Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 15/05/2021, 13:33




Rispondi all’argomento  [ 9 messaggi ] 
Impianto vigneto 
Autore Messaggio

Iscritto il: 09/02/2015, 15:39
Messaggi: 37
Località: Sant'Angelo dei Lombardi (AV)
Formazione: Perito Industriale
Rispondi citando
Buongiorno a tutti.
Chiedo consiglio su che tipo di pali in metallo utilizzare per il vigneto a spalliera in fase di impianto. Tra quelli visti, quello che che piace di più per l'impatto visivo e quello in acciaio Corten. Tuttavia non so che spessore, che larghezza, lunghezza a che distanza posarli (file lunghe circa 60 m con distanza viti di 0,9m) devo chiedere e quindi quanti pali ordinare. Anche la tipologia dell'asola porta filo, se è da preferire quella interna o quella esterna.
Pensavo di metterli il prossimo anno ma visto che devo piantare le barbatelle con la mototrivella penso sia è opportuno fare il lavoro contemporaneamente se il budget lo consentirà.
Ringrazio in anticipo per i consigli.
Antonino


28/04/2021, 7:35
Profilo
Sez. Tartufi
Sez. Tartufi
Avatar utente

Iscritto il: 16/01/2008, 1:19
Messaggi: 5917
Località: Sesto F.no (FI)
Formazione: Perito agrario e Dott. in Tut. e Gest. delle Ris. Faunistiche
Rispondi citando
Ciao di che superficie stai parlando? Le testate come le vuoi fare?
Per quanto riguarda le tipologie di pali ce ne sono centinaia... difficile dare un consiglio così senza sapere niente :)
Alcune cose vanno a gusto personale, altre dal tipo di gestione del vigneto e dall'investimento che si vuole fare.

Il corten purtroppo dicono abbia un problema... che su pali di spessore limitato (come i profilati in acciaio) la parte interrata non riesca a durare per l'intera vita dell'impianto; per ovviare a ciò da qualche anno hanno cominciato a fare i profilati zincati a caldo per la parte che va interrata ed in corten per la parte fuori terra. In alternativa ci sono anche gli zincati a caldo e verniciati, così da dare lo stesso effetto del corten (visivamente parlando).

_________________
Saluti,
Flavio.


E' uscito il numero 12 di "TerrAmica", la Rivista dell'Associazione di Agraria.org!
Sfoglialo subito, è gratis! >>


28/04/2021, 10:41
Profilo

Iscritto il: 09/02/2015, 15:39
Messaggi: 37
Località: Sant'Angelo dei Lombardi (AV)
Formazione: Perito Industriale
Rispondi citando
Ciao Flavio.
Si tratta di 8 filari lunghi circa 60 m.
Il fornitore a cui mi sono rivolto mi ha consigliato pali in Corten. Per le testate 50x45x2650 e spessore 2 mm. Quelli intermedi 60x40x2500 spessore 1,8 mm.
Mi sembrano un po' piccoli quelli di testata. Per la distanza ha consigliato ogni 6 viti (5,4 m).
Secondo me ha solo questi disponibili.
Grazie.
Ciao


28/04/2021, 12:04
Profilo
Sez. Tartufi
Sez. Tartufi
Avatar utente

Iscritto il: 16/01/2008, 1:19
Messaggi: 5917
Località: Sesto F.no (FI)
Formazione: Perito agrario e Dott. in Tut. e Gest. delle Ris. Faunistiche
Rispondi citando
Per la distanza fra i pali intermedi, secondo me va bene; per le testate, nutro il tuo stesso dubbio, anche se l'ho visto qualche nuovo impianto in quel modo.
Per le testate, se vuoi usare quelli di ferro, io li metterei di spessore maggiore; altrimenti vai con il classico palo di castagno 10/12, anche se ovviamente avrà una durata inferiore di quelli di ferro (di spessore adeguato). L'aspetto positivo invece è che è molto più bello.

Che forma di allevamento vuoi dare al nuovo impianto? Altezza dei filari? Altezza del fino di banchina? E sopra quanti semplici e quante coppie? Tutori?

_________________
Saluti,
Flavio.


E' uscito il numero 12 di "TerrAmica", la Rivista dell'Associazione di Agraria.org!
Sfoglialo subito, è gratis! >>


29/04/2021, 23:24
Profilo

Iscritto il: 09/02/2015, 15:39
Messaggi: 37
Località: Sant'Angelo dei Lombardi (AV)
Formazione: Perito Industriale
Rispondi citando
Ciao Flavio
Non sono riuscito a trovare disponibili i pali. Quindi li metterò con calma per fine estate.
I pali in legno sono molto belli ma preferisco la resistenza del metallo unità alla praticità della gestione fili.
Per i fili pensavo filo portante a 90 cm poi altre tre coppie a 120 150 e 180 da terra.
A questi aggiungerei un ulteriore filo a 70 cm per l'ala gocciolante.
Sempre sui pali non so se preferire quelli con ganci interni o esterni.
Ciao


01/05/2021, 17:59
Profilo

Iscritto il: 09/02/2015, 15:39
Messaggi: 37
Località: Sant'Angelo dei Lombardi (AV)
Formazione: Perito Industriale
Rispondi citando
Ieri sono riuscito a mettere tutte le barbatelle. Fatto il foro con la mototrivella inserite le barbatelle leggermente spuntate e coperte le radici con terriccio e sabbia quindi ricoperto il tutto con il terreno.
Ora sto valutando quale Ala gocciolante mettere. Il terreno è leggermente in pendenza circa 3 m di dislivello sui 60 m di lunghezza filo. Secondo voi è necessario un'ala gocciolante autocompensante o se ne può fare a meno? Inoltre i gocciolatoi con quale passo metterli? Le viti hanno una distanza di 90 cm.


01/05/2021, 18:09
Profilo
Sez. Tartufi
Sez. Tartufi
Avatar utente

Iscritto il: 16/01/2008, 1:19
Messaggi: 5917
Località: Sesto F.no (FI)
Formazione: Perito agrario e Dott. in Tut. e Gest. delle Ris. Faunistiche
Rispondi citando
Ma il terreno lo avevi già scassato prima? Hai fatto una concimazione di fondo?
Per quanto riguarda l'ala gocciolante, dipende da come e quanto vuoi irrigare; hai una pressione giusta per quella autocompensante? Vuoi fare solamente irrigazione di soccorso nel primo anno (max 2) o vuoi irrigare costantemente negli anni?

_________________
Saluti,
Flavio.


E' uscito il numero 12 di "TerrAmica", la Rivista dell'Associazione di Agraria.org!
Sfoglialo subito, è gratis! >>


03/05/2021, 22:04
Profilo

Iscritto il: 09/02/2015, 15:39
Messaggi: 37
Località: Sant'Angelo dei Lombardi (AV)
Formazione: Perito Industriale
Rispondi citando
Ciao Flavio.
Il terreno è stato adeguatamente preparato: concimazione di fondo con letame, scasso con escavatore lo scorso agosto. A fine febbraio vangatura seguita da una fresatura. Poi , proprio in occasione della messa a dimora delle barbatelle, la pioggia ha ritardato tutto dovendo ricorrere alla mototrivella anziché forchetta.
Comunque il lavoro è stato fatto spero bene.
Ho ampia disponibilità idrica per cui farei irrigazione quando necessario.
Solo che vorrei sapere che dimensione dei tubi mettere e che gocciolatoi utilizzare.
Grazie
Ciao


04/05/2021, 21:15
Profilo
Sez. Tartufi
Sez. Tartufi
Avatar utente

Iscritto il: 16/01/2008, 1:19
Messaggi: 5917
Località: Sesto F.no (FI)
Formazione: Perito agrario e Dott. in Tut. e Gest. delle Ris. Faunistiche
Rispondi citando
Bene :)
Allora vai di ala gocciolante autocompensante, per quanto riguarda il passo scegli tu in base a quanto vuoi che sia capillare l'irrigazione; in realtà in base al diametro, la portata ed il passo si può determinare la lunghezza max del tubo che puoi avere, ma nel tuo caso mi sembra di aver capito che sono filari corti, quindi nessun problema. In prossimità delle testate dovrai avere un tubo più grosso (nel tuo caso credo che 1 pollice possa bastare) da dove far partire le ale gocciolanti dei filari; metti una valvolina in corrispondenza di ogni ala gocciolante, così avrai eventualmente anche la possibilità di irrigare a settori. Ovviamente metti anche un filtro opportuno a monte dell'impianto (che andrebbe scelto in base all'acqua che utilizzi).

_________________
Saluti,
Flavio.


E' uscito il numero 12 di "TerrAmica", la Rivista dell'Associazione di Agraria.org!
Sfoglialo subito, è gratis! >>


04/05/2021, 23:06
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 9 messaggi ] 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Designed by ST Software.

Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO

Informativa Privacy