Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 15/12/2019, 12:27




Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 
Smog e siccità: pericolo per l'agricoltura 
Autore Messaggio
Sez. Coltivazioni Forestali
Sez. Coltivazioni Forestali
Avatar utente

Iscritto il: 07/05/2013, 19:05
Messaggi: 671
Località: FIRENZE
Formazione: Diploma di Perito agr. - Laurea in Scienze Forestali
Rispondi citando
La Coldiretti lancia l'allarme:

Livelli di smog alle stelle in molte città a causa dell’andamento climatico con la caduta a dicembre in Italia di ben il 91% di acqua in meno rispetto alla media del periodo, dopo il mese di novembre con piogge praticamente dimezzate (-49%) ma con punte di meno 80% al Nord dove è allarme siccità. E’ quanto emerge da un monitoraggio della Coldiretti sulla base dei dati Ucea nella prima decade ma anche con scarse possibilità di un'inversione di tendenza, per la presenza di un'ampia struttura di alta pressione determina da giorni tempo stabile e senza pioggia.

L’assenza di precipitazioni provoca la permanenza di impurità nell’aria con l’adozione di misure di salvaguardia nelle grandi città ma - sottolinea la Coldiretti - sta provocando anche una preoccupazione generalizzata nelle campagne sulla situazione dei principali bacini idrici e dei terreni anche perché sta mancando la neve che rappresenta una importante scorta per le riserve idriche. Nelle montagne è allarme per la stagione sciistica che stenta a partire ma nelle campagne c’è preoccupazione per la mancanza di acqua necessaria - precisa la Coldiretti - per ristabilire le risorse idriche indispensabili nella fase di crescita delle coltivazioni.
Se - continua la Coldiretti - la siccita' ha addirittura innalzato il rischio di incendi nelle zone boschive dell'Alto Adige con erba e arbusti rinsecchiti nella zona nord-orientale della Sardegna - precisa la Coldiretti - lo stato di criticità e stato rilevato dal sistema di monitoraggio delle riserve idriche nei serbatoi artificiali con il passaggio dalla fase di preallerta a quello di allerta. Rappresentativo della realtà anomala di questi mesi è il livello del fiume Po che è piu’ basso di quasi 2 metri rispetto allo stesso periodo dello scorso anno al Ponte della Becca dove il livello idrometrico del piu’ grande fiume italiano è addirittura come quello di questa estate. Una situazione preoccupante per un bacino dove si produce - conclude la Coldiretti - il 35 per cento della produzione agricola che è fortemente dipendente dalla disponibilità di acqua ma che è anche sintomatica delle difficoltà in cui si trova buona parte dell’Italia.

_________________
In attesa della Piccola Era Glaciale


23/12/2015, 22:34
Profilo WWW
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 57616
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
Un bel casino se non piove o nevica.
Ma ricordo un'annata simile a fine anni 80: nevicò il 17 febbrao :(
E in gennaio ci fu un grosso incendiò in una valle laterale della val Rendena che interessò una montagna fino a 2400 metri !

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


24/12/2015, 23:19
Profilo WWW
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 2 messaggi ] 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Designed by ST Software.

Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO

Informativa Privacy