Switch to full style
Segnalazioni di attività e manifestazioni in tutta Italia
Rispondi al messaggio

‘BEE - formaggi di montagna’

30/09/2019, 18:28

A Villanova Mondovì torna ‘BEE - formaggi di montagna’
Novità 2019, il ‘Meeting Bee Lab’ in collaborazione con AgenForm e Slow Food

Re: ‘BEE - formaggi di montagna’

30/09/2019, 18:29

A Villanova Mondovì torna ‘BEE - formaggi di montagna’
Novità 2019, il ‘Meeting Bee Lab’ in collaborazione con AgenForm e Slow Food
L’ascesa di 'BEE - formaggi di montagna' continua, sempre nel segno
dell’assoluta eccellenza: tratto distintivo di una manifestazione che, alla settima
edizione, la terza con il titolo di Fiera nazionale, prosegue decisa il cammino verso la
più ampia e completa valorizzazione dei prodotti di alta quota. Artefici della
manifestazione saranno, come da tradizione, il Comune di Villanova Mondovì in
stretta sinergia con la Condotta Slow Food Monregalese, Cebano, Alta Val
Tanaro e Pesio ed in collaborazione con la Confraternita della Trippa e della
Rustìa di Villanova Mondovì. Un minuzioso lavoro dietro le quinte che porterà
nuovamente nel Monregalese produttori e visitatori da tutto il Nord Italia e non solo.
Sono i numeri a rendere tangibile ed evidente la crescita della manifestazione:
più di 100 produttori, locali e non, con presenze da Liguria, Valle d’Aosta, Lombardia
e Francia; 300 animali presenti alla rassegna ovicaprina con oltre venti diverse
specie di pecore e capre, con la predominanza della frabosana-roaschina, padrona di
casa, senza dimenticare le ‘curiose’ suffolk, le ‘quattro corna’, i lama, sino agli eleganti
e ‘morbidi’ alpaca che hanno catturato l’attenzione dei visitatori, in particolare dei
bambini; 20.000 passaggi di turisti e visitatori registrati nel 2018.
L’edizione 2019 vedrà l’esordio della collaborazione con AgenForm la quale,
insieme alla Condotta Slow Food Monregalese, organizzerà il ‘Meeting Bee Lab’
evento destinato in primo luogo agli allevatori, ma anche alle aziende del settore
agroalimentare, ad esperti e tecnici. Sabato 16 novembre, dalle ore 10, verrà
organizzato un approfondimento in collaborazione con l’Università di Scienze
Gastronomiche di Pollenzo: al centro dell’incontro, in tre tavole rotonde, i temi
dell’igiene e della sicurezza alimentare, della trasformazione del latte e della
carne caprina a fine carriera, infine dell’economia circolare. Durante la
discussione, i partecipanti, insieme ad esperti del settore, avranno modo di discutere
delle problematiche e di trovare spunti per creare una collaborazione. A moderare i tre
tavoli di lavoro, Silvio Barbero, vicepresidente dell’Università di Pollenzo.
«La più grande soddisfazione - sottolinea Michele Pianetta, vicesindaco ed
assessore alle Manifestazioni del Comune di Villanova Mondovì - è legare la crescita
numerica all’incremento della qualità. Un consumatore consapevole riesce ad
apprezzare il valore dell’eccellenza culinaria: l’idea che ci ha guidati nel percorso,
accompagnati da partner d’eccellenza, è stata quella di coinvolgere il visitatore con
eventi collaterali in grado di valorizzare le produzioni di alta quota. Oggi possiamo dire
che è stata la scelta giusta. Villanova Mondovì si prepara nuovamente ad ospitare la
‘due giorni’ di un evento che rappresenta il luogo ideale di incontro per gli allevatori
delle Alpi, attraverso la rassegna ovicaprina, e vetrina dei formaggi di montagna».
‘BEE - formaggi di montagna’ è una manifestazione ideata dal Comune di Villanova
Mondovì, insieme alla Condotta Slow Food Monregalese, Cebano, Alta Val Tanaro e Pesio ed
alla Confraternita della Trippa e della Rustìa di Villanova Mondovì; con il contributo di Regione
Piemonte, Fondazione CRC, Fondazione CRT, Camera di Commercio di Cuneo e ATL Cuneese;
con il patrocinio di ANCI Piemonte e UNCEM Piemonte; con il supporto di Associazione
Nazionale Pastorizia, Associazione Regionale Allevatori Piemonte, Club Alpino Italiano (Sezione
di Mondovì), Comizio Agrario di Mondovì, Confagricoltura (Mondovì), Confartigianato (Cuneo) e
Confcommercio (Monregalese).

Re: ‘BEE - formaggi di montagna’

08/10/2019, 16:02

Dal test 2018 alla conferma 2019: 'BEE - Formaggi di montagna' si svilupperà attraverso due giorni di eventi, sempre nel segno dell’assoluta eccellenza, seguendo la volontà degli espositori stessi, espressa grazie ai questionari informativi predisposti dall’Amministrazione comunale villanovese. Non sono solo i numeri, dunque, a rendere tangibile ed evidente la crescita della manifestazione, ma anche i riscontri economici degli operatori di settore che scelgono Villanova Mondovì come piazza per valorizzare al meglio le proprie produzioni.

La settima edizione, la terza con il titolo di Fiera nazionale, prosegue decisa il cammino verso l’ampia e completa valorizzazione dei prodotti di alta quota. Artefici di ‘BEE’ saranno, come da tradizione, il Comune di Villanova Mondovì in stretta sinergia con la Condotta Slow Food Monregalese, Cebano, Alta Val Tanaro e Pesio ed in collaborazione con la Confraternita della Trippa e della Rustìa di Villanova Mondovì. Un minuzioso lavoro dietro le quinte che porterà nuovamente nel Monregalese produttori e visitatori da tutto il Nord Italia e non solo.

L’obiettivo è quello di incrementare le cifre record del 2018 quando ‘timbrarono il cartellino’ oltre 100 produttori, con presenze da Liguria, Valle d’Aosta, Lombardia ed anche dalla Francia. Protagonisti, poi, i 300 capi della rassegna ovicaprina con oltre venti diverse specie di pecore e capre, con la predominanza della frabosana-roaschina, padrona di casa, senza dimenticare le ‘curiose’ suffolk, le ‘quattro corna’, i lama, sino ai ‘morbidi’ alpaca che hanno catturato l’attenzione dei visitatori.

«La costante crescita numerica di ‘BEE’ - sottolinea Michele Pianetta, vicesindaco ed assessore alle Manifestazioni del Comune di Villanova Mondovì - è strettamente legata all’incremento della qualità. Sono stati gli espositori stessi ad indicarci la strada della ‘due giorni’, segno che un consumatore consapevole sa apprezzare il valore dell’eccellenza culinaria. Sin dalla prima edizione, grazie a partner di livello, abbiamo coinvolto il visitatore con eventi collaterali in grado di valorizzare le produzioni di alta quota. Oggi possiamo dire che è stata la scelta giusta: Villanova Mondovì è il luogo ideale di incontro per gli allevatori delle Alpi, attraverso la rassegna ovicaprina, ma costituisce anche un’importante vetrina dei formaggi di montagna».

Re: ‘BEE - formaggi di montagna’

27/10/2019, 11:45

Dal Ristorante Carignano di Torino
allo show culinario di Villanova Mondovì
Pianetta: «Esperienze gastronomiche dalla lunga persistenza emotiva»
Anche la settima edizione di 'BEE - formaggi di montagna', in programma a Villanova Mondovì (CN) sabato 16 e domenica 17 novembre 2019, porterà in dote la sua ‘placca rossa’, simbolo dell’ambito riconoscimento della ‘stella Michelin’. La Guida, ideata quasi per gioco nel 1898 dai fratelli Michelin, Édouard e André, rappresenta oggi il gotha dell’enogastronomia mondiale e le stelle sono considerate il più importante riconoscimento per un ristorante ed uno chef. Da status symbol per viaggiatori, amanti del buon cibo e del buon vino, a diffuso fenomeno di massa, con la capacità di orientare le scelte dei ristoratori e di chi fa cucina, prima ancora che i gusti degli utenti della ristorazione.

Si rinnova, dunque, l’appuntamento con lo show culinario, da sei anni protagonista irrinunciabile del programma di 'BEE'. Un cammino avviato dal torinese Christian Milone (2014), oggi stella Michelin, proseguito dal livignasco Roberto Longa (2015), dal ligure Massimiliano Torterolo (2016), stellato della ‘Locanda dell'Angelo’ di Millesimo (Savona), da Francesco Oberto, patron stellato dell'Osteria ‘Da Francesco’ di Cherasco (2017), e da Marcello Trentini (2018), brillante stella nel firmamento dei ristoranti torinesi con il suo ‘Magorabin’.

Ed è proprio il capoluogo piemontese ad offrire il protagonista dell’atteso show 2019: dal palcoscenico di una città che conta ben dodici ristoranti stellati, record nel panorama enogastronomico nazionale, ecco l’astro di Marco Miglioli. Classe 1986, diplomato a Torino all’Istituto Alberghiero ‘Beccari’, inizia il suo percorso lavorativo sul lago d’Orta come commis di cucina al ‘Giardinetto’ di Pettenasco. Sempre sulle rive del lago d’Orta, il secondo capitolo della carriera di Miglioli che approda a ‘Villa Crespi’, alla corte di Antonino Cannavacciuolo, come stagista in pasticceria: fin da subito si distingue per le sue capacità e, all’interno della brigata, avanza progressivamente fino a ricoprire il ruolo di terzo chef in stretta sinergia con Fabrizio Tesse. Il suo desiderio di formazione e di crescita e il suo animo libero e curioso lo muovono verso nuove esperienze: prima il ‘Ristorante Trussardi alla Scala’ a Milano con Andrea Berton, poi al fianco di Michel Roux jr. a Londra presso il ‘Roux at Parliament Square’ come sous chef. La sua inarrestabile sete di scoperta lo porta alla scoperta di culture diverse per sperimentare, anche in cucina, nuovi abbinamenti culinari in grado di soddisfare anche il gusto di palati multietnici, passando dalla Francia fino agli Emirati Arabi. Nel 2017 torna a casa, in Italia, al ‘Ristorante Carignano’, orgoglioso finalmente di poter lavorare nella sua Torino, insieme all’amico Fabrizio Tesse.
Dopo 10 anni di vita e di esperienze in cucina, Miglioli e Tesse ritrovano in un attimo la storica intesa senza troppe parole, con un semplice sguardo, e improvvisamente l’orologio sembra portarci indietro nel tempo, direttamente a quei giovanissimi e promettenti chef nella cucina di ‘Villa Crespi’.

Re: ‘BEE - formaggi di montagna’

05/11/2019, 9:59

A Villanova Mondovì, tra proiezioni, spettacoli e degustazioni
Si comincia lunedì 11 novembre con il documentario ‘The Dawn Wall’
Il conto alla rovescia è ufficialmente partito. Con l’avvio del mese di novembre, a Villanova Mondovì (CN) cresce l’attesa per 'BEE - formaggi di montagna', in programma sabato 16 e domenica 17 novembre 2019. Nato accanto alla rassegna ovicaprina, pronta a festeggiare quest’anno le venti edizioni, il marchio ‘BEE’ è ormai sinonimo di qualità, riconosciuto in tutto il Piemonte e non solo, pronto a salire nuovamente sul palcoscenico accompagnato dal titolo di fiera nazionale. Una ‘due giorni’ intensa, ricca di eventi, laboratori e dibattiti che rappresenterà il punto di arrivo del consueto cammino di avvicinamento: un’intera settimana di appuntamenti dedicati ad un pubblico sempre più eterogeneo, alla scoperta delle produzioni di alta quota, della cucina, delle tradizioni locali e dell’ambiente che ci circonda, con un occhio di riguardo alla montagna.

Ecco ‘Aspettando BEE’, pronto al debutto già nella serata di lunedì 11 novembre, alle ore 21, quando al teatro civico ‘Federico Garelli’ si spegneranno le luci e gli occhi della platea verranno catturati dal documentario ‘The Dawn Wall’. Nasce, infatti, dalla collaborazione tra l’Amministrazione comunale villanovese e la sezione CAI di Mondovì l’attesa tappa del Mondovì Mountain Film 2019, evento giunto alla terza edizione. «È senza dubbio un onore - dichiara Davide Avagnina, presidente del CAI Mondovì - presenziare così attivamente a quest’edizione di BEE. Ringrazio, in tal senso, l’Amministrazione comunale di Villanova Mondovì che ci ha voluti nel programma ufficiale della manifestazione, supportandoci anche nell’organizzazione della serata. La montagna, da sempre, unisce genti e territori differenti, esattamente come l’arte cinematografica. Da tre anni, ormai, BEE ha raggiunto la caratura nazionale ed era quindi naturale che anche il Mondovì Mountain Film provasse a superare i semplici confini amministrativi. Una forte responsabilità, una grande soddisfazione, ma soprattutto un’importante sinergia che speriamo possa continuare anche negli anni a venire».

Il cammino verso il cuore dell’evento proseguirà martedì 12 novembre con il primo spazio enogastronomico di ‘BEE’. Alle ore 20, alla società agricola di San Grato, lo chef Riccardo Milone, in collaborazione con la Confraternita della Trippa e della Rustìa, accoglierà i commensali per la consueta cena di apertura, intitolata nuovamente ‘Il Monregalese a tavola’. Dopo l’aperitivo di benvenuto, il menu si aprirà con bistecchine di agnello panko con gastrique di famigliole dell’acacia, seguito da finanziera in crepinette su foglie di castagno affumicate e sabayon al timo di montagna, plin al seiras di capra in salsa di burro profumato all’argan, risotto mantecato allo yogurt di pecora con polvere di trombette della morte, agnello arrostito a fuoco lento con cardo farcito e ridotto al curry rosso, formaggi d’alpeggio e non con cugnà della casa. Per finire, una ‘dolce lavorazione’ della castagna. Ai piatti verranno abbinati vini Chardonnay e Dolcetto di Alba dell’azienda ‘Il Generale’ di Monforte d’Alba. Per prenotazioni rivolgersi al numero 338.1166228 entro sabato 9 novembre (costo 35 €, bevande incluse).

Mercoledì 13 novembre, alle ore 21, ‘Aspettando BEE’ farà tappa nell’oratorio di San Lorenzo, ed in particolare nel salone monsignor Pozzi, con lo spettacolo ‘Parole a fuoco lento’, sottotitolato ‘ricette letterarie e musicali ad elevato contenuto calorico’. Il nuovo spettacolo firmato CanzoneTeatro - Ada Prucca alla voce, il villanovese Corrado Leone ‘deus ex machina’, quindi Attilio Ferrua, Mario Manfredi e Renzo Coniglio - prefigura, già nella sua presentazione, una certa libertà narrativa, sebbene le citazioni letterarie prevalenti siano di carattere gastronomico, pur con qualche digressione dedicata all’amore. Un intreccio, quello fra cucina e letteratura, che la compagnia predilige, con la citazione di grandi nomi della letteratura pronti a ‘servire’ racconti e poesie stuzzicanti, con la colonna sonora dei classici della musica leggera. Un parterre di autori eccellenti, che hanno già ispirato altri lavori del gruppo monregalese (Manzoni, Borges, Neruda, Allende, Prévert, Merini, Gozzano...), fornisce anche questa volta la materia prima, elaborata con ironia e leggerezza. Ingresso libero.

Gran finale di ‘Aspettando BEE’ nella serata di giovedì 14 novembre, quando, alle ore 20, nell’accogliente salone della Società Operaia di Villanova Mondovì, andrà in scena la ‘Degustazione di storie e cibi della tradizione’. A condurla i critici enogastronomici de ‘La Stampa’, Elma Schena e Adriano Ravera, studiosi di storia e costumi delle tradizioni del nostro territorio. Il menu della serata prevede la ‘sostanziosa’ minestra di castagne bianche e di patate di montagna al latte, poi l’immancabile ‘capra e fagioli’ ed un assaggio di formaggi caprini. Dolce chiusura con il budino di farina di castagne guarnito di marron glacé e la ‘cupeta’ villanovese. Un ricco banchetto che viene proposto a 15 €, bevande escluse.

Re: ‘BEE - formaggi di montagna’

09/11/2019, 14:38

Dalla stella Michelin di Marco Miglioli
alla cucina ‘agrichef’ di Paolo Sappa
Blangetti: «Valorizzare la materia prima, dal produttore al consumatore»
Fornelli accesi a Villanova Mondovì (CN) dove cresce l’attesa per 'BEE - formaggi di montagna', in programma sabato 16 e domenica 17 novembre 2019. L’accostamento ai locali della cucina è doveroso: l’ascesa dell’attenzione legata allo show culinario, infatti, è inarrestabile. Di anno in anno, sempre più gourmet si avvicinano all’evento ‘della domenica’, divenuto un vero e proprio fiore all’occhiello della manifestazione ormai così radicata nel Monregalese.

L’Amministrazione comunale di Villanova Mondovì, in stretta collaborazione con la Condotta Slow Food Monregalese, dopo aver già annunciato la presenza all’evento dello chef stellato Marco Miglioli (Ristorante Carignano, Grand Hotel Sitea, di Torino), rilancia e... raddoppia. Non solo ‘due giorni’ di ‘BEE’, ma anche due show culinari. Alle ore 12,30 di sabato 16 novembre, infatti, Paolo Sappa salirà alla ribalta con i prodotti dell’agriturismo ‘Ca’ del Dùduro’ di Garessio. Una struttura, circondata dal verde della val Tanaro, che propone una cucina a base di ingredienti propri, trasformati dalle sapienti mani del cuoco. L’azienda si occupa principalmente di allevamento, in particolare di bovini di razza piemontese e di pecore garessine. Una carriera ventennale, quella dello chef ‘valtanarino’ che, dopo numerose esperienze, nel 2011 è attratto dal richiamo della terra natìa, avviando un nuovo percorso che peraltro, nel 2017, viene suggellato dal diploma conseguito all'accademia ‘agrichef’. In occasione di ‘BEE - formaggi di montagna’, i commensali potranno degustare due piatti caratteristici della sua cucina: il raviolo garessino ed il cosciotto di pecora garessina alle castagne.

Ventiquattr’ore più tardi, alle ore 12,30 di domenica 17 novembre, sempre all'interno della struttura coperta di piazza della Rimembranza, ecco un secondo show culinario, guidato stavolta dallo chef stellato Marco Miglioli. Ultimi posti disponibili per un’esperienza di sicura persistenza emotiva, di cui oggi si rivela l'intrigante menu: per cominciare, millefoglie di agnello, topinambour e menta; di secondo, spalla di agnello, yogurt greco, sesamo e cetriolo agrodolce; infine, cannolo di ricotta di pecora, timo e limone cristallizzato. Grandi piatti abbinati a grandi vini di Langa, presentati dall'azienda agricola ‘Ribote’ di Dogliani, una realtà a conduzione strettamente familiare che vanta una tradizione secolare.

«Tra i nostri compiti primari - dichiara Andrea Blangetti, fiduciario della Condotta Slow Food Monregalese, storico ‘partner’ di BEE insieme alla Confraternita della Trippa e della Rustìa di Villanova Mondovì - vi è la valorizzazione della materia prima in tutta la sua filiera, a partire dal produttore e sino a giungere al consumatore. In questo percorso, gli show culinari occupano certamente un ruolo decisivo, non solo per la possibilità di assaporare piatti di assoluto livello enogastronomico, ma per le indicazioni che i vari chef forniscono in merito agli ingredienti utilizzati. Spesso, nella trasformazione, si rischia di non esaltare al meglio le caratteristiche dei prodotti: grazie al palcoscenico di 'BEE', chiudiamo davvero il cerchio e portiamo l'eccellenza dalla terra alla tavola».

La partecipazione agli show culinari, organizzati dalla Condotta Slow Food Monregalese, Cebano, Alta Val Tanaro e Pesio, è aperta a tutti con prenotazione obbligatoria, al prezzo rispettivamente di 15 euro (chef Paolo Sappa) e di 25 euro (chef Marco Miglioli), ai seguenti riferimenti: tramite e-mail all’indirizzo ‘condotta283@gmail.com’ oppure via sms al numero 339.1231655. Il pagamento potrà essere effettuato con bonifico bancario alle coordinate inoltrate su richiesta.

Per ulteriori aggiornamenti: www.fierabee.it.
Rispondi al messaggio