Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 19/09/2018, 15:49




Rispondi all’argomento  [ 15 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
gennaio freddissimo 
Autore Messaggio

Iscritto il: 11/01/2015, 10:28
Messaggi: 24
Località: toscana valdarno superiore
Rispondi citando
Salve a tutti, la mia esperienza con le api è ancora molto limitata, questo è solo il secondo inverno ed è veramente tosto, come credo anche per voi. Dalle mie parti, valdarno superiore, siamo praticamente sotto zero da una decina di giorni, non ha nevicato e non so se è un bene o un male. Comunque, le famiglie hanno scorte e le ho strette il più possibile. Ho fatto l'ossalico prima di natale, poi non le ho più controllate visto il freddo che è venuto. Un paio di famiglie e qualche sciame erano debolucce e temo che non ce la faranno.
Ho del candito, ma non so se serve perchè in teoria le scorte ce le avevano, poi i cassettini portasciami dovrei aprirli per darglielo.. Quello che temo di più però è che non escono da giorni e giorni e gioco forza defecano nell'arnia..poi mi chiedo come riescano a trovare acqua..?
Guardando le previsioni, pare che il freddo possa durare ancora a lungo, almeno tutta la prossima settimana. Ma ho letto anche che pure febbraio potrebbe essere freddo. Domanda, posso fare qualcosa o devo solo aspettare che alzino le temperature e vedere cosa è successo?


14/01/2017, 19:19
Profilo
Sez. Api
Sez. Api
Avatar utente

Iscritto il: 07/04/2010, 20:30
Messaggi: 3714
Località: Cisterna di Latina
Rispondi citando
Ciao Luca, Un inverno "veramente tosto" vuol dite tre mesi di temperature negative, con punte di meno venti e un metro di neve :D
Se le api hanno scorte, come dici, dieci giorni di freddo non creano alcun problema. Le famigliole nei portasciami, specialmente se di polistirolo, se la caveranno alla grande, sempre che non si tratti di un telaino mal coperto, caso in cui freddo o non freddo difficilmente vedranno la primavera.
Per quanto riguarda defecare nell'arnia, se lo fanno dopo dieci giorni sarà per colpa di qualche patologia, non certo per la clausura, e comunque c'è sempre qualche sprazzo di sole con temperature bastevoli per un breve volo di "purificazione". L'acqua, se serve, la recuperano dalle pareti, nei posti più freddi, o dalla parti in metallo, dove si condensa.
Cosa fare per aiutarle in questo periodo? Mettiti l'anima in pace e leggi qualche bel libro :)

_________________
http://www.agraria.org/apicoltura.htm - Atlante di Apicoltura

Il Grande Fratello non ci osserva. Il Grande Fratello canta e balla. Tira fuori conigli dal cappello... (Chuck Palahniuk)


14/01/2017, 21:37
Profilo

Iscritto il: 11/01/2015, 10:28
Messaggi: 24
Località: toscana valdarno superiore
Rispondi citando
grazie della risposta obombo ;)


15/01/2017, 8:57
Profilo

Iscritto il: 11/01/2015, 10:28
Messaggi: 24
Località: toscana valdarno superiore
Rispondi citando
oggi ho trovato alcune arnie rovesciate dal vento, purtroppo la postazione è abbastanza esposta alla tramontana e questi ultimi due giorni ha soffiato molto forte. fortunatamente le api erano ancora vive, chiaramente non ho potuto cercare le regine visto il freddo. vorrei chiedere due cose, la prima è se le casse si possono spostare in inverno o è meglio non muoverle ora che sono in glomere. la seconda, se non posso spostarle, cosa posso fare per cercare di evitare che si ripeta. sui tettucci delle arnie volate via avevo messo dei grossi sassi pensando che il maggior peso le avrebbe difese dal vento, invece non vorrei che alla fine il vento sia entrato sotto i tettucci che non volando via hanno fatto tipo vela..ad altre casse vicine senza pesi sopra, sono volati via solo i tetti.
grazie a chi vorrà rispondere
saluti


18/01/2017, 16:17
Profilo
Sez. Api
Sez. Api
Avatar utente

Iscritto il: 07/04/2010, 20:30
Messaggi: 3714
Località: Cisterna di Latina
Rispondi citando
Se si tratta di brevi distanza conviene senz'altro spostare gli alveari nei periodi di inattività (più sono lunghi, meglio è) delle api, preferibilmente in giornate fredde ma comunque con temperature positive, per permettere il riformarsi del glomere nel caso si dovesse disgregare per colpa di scossoni. Se si tratta invece di spostamenti più lunghi, oltre i due, tre chilometri, meglio aspettare le giornate più calde.

_________________
http://www.agraria.org/apicoltura.htm - Atlante di Apicoltura

Il Grande Fratello non ci osserva. Il Grande Fratello canta e balla. Tira fuori conigli dal cappello... (Chuck Palahniuk)


21/01/2017, 0:37
Profilo

Iscritto il: 11/01/2015, 10:28
Messaggi: 24
Località: toscana valdarno superiore
Rispondi citando
Grazie Obombo. Quindi, se ho capito bene, col fatto che fa freddo e volano comunque poco o nulla, si possono spostare a poca distanza senza problemi?


21/01/2017, 22:50
Profilo
Sez. Api
Sez. Api
Avatar utente

Iscritto il: 07/04/2010, 20:30
Messaggi: 3714
Località: Cisterna di Latina
Rispondi citando
Sì ma a condizione che la clausura dovuta al freddo si protragga per parecchi giorni, altrimenti, se il giorno dopo lo spostamento le temperature permettono il volo delle api, te le ritrovi tutte al vecchio posto.

_________________
http://www.agraria.org/apicoltura.htm - Atlante di Apicoltura

Il Grande Fratello non ci osserva. Il Grande Fratello canta e balla. Tira fuori conigli dal cappello... (Chuck Palahniuk)


22/01/2017, 0:38
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 01/03/2016, 11:59
Messaggi: 495
Località: Prealpi Lombarde 550m.s.l.m. USDA 7A
Formazione: Perito aeronautico
Rispondi citando
Ciao, mi ricollego qui.
Vivo in un fondovalle prealpino, abbastanza freddo in inverno, con minime quasi sempre negative e massime anche in gennaio comunque quasi sempre positive (giornate di ghiaccio in un anno sono al massimo 3 o 4).

Siccome ho comprato 3 arnie ed in primavera prenderò altrettanti sciami, vorrei arrivare preparato all'inverno e portarle tutte sane e salve alla primavera dopo, ma non trovo niente riguardo alle temperature che fanno piu o meno male alle api.

Ad esempio se ad inizio inverno, ricopro l'arnia con materiale isolante (eps da 10 cm) e stringo la famiglia mediante un pezzo di eps da usare come diaframma, puo migliorare la condizione all'interno dell'arnia? A che tempereatura negativa le api muoiono? Non posso permettermi di spostarle, anche perche potrei portarle vicino a casa ma il clima resterebbe quello, grado piu grado meno.

Sul libro ed in rete non ho trovato niente riguardo ad una minima coibentazione dell'arnia, forse perchè non serve a niente?

_________________
Dati METEO in diretta dalla mia stazione meteo professionale: http://www.centrometeolombardo.com/content.asp?contentid=7231&ContentType=Stazioni


Vola solo chi osa farlo.


18/09/2017, 10:08
Profilo

Iscritto il: 20/10/2014, 20:45
Messaggi: 261
Località: Torino
Rispondi citando
Hanno scorte? Miele chiaro o tutto di agosto settembre?


18/09/2017, 13:37
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 01/03/2016, 11:59
Messaggi: 495
Località: Prealpi Lombarde 550m.s.l.m. USDA 7A
Formazione: Perito aeronautico
Rispondi citando
Ciao, non ho ancora le api, mi sto solo informando perchè ho paura che possano morire di freddo.

_________________
Dati METEO in diretta dalla mia stazione meteo professionale: http://www.centrometeolombardo.com/content.asp?contentid=7231&ContentType=Stazioni


Vola solo chi osa farlo.


18/09/2017, 14:26
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 15 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Designed by ST Software.

Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO

Informativa Privacy