio di rimettere al centro e valorizzare al massimo l’importanza dell’utilizzo dell’olio EVO di qualità nelle preparazioni. Gli oli non sono tutti uguali, ogni cultivar porta con sé i valori del territorio, caratteristiche organolettiche uniche in grado di valorizzare i diversi ingredienti delle ricette. Non potevamo scegliere miglior partner di Vestalia per la produzione di questa nuova linea, un’azienda che da subito ha colto l’importanza dell’olio EVO come la base da cui partire per portare sulle tavole degli italiani prodotti di qualità” dichiara Tommaso Loiodice, presidente Unapol”.

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


13/11/2023, 18:55
Profilo WWW
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 67876
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
Unapol per la Giornata Nazionale dell’Albero, Loiodice: “Ulivo ambasciatore di pace”



Nella Giornata Nazionale dell’Albero Tommaso Loiodice, Presidente Unapol – Unione Nazionale Produttori Olivicoli Italiani desidera esprimere un pensiero di speranza in un momento storico tristemente caratterizzato da conflitti bellici in varie parti del mondo.

Direttamente da Gustus, la fiera dell’agroalimentare di Napoli dove Unapol è presente in qualità di promotore delle monocultivar di olio extravergine d’oliva italiano, Loiodice afferma: “L’albero di ulivo è il simbolo della pace e come tale, deve essere ambasciatore di fratellanza e solidarietà. I teatri degli scontri, in Ucraina e in Palestina, sono territori dove l’ulivo è da sempre presente e rappresenta non solo fonte di sostentamento; il suo frutto è il bene che ha consentito a popoli diversi di avviare commerci, di conoscersi, di stringere alleanze”.

Storicamente, la Penisola di Crimea in Ucraina vanta un’antica tradizione olivicola grazie al suo clima temperato e mediterraneo. La Palestina conosce l’impiego dell’ulivo sin dall’antichità, con tracce archeologiche che fanno risalire le prime coltivazioni tra il 2000 e il 4000 a.C.

L’albero è portatore di vita ed è un simbolo potente: “Le piante ci nutrono e provvedono al sostentamento del pianeta non solo in termini alimentari, ma anche di qualità dell’ossigeno che respiriamo. E come l’ulivo, sono un simbolo che deve farci riflettere sulla fragilità del nostro ecosistema. Se osserviamo gli ulivi monumentali, giganti vegetali che hanno assistito e resistito allo scorrere dei secoli, non può che venirci in mente quanto la natura ci suggerisca armonia, pace, serenità. Che l’albero di ulivo possa unire i popoli, come sempre ha fatto, e che sia di buon auspicio per una risoluzione pacifica delle controversie internazionali alle quali tristemente assistiamo in questi giorni”.

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


20/11/2023, 18:26
Profilo WWW
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 19 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 21 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Designed by ST Software.

Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO

Informativa Privacy