Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 13/12/2019, 10:16




Rispondi all’argomento  [ 24 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo
Lotta ai cambiamenti climatici... TerrAmica N.2 
Autore Messaggio
Sez. Coltivazioni Forestali
Sez. Coltivazioni Forestali
Avatar utente

Iscritto il: 07/05/2013, 19:05
Messaggi: 671
Località: FIRENZE
Formazione: Diploma di Perito agr. - Laurea in Scienze Forestali
Rispondi citando
non saranno gravi i cambiamenti climatici ma guardate cosa scrive il LAMMA Toscana per la giornata di sabato
--
nella giornata di sabato attese temperature anomale in montagna con punte di 14-15°C a 1500 m di quota.
--

_________________
In attesa della Piccola Era Glaciale


08/01/2015, 15:45
Profilo WWW

Iscritto il: 10/12/2014, 18:45
Messaggi: 119
Località: Genova-Sestri Ponente / Urbe (SV) 530 m slm
Rispondi citando
Già sabato e domenica farà caldo...nella pianura alessandrina e astigiana attese Tx di circa 20 Gradi (nel migliore dei casi) qui da me mi aspetto 18-19 Gradi.


08/01/2015, 16:36
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 03/04/2011, 20:36
Messaggi: 2651
Località: CARRARA
Formazione: Geometra
Rispondi citando
marcogiuseppi ha scritto:
non saranno gravi i cambiamenti climatici ma guardate cosa scrive il LAMMA Toscana per la giornata di sabato
--
nella giornata di sabato attese temperature anomale in montagna con punte di 14-15°C a 1500 m di quota.
--

credo invece che la situazione sia di estrema gravità
http://anticapitalista.org/2014/04/09/un-nuovo-rapporto-ipcc-sui-cambiamenti-climatici-estrema-gravita-della-diagnosi-inconsistenza-delle-soluzioni/

_________________
se non scali la montagna non potrai avere una visione chiara della pianura!


08/01/2015, 19:23
Profilo
Sez. Miscellanea
Sez. Miscellanea
Avatar utente

Iscritto il: 27/07/2011, 13:09
Messaggi: 26667
Località: Camporosso
Rispondi citando
robert63 ha scritto:
marcogiuseppi ha scritto:
non saranno gravi i cambiamenti climatici ma guardate cosa scrive il LAMMA Toscana per la giornata di sabato
--
nella giornata di sabato attese temperature anomale in montagna con punte di 14-15°C a 1500 m di quota.
--

credo invece che la situazione sia di estrema gravità
http://anticapitalista.org/2014/04/09/un-nuovo-rapporto-ipcc-sui-cambiamenti-climatici-estrema-gravita-della-diagnosi-inconsistenza-delle-soluzioni/


Questa non è una notizia robert, è terrorismo mediatico, a quanto pare anche privo di consistenza.... :ugeek:

_________________
Nella vita non esistono sfide, ma solo una sfida, quella con te stesso...
“Crisi è quel momento in cui il vecchio muore ed il nuovo stenta a nascere.” Antonio Gramsci


09/01/2015, 2:36
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 22/10/2014, 19:21
Messaggi: 131
Località: Molise
Rispondi citando
Concordo con Jean, l'IPCC è un'organizzazione intergovernativa in seno all'ONU, praticamente è un anticristo. Non svolge direttamente attività di ricerca né di monitoraggio o raccolta dati, ma fonda le sue valutazioni principalmente su letteratura scientifica, tutti i suoi rapporti tecnici sono a loro volta soggetti a procedure di referaggio; i rapporti sintetici (oggetto di attenzione mediatica, come quello riportato sul sito linkato da robert63) sono soggetti anche a revisione da parte dei governi e del resto ogni governo è libero di farsi rappresentare dagli inviati che sceglie anche se non sono competenti. Infine è singolare la soluzione auspicata dal sito che ha riportato il rapporto farlocco, Sinistra anticapitalista: "Per ridurre le emissioni e abolirle a termine, è urgente una pianificazione ecosocialista, che esige in priorità l’espropriazione dei settori dell’energia e del credito, senza indennizzi né riscatti."
Non ho parole.

_________________
"In fin dei conti l'umanità è una fioca luce generatasi nello spazio e scomparirà senza comunicare perché è presente."
Capitano Harlock


09/01/2015, 15:32
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 22/10/2014, 19:21
Messaggi: 131
Località: Molise
Rispondi citando
Terrorismo mediatico, esatto. La realtà è un'altra, ovvero il sistema sarà sempre in equilibrio.
Poiché la Terra non è un sistema isolato, e poiché la matematica non è un'opinione, come invece vorrebbero farci credere, per il secondo principio della termodinamica l'energia potenziale accumulata non sbilancerà l'energia termica in un verso oppure nell'altro, ma il sistema compenserà. Sempre.
Ad esempio, se la temperatura media del pianeta dovesse aumentare anche di qualche grado, anche a causa di azioni umane sconsiderate, il sistema reagirà, ristabilendo l'equilibrio potenziale; quindi il conseguente scioglimento delle calotte polari causerà un rallentamento della corrente a getto, che a sua volta causerà persistenza delle aree depressionarie che in condizioni normali sarebbero transitorie. Persistenza che causa fenomeni repentini, quali inondazioni, bombe d'acqua, tsunami, nevicate abbondanti, temperature polari. Ma, tutto ciò è conseguenza, il sistema sta compensando. Paradossalmente, un aumento della temperatura media, causerebbe un raffreddamento repentino del pianeta, praticamente una piccola era glaciale, come tantissime che giá si sono avute.
L'aspetto pratico della compensazione, in sé assolutamente naturale, cioè non fenomeno eccezionale come invece vorrebbero farci credere, è un repentino innalzamento dei bacini idrotermici, sopra e sotto crosta, con conseguente distruzione di città come New York. Ma questo è un problema dell'uomo, non del sistema.

_________________
"In fin dei conti l'umanità è una fioca luce generatasi nello spazio e scomparirà senza comunicare perché è presente."
Capitano Harlock


13/01/2015, 19:50
Profilo
Sez. Coltivazioni Forestali
Sez. Coltivazioni Forestali
Avatar utente

Iscritto il: 07/05/2013, 19:05
Messaggi: 671
Località: FIRENZE
Formazione: Diploma di Perito agr. - Laurea in Scienze Forestali
Rispondi citando
Dallas ha scritto:
Terrorismo mediatico, esatto. La realtà è un'altra, ovvero il sistema sarà sempre in equilibrio.
Poiché la Terra non è un sistema isolato, e poiché la matematica non è un'opinione, come invece vorrebbero farci credere, per il secondo principio della termodinamica l'energia potenziale accumulata non sbilancerà l'energia termica in un verso oppure nell'altro, ma il sistema compenserà. Sempre.
Ad esempio, se la temperatura media del pianeta dovesse aumentare anche di qualche grado, anche a causa di azioni umane sconsiderate, il sistema reagirà, ristabilendo l'equilibrio potenziale; quindi il conseguente scioglimento delle calotte polari causerà un rallentamento della corrente a getto, che a sua volta causerà persistenza delle aree depressionarie che in condizioni normali sarebbero transitorie. Persistenza che causa fenomeni repentini, quali inondazioni, bombe d'acqua, tsunami, nevicate abbondanti, temperature polari. Ma, tutto ciò è conseguenza, il sistema sta compensando. Paradossalmente, un aumento della temperatura media, causerebbe un raffreddamento repentino del pianeta, praticamente una piccola era glaciale, come tantissime che giá si sono avute.
L'aspetto pratico della compensazione, in sé assolutamente naturale, cioè non fenomeno eccezionale come invece vorrebbero farci credere, è un repentino innalzamento dei bacini idrotermici, sopra e sotto crosta, con conseguente distruzione di città come New York. Ma questo è un problema dell'uomo, non del sistema.


per dare altri spunti al dibattito, mi chiedo... chi ci guadagna con questo "terrorismo mediatico" come lo hai definito te? che interessi ci possono essere a sovrastimare il cambiamento climatico?

_________________
In attesa della Piccola Era Glaciale


14/01/2015, 11:56
Profilo WWW
Avatar utente

Iscritto il: 22/10/2014, 19:21
Messaggi: 131
Località: Molise
Rispondi citando
Questa è una bella domanda.
Terrorismo mediatico non è una mia citazione, ma di JeanGabin, e sono d'accordo.
Chi ci guadagna? Chiunque ne tragga profitto. Lo scopo di qualsiasi gruppo di potere, a qualsiasi livello, è sempre stato quello di controllare le masse. E come si controllano le masse? Dandogli qualcosa in cui credere.
Le masse crederanno che i cambimenti climatici sono importanti, deviando ad esempio l'attenzione da una falsa e ingiustificata carenza di risorse naturali.
Nell'antichità esisteva la schiavitù, ma in verità non è mai stata abolita. Oggi si chiama lavoro.
L'uomo, per vivere, non ha bisogno di lavorare. Da che mondo è mondo, l'uomo ha cacciato, allevato, coltivato, raccolto. Cosa succederebbe se le masse capissero che non hanno bisogno di lavorare, cioè di essere schiavi, per poter vivere? Prendiamo il buco dell'ozono, ci hanno sempre detto che è stato causato dall'uomo, ma non è vero. Forse indirettamente, ma ci sarebbe anche qui da discuterne. Ad un aumento della pressione interna, il sistema ha reagito diradando la ionosfera. Creando un moto convettivo la CO2 viene espulsa. È lo stesso fenomeno del fuoco acceso al centro di una tenda indiana, oppure di un igloo, oppure di una tenda mongola, oppure dell'oculus al centro della cupola del Pantheon.
Chi ha letto qualcosa di uno dei più grandi pensatori di tutti i tempi, Jean Jacques Rousseau? L'incipit del Contratto Sociale: "L'uomo è nato libero. E ovunque è in catene".


14/01/2015, 14:34
Profilo
Sez. Miscellanea
Sez. Miscellanea
Avatar utente

Iscritto il: 27/07/2011, 13:09
Messaggi: 26667
Località: Camporosso
Rispondi citando
marcogiuseppi ha scritto:
Dallas ha scritto:
Terrorismo mediatico, esatto. La realtà è un'altra, ovvero il sistema sarà sempre in equilibrio.
Poiché la Terra non è un sistema isolato, e poiché la matematica non è un'opinione, come invece vorrebbero farci credere, per il secondo principio della termodinamica l'energia potenziale accumulata non sbilancerà l'energia termica in un verso oppure nell'altro, ma il sistema compenserà. Sempre.
Ad esempio, se la temperatura media del pianeta dovesse aumentare anche di qualche grado, anche a causa di azioni umane sconsiderate, il sistema reagirà, ristabilendo l'equilibrio potenziale; quindi il conseguente scioglimento delle calotte polari causerà un rallentamento della corrente a getto, che a sua volta causerà persistenza delle aree depressionarie che in condizioni normali sarebbero transitorie. Persistenza che causa fenomeni repentini, quali inondazioni, bombe d'acqua, tsunami, nevicate abbondanti, temperature polari. Ma, tutto ciò è conseguenza, il sistema sta compensando. Paradossalmente, un aumento della temperatura media, causerebbe un raffreddamento repentino del pianeta, praticamente una piccola era glaciale, come tantissime che giá si sono avute.
L'aspetto pratico della compensazione, in sé assolutamente naturale, cioè non fenomeno eccezionale come invece vorrebbero farci credere, è un repentino innalzamento dei bacini idrotermici, sopra e sotto crosta, con conseguente distruzione di città come New York. Ma questo è un problema dell'uomo, non del sistema.


per dare altri spunti al dibattito, mi chiedo... chi ci guadagna con questo "terrorismo mediatico" come lo hai definito te? che interessi ci possono essere a sovrastimare il cambiamento climatico?


Chi ci guadagna è semplice, la Francia è stata il primo stato che ha applicato una tassa "mondiale" sui biglietti aerei,
che tanti paesi tra l'altro contestano e non vogliono pagare.....
Se avete bisogno di ulteriori informazioni ve le fornisco.

PS: della serie paga sempre pantalone.... :mrgreen:

_________________
Nella vita non esistono sfide, ma solo una sfida, quella con te stesso...
“Crisi è quel momento in cui il vecchio muore ed il nuovo stenta a nascere.” Antonio Gramsci


14/01/2015, 21:37
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 25/01/2013, 14:55
Messaggi: 4327
Località: Siena.
Formazione: Diploma,geometra.
Rispondi citando
Non so se avete visto il servizio sul Tg5 di stasera, praticamente gli esperti meteo, hanno registrato un aumento in Italia delle temperature di 1.52 gradi negli ultimi anni a differenza della maggior parte degli altri paesi Europei che hanno registrato un aumento delle temperature medie compreso fra 0.41/0.49 gradi nello stesso arco di tempo.
Il 2014 è stato l'anno più caldo mai registrato da ben 134 anni a questa parte.
Secondo loro, questa anomalia è dovuta al fatto che l'Italia risulta essere un paese abbastanza protetto da infiltrazioni climatiche fredde dalla catena delle Alpi e soprattutto a causa dell'uomo che riversa sempre di più sostanze inquinanti nell'atmosfera.

La situazione è davvero catastrofica, nel senso che in Italia a differenza di altri paesi se si continua su questa falsa riga, nel 2050 l'inverno potrebbe essere più corto di circa 4/5 settimane, la temperatura media continuerà a salire di circa 3 gradi e le catastrofi ambientali (a cui stiamo assistendo negli ultimi 7/8 anni), saranno sempre più frequenti e catastrofici; addirittura si stima che nel 2050 nevicherà soltanto dai 1700/1800 metri in su...... :shock: .....

Poveri noi e povera Italia anche in questo campo.....

_________________
"Ancora una volta in lotta, nell'ultima battaglia che conti, di cui ho mai saputo, vivere e morire in questo giorno...vivere...e morire...in questo giorno…"


24/01/2015, 21:48
Profilo WWW
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 24 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Designed by ST Software.

Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO

Informativa Privacy