Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 03/12/2021, 15:33




Rispondi all’argomento  [ 7 messaggi ] 
Redditività terreno agricolo 
Autore Messaggio

Iscritto il: 16/01/2014, 21:27
Messaggi: 7
Località: Roma
Rispondi citando
Buongiorno a tutti,
sto cercando di capire se 4 ettari di terreno coltivato da terzisti possano rendere diciamo 10000 euro l'anno netti.
Supponiamo di avere un terreno della superficie indicata, buona esposizione, acqua, in zona maremma viterbese e di non avere i mezzi per coltivarlo, facendolo coltivare da terzi e vendendo al migliore offerente secondo voi, riesce a rendere una cifra vicino ai 10000€?
Grazie GME


02/09/2014, 9:21
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 30/07/2014, 17:55
Messaggi: 286
Località: Made in Sicily
Formazione: Laurea
Rispondi citando
Nothing impossible!!! Ma facci almeno capire che tipo di coltura vorresti impiantare..
Detto ciò, il tuo ragionamento risulta troppo semplificato, è scontato dirti che per ricavare degli introiti bisogna innanzitutto investire, nel tuo caso potresti anche raggiungere le cifre da te indicate, ma dovresti anche tenere in considerazione i costi di preparazione e impianto (elevati nel caso di vigneto/frutteto/uliveto), i tempi sicuramente non brevi prima di entrare in produzione, il lavoro per la valorizzazione del prodotto che vorresti andare a vendere (filiera corta per massimizzare i margini di guadagno) ... insomma volendo si può anche guadagnare bene, ma credo che con l'idea "ho 4 ettari e li faccio coltivare in conto terzi" non ricaverai molto.
In bocca al lupo ;)


02/09/2014, 13:31
Profilo

Iscritto il: 16/01/2014, 21:27
Messaggi: 7
Località: Roma
Rispondi citando
Sono chiaramente in una fase progettuale ed è con voi che voglio/vorrei scogliere tutti questi nodi. :D

Per quanto mi riguarda posso coltivare qualsiasi cosa. Cos'è che rende bene in maremma? questa domanda la pongo a te (Lampa) a voi del posto e la porrò qualora il progetto vada in porto all'agronomo che mi seguirà. Detto ciò io pensavo da perfetto ignorante alle patate e pensavo anche che dipenderà dai terzisti a cui mi affiderò.
Ragionavo se fosse il caso di piantare più colture, credo siano più facile da vendere, un calcolo approssimativo mi dice che 4 ettari di patate producono se mi va male 1200 quintali di patate :shock: e a chi le vendo??!! :? Voi mi insegnate che prima di piantare è necessario sapere bene come vendere!
Poi parliamo di stoccaggio! altro problema!
Insomma sono qui a cercare di capire come impostare questa cosa, soprattutto se il progetto a possibilità di riuscita e quali...ringrazio Lampa per l'attenzione e per il prezioso aiuto e tutti quelli che vorranno condividere con me questa esperienza.
Saluti GME


02/09/2014, 19:06
Profilo

Iscritto il: 28/07/2010, 18:15
Messaggi: 1632
Località: Pordenone, FVG
Formazione: Geometra
Rispondi citando
Far lavorare tutto in conto terzi è un suicidio annunciato....se con il raccolto riesci a pagare i terzisti e i materiali senza andare in rosso sei fortunato, altrimenti ci vai a rimettere anche i contributi pac e vari

Metti caso che vuoi coltivare patate...il tuo terreno è fisicamente adatto? sciolto, drenante..... nella zona ci sono terzisti che hanno i macchinari per seminarle e raccoglierle? c'è un mercato attivo pronto a riceverle? sai che le patate entrano in rotazioni lunghe(4-6 anni)? 1200 ql li fanno se va tutto egregiamente...
negli altri 4-5 anni puoi puntare su una rotazione di cereali...


03/09/2014, 17:58
Profilo

Iscritto il: 06/01/2014, 15:09
Messaggi: 198
Località: Imola (BO)
Rispondi citando
Simo95 ha scritto:
Far lavorare tutto in conto terzi è un suicidio annunciato....se con il raccolto riesci a pagare i terzisti e i materiali senza andare in rosso sei fortunato, altrimenti ci vai a rimettere anche i contributi pac e vari

Metti caso che vuoi coltivare patate...il tuo terreno è fisicamente adatto? sciolto, drenante..... nella zona ci sono terzisti che hanno i macchinari per seminarle e raccoglierle? c'è un mercato attivo pronto a riceverle? sai che le patate entrano in rotazioni lunghe(4-6 anni)? 1200 ql li fanno se va tutto egregiamente...
negli altri 4-5 anni puoi puntare su una rotazione di cereali...


Sono d'accordo con Simo95. Se fai fare tutto agli altri, paghi gli altri e fai patta. Se ti va bene: perché i rischi rimangono tuoi!
Ma scusa, se non ti piace fare l'agricoltore dai il terreno in affitto e ti arrivano soldi sicuri e senza rischi; se ti piace coltivali tu. In ogni caso, 10.000 euro/anno da 4 ettari di terreno non sono mica pochi! Dovresti fare o ortaggi, con relativo impegno di ore e fatica, o frutti, con relativi costi di impianto. ;)


04/09/2014, 17:05
Profilo

Iscritto il: 16/01/2014, 21:27
Messaggi: 7
Località: Roma
Rispondi citando
Già già non è facile!!! :(

Era un'idea per iniziare...il punto è che vorrei fare anche l'agricoltore ma non ci si improvvisa tali dall'oggi al domani...quindi affittare il terreno credo serva a poco (non imparerei nulla), magari non riuscirò a ricavare 10000 l'anno però non vedo alternative per iniziare!!! Sto provando anche a cercare qualcosa come "tipo operaio" ma per ora niente!!!

Intanto grazie a lucagolinelli e Simo95 e se qualcun altro a qualche idea e sempre ben accetta.
Saluti GME


09/09/2014, 16:11
Profilo

Iscritto il: 06/01/2014, 15:09
Messaggi: 198
Località: Imola (BO)
Rispondi citando
Il punto è che non impari neanche se fai lavorare gli altri. E come operaio farai fatica a trovare qualcosa che ti permetta anche di imparare.

Io ne terrei un ettaro o anche solo cinquanta are. Così impari piano piano e ti inserisci nel mondo agricolo. Il resto lo affitti anno per anno e quando sei pronto lo prendi tutto tu. ;)


09/09/2014, 16:43
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 7 messaggi ] 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Designed by ST Software.

Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO

Informativa Privacy