Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 18/07/2024, 20:34




Rispondi all’argomento  [ 5 messaggi ] 
Ho bisogno di aiuto per una ricerca universitaria! 
Autore Messaggio

Iscritto il: 20/09/2023, 20:15
Messaggi: 1
Rispondi citando
Ciao a tutti,
questo è il mio primo post per i motivi che potrete intuire adesso.
Sono uno studente universitario e per un progetto ho bisgono di raccogliere più informazioni possibili sul mercato italiano degli amari e dei distillati.
In particolare, dobbiamo analizzare storia, percorso, e tendenze nel mercato. Siccome purtroppo non ne so benissimo, se qualcuno vuole darci una mano io e il mio gruppo di lavoro saremmo molto felici.

Ci servirebbe avere un elenco di amari italiani o stranieri artigianali, emergenti, magari che si sono distinti; amari di nicchia che conoscete solo voi; amari molto apprezzati dagli appassionati ma poco conosciuti dalla massa; amari particolari che si distinguono per caratteristiche davvero uniche; tendenze di mercato degli ultimi anni che avete notato.

Il nostro studio si focalizzerà su più amari possibili e immaginabili, ma quelli più famosi ovviamente possiamo cercarceli facilmente da noi. Un aiuto di esperti sarebbe fondamentale per indirizzarci al meglio.

Grazie in anticipo!


20/09/2023, 20:23
Profilo
Sez. Industria Enologica
Sez. Industria Enologica
Avatar utente

Iscritto il: 05/12/2009, 22:37
Messaggi: 3319
Località: Mildura (Australia)
Formazione: Enologo
Rispondi citando
Vecchio amaro del Capo
Fernet

Barolo chinato e' un vino aromatizzato tuttavia per il suo uso può essere considerato un digestivo

Ciao AMrco

_________________
Marco Sollazzo

"L'acqua di un fiume si adatta al cammino possibile, senza dimenticare il proprio obiettivo: il mare."

La Fermentazione alcolica: http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_num_1_2014_issuu/47?e=10353070/8586664
I solfiti in enologia: http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_num2_2015_issuu/41?e=10353070/10697222
La Fermentazione malolattica: http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_num3_issuu/45?e=10353070/13515284
Il Vino Fai da Te: http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_num4_issuu/38?e=10353070/32332678
Le Analisi del Vino: http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_nr_5_issuu/43?e=10353070/36962323
La gestione del vino dopo la fermentazione alcolica: https://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_6_issuu/40
Elementi pratici per la filtrazione del vino: https://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_gennaio_2018_issuu/34
Gli errori più comuni nella produzione di vino: https://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_luglio_2018_issuu/35
Le sostanze polifenoliche nel vino: https://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_gennaio_2019/28
Imbottigliamento e stabilizzazione tartarica: https://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_luglio_2019/24
L'instabilità proteica nei vini: https://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_dicembre2020/25


20/09/2023, 23:46
Profilo

Iscritto il: 18/09/2022, 10:54
Messaggi: 165
Località: Agliano Terme, AT
Rispondi citando
amaro dei murazzi


21/09/2023, 9:27
Profilo

Iscritto il: 06/07/2011, 16:13
Messaggi: 3166
Località: Cureggio (NO)
Formazione: laurea in informatica
Rispondi citando
Qua in Piemonte, specialmente nella zona di Torino, c'è stata l'esplosione dei vermouth qualche anno fa e sono nate diverse nuove realtà oltre alle case "storiche", con una ricerca su internet dovresti trovarne un po'.
Come il barolo chinato anche il vermouth è considerato un vino aromatizzato, ma data la gradazione tra i 16 e i 18 gradi può essere assimilabile anche ad un digestivo. Case storiche sicuramente Cocchi e Carpano.

Più vicino alla mia zona (Novara/Biella) ti potrei indicare Major (che fa gin sul lago Maggiore, non so se fa altri distillati) e il liquorificio Rapa Giovanni in provincia di Biella, questo è abbastanza di nicchia ma conosciuto dagli appassionati, fa parecchi liquori sia tradizionali (ratafià, genepì) sia liquori su ricette proprietarie


21/09/2023, 9:35
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 08/01/2020, 14:31
Messaggi: 63
Località: Livorno
Rispondi citando
E' un campo molto vasto, penso esistano tanti amari in Italia quanti sono i Comuni.
A Livorno dove abito c'è stata una lunga tradizione di produzione di amari a cominciare dal mitico Rumme (quello per fare il ponce, prodotto da Vittori ora proprietà Arcaffé) fino all'amaro Galliano (giallo come il liquore Strega).
Credo che con un po' di ricerca possiate trovare qualcuno che si è preso la briga di scrivere una storia di distillerie e liquorifici labronici. Se trovo qualcosa lo posto qui.
Recentemente poi c'è stato un boom di riscoperta e revival (un po' come per il vermouth in Piemonte) e in molti si sono messi a produrre amari secondo fantomatiche ricette trovate in fondo ai cassetti o tramandate dai bisnonni. Quelli che ci hanno saputo fare di più in termine di marketing e branding sono i produttori dell'Amaro Artista, ricetta "livornese" ma prodotto in Piemonte (su commissione immagino).

Quest'estate ho avuto modo di comprare l'Amaro Argentarium, prodotto per i monaci del Monte Argentario (GR) dal ristornate che si trova di fronte al convento secondo una ricetta tradizionale. Un amaro parecchio alcolico e schietto, niente a che vedere con i dolcioni che si trovano in commercio.


21/09/2023, 14:45
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 5 messaggi ] 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Designed by ST Software.

Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO

Informativa Privacy