Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 25/05/2022, 5:06




Rispondi all’argomento  [ 3 messaggi ] 
crema spalmabile di cacao e nocciole 
Autore Messaggio

Iscritto il: 11/03/2020, 11:30
Messaggi: 852
Località: rimini
Rispondi citando
Allegato:
DSCN0408.JPG
DSCN0408.JPG [ 85.17 KiB | Osservato 911 volte ]

Anche questa è figlia della necessità di utilizzare eccedenze: avevo piantato una fila di noccioli per ombreggiare l'apiario, fornire polline a inizio stagione e intercettare gli sciami, poi hanno cominciato a produrre anche nocciole (sia pure con alternanza di produzione), così, con qualche decina di kg di nocciole a disposizione ho cominciato a fare esperimenti, per i quantitativi mi sono "ispirato" alle etichette dei migliori prodotti in commercio (quelli con tante nocciole e senza olio di palma).

ingredienti:
200 g. Nocciole tostate e pelate
100 g zucchero a velo
un bicchiere vienna da vino di olio di girasole (80/90 ml.)
2 cucchiai da minestra di burro di cacao
20/30 g. Di cacao in polvere amaro
50 g. Di latte scremato in polvere

passare le nocciole in un tritatutto, dipende da che attrezzo usate, il mio, piuttosto economico, può operare per circa 10 secondi poi ti devi fermare per un minuto o due per farlo raffreddare, macchine più potenti non hanno questo problema, ad ogni modo il processo sarà terminato quando le nocciole avranno emesso il loro olio e avrete ottenuto una crema omogenea
a parte sciogliete i due cucchiai di burro di cacao (a bagnomaria o in una tazza nel microonde)
unite tutti gli ingredienti e riavviate il mixer finchè non saranno perfettamente amalgamati.

Più olio, più liquida, più cacao più "cioccolatosa", lì si va a gusti, con il caldo estivo tende a diventare più liquida e l'olio può separarsi e affiorare (al che basta rimescolare).
Nelle ricette industriali è presente anche la lecitina di soia come emulsionante, vedete voi, io la giudico superflua nella versione casalinga.

Conservabilità: in un luogo fresco e buio per mesi, per mia esperienza, io, di solito, sterilizzo tutto, ma qui non è fattibile, però la più temibile delle alterazioni alimentari è il botulino: il botulino è anaerobico (e la crema lo è) ma ha bisogno, per svilupparsi, di acqua disponibile, l'unica acqua che può essere presente negli ingredienti è quella eventualmente residua nelle nocciole tostate (direi molto poca) e comunque saturata dallo zucchero e non disponibile, agli esperti di conservabilità degli alimenti lascio l'onere di aggiungere le loro opinioni in merito.

Caratteristiche organolettiche: come test ho usato mia sorella (per i dolci di solito è attendibile), mi ha intimato di non dargliene altra perché quando inizia un barattolo non riesce a smettere finchè non è vuoto :lol:


05/05/2020, 9:05
Profilo
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 63516
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
Io ho usato la crema di nocciole e tavolette di cioccolato, al latte e fondente :)

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


08/05/2020, 10:41
Profilo WWW

Iscritto il: 11/03/2020, 11:30
Messaggi: 852
Località: rimini
Rispondi citando
Marco ha scritto:
Io ho usato la crema di nocciole e tavolette di cioccolato, al latte e fondente :)

così ci facevo i gianduiotti per i bambini della scuola dove insegnava mia moglie :cry:


08/05/2020, 14:45
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 3 messaggi ] 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Designed by ST Software.

Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO

Informativa Privacy