Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 20/06/2024, 23:37




Rispondi all’argomento  [ 15 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
Lombricoltura e letame misto paglia 
Autore Messaggio
Sez. Lombricoltura
Sez. Lombricoltura

Iscritto il: 09/03/2011, 15:29
Messaggi: 857
Località: Bella Farnia, Sabaudia
Formazione: Laurea Economia
Rispondi citando
Un conto è garantire che nel cumulo di letame non si inneschino processi anaerobici altro è rivoltarlo di frequente. In quest'ultimo caso la fermentazione subisce un accelerazione che porta a un'eccessiva volatizzazione dell'azoto, in sostanza a un impoverimento delle qualità della matrice da impiegare come alimentazione. Il letame è pronto prima ma è anche più povero. Generalmente stoccato e gestito nel giusto modo dopo 6/7 settimane si possono iniziare a monitorare i valori di ph e temperatura partendo dagli strati superficiali e da quelli laterali

_________________
«Dubito ci siano molti altri animali che abbiano giocato un ruolo così importante nella storia del pianeta come i lombrichi», Charles Darwin
LombricolturaBellaFarnia www.lombricolturabellafarnia.it
Twitter:@lombricolturabf
FB: lombricoltura.bellafarnia


29/11/2016, 12:09
Profilo WWW

Iscritto il: 05/03/2013, 20:59
Messaggi: 53
Località: Montescaglioso (MT)
Formazione: Perito Industriale
Rispondi citando
la paglia è utile ,quella della lettiera va bene

_________________
" RIPULIAMO IL MONDO CON I LOMBRICHI"


01/08/2017, 14:10
Profilo WWW
Sez. Lombricoltura
Sez. Lombricoltura

Iscritto il: 09/03/2011, 15:29
Messaggi: 857
Località: Bella Farnia, Sabaudia
Formazione: Laurea Economia
Rispondi citando
Gallocedrone ha scritto:
la paglia è utile ,quella della lettiera va bene

Non bisogno però eccedere con le quantità, sia per ragioni fisiche che chimiche

_________________
«Dubito ci siano molti altri animali che abbiano giocato un ruolo così importante nella storia del pianeta come i lombrichi», Charles Darwin
LombricolturaBellaFarnia www.lombricolturabellafarnia.it
Twitter:@lombricolturabf
FB: lombricoltura.bellafarnia


01/08/2017, 15:03
Profilo WWW

Iscritto il: 05/03/2013, 20:59
Messaggi: 53
Località: Montescaglioso (MT)
Formazione: Perito Industriale
Rispondi citando
ingenuus ha scritto:
Gallocedrone ha scritto:
la paglia è utile ,quella della lettiera va bene

Non bisogno però eccedere con le quantità, sia per ragioni fisiche che chimiche



Certamente, come ben sai, la lettiera è parte integrante del letame o stallatico. Non ci si improvvisa allevatori, bisogna avere delle scuole in agraria oltre che molta esperienza per diventare ottimi allevatori. Nella valutazione delle produzioni di letame, da parte di un numeri di animali, vengono integrate anche le quantità di lettiere utilizzate per il benessere animale. Il Tassinari è esplicativo, ogni animale produce ogni anno tot quintali di deiezioni liquide e solide a cui si aggiungono tot quintali di paglia della lettiera. Quindi, quando parlo di paglia della lettiera non puoi dire che non bisogna eccedere con la paglia, un buon allevatore sa già di quanta paglia ha bisogno ogni animale presente in stalla. Il problema, secondo me, dipende dal fatto che ci si approccia alla lombricoltura senza nessuna scuola e senza nessuna esperienza, non dimentichiamoci che è comunque un allevamento.

_________________
" RIPULIAMO IL MONDO CON I LOMBRICHI"


03/08/2017, 13:52
Profilo WWW
Sez. Lombricoltura
Sez. Lombricoltura

Iscritto il: 09/03/2011, 15:29
Messaggi: 857
Località: Bella Farnia, Sabaudia
Formazione: Laurea Economia
Rispondi citando
Gallocedrone ha scritto:
ingenuus ha scritto:
Gallocedrone ha scritto:
la paglia è utile ,quella della lettiera va bene

Non bisogno però eccedere con le quantità, sia per ragioni fisiche che chimiche



Certamente, come ben sai, la lettiera è parte integrante del letame o stallatico. Non ci si improvvisa allevatori, bisogna avere delle scuole in agraria oltre che molta esperienza per diventare ottimi allevatori. Nella valutazione delle produzioni di letame, da parte di un numeri di animali, vengono integrate anche le quantità di lettiere utilizzate per il benessere animale. Il Tassinari è esplicativo, ogni animale produce ogni anno tot quintali di deiezioni liquide e solide a cui si aggiungono tot quintali di paglia della lettiera. Quindi, quando parlo di paglia della lettiera non puoi dire che non bisogna eccedere con la paglia, un buon allevatore sa già di quanta paglia ha bisogno ogni animale presente in stalla. Il problema, secondo me, dipende dal fatto che ci si approccia alla lombricoltura senza nessuna scuola e senza nessuna esperienza, non dimentichiamoci che è comunque un allevamento.


Intendo non eccedere con la paglia presente nel letame da dare in pasto ai lombrichi, non con la paglia da dare agli animali come base della loro lettiera. Ti rispondo volentieri se non avevi compreso il senso del mio intervento, e spero che ora sia più chiaro. Se è solo per alimentare polemiche ad arte ti anticipo che non saranno consentite repliche pretestuose. Se non sono stato chiaro chiedi pure e sarò lieto di trovare il modo per spiegarmi meglio

_________________
«Dubito ci siano molti altri animali che abbiano giocato un ruolo così importante nella storia del pianeta come i lombrichi», Charles Darwin
LombricolturaBellaFarnia www.lombricolturabellafarnia.it
Twitter:@lombricolturabf
FB: lombricoltura.bellafarnia


03/08/2017, 14:33
Profilo WWW
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 15 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Designed by ST Software.

Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO

Informativa Privacy