Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 17/10/2021, 0:13




Rispondi all’argomento  [ 7 messaggi ] 
pareri su morte conigli 
Autore Messaggio

Iscritto il: 17/12/2020, 20:09
Messaggi: 4
Rispondi citando
salve a tutti. vorrei chiedervi quanti più pareri possibili per capire perché è successo quello che vi racconterò. cercherò di essere breve per non annoiare con un primo messaggio abnorme, ma poi risponderò a qualsiasi eventuale domanda.
il 28 novembre sono nati 9 coniglietti. il 14 dicembre la madre è morta, in modo improvviso e non conosco la causa (i conigli li tiene mio padre in gabbia in campagna). abbiamo deciso di portarli a casa per cercare di salvarli. dopo aver letto ovunque, ovviamente compreso qui, mi sono munito di latte in polvere per gattini e ho iniziato ad alimentarli. dopo l'iniziale impatto della novità, al primo pasto (latte nuovo, siringa, ambiente, ecc) hanno sempre mangiato. per modi e tempi di somministrazione ho seguito i suggerimenti trovati qui e in altri siti. comunque, fin dalla prima notte sono iniziati i decessi. fino a ieri sono sempre morti due al giorno, uno di mattina e uno di sera. sono morti tutti allo stesso identico modo. ovvero hanno smesso di mangiare, si sono "fermati", nel senso che hanno rallentato qualsiasi attività, poi sono iniziate le convulsioni e nel giro di alcune ore sono morti. parlo di poche ore, diciamo tra le tre e le sei circa.
ora, volendo escludere errori miei con l'alimentazione, che cosa può essere successo?
mi spiego: ho sbagliato latte? ma allora perché queste morti così suddivise? ah, dimenticavo, oggi ne sono morti già tre, uno stamattina e due poco fa. un altro è già la prossima vittima segnata. fino a ieri invece ritmo costante di morti come detto sopra. proseguo, ho sbagliato temperatura? ma di nuovo, come spiegare queste morti avvenute così?
ho contattato due veterinari che mi hanno sostanzialmente ignorato. a uno dei due ho portato un coniglietto moribondo ma gli ha solo messo la lampada per scaldarlo, fatto una flebo, poi è morto lì poco dopo.
ho voluto cercare di capire il perché di queste morti. non sono un allevatore, mi sono impegnato per cercare di salvarli, ci sono rimasto male a vederli morire così. da che stanno bene, a che nel giro di mezza giornata si fermano e muoiono. niente diarrea, niente emorragie, niente scoli da occhi, naso, niente di niente. smettono di mangiare, si fermano in un angolo, rallentano in tutto ciò che fanno, poi iniziano le convulsioni e dopo un tot di ore arriva la morte.
io vorrei solo capire perché. se qualcuno passerà di qua, trovandosi nella stessa situazione, spero sappia o riesca a comportarsi meglio.
sempre cercando in rete, non ho trovato una sola malattia che possa essere compatibile con questi sintomi, con questa evoluzione. non capisco se può essere qualcosa che gli ha trasmesso la madre. ma, eventualmente, cosa?
ce n'è uno in salute ancora, ma già so che domani sarà morto e non sono stato capace di fare niente di buono. ci ho provato, forse non abbastanza, ma davvero vorrei solo capire se secondo voi ci sono malattie che possono avere uno sviluppo come quello che vi ho descritto.
grazie a tutti per l'attenzione


17/12/2020, 20:28
Profilo
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 61909
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
Non ho capito come li riscaldate.

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


17/12/2020, 20:53
Profilo WWW

Iscritto il: 17/12/2020, 20:09
Messaggi: 4
Rispondi citando
salve, grazie per la risposta. a dire la verità in nessun modo. cioè, erano in casa, a circa 20 gradi diciamo. abbiamo messo del fieno e si tenevano sempre tutti vicini. ora certo, ne è rimasto solo uno e vicino non ha nulla. gli abbiamo messo sopra un panno di lana ma ovviamente ci è rimasto ben poco, uscendo fuori a fare il solito giro della cassettina. ma ciò che ho descritto potrebbe anche essere ipotermia?
ah, volevo precisare che nel mio messaggio non volevo intendere che non ho sbagliato nulla. posso aver sbagliato anche tutto. temperatura, tipo di latte, quantità di latte, temperatura del latte, posso anche non averne indovinata una, sia chiaro. è che non mi spiego come i miei eventuali errori possano causare uno stillicidio di morti così


17/12/2020, 22:16
Profilo
Sez. Conigli
Sez. Conigli
Avatar utente

Iscritto il: 29/06/2012, 13:53
Messaggi: 2168
Località: tarquinia (vt)
Rispondi citando
buonasera, partiamo dal presupposto che non si possono fare diagnosi sul forum e che questo non è solo vietato da regolamento ma anche impossibile da effettuare senza un contatto diretto con i conigli morti.
Le cause possibili possono essere molteplici.
cominciamo dal primo indizio.. la madre è morta,non sappiamo di cosa ma potrebbe essere una malattia contagiosa e che ha ucciso anche i piccoli.
denutrizione è meno probabile visto che i conigli avevano cmq gia 16 gg.. intorno ai venti avrebbero mangiato da soli, se gli è stato somministrato latte, seppur poco indicato, avrebbero dovuto sopravvivere.
temperatura non è un problema, venti gradi sono piu che alta per un animale da pelliccia come il coniglio che sopravvive anche a temperature intorno o inferiori allo zero e cmq a 16 gg hanno gia il pelo ben formato.
la morte che avviene a distanza di poco tempo l uno dall altro è piu indice di un problema di malattia. quale è impossibile dirlo senza un analisi del cadavere presso un istituto zooprofilattico.
per la poca affidabilità dei 2 veterinari è possibile viso che cmq devono essere specializzati nel tipo di animale altrimenti non hanno grande esperienza e difficilmente capiscono la causa.

_________________
La terra è sempre la peggiore impresa perchè da vivo è bassa e da morto pesa.(Titta Marini)
Ma io che la lavoro me sò accorto che pesa più da vivo che da morto.(l'agricoltore Cinelli)


17/12/2020, 23:48
Profilo

Iscritto il: 17/12/2020, 20:09
Messaggi: 4
Rispondi citando
ringraziando di nuovo per la risposta, dico subito che non è mia intenzione contravvenire al regolamento del forum, assolutamente. non cerco una diagnosi, so che oltre ad essere vietato sarebbe pure impossibile in concreto, senza esami clinici ecc.
ne ho uno ancora vivo e in apparente buona salute, ma so già che domani farà la fine degli altri. gli ho acceso la stufetta in camera, ma ora la vado a spegnere. alla fine se fosse andato tutto per il verso giusto sarebbero vissuti all'esterno....
quello che mi ha demoralizzato e fatto "arrabbiare" in questi pochissimi giorni è stato vederli tutti bene, mangiare, tutti in confidenza ottima con la siringa fin dal secondo pasto, per poi vederli cadere inevitabilmente come mosche. ora, ad esempio, quelli morti oggi non hanno mangiato ed erano visibilmente giù di corda, ma fino a ieri succedeva che io li lasciavo tutti bene, poi uno si isolava dal gruppo, si bloccava in un angolo, poi moriva sdraiandosi su un fianco, contorcendosi, girando la testa di lato, oppure anche verso l'alto, inarcando la schiena e allungando le zampe. insomma, brutto vedere un coniglietto che sembra stia bene, poi nel giro di qualche ora fa questa fine. vederne otto in quattro giorni è stato probante.
proprio per questo mi sono deciso di scrivere, non per la diagnosi, ma per due motivi. quello egoistico di voler capire cosa può essere successo. quello più altruistico di sperare di essere utile a qualcun altro che potrebbe leggere questa conversazione.
il fatto è che volendo escludere mie colpe nell'accudimento, devo pensare a una malattia. la madre è morta, era giovane, quindi dovrebbe essere morta di malattia. i cuccioli muoiono tutti, più che lecito pensare a un qualcosa di trasmesso dalla madre ai cuccioli. ma proprio per la spinta a voler capire cosa può essere successo uno che fa? in assenza di consulto veterinario soddisfacente si mette a spulciare su internet. ebbene, io non ho trovato una sola malattia che sia una, compatibile con questi sintomi. poi mi dico pure, se è una cosa trasmessa dalla madre, perché fino a ieri morivano al ritmo di uno la mattina e uno di pomeriggio? nel senso, non sarebbe stata più logica una distribuzione delle morti più casuale? parlo da profano eh, questo è chiaro.
comunque, non trovando spiegazioni e descrizioni di malattie che posso associare alla situazione che ho vissuto, poi torno a pensare a tutti i possibili errori miei..... visto che anche aver dato latte può, potrebbe, essere stato un errore in questa situazione. i coniglietti erano tenuti con del fieno nella cassetta e lo mangiavano. così come pure mangiavano il pellet al latte, che pure era presente. ma anche a voler fare ipotesi alimentari poi mi torna sempre la perplessità su questa distribuzione delle morti con questa strana (per me) scansione temporale.
a questo punto, se domani trovo ancora vivo l'ultimo, non so se dargli il latte o meno.... lo mangia con un'avidità che toglierglielo pare un controsenso, ma è chiaro che se può essere un pericolo glielo tolgo eccome.......
scusate la confusione nello scrivere, ma rispecchia pienamente quello che ho in testa.... e a dirla tutta anche altrove....
se possibile, vorrei conoscere il nome di qualche malattia. non si tratta di diagnosi, ma di pure ipotesi. purché non si tratti di mev (le cose non corrispondono), mixomatosi (mi pare abbia una sintomatologia piuttosto chiara), e altre cose che si trovano con facilità in rete. possibilmente, magari qualche nome di malattia che si trasmette da madre a figli. preciso che se è vietato dare questo tipo di risposte, non le date, non mi bannate, non chiederò ancora e continuerò eventualmente la conversazione attenendomi alle regole.
grazie


18/12/2020, 0:39
Profilo
Sez. Conigli
Sez. Conigli
Avatar utente

Iscritto il: 29/06/2012, 13:53
Messaggi: 2168
Località: tarquinia (vt)
Rispondi citando
purtroppo le malattie che affliggono i conigli sono moltissime le piu note le hai elencate e le puoi trovare su centinaia di siti. purtroppo accanto a queste ce ne sono decine meno note perchè dagli effetti meno devastanti ma altrettanto pericolose per la vita dei nostri soggetti, da quelle respiratorie a quelle gastro intestinali che spesso attaccano proprio i conigli neo nati. molte pubblicazioni di coniglicoltura ne parlano

_________________
La terra è sempre la peggiore impresa perchè da vivo è bassa e da morto pesa.(Titta Marini)
Ma io che la lavoro me sò accorto che pesa più da vivo che da morto.(l'agricoltore Cinelli)


19/12/2020, 22:44
Profilo

Iscritto il: 17/12/2020, 20:09
Messaggi: 4
Rispondi citando
Grazie di nuovo. Provo a cercarmi qualcosa perché ne ho fatto un po' un punto d'onore a volerci capire di più. Certo, ormai è tardi, però se dovesse ricapitare almeno vorrei essere più preparato. Anche se l'unico consiglio che mi sento di dare a chi si trovasse in questa situazione è: non vi preoccupate del latte di capra, o di mucca, o per gattini, o per cagnolini; lasciatelo proprio perdere il latte, se mangiano fieno forse non muoiono di fame in un giorno. Piuttosto correte da un veterinario esperto in esotici, che possa verificare lo stato di salute dei cuccioli


21/12/2020, 13:07
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 7 messaggi ] 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Designed by ST Software.

Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO

Informativa Privacy