Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 06/07/2022, 12:52




Rispondi all’argomento  [ 12 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
grappa 
Autore Messaggio

Iscritto il: 15/04/2021, 16:23
Messaggi: 9
Rispondi citando
sono inesperto vorrei chiedere una volta raccolta uva da qui in poi quali sono i vari passaggi per arrivare a fare una grappa . ce qualcuno in grado di spiegarmi punto per punto ??


19/04/2021, 9:32
Profilo

Iscritto il: 15/04/2021, 16:23
Messaggi: 9
Rispondi citando
luigi12 ha scritto:
sono inesperto vorrei chiedere una volta raccolta uva da qui in poi quali sono i vari passaggi per arrivare a fare una grappa . ce qualcuno in grado di spiegarmi punto per punto ??


19/04/2021, 10:32
Profilo

Iscritto il: 06/07/2011, 16:13
Messaggi: 2942
Località: Cureggio (NO)
Formazione: laurea in informatica
Rispondi citando
Ciao, alcune cose preliminari:
1) la grappa è un distillato di vinacce quindi di uno "scarto" della lavorazione del vino, quindi in primis bisogna fare il vino pigiando l'uva
2) siccome l'obiettivo è estrarre alcool le vinacce devono essere fermentate. Se si usano vinacce che derivano dalla produzione di vino rosso conterranno già alcool, perché le bucce hanno fermentato insieme al vino, mentre se si vogliono usare vinacce derivate dalla produzione di vino bianco dipende se le bucce hanno fermentato col mosto oppure no, come capita più spesso. In quest'ultimo caso vanno aggiunti lieviti e acqua (ed eventualmente zucchero) per far fermentare le bucce altrimenti non avrai alcool
3) a questo punto puoi andare a distillare con l'uso di un alambicco ma qua mi fermo e lascio la parola a gente più esperta perché pur avendolo visto fare tante volte non l'ho mai prodotta direttamente io


19/04/2021, 10:38
Profilo

Iscritto il: 15/04/2021, 16:23
Messaggi: 9
Rispondi citando
io non devo fare vino con uva percio sarebbero uve vergini .percio raccolto il grappolo quale e il procedimento passo dopo passo grazie


20/04/2021, 14:26
Profilo

Iscritto il: 06/07/2011, 16:13
Messaggi: 2942
Località: Cureggio (NO)
Formazione: laurea in informatica
Rispondi citando
Non cambia niente, se vuoi distillare alcool la fermentazione è il primo passo (quindi pigiatura e fermentazione).
Quindi è come se tu facessi il vino, vino che poi non consumi.
Puoi decidere se distillare tutto oppure gettare buona parte del liquido fermentato (potremmo chiamarlo "quasi-vino") e distillare solo le vinacce umide. Sicuramente se tieni tutto la produzione sarà maggiore ma non potresti considerarla grappa a tutti gli effetti, come detto da Jean nell'altro post.
Mi spiace ma anche se non ti interessa il vino ti converrà studiare lo stesso come funziona la fermentazione ;)


20/04/2021, 14:38
Profilo

Iscritto il: 15/04/2021, 16:23
Messaggi: 9
Rispondi citando
Non cambia niente, se vuoi distillare alcool la fermentazione è il primo passo (quindi pigiatura e fermentazione).
ok allora raccolta uva la lavo cerco di sgranare i nocciolini e pigio tutto , 1 domanda la pigiatura deve essere leggera , avrei un piccolo torchio per pigiare . 2 domanda una volta pigiato metto a fermentare oltre alle vinavve anche il succo della pigiatura ? 3 domanda allincirca quanti giorni deve fermentare per avere una trasformazione ?. poi dopo l avvenuta fermentazione vado a disstillare le vinacce fermentate . grazie ancora . devo secondo te fare distinzione su uva bianca e uva nera ? oppure posso unirle oppure solo biaca o solo nera ?


20/04/2021, 15:07
Profilo

Iscritto il: 15/04/2021, 16:23
Messaggi: 9
Rispondi citando
in quali contenitori e meglio mettere le vinacce a fermentare ? io avrei tei contenitori di plastica spessa lunghi con sopra dei tappi dove posso e devo chiedo lasciare un foro aperto ? al fine che abbia fuoriuscita minima di aria al fine di non far scoppiare tutto con la fermentazione ? ancora grazie se sa delucidarmi su cio che ho chiesto


20/04/2021, 15:11
Profilo

Iscritto il: 06/07/2011, 16:13
Messaggi: 2942
Località: Cureggio (NO)
Formazione: laurea in informatica
Rispondi citando
Se è plastica alimentare non c'è problema, l'aria deve uscire soprattutto nei primi giorni di fermentazione quando la produzione di anidride carbonica è maggiore.
Per le altre domande:
1) per la pigiatura leggera o meno non è che ti cambi molto visto che il vino non ti interessa. Se tieni il liquido, diventato praticamente "vino", e lo distilli non torchi neanche. Se il "vino" lo vuoi effettivamente buttare torchia poco così le vinacce rimangono belle umide il che si traduce in maggior estrazione di alcool
2) io metterei a distillare tutto se a te il vino non interessa, di sicuro produci di più. Come detto il prodotto finale non sarà "grappa" propriamente detta perché è distillato anche di vino, vedi tu
3) per la durata della fermentazione la risposta è più articolata. Dipende parecchio dall'uso di lieviti selezionati e dalla temperatura a cui si trova il mosto
Ci sono delle eccezioni ma normalmente per fare il vino si tolgono le vinacce quando la fermentazione cala di intensità, indicativamente come tempistiche potrei dirti tra i 5 e i 10 giorni. Nella produzione del vino la fermentazione non è finita ma si tolgono le vinacce e si torchiano ed è in questo momento che poi vengono destinate alla distillazione.
Nel tuo caso io direi che hai 2 strade:
1) quando cala la fermentazione, lo vedi proprio visivamente che "bolle" più lentamente, prendi e distilli tutto o solo le vinacce a seconda di quello che hai scelto; questa è la soluzione più comoda anche se avrai una produzione leggermente inferiore in alcool perché la fermentazione non è finita
2) aspetti la fine della fermentazione, quando non "bolle" più: qua avresti tutto l'alcool potenzialmente disponibile, però è anche più scomodo perché quando la fermentazione cala devi cercare di isolare il mosto dall'aria altrimenti l'alcool tende a diventare acido acetico

Dimenticavo, uve bianche e rosse vedi tu se farle separate, probabilmente cambieranno gli aromi finali ma comunque non ci sono controindicazioni anche a mischiare tutto


21/04/2021, 9:27
Profilo

Iscritto il: 15/04/2021, 16:23
Messaggi: 9
Rispondi citando
grazie per le delucidazioni . ma non ho capitose la torchiatura deve avvenire dopo la fermentazione percio in primis devo mettere il grappolo senza raspo con gli acini diretti a fermentare senza torchiarli ? e dopo la fermentazione devo fare torchiatura per poi passare a distillare scegliendo se tenere il mosto oppure solo le vinacce da distillare ?


22/04/2021, 8:34
Profilo

Iscritto il: 06/07/2011, 16:13
Messaggi: 2942
Località: Cureggio (NO)
Formazione: laurea in informatica
Rispondi citando
Per fare il vino di solito prima si pigiano (non col torchio ma con altri mezzi), poi si fermenta e poi si torchia per cercare di recuperare il liquido che rimane nelle bucce.
Nel tuo caso potresti torchiare subito l'uva e mettere a fermentare e basta, senza una ulteriore torchiatura successiva. Oppure se non è tanta potresti anche schiacciarla con i piedi come facevano una volta e non tirare neanche fuori il torchio. L'importante è che gli acini si rompano per fare uscire il succo zuccherino


22/04/2021, 16:00
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 12 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Designed by ST Software.

Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO

Informativa Privacy