Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 23/06/2024, 11:09




Rispondi all’argomento  [ 7 messaggi ] 
Micorrizzazione piante adulte 
Autore Messaggio

Iscritto il: 15/10/2016, 13:34
Messaggi: 363
Rispondi citando
Ciao a tutti. In un noto sito dedicato ai tartufi (non cito il link per non fare pubblicità) ho trovato esposto un esperimento del 1965 di micorrizzazione di piante adulte con magnatam pico in cui alcune radichette micorrizzate col costoso tuber venivano messe a contatto con la radice di una pianta adulta non micorrizzata e ben disinfettata, il tutto all'interno di un recipiente riempito di terra di tartufaia sterilizzata e poliacrilamide granulare (un polimero che mantiene pressochè costante l'umidità). Il citato esperimento riporterebbe risultati positivi nel 50% dei casi e primi tartufi già dopo un anno. Volevo chiedere agli esperti, che ne pensate? Vi risulta che siano stati fatti altri esperimenti simili a questo? Non sarebbe più semplice comprare piante, se non adulte, grandicelle, e micorrizzarle con questa tecnica in campo all'impianto o l'anno seguente?


20/10/2016, 14:43
Profilo

Iscritto il: 02/10/2012, 12:16
Messaggi: 3385
Località: abruzzo
Formazione: Maestro di musica
Rispondi citando
Ciao, di per se la spora del Magnatum e di difficile germinazione ma non impossibile...ma il vero problema e che con il passare del tempo la perdono! L unico modo per avere un risultato certo e andare a lavorare in un sito dove già produce..lavorando con ecotipo/tartufo srmenziali...del posto! Diffidate da altri metodi! . Saluti

_________________
Azienda Agricola MicoVivai
Produzione piante da tartufo certificate.
www.micovivai.it
@micovivai


20/10/2016, 21:08
Profilo

Iscritto il: 15/10/2016, 13:34
Messaggi: 363
Rispondi citando
Ciao, ero a conoscenza del fatto che le spore di magnatum difficilmente attecchiscono, che i tuber pregiati formano micorrize poco competitive verso gli altri funghi, e ho letto di recente che i risultati migliori si sono ottenuti con inoculo di poltiglie di tuber locali ben maturi, ma ho letto anche che le piante micorrizzate vendute non danno, nonostante le certificazioni, risultati apprezzabili o garanzie, per questo mi è sembrato fin troppo positivo il risultato vantato nell'esperimento di prossimazione delle radici su una pianta ospite adulta... Mi chiedevo quindi se non ci siano dei vantaggi non ben identificati nel lavorare su piante già grandi piuttosto che aspettare i dieci anni (se va bene) di cui si parla per il magnatum inoculato nelle piantine piccole.


20/10/2016, 23:44
Profilo

Iscritto il: 15/10/2016, 13:34
Messaggi: 363
Rispondi citando
Ahhh, tu vuoi dire che magari l'esperimento può funzionare ma la micorriza non viene mantenuta nel tempo e che è più affidabile l'inoculo sporale con poltiglia di un tuber "autoctono"... allora mi chiedo, e se si pratica l'esperimento ma con radichette di tuber prelevate da piante micorrizzate con ecotipi locali? C'è la possibilità che la produzione inizi realmente prima (lavorando su piante di tre quattro anni)?


22/10/2016, 9:59
Profilo

Iscritto il: 02/10/2012, 12:16
Messaggi: 3385
Località: abruzzo
Formazione: Maestro di musica
Rispondi citando
proforum74 ha scritto:
Ahhh, tu vuoi dire che magari l'esperimento può funzionare ma la micorriza non viene mantenuta nel tempo e che è più affidabile l'inoculo sporale con poltiglia di un tuber "autoctono"... allora mi chiedo, e se si pratica l'esperimento ma con radichette di tuber prelevate da piante micorrizzate con ecotipi locali? C'è la possibilità che la produzione inizi realmente prima (lavorando su piante di tre quattro anni)?

Ciao, non fasciarti la testa se fosse possibile ....da tempo l avremo coltivato non pensi? L unico modo e avere una tartufaia naturale di bianco di tua proprietà che produce in quel caso come già detto si potrebbe optare per tante soluzioni. Saluti

_________________
Azienda Agricola MicoVivai
Produzione piante da tartufo certificate.
www.micovivai.it
@micovivai


23/10/2016, 12:07
Profilo

Iscritto il: 15/10/2016, 13:34
Messaggi: 363
Rispondi citando
Beh dai io ci provo, poi ad arrendermi faccio sempre in tempo. Grazie comunque, ti ho letto spesso sul forum e so che la tua parola ha un peso non indifferente, quindi grazie delle risposte!


23/10/2016, 14:51
Profilo

Iscritto il: 21/02/2022, 13:15
Messaggi: 2
Località: Verona
Rispondi citando
Salve,

ha avuto esiti positivi con l'esperimento? Io vorrei provare lo stesso in un ostrieto con roverelle. Se ha consigli da dare sono tutto orecchi!

Saluti, Marco


21/02/2022, 13:20
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 7 messaggi ] 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Designed by ST Software.

Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO

Informativa Privacy