Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 23/08/2019, 22:57




Rispondi all’argomento  [ 544 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 51, 52, 53, 54, 55  Prossimo
Parco Nazionale delle Cinque Terre 
Autore Messaggio
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 56686
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
Il Parco Nazionale delle Cinque Terre ha conseguito l'importante traguardo della Registrazione EMAS(Regolamento UE di Eco-Management and Audit Scheme), un regolamento europeo a cui possono aderire, volontariamente, le imprese e le organizzazioni, sia pubbliche che private, che desiderano impegnarsi nel valutare e migliorare la propria efficienza ambientale.

La Dichiarazione Ambientale dell’Ente è stata esaminata prima dal verificatore dell’Organismo di Certificazione DNV GL - Business Assurance e poi dal Ministero dell’Ambiente attraverso l'organo competente nazionale per l'EMAS (il Comitato nazionale per l'Ecolabel e l'Ecoaudit) e sottoposta poi ad un controllo da parte dell’autorità ambientale locale (ARPAL), per un nulla osta di tipo legislativo (rispetto delle leggi, autorizzazioni, ecc.).

“Siamo oltremodo felici. – dice Patrizio Scarpellini, direttore del Parco Nazionale delle Cinque Terre - L’Ente Parco, con l’ottenimento della registrazione EMAS, ha ricevuto un riconoscimento dal più autorevole organo nazionale che conferma la qualità ambientale e garantisce l’attendibilità delle informazioni relative alla performance ambientale. Il Parco ha attuato un progetto innovativo, nato dalla collaborazione con ISPRA e Federparchi, facendosi promotore a livello nazionale della sperimentazione dell’integrazione dei Servizi Ecosistemici e della loro valorizzazione all'interno del Regolamento EMAS, in considerazione del fatto che le Aree Protette dispongono di un'importante dotazione di Servizi Ecosistemici e che EMAS è un efficace strumento per la gestione sostenibile del capitale naturale di un Parco”.

L'obiettivo del progetto è stato quello di cercare di definire le azioni più significative, per il mantenimento e/o il potenziamento dei Servizi Ecosistemici presenti, da monitorare attraverso il Sistema di Gestione Ambientale EMAS e di individuare degli orientamenti, validi in generale per i parchi, sulla scelta di tali azioni e gli indicatori da usare per monitorare le stesse.
La Dichiarazione ambientale è stata quindi focalizzata su indicatori di monitoraggio dei servizi ecosostemici e di contabilità del capitale naturale disponibile.

Sono state quindi correlate le azioni relative ai temi della sostenibilità del Bilancio di Sostenibilità dell’Ente con i Servizi Ecosistemici (SE) codificati come previsto nelle modifiche alla Legge 394/91 e L. 221/2015 art. 70.

“Nei Parchi si portano avanti attività preziose di difesa degli habitat e della biodiversità – prosegue Scarpellini - Si sperimentano strategie e modelli di sviluppo sostenibili per l'ambiente che possono essere di grande utilità per il territorio e le comunità e che, tra l’altro, possono dare un contributo significativo anche alla mitigazione degli effetti dei cambiamenti climatici”.

Fra le azioni messe in atto dal Parco Nazionale delle Cinque Terre per ogni codice dei Servizi Ecosistemici SE (Servizi di fornitura, Servizi di Regolazione, Servizi Culturali) alcune sono specifiche su progetti di mitigazione del rischio idrogeologico e dei cambiamenti climatici.

Il progetto MAREGOT, avviato nel febbraio 2018, è diretto a individuare soluzioni di intervento ottimali per la gestione del territorio in relazione alle caratteristiche morfologiche e idrodinamiche dalla costa con il fine di prevenire e gestire in maniera congiunta i rischi derivanti dall'erosione costiera nell’area di cooperazione, grazie a una migliore conoscenza dei fenomeni erosivi e della dinamica dei litorali.

Altro progetto indicatore è STONEWALLFORLIFE, coerente con i fini istituzionali dell'Ente Parco e con gli obiettivi del Programma LIFE in termini generali (adattamento al cambiamento climatico) e specifici (Gestione sostenibile dell'acqua in aree soggette a inondazioni, capacità di adattamento dei settori agricolo, forestale e turistico, resistenza delle infrastrutture, etc.). STONEWALLFORLIFE è finalizzato al recupero e al mantenimento di circa 6 ettari di terrazzamenti con muri a secco e delle relative opere di regimazione idraulica nelle Cinque Terre per migliorare la capacità di resistenza del territorio ai fenomeni meteorologici resi più estremi dal cambiamento climatico.

Stefano Crea, VP, Southern Europe and Africa Regional Manager per DNV GL - Business Assurance, ha commentato “Condividiamo la soddisfazione e ci congratuliamo con l’Ente Parco Nazionale delle Cinque Terree con il suo Direttore per questo risultato. La registrazione EMAS arriva ad arricchire un percorso virtuoso nell’ambito della sostenibilità e tutela ambientale di un territorio unico al mondo. Il Parco ha colto il significato di questa certificazione nella sua accezione più profonda, così come lo interpretiamo in DNV GL, ovvero non solo traguardo ma strumento efficace per garantire continuità e sostenibilità del capitale naturale”.

“EMAS – conclude soddisfatto Scarpellini- è il massimo riconoscimento ambientale, a livello europeo, che possa essere attribuito ad un Ente ed è principalmente destinato a migliorarne le prestazioni ambientali e a promuovere la partecipazione dei dipendenti, dei collaboratori, dei fornitori di servizi sul territorio e di tutte le parti interessate al processo.”

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


04/07/2019, 19:24
Profilo WWW
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 56686
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
Operatori in attività di educazione ambientale e alla sostenibilità
(Riomaggiore, 09 Luglio 2019) - Si è concluso dopo oltre sei mesi l'iter di certificazione degli operatori del CEA dr.i Stefano Amoroso, Filippo Bordoni e Carlotta Filippo che, dopo la selezione iniziale, hanno volontariamente partecipato al complesso procedimento valutativo. Il conseguimento della certificazione regionale della qualifica di "Operatori in attività di educazione ambientale e alla sostenibilità" fa salire ai massimi livelli la qualità dell'offerta didattico-scientifica del CEA, già accreditato nel sistema regionale ligure.

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


09/07/2019, 15:23
Profilo WWW
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 56686
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
SINTESI DELL’ATTIVITA’ SVOLTA NEL 1° SEMESTRE 2019 DAL REPARTO CARABINIERI PARCO NAZIONALE “CINQUE TERRE”
Dal raggruppamento Carabinieri Parchi Reparto Parco Nazionale “Cinque Terre”, riceviamo e pubblichiamo
(Monterosso al Mare, 11 Luglio 2019) - Nei primi sei mesi dell'anno i Carabinieri del Reparto Parco Nazionale "Cinque Terre", cui è affidata la sorveglianza sul territorio dell'area naturale protetta, hanno effettuato 670 controlli, comprensivi di 15 società, 25 autovetture, 350 persone, delle quali 27 denunciate e 48 sanzionate; eseguito 40 provvedimenti giudiziari, tra cui 5 sequestri, 23 comunicazioni di notizia di reato, 12 deleghe conferite dall'Autorità Giudiziaria; contestato 48 illeciti amministrativi, per un importo sanzionatorio complessivo di 53.600 euro

La vigilanza dei Carabinieri del Reparto Parco Nazionale "Cinque Terre" sul territorio protetto ha riguardato il rispetto delle norme di tutela ambientale, l' assistenza agli escursionisti, la prevenzione antincendio boschivo, la collaborazione tecnica con l'Ente Parco, l'educazione ambientale.

Controlli edilizi

Sono stati effettuati 36 controlli di cantieri e di elitrasporto di materiale edile: un immobile è stato sequestrato, 8 persone sono state denunciate tramite 3 comunicazioni di notizia di reato. Sbalorditivo il caso di un esercizio turistico ricettivo, abusivo sia per lo svolgimento dell'attività economica, che per gli interventi edilizi realizzati: 10 le violazioni amministrative contestate ed altrettante quelle penali, tra le quali la fornitura di acqua non destinata al consumo umano e lo scarico di acque reflue non autorizzato.

Antincendio boschivo

Sono stati svolti 41 servizi di prevenzione contro il fenomeno degli incendi boschivi: una persona denunciata; 11 le sanzioni contestate per l'uso irregolare del fuoco, per un ammontare di 3.085 euro,.

Gestione dei rifiuti

Sono stati effettuati 37 controlli e denunciati all'Autorità Giudiziaria due soggetti per irregolarità nella gestione e nello smaltimento di rifiuti. Sono state contestate a tre persone sanzioni per complessivi 10.116,66 euro, per abbandono illecito di rifiuti e scarico non autorizzato di acque reflue.

Assistenza e sicurezza degli escursionisti

Per aggiornare l'Ente Parco sulle condizioni di percorribilità dei sentieri, sono stati verificati 30 percorsi; a tutela della sicurezza dei visitatori in occasione degli Avvisi di Allerta Meteo, l'attività di servizio è stata dedicata alla prevenzione e al pronto intervento; nei periodi di maggiore afflusso turistico è stato intensificato il controllo dell'esercizio della professione di guida ambientale ed escursionistica: 11 le persone sanzionate, tra cui 3 società, per un importo complessivo di 8.500 euro.

Tutela della fauna selvatica, del benessere degli animali, controlli di polizia veterinaria

Durante la stagione venatoria sono stati controllati gli appostamenti di caccia limitrofi all'area protetta ed effettuati 32 servizi contro il bracconaggio, che hanno determinato 2 comunicazioni di notizia di reato ed il sequestro di 7 mezzi di cattura non consentiti. E' stata sanzionata una persona per maltrattamento di animali da reddito.

Regolamento forestale e vincolo per scopi idrogeologici

Per salvaguardare il territorio dal dissesto, sono stati verificati la regolarità dei tagli boschivi ed il rispetto del vincolo per scopi idrogeologici: 20 i controlli effettuati che hanno motivato la contestazione di 7 sanzioni amministrative nei riguardi di altrettanti soggetti, per un ammontare di 1.442 euro.

Norme di tutela del Parco Nazionale delle Cinque Terre e dei Siti di Interesse Comunitario

Sono state controllate tutte le attività consentite, previo rilascio del nulla-osta da parte dell'Ente Parco, tra cui il campeggio e la circolazione di mezzi fuoristrada.

Attività didattica e di collaborazione scientifica

I Carabinieri Forestali hanno condotto le escursioni tematiche relative al Parco Letterario Eugenio Montale, concorso al progetto ALIEM sulle specie invasive, coordinato il servizio di monitoraggio degli ecosistemi forestali (CONECOFOR), svolto incontri di aggiornamento normativo e di educazione ambientale per associazioni di categoria relazionate con l'Ente Parco, animato la campagna estiva di educazione ambientale #Io Sono Ambiente, collaborato con l'Università degli Studi di Genova per il monitoraggio dei siti riproduttivi degli Anfibi, contribuendo alla pubblicazione di studi scientifici.

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


11/07/2019, 22:01
Profilo WWW
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 56686
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
Sentieri del Parco: nuovi segnavia sui sentieri n. 502 e 502 C
Venerdi 12 luglio, il CAI La Spezia al lavoro sui sentieri REL n. 502 e 502 C per tracciare i nuovi segnavia.
(Manarola - Sede Parco Cinque Terre, 16 Luglio 2019) - Bianco e rosso. Nuovi segnavia nella parte finale del sentiero n. 502 tracciati ieri dal CAI La Spezia.

Questo tratto e' stato inserito ufficialmente nella REL, Rete Escursionistica Ligure, insieme alla variante fino alla marina di Manarola, il sentiero n. 502 c.
L'estrema verticalità del sentiero 502, che consente di partire dal mare di Manarola e arrivare fino ai boschi dell'Alta Via delle Cinque Terre, lo rende mozzafiato e al tempo stesso adatto solo ad escursionisti esperti.

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


16/07/2019, 22:26
Profilo WWW
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 56686
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
AL VIA IL PROGETTO "CAMMINARE INFORMATI" DEL PARCO NAZIONALE CINQUE TERRE, PER UN MESE SUI SENTIERI DEL PARCO CON LEGAMBIENTE
CON I CAMPI VOLONTARIATO LEGAMBIENTE SICUREZZA SUI SENTIERI E QUALITA' DEL TURISMO AL CENTRO DELL'ATTENZIONE”
(Manarola - Sede- , 20 Luglio 2019) -

Dopo due anni di indagini condotte grazie alla somministrazione dei questionari a residenti e turisti che frequentano le Cinque Terre con il progetto "Camminare informati" prosegue la collaborazione per l'estate 2019 tra l'Ente Parco Nazionale delle Cinque Terre e Legambiente.
Quest'anno, dopo la raccolta dati avvenuta nel 2017 e 2018 e la loro elaborazione, si punta ad una informazione capillare, direttamente a contatto coi turisti che frequentano i sentieri.
La necessità di questo tipo di intervento è emersa dalla analisi dei risultati ottenuti: solo il 35,5% degli intervistati ha affermato di conoscere la lunghezza del percorso che sta affrontando, tre turisti su quattro dichiarano di non sapere se lungo il percorso sono presenti sorgenti d'acqua e punti ristoro; soltanto il 24,3% è a conoscenza dell'esistenza di un sistema di allerta nel caso di previsioni meteo avverse che porta alla chiusura dei sentieri e afferma di saper indicare i numeri di emergenza eventualmente da contattare un campione molto basso, pari al 51% degli intervistati e, tra questi, indica quello corretto (il 112) il 68%. Per quanto riguarda l'abbigliamento il 62,4% indossa scarpe non idonee alla percorrenza dei sentieri.

"Grazie a questi dati il Parco è intervenuto- dice Patrizio Scarpellini, direttore del Parco. - Grazie all accordo con le amministrazioni comunali delle Cinque Terre, Carabinieri Forestali , Ati , Cai e Soccorso Alpino oggi gli interventi sui sentieri causati da chi li percorre in modo errato sono diminuiti. Importante la conoscenza delle regole!"

"Con questa attività - commenta Santo Grammatico, Presidente di Legambiente Liguria - puntiamo a trasferire una maggiore consapevolezza sia ai volontari e alle volontarie partecipanti, fornendo adeguate conoscenze e scoprendo il territorio all'avvio del campo che, conseguentemente, ai turisti che frequentano i sentieri. Organizzeremo infatti dei presidi informativi, all'ingresso dei sentieri più frequentati, intercettando così i flussi turistici. Il progetto "Camminare informati" risulta fondamentale per avviare la costruzione di una nuova cultura e un diverso approccio dei beni paesaggistici da parte di un turismo che, troppo spesso, non considera gli aspetti legati alla sicurezza e alla fruizione sostenibile del territorio parte integrante dell'esperienza turistica stessa."


"Ancora una volta dobbiamo applaudire il lavoro portato avanti dai volontari - dice Patrizio Scarpellini, direttore del Parco nazionale delle Cinque Terre - Un lavoro importante, sempre piu specifico e specializzato, organizzato con le istituzioni e con quanti sul territorio lavorano. E' essenziale la collaborazione tra coloro che prestano il servizio. Sempre difficile fare elenchi senza dimenticare qualcuno. Penso al CAI alle GEV e al Soccorso Alpino, a quanti impegnati giornalmente nel soccorso nei paesi e nell'organizzazione delle iniziative culturali. Un tessuto importantissimo che offre la linfa essenziale. I ragazzi che frequenteranno il nostro territorio, grazie all'abile regia di Legambiente, saranno una presenza fissa e utile, diventeranno i nostri ambasciatori. La loro presenza, sui sentieri e nei borghi, per un mese, diventerà una preziosa risorsa"


I volontari e le volontarie dei campi Legambiente, provenienti da tutta Italia, arriveranno lunedì 22 luglio e si alterneranno in tre turni da dieci giorni sino al 20 agosto. Parteciperanno a momenti di approfondimento e conoscenza del territorio grazie alla collaborazione con la Fondazione Manarola, il Centro Studi Rischi Geologici, il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, il CAI della Spezia e saranno ospitati presso la ex scuola elementare di Manarola, grazie al Comune di Riomaggiore.


Info:

Santo Grammatico 3292337974 - 0187762602

comunicazione@parconazionale5terre.it

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


20/07/2019, 19:32
Profilo WWW
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 56686
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
Venerdì 2 agosto, alle 21.15, presso il Santuario di Soviore si terrà il concerto dell’ Ensemble Katharsis. L'esibizione sarà preceduta da una degustazione di vini delle Cinque Terre tenuta dall’AIS.

(Soviore, Monterosso al Mare, 29 Luglio 2019) - Venerdì 2 agosto, alle 21.15, presso il Santuario Nostra signora di Soviore si svolgerà un imperdibile appuntamento del XXXVIII Festival Internazionale di Musica Cinque Terre. Protagonista sarà l' Ensemble Katharsis.

Il concerto sarà preceduto, alle ore 18.30, da una degustazione enologica musicale durante la quale i musicisti e la Sommelier Yvonne Riccobaldi, delegata AIS la Spezia, accosteranno i produttori della Cinque Terre a grandi compositori.

Per prendere parte alla degustazione è necessaria la prenotazione inviando una mail a: comunicazione@parconazionale5terre.it



L'Ensemble Katharsis nasce dall'incontro di quattro musicisti provenienti da paesi ed esperienze artistiche differenti: M. Burger e J.von Klewitz, già attivi in progetti di improvvisazione strumentale basata sull'incontro tra il linguaggio jazz e il corale protestante e in particolare i corali di Bach, e D.Oberdorfer e F. Bartoletti, entrambi di formazione classica. Da questo importante incontro scaturisce l'idea di un progetto musicale originale, caratterizzato da un linguaggio che ha la linea melodica del canto gregoriano come filo conduttore: la sua purezza si fonde con la vivida energia e l'arte dell'improvvisazione del 21° secolo: la melodia è affidata alla vocalità di D. Oberforfer e il pianoforte, il sassofono, l'organo si incontrano e interagiscono in un efficace accostamento di sonorità. L'Ensemble accompagna così gli ascoltatori in un viaggio musicale che rinfresca e purifica l'anima (Katharsis).

Il primo disco dell'Ensemble, Vesprae, conquista immediatamente la critica americana, e il gruppo si qualifica tra i primi cento gruppi cameristici partecipanti ai Grammy Awards.

"La musica sospende la nostra concezione quotidiana del tempo…Qui molti confini sono sfocati, tutto è in uno stato di flusso. L'ascoltatore può immergersi nel suono, fluttuare su di esso…I quattro musicisti, dotati di tutte le sottigliezze armoniche del jazz, hanno creato una straordinaria collaborazione musicale, documentata in una sorprendente registrazione audio dolby surround: a volte la musica è morbida come alabastro, a volte esultante come un inno…" .Karsten Muetzelfeldt

Ai quattro componenti l'Ensemble se ne è aggiunto un quinto, lo statunitense James Linahon, compositore e trombettista nonché produttore musicale che vanta oltre 300 progetti di registrazione per film, televisione, radio, musical theater e CD / DVD per Warner Bros., Walt Disney Co., Sony, Paramount, Universal etc.

Il gruppo sta lavorando in questi giorni ad un nuovo progetto discografico.



L'ingresso ai concerti è libero.

Per informazioni e prenotazioni : comunicazione@parconazionale5terre.it - ass.cesarfranck@libero.it

facebook: Festival Internazionale di Musica Cinque Terre

www.parconazionale5terre.it/dettaglio.php?id=55566

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


29/07/2019, 16:36
Profilo WWW
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 56686
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
Musica e degustazione di vino, concerto dell’Ensemble Katharsis
Venerdì 2 agosto, alle 21.15, presso il Santuario di Soviore si terrà il concerto dell’ Ensemble Katharsis. L'esibizione sarà preceduta da una degustazione di vini delle Cinque Terre tenuta dall’AIS.
(Soviore, Monterosso al Mare, 29 Luglio 2019) - Venerdì 2 agosto, alle 21.15, presso il Santuario Nostra signora di Soviore si svolgerà un imperdibile appuntamento del XXXVIII Festival Internazionale di Musica Cinque Terre. Protagonista sarà l' Ensemble Katharsis.

Il concerto sarà preceduto, alle ore 18.30, da una degustazione enologica musicale durante la quale i musicisti e la Sommelier Yvonne Riccobaldi, delegata AIS la Spezia, accosteranno i produttori della Cinque Terre a grandi compositori.

Per prendere parte alla degustazione è necessaria la prenotazione inviando una mail a: comunicazione@parconazionale5terre.it

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


29/07/2019, 23:19
Profilo WWW
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 56686
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
VOLONTARI LEGAMBIENTE ALLE CINQUE TERRE
TREMILA TURISTI INFORMATI SUI SENTIERI, PER UNA MAGGIORE SICUREZZA DAL MONITORAGGIO RIFIUTI SULLA SPIAGGIA DI MONTEROSSO 496 MOZZICONI DI SIGARETTA RACCOLTI IN MEZZ’ORA
(Manarola - sede Parco Cinque Terre, 31 Luglio 2019) - Oltre tremila i turisti contattati e sensibilizzati dai dodici volontari Legambiente provenienti da tutta Italia lungo i sentieri tra Monterosso, Vernazza e Corniglia, nell'ambito del progetto "Camminare informati" svolto in collaborazione con il Parco Nazionale delle Cinque Terre.

Dopo una adeguata formazione, condotta dai volontari del CAI, del Soccorso Alpino e grazie ai collaboratori del Parco, i volontari di Legambiente hanno presidiato gli ingressi dei sentieri ricordando che è in vigore la delibera che vieta di transitare con calzature non idonee (ciabatte e suole lisce), fatto scaricare gratuitamente sugli smartphone la Cinque Terre Hiking Guide, la app del Parco Nazionale che fornisce informazioni sul sistema sentieristico (ad esempio per la presenza di sorgenti d'acqua), ricordato il sistema d'allerta in vigore in caso di previsioni meteo avverse e la possibilità di scaricare online la Cinque Terre Card, per evitare code e intasamenti nelle stazioni ferroviarie e nei punti informativi del Parco.

"La sensibilizzazione che stanno portando avanti i volontari - commenta Patrizio Scarpellini, Direttore del Parco Nazionale Cinque Terre – è preziosa perché direttamente a contatto con gli escursionisti. Nei primi mesi di adozione della delibera che vieta di frequentare i sentieri, se non con abbigliamento adeguato, abbiamo visto un netto calo delle persone disinformate e impreparate. Stiamo riuscendo nell'obbiettivo che ci eravamo prefissi, far prevalere la prevenzione piuttosto che la repressione di comportamenti inidonei".

Tra le azioni svolte dai volontari in questo primo campo di volontariato anche un monitoraggio dei rifiuti abbandonati sulle spiagge libere di Monterosso.

Il test, condotto come previsto dal disciplinare scientifico per conteggiare la loro presenza e adottato nell'ambito dell'iniziativa "Volontari per natura" (www.volontaripernatura.it), si è svolto al tramonto, quando le due spiagge libere nella frazione di Fegina hanno cominciato a svuotarsi di bagnanti.

In solo mezz'ora i volontari hanno raccolto 819 rifiuti che hanno esaminato dividendoli per tipologia. Tra questi 496 mozziconi di sigaretta, 32 tappi di bottiglia, 21 articoli medicali (cerotti, tamponi medici, bendaggi), 16 elastici, 15 buste di plastica. I rifiuti erano distribuiti su una superfice analizzata di 1125 metri quadrati e rispetto al numero il 79% del raccolto è risultato in plastica.

"Praticamente abbiamo trovato un mozzicone di sigaretta abbandonato, ogni due teli mare – commenta Santo Grammatico, Presidente di Legambiente Liguria – Queste sono spiagge frequentate, spesso affollate e che affacciano su una area marina protetta. Il risultato è preoccupante e ricorda quanto sia importante l'educazione ambientale e un corretto e civico stile di vita. Purtroppo c'è ancora molto da fare in termini di sensibilizzazione dei cittadini".

"Un ringraziamento ai volontari che con sensibilità ambientale e competenza non fanno mai mancare il loro contributo alla tutela del nostro litorale - commenta Emanuele Moggia, Sindaco di Monterosso - L'augurio è che questo sia un esempio seguito da molti e che il loro impegno gratuito possa interrogare le coscienze di chi non dimostra altrettanta sensibilità abbandonando rifiuti in modo irresponsabile".

Terminato questo primo turno di dieci giorni, il prossimo gruppo di volontari arriverà a Manarola per svolgere il secondo dal 1 al 10 di agosto.

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


31/07/2019, 16:38
Profilo WWW
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 56686
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
Marchio di Qualità 2.0 - CETS fase II: conclusi gli audit esterni
12 le imprese turistiche delle Cinque Terre che dal 6 al 9 agosto hanno sostenuto gli audit esterni con il certificatore di FEDERPARCHI, previsti dal Sistema di adesione al Marchio di Qualità Ambientale 2.0 – CETS Fase II.
(Manarola - Sede Parco Cinque Terre, 09 Agosto 2019) - Anche quest'anno si sono svolti gli audit nelle strutture ricettive candidate alla certificazione nell'ambito della Carta Europea del Turismo Sostenibile nelle aree protette, Fase II.

Il certificatore inviato da Federparchi - coadiuvato dal Parco Nazionale delle Cinque Terre e dai certificatori del CEA, che nei mesi passati hanno assistito e coordinato gli sforzi degli operatori per prepararsi al controllo - si è recato nelle imprese candidate al fine di verificare il possesso degli elevati standard di tutela ambientale e sostenibilità previsti dal Sistema di Adesione al Marchio di Qualità Ambientale 2.0 - CETS fase II del Parco Nazionale Area Marina Protetta delle Cinque Terre | Imprese turistiche locali (MQA 2.0 - CETS Fase II).

Oltre al controllo dei requisiti richiesti, le visite nelle strutture ricettive delle Cinque Terre, condotte da Valerio Palasciano, referente CETS del Parco Regionale delle Dune Costiere da Torre Canne a Torre San Leonardo, hanno avuto lo scopo di far emergere il vero rapporto che i gestori instaurano con gli ospiti, indispensabile a far comprendere le caratteristiche uniche del territorio e del suo patrimonio ambientale e culturale.

I verbali delle candidature, realizzati nel corso degli audit, saranno valutati da Federparchi dando cosi corso alle fasi conclusive del sistema di adesione per l'ottenimento del Marchio.

Il Marchio di Qualità 2.0 - CETS Fase II rappresenta un sistema unico di certificazione ambientale delle imprese del territorio, risultato di una sintesi fra la metodologia proposta da Federparchi nella seconda fase della Carta Europea ed il Marchio di Qualità Ambientale già implementato dal Parco.
Tale sistema è stato adottato dall'Ente con PDF Deliberazione di Giunta Esecutiva n.14 del 26.02.2018.

Si tratta di un marchio distintivo assegnato dal Parco alle imprese turistiche delle Cinque Terre che si sono impegnate in un percorso volontario di qualità, rispetto dell'ambiente e valorizzazione della cultura e dell'identità locale secondo la strategia indicata dalla Federazione EUROPARC nella Carta Europea per il Turismo Sostenibile, riconoscimento ottenuto dall'Area Protetta nel 2015 nel corso della prima fase di attuazione.

Il Marchio di Qualità 2.0 - CETS Fase II è esclusivamente riconosciuto alle attività turistico-ricettive ubicate nel territorio del Parco.

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


09/08/2019, 17:48
Profilo WWW
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 56686
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
Oggi alle 18 30 premiazione delle Cinque Vele della Guida Blu di Legambiente e Touring Club Italiano alle Cinque Terre
La Goletta Verde conclude il suo viaggio in Liguria
(Manarola - Sede-, 12 Agosto 2019) -




La Liguria chiuderà il tour della Goletta Verde, in viaggio dallo scorso 23 giugno lungo le coste italiane per monitorare la qualità delle acque, denunciare le illegalità ambientali, l'abusivismo edilizio, le trivellazioni di petrolio, il marine litter ma anche per informare e sensibilizzare i cittadini sull'importanza di salvaguardare il nostro prezioso ecosistema e le sue bellezze e affermare il ruolo centrale del Mediterraneo nelle politiche di accoglienza, solidarietà e integrazione. Il 12 agosto l'imbarcazione ambientalista attraccherà a La Spezia (Assonautica) dove resterà fino al 14 agosto.



Una tre giorni intensa con tanti appuntamenti, a partire dal convegno in programma domani, alle ore 11:00, dal titolo "Oltre la plastica per una maricoltura più sostenibile" organizzata nell'ambito del progetto "Pelagos Plastic Free" - sostenuto dal segretariato internazionale Pelagos e dal Parco Nazionale delle Cinque Terre - che si concluderà a Genova il 20 settembre dove sarà organizzata una conferenza stampa finale per raccontare tutte le attività svolte.

"Pelagos Plastic Free" di Legambiente ed Expedition Med nasce dalla necessità di ridurre l'inquinamento marino da plastica per proteggere i cetacei del Santuario Pelagos. Otto specie diverse di balene e delfini che vivono in uno scrigno di biodiversità riconosciuto a livello internazionale, minacciato dai rifiuti plastici presenti in mare. Nel Mar Mediterraneo ci sono 250 miliardi di frammenti di plastica che galleggiano in superficie, con punte di densità massima di 10 kg/kmq, un valore tra i più alti al mondo. Grandi o piccoli che siano, tutti i tipi di plastica abbandonati in mare rappresentano un pericolo per la fauna marina: possono causare soffocamento e mutilazioni, essere ingeriti ed entrare in contatto diretto con l'animale, esponendolo a sostanze tossiche e a microrganismi potenzialmente patogeni.

"Una tappa conclusiva quella di Goletta Verde - commenta Santo Grammatico, presidente di Legambiente Liguria - che pone al centro dell'attenzione, da un lato l'innovazione in campo ambientale, con le sperimentazioni nella maricoltura, dall'altro la centralità di temi come quelli dei cambiamenti climatici, su cui gli scienziati continuano ad avvertirci, e del marine litter, le due più grandi emergenze ambientali globali che ci riguardano da vicino, visto che interessano anche Mediterraneo e Tirreno. Sul fronte dei cambiamenti climatici occorre un cambio di rotta che può realizzarsi anche attraverso l'abbandono dell'uso delle fonti fossilli. Mentre per ridurre le quantità di plastica in circolazione, che sta mettendo a rischio il nostro mare e la sua biodiversità, è necessario che non soltanto i comuni costieri liguri ma anche quelli dell'entroterra siano protagonisti nell'abbandono dell'usa e getta, e adottino ordinanze plastic free".

Proprio domani, infatti, l'equipaggio di Goletta Verde, insieme ai volontari di Legambiente, sarà a Lerici sulla spiaggia di San Terenzo per il trash mob "Usa e getta? No, grazie!", la campagna di sensibilizzazione di Legambiente per la riduzione della plastica monouso, mentre il 13 agosto, a bordo di Goletta Verde sarà presentato il libro "Atlante Mondiale della Zuppa di Plastica" di Plastic Soup Foundation e Legambiente, edito da Edizioni Ambiente.

Come ogni anno, anche per l'edizione 2019, con il servizio SOS Goletta Legambiente ha assegnato un compito importante a cittadini e turisti, chiedendo di segnalare situazioni anomale di inquinamento delle acque: tubi che scaricano direttamente in mare ma anche chiazze sospette.

"Scegliere un contenitore in vetro – ha detto Marco Ravasi, Presidente della sezione contenitori di Assovetro – è oggi una scelta di responsabilità verso il nostro pianeta, è un gesto che può fare la differenza, se ripetuto ogni giorno, per contribuire a proteggere i nostri mari e salvare le creature marine. Il vetro è un packaging 100% riciclabile e per un numero infinito di volte, è composto di elementi naturali, non rilascia sostanze chimiche dannose né all'interno, verso il suo contenuto, né all'esterno, verso il mare e l'ambiente. Inoltre, produrre contenitori da vetro riciclato riduce l'inquinamento atmosferico del 20% e l'inquinamento idrico del 50%".



Oggi 12 agosto ore 18:30 | A bordo di Goletta Verde

Premiazione delle Cinque Vele della Guida Blu di Legambiente e Touring Club Italiano alle Cinque Terre

Saranno presenti:

Fabrizia Pecunia, Sindaco di Riomaggiore e Vicepresidente del Parco nazionale delle Cinque Terre

Francesco Villa, Sindaco di Vernazza

Silvana Sassarini, Staff sindaco Monterosso

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


12/08/2019, 15:48
Profilo WWW
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 544 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 51, 52, 53, 54, 55  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Designed by ST Software.

Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO

Informativa Privacy