Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 29/01/2020, 14:05




Rispondi all’argomento  [ 290 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 29  Prossimo
ICE - Istituto nazionale per il Commercio Estero 
Autore Messaggio
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 57870
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
AGENZIA ICE: “3000 ANNI DI VINO ITALIANO” PRESENTATI AI GIAPPONESI

Roma, 12 novembre 2012 – Si è aperta oggi a Tokyo la seconda edizione di “3000 Anni di Vino Italiano”, rassegna che si pone l'obbiettivo di promuovere in maniera unitaria e sistematica la qualità e la varietà del vino italiano. L’organizzazione dell’evento vede coinvolti oltre all’ICE-Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, all’Ambasciata d’Italia a Tokyo e alle Istituzioni italiane presenti in Giappone, anche il Ministero degli Affari Esteri, il Ministero dello Sviluppo Economico ed il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali.

L’evento si ripropone con un calendario fitto di impegni ed un folto gruppo di prestigiosi protagonisti del mondo dell’enologia italiano, rappresentanti di Consorzi, Associazioni di categoria ed Enoteche, in trasferta a Tokyo per proporre un’imperdibile serie di eventi: presentazioni, walk-around tastings, seminari, master class o concorsi per sommelier specializzati in vini italiani, nonché eventi realizzati in locali glamour grazie a collaborazioni con i brand italiani del lusso o a hotel prestigiosi, in cui sono stati proposti - tra l’altro - abbinamenti fra vino italiano e cucina giapponese.

Le cifre possono dare un’idea delle dimensioni dell’evento. Presenti 15 tra Consorzi ed Enti, 1590 le etichette di vini presentate, 307 le aziende partecipanti, 830 gli importatori, distributori, ristoratori, sommelier, wine lovers, giornalisti e operatori del settore. Quest’anno, inoltre, per la prima volta, gli eventi non si limiteranno all’area di Tokyo, ma toccheranno anche Osaka, Kyoto, Nagahama, Toyama.

L’iniziativa giunge in un momento importante - risale infatti solo a qualche giorno fa la notizia che l’Italia ha di nuovo sorpassato la Francia quale primo produttore mondiale di vino – e si snoda parallelamente in due direzioni: una rivolta al “trade”, agli operatori del settore, ai sommelier, ai rappresentanti del canale HoReCa, ai quali si intende illustrare l’eccellenza, la varietà e qualità dei vini italiani, presentando anche prodotti di nicchia ancora poco conosciuti sul mercato giapponese; l’altra, più di tipo “push”, che vuole avvicinarsi ai wine lovers, stimolando con nuove proposte la curiosità di quanti già apprezzano e gustano il vino per puro piacere personale, nonché ai potenziali estimatori.

Dopo il “Tre bicchieri World Tour” organizzato dal Gambero Rosso il 29 ottobre ed il 1 novembre rispettivamente a Osaka e a Tokyo, e il seminario “Chianti the Wine”, organizzato lo scorso 6 novembre da Consorzio Vino Chianti DOCG e da IEM-International Exhibition Management, con la collaborazione dell’Agenzia ICE e della Japan Sommelier Association, è stata la volta, oggi 12 novembre, del walk-around tasting “Simply Italian Great Wines” organizzato da IEM e Agenzia ICE presso la Residenza dell’Ambasciatore d’Italia a Tokyo e del Seminario Federdoc sul tema “Regulating Italian Wines in Today’s Markets”.

I prossimi appuntamenti prevedono, il 13, 14 e 15 novembre a Tokyo rispettivamente “The Italian Wine Masters 2012” - trade tasting e seminari dedicati al Prosecco Superiore e al Sangiovese; una serata esclusiva dedicata alla degustazione del Franciacorta; un seminario-degustazione dell’Asti Spumante DOCG.

Il 19 e 20 novembre l’Istituto Grandi Marchi organizzerà a Tokyo e a Osaka, in collaborazione con Agenzia ICE e IEM, un seminario-degustazione seguito da un buffet-dinner, in cui si potranno degustare i vini delle 19 aziende facenti parte dell’Istituto, in abbinamento con la cucina giapponese. Saranno presenti anche 9 rappresentanti di case vinicole.

Inoltre, è a cura di Enoteca Italiana - in collaborazione con Agenzia ICE, Ambasciata ed ENIT-Agenzia - il seminario del 20 novembre a Tokyo dal titolo “Vino e territori - Una storia sulla quale costruire un futuro di successo”: obiettivo dell’evento è quello di presentare il vino come veicolo di richiamo turistico al pari del patrimonio artistico e monumentale italiano.

Altrettanto importanti sono le “Italian Fair” promosse dall’Agenzia ICE presso i Grandi Magazzini Hanshin ed il supermercato National Hazabu e ed altri eventi di promozione quali “Divino in Vino”, promosso dalla Camera di Commercio Italiana in Giappone con la partecipazione di 22 ristoranti di Tokyo.

In Estremo Oriente si dirige solo il 6%del valore totale dell’export di vino italiano. Di questo 6%, circa la metà (il 47%) viene assorbito dal Giappone, che rappresenta anche il mercato più sofisticato dell’area.

Due sono i protagonisti del mercato: la Francia con una quota import del 51,4% e l’Italia con il 16% (dati 2011). Secondo l’Ufficio dell’Agenzia ICE di Tokyo è chiara la tendenza degli ultimi 6 anni: la quota della Francia cala dal 62,4% al 51,4%, mentre quella italiana sale dal 13,9% al 16%. La causa principale di questo trend è strettamente legata alla crescente popolarità della ristorazione italiana.

Anche i dati relativi ai primi nove mesi del 2012 confermano il trend positivo dei vini italiani con un aumento in valore del 18,2%, cui però fa riscontro un +29% nei volumi che segnala un mercato ancora teso e stressato dal fattore prezzo.

Il vino italiano, pur avendo una sua spiccata identità, riesce a soddisfare le esigenze di mercati in evoluzione e maturi sposandosi in maniera straordinaria alle varie cucine locali. Potendo contare su questa caratteristica il nostro vino potrà trovare sempre più in Giappone terreno fertile per attecchire sulle tavole dei consumatori nipponici, noti da sempre per la loro raffinata curiosità. Riflettori puntati quindi sul canale HoReCa che, potendo contare migliaia di ristoranti italiani disseminati in tutto il Giappone, potrà diventare sempre più il veicolo principale della diffusione del vino italiano in questo Paese.

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


12/11/2012, 19:12
Profilo WWW
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 57870
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
L'ICE-Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane ha il compito di sviluppare, agevolare e promuovere i rapporti economici e commerciali italiani con l'estero, con particolare attenzione alle esigenze delle piccole e medie imprese, dei loro consorzi e raggruppamenti.
http://www.ice.gov.it

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


12/11/2012, 19:13
Profilo WWW
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 57870
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
Si rinnova anche alla 34° edizione della manifestazione fieristica SIGEP, che sarà inaugurata il giorno 19 gennaio 2013, la collaborazione dell’ICE -Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane con RiminiFiera e la Regione Emilia-Romagna, attraverso un’Intesa Operativa sottoscritta nell'ambito di un Accordo di Settore tra il Ministero dello Sviluppo Economico, la Conferenza dei Presidenti delle Regioni e Province Autonome, l'AEFI (Associazione Esposizioni Fiere Italiane), il CFI (Comitato Fiere Industria) e il CFT (Comitato Fiere Terziario).
Avvalendosi della collaborazione degli uffici della sua rete estera, l’ICE, di concerto con Riminifiera, ha curato l’organizzazione di una missione di incoming di 60 importatori e distributori, provenienti da 16 paesi (Argentina, Australia, Bosnia Erzegovina, Brasile, Cina, Croazia, Emirati Arabi, Israele, Malesia, Marocco, Russia, Serbia, Singapore, Turchia, Ucraina, USA).
I Paesi di provenienza dei delegati esteri sono stati individuati sulla base delle potenzialità presenti nelle aree ad economia emergente e della necessità di conservare le quote di mercato in quelle dove il prodotto agro-alimentare italiano è già fortemente apprezzato ed esportato. Queste delegazioni saranno assistite da personale ICE e Riminifiera, oltre che dagli analisti di mercato degli uffici ICE di Brasile, Cina, Bosnia e Russia.

I delegati avranno a loro disposizione, all’interno del Padiglione A3, un’area istituzionale, denominata “International Buyers’ Business Lounge”, un centro operativo per le attività d’ufficio oltre che un “salotto” che favorirà la socializzazione degli operatori esteri con le aziende italiane presenti. Il programma dei delegati esteri prevede 3 giorni di visita alla fiera, durante i quali avranno l’opportunità di incontrare i principali protagonisti del settore del gelato, pasticceria e prodotti da forno.

Nella prima giornata di visita della fiera i delegati svolgeranno un fitto programma di incontri B2B presso gli stand, pianificato con l’utilizzo della piattaforma on line ospitata sul sito web della manifestazione, che ha consentito ad espositori e delegati esteri di intercettare rispettivamente i propri prodotti di interesse. Nei giorni successivi i delegati potranno visitare la fiera liberamente.

Un settore che sembra non conoscere crisi, dal momento che mentre tutti i settori manifatturieri cercano a fatica di recuperare la buona performance dell’export registrata nel 2008, l’export della gelateria italiana continua a crescere, con un +9,6% del 2011 rispetto al 2010, sfiorando il +10,3% del 2010 rispetto al 2009. Inoltre, il tasso di crescita in alcune aree raggiunge livelli molto significativi, con un +69,7% del 1° semestre 2012 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente nell’area dell’Africa settentrionale ed un + 22,2 % nell’Asia centrale.
I mercati prioritari restano quelli interni, che assorbono circa il 67 % dell’export, con particolare riferimento a Germania e Francia.

Tanti e diversi i prodotti che saranno esposti al “SIGEP” 2013: si va dalla gelateria artigianale, presente ormai in diverse forme, alla sezione dedicata all’intera filiera dell’arte bianca, attraverso ingredienti, tecnologie, packaging, decorazioni e arredamento commerciale specializzato. Una sezione sarà dedicata alla cioccolata ed un’altra al caffè.

Nel settore dolciario l’Italia vanta una cultura ed una tradizione riconosciute in tutto il mondo. Queste diverse soluzioni di gusto saranno proposte a buyers specializzati e selezionati da tutto il mondo, in particolare provenienti da aree emergenti come Brasile e Cina, come da Paesi ad economia avanzata, come gli Stati Uniti. Grande interesse soprattutto da parte dei buyer dell’Ho.Re.Ca. internazionale, che guarda all’Italia come uno dei Paesi con un più importante patrimonio d’eccellenza nel settore dolciario.

Al “SIGEP” 2013 ci saranno inoltre grandi eventi di competizione internazionale, come il “SIGEP Gelato d’Oro”, il “SIGEP Bread Cup Award”, il “Campionato Italiano di Cioccolateria” e altri Campionati per pasticceri e per baristi.

Per maggiori informazioni contattare:

Area Agro-alimentare
agro.alimentari@ice.it
agroindustria@ice.it

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


18/01/2013, 20:35
Profilo WWW
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 57870
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
COMUNICATO STAMPA
SEMINARIO “IL MERCATO GIAPPONESE - SETTORE AGROALIMENTARE”
Opportunità di penetrazione e informazione
Roma, Sala Pirelli 6 novembre 2013

Roma, 6 novembre 2013 – L’ICE-Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane all’estero organizza oggi a Roma, presso la Sala Pirelli della propria Sede, un seminario informativo sul mercato giapponese per il settore agroalimentare.

L’incontro è rivolto a imprese, Regioni, Associazioni ed Enti e finalizzato a offrire un quadro delle concrete possibilità di penetrazione nel mercato giapponese, nonché a fornire informazioni di carattere tecnico-doganale e normativo utili alle aziende interessate al mercato giapponese.

L’export agroalimentare verso il Sol Levante nel 2012 è cresciuto del 17,8 % rispetto all’anno precedente. Il mercato nipponico è in grado di offrire ottime opportunità commerciali alle aziende nazionali desiderose di allargare il raggio d’azione delle loro esportazioni.

Le barriere non tariffarie all’introduzione dei prodotti agroalimentari presenti sul mercato giapponese sono piuttosto diversificate e pertanto richiedono da parte degli esportatori un impegno particolare nell’ottenimento delle certificazioni richieste e nello studio delle relative normative doganali.

Lo scopo del seminario è proprio quello di offrire alle aziende italiane una panoramica generale sul mercato nipponico e sui relativi aspetti tecnici e doganali in modo da facilitare il loro percorso di internazionalizzazione.

Programma degli interventi:

9.30 Apertura dei lavori
Giovanni Sacchi, ICE - Agenzia, Direttore Ufficio di Coordinamento Servizi di promozione delSistema Italia
9.40 Il mercato giapponese dell’agroalimentare e l’attività istituzionale dell’ICE - Agenzia a sostegno delle imprese italiane
Roberto Lovato, ICE - Agenzia, Dirigente Uffico Agroalimentare e Vini

10.00 Progetti editoriali a supporto dell’export agroalimentare italiano Mauro Rosati, Fondazione Qualivita, Direttore Generale
10.20 Pausa
10.30 – 11.45 Aspetti tecnici e doganali per esportare prodotti agroalimentari in Giappone
Danilo Desiderio, International Trade & Customs Regulation, Avvocato
11.45 Domande e risposte
12.30 Conclusioni

A seguito dell’incontro seminariale sarà disponibile sul sito dell’ICE-Agenzia il materiale informativo relativo al seminario.

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


06/11/2013, 15:12
Profilo WWW
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 57870
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
AGENZIA ICE: AL VIA A SHANGHAI LA 17° EDIZIONE DI FHC 2013 E PROWINE
All’evento dedicato al settore agroalimentare e bevande presenti 100 aziende italiane

Shanghai, 13 novembre 2013 – Si apre oggi la 17° edizione della Food & Hospitality China presso lo Shanghai International Expo Center (SNIEC).

La manifestazione con cadenza annuale, che si concludera’ venerdi 15 novembre, è l'appuntamento settoriale di maggior richiamo per la Cina, sia per i produttori che per i buyers del settore agroalimentare, con oltre 1.200 espositori provenienti da 70 Paesi.

L’evento, nel corso degli ultimi anni si e’ affermato come uno dei principali momenti professionali a livello internazionale per il mercato cinese, con la presenza di espositori provenienti da ogni parte del mondo e di diversi Padiglioni nazionali, richiamando operatori non solo dalle diverse province della Cina, ma anche dai Paesi limitrofi. All’edizione 2012 erano presenti 1.200 espositori provenienti da 70 Paesi su una superficie espositiva di 35.000 mq. mentre il numero dei visitatori è stato di circa 30.000 unità (+4%).

Anche per l'edizione di quest’anno, l’ICE-Agenzia ha organizzato una collettiva italiana che occupa un’area espositiva di circa 340 mq. e vede la partecipazione di 23 espositori, suddivisi in due aree espositive: una dedicata al food e l’altra al settore vitivinicolo e che viene realizzata con il marchio PROWINE CHINA.

All'interno delle due aree espositive sono stati allestiti due centri servizi con la funzione di ospitare ed orientare i visitatori stranieri e di fornire assistenza marketing e logistica agli espositori italiani. Oltre ad essere presenti sul catalogo ufficiale della fiera, l’Agenzia ICE ha realizzato un Catalogo con informazioni e contatti sulle aziende italiane presenti nei due Padiglioni nazionali e che e’ gia’ stato inviato per email agli operatori cinesi del settore agroalimentare e bevande.

Il mercato cinese, pur continuando a rappresentare un mercato di nicchia per i prodotti d’importazione e, in particolare, per quelli occidentali, ha mostrato, negli ultimi anni, un forte dinamismo con un interessante trend di crescita.

Una popolazione che ha cambiato profondamente molti aspetti del suo modo di vivere, di vestirsi, di impiegare il tempo libero, di abitare. Ma più di tutto in Cina sta cambiando il modo di alimentarsi, ispirandosi più a modelli alimentari e nutrizionali che trovano origine nel continente europeo e nordamericano.

A testimonianza di cio, le importazioni settoriali in Cina, secondo i dati di fonte doganale cinese, sono in costante crescita arrivando nel 2012 a 86,1 milardi USD, con un aumento in valore del 20,6% rispetto al 2011. Nello stesso perido l’Italia ha esportato prodotti agroalimentarti e bevande per 323 milioni USD in crescita del 7,7% ed una quota di mercato pari allo 0,4%. I prodotti maggiormente esportati sono la cioccolata, i vini, l’olio d’oliva, le conserve alimentari, il caffè e la pasta.

Se osserviamo i dati dei primi 9 mesi del 2013, la Cina ha importato prodotti agroalimentari e bevande pari a 67,8 miliardi USD con una crescita del 7,3%, mentre le esportazioni Made in Italy in Cina hanno toccato 263 milioni USD (+22% rispetto allo stesso periodo del 2012).

L’Italia occupa la 26° posizione; se pero’ andiamo ad osservare i prodotti di punta del Made in Italy, nei primi nove mesi del 2013 essi hanno consolidato e, in alcuni casi, perfino migliorato la loro posizione di primo piano nel mercato locale: primo posto per cioccolato; secondo per olio d’oliva, spumante, pasta e acque minerali; terzo per vino imbottigliato; quarto per caffe’; quinto per i formaggi.

A latere della partecipazione alla fiera, sarà dato anche ampio spazio a ben 18 appuntamenti, tra seminari e degustazioni mirati sul tema “del cibo e del bere italiano”, che si svolgeranno in un’area appositamente dedicata con l’obiettivo di promuovere ed informare il consumatore a scegliere prodotti rigorosamente “Made in Italy”.

Secondo gli studi più accreditati, infatti, il giro di affari della contraffazione alimentare italiana nel mondo si aggira annualmente sui 60 miliardi di Euro. Quella dell’Italian Sounding è oggi una sostanziale sottrazione di mercato in una fase economica dove invece sarebbe necessaria la massima propulsione della promozione del Made in Italy verso i mercati esteri, anche in considerazione di una crescita del turismo cinese in Italia che favorisce le occasioni di contatto con l’enogastronomia italiana e che, successivamente, potrebbe tradursi in maggiori consumatori del Made in Italy di ritorno in patria. Da sottilineare inoltre lo sviluppo della ristorazione italiana con circa 150 ristoranti a Shanghai, di cui un terzo che propongono autentica cucina del nostro Paese.

Per ogni ulteriore informazione agroindustria@ice.it; shanghai@ice.it

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


13/11/2013, 8:25
Profilo WWW
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 57870
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
COMUNICATO STAMPA
WORKSHOP AGROALIMENTARE NEL REGNO UNITO 2013
Opportunità di penetrazione commerciale nel mercato britannico
Londra, Dorchester Hotel, 21 novembre 2013

Londra, 21 novembre 2013 – L’ICE-Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane organizza a Londra un Workshop dedicato al settore Agroalimentare e Vini.

L’evento si apre oggi a Londra presso la Ballroom del prestigioso Dorchester Hotel e si articolerà in un’unica giornata a partire dalle ore 10.00 fino alle ore 17.00.

Obiettivo dell’iniziativa è quello di consolidare ulteriormente le posizioni già acquisite dalle nostre aziende sul mercato britannico, nonché quello di occupare nuovi spazi commerciali, attraverso il contatto diretto tra le n. 31 aziende italiane partecipanti e gli operatori britannici del settore che presenzieranno all’evento.

A tale scopo l’ICE-Agenzia ha provveduto all’invito di operatori del trade britannico accuratamente selezionati tra operatori della GDO, ristoratori, delicatessen stores, buyer, importatori e stampa provvedendo inoltre a pubblicizzare l’evento su riviste specializzate.

Al fine di dare maggiore visibilità alle ditte partecipanti e offrire loro la possibilità di entrare in contatto con gli operatori britannici prima e dopo il Workshop è stato realizzato un sito web ad hoc nel quale sono stati inseriti loghi e Company Profile delle aziende.

In occasione del Workshop verrà infine realizzato un seminario sulla dieta mediterranea in collaborazione con l'Accademia Italiana della Cucina il cui programma prevede una prima parte dedicata alla ristorazione, con l’intervento di uno chef italiano gestore di un ristorante londinese (Mazzei dell'Anima) e la presenza di Theo Randall dell'Intercontinental Hyde Park, un ristoratore inglese specializzato nella preparazione di piatti della cucina italiana e una seconda parte "scientifica" relativa alle caratteristiche e ai benefici della dieta mediterranea con l’intervento del Dr. Simon Poole. L’incontro seminariale sarà interamente coordinato dal corrispondente Rai Antonio Caprarica e dal giornalista britannico Matthew Fort.

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


21/11/2013, 15:38
Profilo WWW
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 57870
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
AGENZIA ICE: SESSANTA BUYER INTERNAZIONALI AL SIGEP 2014

Roma, 18 gennaio 2014 – E’ stata inaugurata questa mattina, alla presenza del Ministro dello Sviluppo Economico Flavio Zanonato, la 35° edizione di “SIGEP”, il Salone Internazionale della Gelateria, Pasticceria e Panificazione Artigianali, che si svolgerà a Rimini fino al 22 gennaio 2014. Per l’occasione l’ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane e Riminifiera hanno organizzato la visita di una delegazione di 60 buyer internazionali provenienti da Australia, Canada, Cina, Israele, Stati Uniti e Sud Africa.

Per questi mercati “Focus” dell’edizione SIGEP 2014, l’Agenzia ICE, che ha curato la selezione dei delegati esteri, offre a supporto delle aziende italiane che desiderano esportare in Australia, Canada, Cina, Stati Uniti e Sudafrica Ricerche di mercato nel settore dei macchinari e semilavorati per gelateria, pasticceria, panificazione e cioccolato. Le ricerche sono disponibili sul sito www.sigep.it al seguente indirizzo: http://www.sigep.it/pagine/note_di_mercato.asp e costituiscono un primo elemento informativo sul settore e sulle potenzialità dei mercati.

Sempre a cura dell’Agenzia sarà operativo in fiera un Desk informazione mercati esteri presso la Buyers’ Lounge ubicata nel Pad. A3 Stand 100. I Trade Analyst dell’Agenzia ICE degli Uffici di Canada, Hong Kong e Stati Uniti saranno a disposizione durante la manifestazione per informazioni di prima assistenza e di orientamento al mercato.

Nel settore dolciario l’Italia vanta una cultura ed una tradizione riconosciute in tutto il mondo che saranno presentate a buyer specializzati e selezionati da diversi mercati esteri, in particolare provenienti sia da aree emergenti come Sud Africa e Cina, sia da Paesi ad economia avanzata, come gli Stati Uniti. Grande interesse soprattutto da parte dei buyer dell’Ho.Re.Ca. internazionale, che guarda all’Italia come uno dei Paesi con un più importante patrimonio d’eccellenza nel settore dolciario.

Secondo i dati AIIPA, in Italia si stimano circa 28.000 gelaterie, con un giro d´affari di 2,5 miliardi di euro e un numero addetti di 150.000 persone. All’estero le gelaterie sono circa 20.000 in forte crescita ed occupano circa 100.000 addetti, spesso italiani, formati nelle scuole delle aziende produttrici di ingredienti o di macchinari e che possono sviluppare la propria attività grazie al successo di questi prodotti sui mercati internazionali.

Al fatturato del gelato devono poi sommarsi una stima di circa 400 milioni di euro derivanti dagli ingredienti composti, di circa 200 milioni di macchine e di circa 500 di attrezzature e arredi, per un totale di addetti oscillante tra i 4.500 ed i 5.000. I mercati di sbocco prioritari restano quelli comunitari, che assorbono circa il 67 % dell’export, con particolare riferimento a Germania e Francia.

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


18/01/2014, 15:59
Profilo WWW
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 57870
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
FINE FOOD AUSTRALIA - MELBOURNE 15-18 SETTEMBRE 2014


Allegati:
CIRC INF FF AUSTRALIA 2014 + SCHEDA ADESIONE.pdf [1.93 MiB]
Scaricato 63 volte

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)
20/01/2014, 10:03
Profilo WWW
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 57870
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
L’ITALIA ALLA FRUIT LOGISTICA 2014 (5-7/2/2014)
L’ICE - Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese
italiane è presente quest’anno all’interno dello spazio "ITALY - The Beauty of Quality",
una area comune con i partner ufficiale dell’ICE, l’associazione degli esportatori ed
importatori di prodotti ortofrutticoli italiani Fruitimprese ed il CSO, Centro Servizi
Ortofrutticoli e oltre 30 aziende di settore.
Alla Fruit Logistica 2014 sarà dunque possibile incontrare i protagonisti del settore
ortofrutticolo in Italia, i cui delegati in Fiera saranno a disposizione dei visitatori
tedeschi e stranieri per offrire loro informazioni generali sull’offerta italiana del settore
ed organizzare incontri ad hoc con le oltre 30 imprese provenienti da varie regioni
italiane, presenti nella stessa area e rappresentative del meglio della produzione
agricola di alta qualità, che caratterizza da sempre, insieme all’innovazione di prodotto ,
l’agricoltura e l’alimentazione “Made in Italy” .
Si tratta dunque di un’occasione da non perdere, quella offerta dal Padiglione ICE –
Fruitimprese – CSO e di una tappa irrinunciabile per tutti i professionisti del settore che
potranno visitare l´interessante e variegata esposizione collettiva italiana alla 22° Fruit
Logistica al padiglione 2.2 stand A-02 , del quartiere fieristico di Berlino dal 5 al 7
febbraio 2014....


Allegati:
Comunicato stampa Fruitlogistica 2014_IT.pdf [90.06 KiB]
Scaricato 55 volte

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)
04/02/2014, 16:21
Profilo WWW
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 57870
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
COMUNICATO STAMPA
BUSINESS OPPORTUNITIES IN CHINA
CUNEO - 25/06/2014
Si terrà oggi 25 giugno presso presso l’hotel “Albergo dell’Agenzia”a Pollenzo (CN) l’evento
“Business Opportunities in China”, un incoming di operatori cinesi del settore agroalimentare che
prenderanno parte a un programma di B2B con le aziende italiane. L’iniziativa ha interessato anche
la città di Reggio Emilia lo scorso 23 giugno.
Il progetto, elaborato dall’Agenzia ICE, con il supporto e il partenariato delle associazioni
partecipanti al Gruppo di Lavoro a favore delle Micro Piccole Medie Imprese (MPMI) e
Cooperative di cui fanno parte, oltre all’ICE-Agenzia, Alleanza delle Cooperative Italiane, Rete
Imprese Italia (Casartigiani, CNA, Confartigianato, Confcommercio e Confesercenti),
Confagricoltura, Piccola Industria Confindustria, Confapi, e ABI, si propone l’obiettivo di
incrementare la penetrazione commerciale in Cina di prodotti alimentari provenienti
prevalentemente da MPMI (Micro, Piccole e Medie Imprese) con un potenziale di proiezione
internazionale e la capacità di operare su mercati esigenti e di grande potenziale per le produzioni
alimentari di nicchia e alta qualità.
Nel 2013 la Cina ha importato prodotti agroalimentari e bevande per un valore di 93,9 miliardi
USD, registrando un aumento del 9,1% rispetto al 2012.
Il 2013 ha registrato, inoltre, un aumento più che proporzionale delle esportazioni italiane in Cina,
che sono cresciute, rispetto all’anno precedente, del 19,8%. Considerando le principali categorie di
prodotti esportati (pasta, prodotti da forno, cioccolata, prosciutto, formaggi, vino, acque minerali,
gelati, kiwi, preparati vegetali e confetture), l’Italia si conferma al 2° posto, dopo la Francia, per un
valore complessivo di 344,7 milioni di USD.
L’iniziativa ha previsto la selezione e invito in Italia di 17 importatori e distributori cinesi di
“food & wine” – provenienti da Pechino, Shanghai e Guangzhou e Hong Kong - che oggi
prenderanno parte a un programma di B2B con le aziende italiane che hanno aderito e che sono
state selezionate dagli stessi buyer cinesi.
Le adesioni delle aziende italiane sono avvenute online .
A seguito della presenza di divieti all’importazione in Cina, sono state escluse a partecipare le
aziende che producono prodotti ortofrutticoli freschi, carni di origine bovina, ovina, suina e avicola.
Hanno aderito in totale 165 aziende italiane del settore agroalimentare: 116 a Reggio Emilia e 49 a
Cuneo. L’evento ha inizio con un’azione di “in-formazione” sul mercato cinese per le aziende
italiane presenti a cura del Direttore dell’Ufficio ICE di Pechino Dr. Antonino Laspina, , nonché
una breve sessione tenuta dal Direttore dell’ Ufficio Applicazione dei Tributi Doganali, Dr. Felice
Piscitello.
Nella giornata di incontro saranno presenti funzionari di 5 Gruppi Bancari italiani che offriranno,
alle aziende presenti, consulenza e assistenza relativamente agli aspetti finanziari.
Domani 26 giugno, in collaborazione con Confartigianato per Cuneo, i buyer cinesi visiteranno
alcune aziende dell’area .
Per ulteriori informazioni: agroindustria@ice.it


Allegati:
COMUNICATO STAMPA 25 GIUGNO CUNEO.pdf [95.22 KiB]
Scaricato 50 volte

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)
25/06/2014, 15:11
Profilo WWW
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 290 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 29  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Designed by ST Software.

Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO

Informativa Privacy