Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 26/02/2020, 9:18




Rispondi all’argomento  [ 118 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 8, 9, 10, 11, 12  Prossimo
Riscaldare con la legna 
Autore Messaggio
Avatar utente

Iscritto il: 20/10/2009, 18:36
Messaggi: 6820
Località: Airuno (Lecco)
Rispondi citando
Maddmax ha scritto:

Meno di 100 anni fa eravamo 2 miliardi. Oggi siamo 9 miliardi. Il grosso della produzione di pellet ormai avviene a spese delle foreste dell' est europeo, un piccolo particolare che il verdi-della-domenica si dimenticano di menzionare
Maddmax

E tutti questi 9 miliardi hanno necessità di scaldarsi?


03/11/2015, 20:58
Profilo
Sez. Miscellanea
Sez. Miscellanea
Avatar utente

Iscritto il: 27/07/2011, 13:09
Messaggi: 26837
Località: Camporosso
Rispondi citando
Probabilmene non tutti, ma è chiaro che non esiste una coordinazione planetaria sulla ricostituzione delle foreste,
in Europa lo abbiamo fatto in parte, anche considerevole, ma altrove non si fa...

Ciao

_________________
Nella vita non esistono sfide, ma solo una sfida, quella con te stesso...
“Crisi è quel momento in cui il vecchio muore ed il nuovo stenta a nascere.” Antonio Gramsci


03/11/2015, 21:45
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 22/11/2013, 23:54
Messaggi: 8639
Località: Milano nord
Rispondi citando
ho chiesto info all'azienda che ha costruito la stube nella mia abitazione.
il fumista ed il tecnico mi hanno detto che potrei usare anche i bricchetti di legno pressato al posto della legna spaccata avendo però l'accortezza di usarne metà dose ad ogni carica e spaccando i bricchetti in 2 parti , primo perchè hanno maggior potere calorifico della legna spaccata e potrebbero surriscaldare la stube ,spaccarli perchè durante la combustione aumentano di volume.
considerando il costo dei bricchetti e quello della legna buona che costa attorno ai 14/15 € al quintale, i bricchetti costano il doppio se non di più ma
calcolando poi la perdita di peso della legna per via della stagionatura ed il 50 % in meno di quantità occorrente oltre al fattore comodità visto che la legna te la devi accatastare forse forse sarei alla pari con meno fatica.
qualcuno del forum usa i bricchetti per riscaldare, sarebbe interessante conoscere la sua esperienza in merito.
grazie.

_________________
A furia de tirala, porca Peppa, anca ona bona corda la se sceppa = non abusare della pazienza degli altri perchè anche una buona corda, se la tiri troppo si rompe.


05/11/2015, 19:31
Profilo
Sez. Miscellanea
Sez. Miscellanea
Avatar utente

Iscritto il: 27/07/2011, 13:09
Messaggi: 26837
Località: Camporosso
Rispondi citando
Usati, ma allora considera anche le mattonelle di coke, che durano parecchio...

Ciao

_________________
Nella vita non esistono sfide, ma solo una sfida, quella con te stesso...
“Crisi è quel momento in cui il vecchio muore ed il nuovo stenta a nascere.” Antonio Gramsci


05/11/2015, 21:53
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 22/11/2013, 23:54
Messaggi: 8639
Località: Milano nord
Rispondi citando
nella stube tirolese il fuoco deve essere veloce per riscaldare velocemente la massa refrattaria, poi chiudi lo sportello ed il calore esplode nel giro di pochi minuti.
la mattonella dura molto inoltre tende a sporcare il giro fumi che è lungo diversi metri.
proverò qualche bricchetto.

_________________
A furia de tirala, porca Peppa, anca ona bona corda la se sceppa = non abusare della pazienza degli altri perchè anche una buona corda, se la tiri troppo si rompe.


06/11/2015, 12:23
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 22/11/2013, 23:54
Messaggi: 8639
Località: Milano nord
Rispondi citando
il mio amico giardiniere la settimana passata ha abbattuto due cedri direi quasi centenari visto il diametro piante moro in piedi.
mi ha offerto la legna ma ho rifiutato in quanto resinosa e sporca i condotti del giro fumo.
mi ha poi offerto della robinia abbattuta ad aprile ancora in stanga accatastata all'aria, appoggio sul terreno senza copertura.
la legna proviene da un bosco a 100 metri da casa mia, non ci sono corsi d'acqua in zona.
dice che adesso la copre con un tendone e poi in primavera la taglia e la spacca a misura richiesta.
secondo voi potrei prenderla ? non vorrei che stando sul terreno umido abbia iniziato a marcire.
la lascerei poi accatastata fino ad ottobre del 2016.
quanto potrei pagarla?

_________________
A furia de tirala, porca Peppa, anca ona bona corda la se sceppa = non abusare della pazienza degli altri perchè anche una buona corda, se la tiri troppo si rompe.


09/11/2015, 22:02
Profilo

Iscritto il: 05/07/2009, 23:27
Messaggi: 212
Località: valle uzzone
Formazione: 'gnurant
Rispondi citando
Io mi scaldo a legna. uso una cucina economica per circa 8 mesi all'anno , poi quando lei non ce la fa più , metto in funziione un'altra stufa, molto piu grossa che scalda assai di più che purtroppo non ha il forno.
brucio principalmente carpino, frassino, robinia , quest'anno avendolo trovato morto in piedi anche rovere
Avendo abolito il fornello a gas cucino sempre sulla stufa.. diciamo che al massimo ci sono 3 o 4 giorni all'anno in cui accenderla è troppo, fortunatamente in quei giorni l'orto è prospero e mangiare freddo non mi disturba affatto
ho anche un boiler a legna , che con forse 3 kg di legnetta mi scalda 80 litri d'acqua , la lavatrice è collegata al boiler , in modo da non adoperare mai la resistenza per scaldare l'acqua ( sono tirchio , lo so) e oltretutto fa anche i risciaqui con l'acqua calda.
gestisco la temperatura in base a cosa debbo lavare

@ mhanrubalamotho
La robinia non patisce se sta un'anno a terra , neanche il frassino, il carpino invece si.


13/11/2015, 16:32
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 22/11/2013, 23:54
Messaggi: 8639
Località: Milano nord
Rispondi citando
non è nemmeno questione di essere tirchi,se non esiste la rete del metano le alternative non sono molte, il gpl costa un occhio ed il gasolio altrettanto.
poi onestamente ognuno fa le sue scelte.


visto che dici che la robinia lasciata a terra non ne risente mi accorderò con il ragazzo.
sto bruciando robinia di 12/18 mesi spaccata fine , vedo che scalda bene, poi passerò alla scorta di faggio.
cerco di avere il giro, compero oggi per usare tra un anno.

_________________
A furia de tirala, porca Peppa, anca ona bona corda la se sceppa = non abusare della pazienza degli altri perchè anche una buona corda, se la tiri troppo si rompe.


13/11/2015, 17:09
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 22/11/2013, 23:54
Messaggi: 8639
Località: Milano nord
Rispondi citando
piccolo resoconto dell'uso della legna per riscaldamento.
ho acceso la stube il 29 di ottobre.
locale al piano superiore , tetto in cemento armato, 8 finestre grandi dai 2 ai 3 metri ognuna con vetro camera, circa 100 mq per un totale di 280 m3.
accendo la stube una volta al giorno; ho iniziato con 10 kg poi diminuite le temperature 14 kg ed attualmente carico 17 kg al giorno verso le 14.
fino ad ora ho consumato 480 kg di robinia ben secca(peso ad ogni carica) temperatura massima 22,5/23 gradi, per poi scendere fino a 19 gradi dopo 24 ore dall'accensione.
dopo 24 ore la stube conserva ancora un certo calore, non è bollente ma calda.
con i termosifoni non ho mai raggiunto i 23 gradi ed ho pagato bollette da capogiro, inoltre il caldo è diverso, bello secco ed avvolgente, non ci sono movimenti d'aria in quanto il riscaldamento e per irraggiamento e non per convenzione.
lasciando aperta la porta del bagno riesco a riscaldare anche quello come del resto la cucina di servizio.
rispetto all'inverno passato ho notato la grande differenza di resa calorica della legna che è rimasta a stagionare per altri 12 mesi.
l'unico disturbo , ma per me è un diversivo, mi ricorda quando era ragazzo negli anni 50/60, portare la legna al piano superiore, 2 minuti per caricare il focolare ed un fiammiffero per accendere.
in 45 minuti la legna ha finito di bruciare , chiudo ermeticamente lo sportello e se ne parla tra 24 ore.
se aumenterà il freddo aumenterò la carica, oppure accenderò 2 volte, mattino e sera.
sto attrezzando una nuova legnaia , visto che ho spazio in modo da avere la rotazione della legna anno per anno.
avere legna secca è fondamentale per avere un buon calore.
non avrei mai immaginato di dover tornare a scaldarmi con la legna.

_________________
A furia de tirala, porca Peppa, anca ona bona corda la se sceppa = non abusare della pazienza degli altri perchè anche una buona corda, se la tiri troppo si rompe.


05/12/2015, 18:58
Profilo

Iscritto il: 26/11/2011, 18:47
Messaggi: 1944
Località: SouthWest Montana
Rispondi citando
mhanrubalamotho ha scritto:
...poi onestamente ognuno fa le sue scelte...


Sì, non c'è dubbio ma ONESTAMENTE non ci si può lamentare della deforestazione dell' Amazzoni e della Siberia (e della conseguente sparizione della tigre siberiana) quando si sceglie di utilizzare la legna come fonte di riscaldamento.
http://www.rr.ualberta.ca/en/Seminarsan ... LS_32.ashx

Maddmax

_________________
Termopili 480 AC
Poitiers AD 732
Vienna AD 1683


19/12/2015, 21:03
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 118 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 8, 9, 10, 11, 12  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Designed by ST Software.

Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO

Informativa Privacy