Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 26/02/2020, 9:18




Rispondi all’argomento  [ 11 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Domande preliminari 
Autore Messaggio

Iscritto il: 19/09/2018, 18:29
Messaggi: 18
Località: Terni
Rispondi citando
Buonasera, sto valutando la possibilità di piantare una nuova tartufaia. Il terreno è però attualmente adibito a noceto da legna, quindi andrebbero tolte (ma ormai hanno 25/30 anni, quindi è ora) e successivamente preparato il terreno. Qui la prima domanda, è possibile piantare una tartufaia dove prima c'era il noceto? che tipo di lavorazioni andrebbero fatte? non vorrei che l'apparato radicale sviluppato dalle noci crei problemi alla tartufaia e penso che questo aspetto sia fondamentale anche prima delle analisi. Il terreno è inoltre esposto a sud-est con una pendenza accentuata ( circa 20/25%) e nella boschetto vicino si trova sicuramente (anche se non molto) scorzone.
Grazie a tutti!


29/07/2019, 16:02
Profilo

Iscritto il: 15/05/2016, 21:06
Messaggi: 429
Località: Udine
Rispondi citando
Dopo una coltivazione a noce io non ti consiglio proprio una tartufaia.....
Il noce rilascia una sostanza chimica (juglone) che impedisce lo sviluppo di altre piante e non ho idea di quanto tempo ci voglia perché il terreno possa smaltire tale sostanza.
Poi sarebbe una vera impresa togliere tutte le ceppaie e dovresti passare di ripper per diverso tempo per togliere ed eliminare tutte le radici e considerando che è un terreno in pendenza l'impresa sarebbe bella ardua.....


29/07/2019, 20:39
Profilo

Iscritto il: 19/09/2018, 18:29
Messaggi: 18
Località: Terni
Rispondi citando
Grazie mille, in effetti avevo letto anche io dello juglone contenuto nei malli delle noci, tuttavia essendo noci da legno ne producono sempre o 0 o pochissime. Chiaramente lascerei il terreno a riposo per un periodi (un anno, due?). Qualcuno ha avuto esperienze del genere?
In alternativa vicino al noceto c'è una vigna abbandonata che potrebbe essere utilizzata per la tartufaia.


30/07/2019, 8:09
Profilo

Iscritto il: 15/05/2016, 21:06
Messaggi: 429
Località: Udine
Rispondi citando
Non ho idea dei tempi di decadenza della sostanza , sicuramente ex vigna da preferire se le analisi preliminari dovessero dare risultati soddisfacenti.


30/07/2019, 20:46
Profilo

Iscritto il: 07/11/2016, 13:54
Messaggi: 274
Rispondi citando
Una volta rimosse le ceppaie , bisogna fare una bella aratura profonda e ripeterla per qualche anno. Con la vigna sicuramente si fa prima basta una bella aratura e lasciare a riposo un anno


31/07/2019, 22:27
Profilo

Iscritto il: 07/11/2016, 13:54
Messaggi: 274
Rispondi citando
comunque data l'esposizione ( sud ) anche se non hai specificato altitudine e analisi chimica del terreno, non sembra un gran terreno considerando anche la forte pendenza.


01/08/2019, 14:18
Profilo

Iscritto il: 19/09/2018, 18:29
Messaggi: 18
Località: Terni
Rispondi citando
Grazie per le risposte, l'altitudine è circa 250/300m slm. Vi chiedo da inesperto (e dovendo ancora scegliere il terreno) quale è l'esposizione migliore? perchè sono da evitare terreni in pendenza (oltre che per l'ovvia maggiore difficoltà di lavorazione)? Grazie!


02/08/2019, 17:53
Profilo

Iscritto il: 07/11/2016, 13:54
Messaggi: 274
Rispondi citando
I terreni in pendenza proprio per difficoltà nel lavorarli, costo di un impianto di irrigazione. Per cui si riducono le possibili scelte.


03/08/2019, 9:35
Profilo

Iscritto il: 07/11/2016, 13:54
Messaggi: 274
Rispondi citando
Terreni esposti a sud sono molto soleggiati idonei a tartufi come il melanosporum o estivo per esempio, altri prediligono l' ombra come il bianco il nero liscio o l' uncinato. Ma differisco anche nella tipologia di terreno, per cui in base all' esposizione e tipologia di terreno si scartano quelli meno idonei. Spero di averti chiarito il concetto.


03/08/2019, 9:47
Profilo

Iscritto il: 02/10/2012, 12:16
Messaggi: 3368
Località: abruzzo
Formazione: Maestro di musica
Rispondi citando
fiat605 ha scritto:
Buonasera, sto valutando la possibilità di piantare una nuova tartufaia. Il terreno è però attualmente adibito a noceto da legna, quindi andrebbero tolte (ma ormai hanno 25/30 anni, quindi è ora) e successivamente preparato il terreno. Qui la prima domanda, è possibile piantare una tartufaia dove prima c'era il noceto? che tipo di lavorazioni andrebbero fatte? non vorrei che l'apparato radicale sviluppato dalle noci crei problemi alla tartufaia e penso che questo aspetto sia fondamentale anche prima delle analisi. Il terreno è inoltre esposto a sud-est con una pendenza accentuata ( circa 20/25%) e nella boschetto vicino si trova sicuramente (anche se non molto) scorzone.
Grazie a tutti!

Ciao, le noci non portano problemi ad un futuro impianto perché pianta non simbionte, l unica preoccupazione è togliere le ceppaia ed eseguire più rippature per eliminare radici e arieggiare il terreno, la noce come il castagno tende ad abbassare il PH. Non ti consiglio di farlo subito ma far passare almeno un estate, differentemente se hai già disboscato inizio estate 2019. Per l estivo vanno bene tutte le esposizione e il sesto d impianto che cambia a secondo come gira il sole! Saluti angelo

_________________
Azienda Agricola MicoVivai
Produzione piante da tartufo certificate.
www.micovivai.it
@micovivai


04/08/2019, 21:42
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 11 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Designed by ST Software.

Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO

Informativa Privacy