Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 15/12/2019, 12:39




Rispondi all’argomento  [ 11 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
consiglio trapianto piantina di Pino 
Autore Messaggio

Iscritto il: 26/07/2017, 21:40
Messaggi: 99
Località: Ancona
Rispondi citando
ciao,

sotto ad una vecchia pianta d'olivo si è sviluppato un tappeto di edera e non so perchè ma dove si sviluppa l'edera a terra, proliferano piantine di arbusti che nascono da seme.

Sotto a questa pianta appunto, sono spuntati diverse piantine di Pino le quali vorrei trapiantare in un altro luogo ma ho alcuni dubbi:

1- questo è il periodo migliore per fare questa operazione?
2- le piantine sono alte circa 20cm, sono troppo piccole per essere spostate?
3- dove conviene trapiantarle? sto facendo crescere in un area molte piante di robina molto fitte tra loro,posso trapiantarlo lì in mezzo in modo che stia riparato, e man mano che cresce, diradare le robinie intorno a lui?

grazie

Allegato:
1566739556612.JPEG
1566739556612.JPEG [ 171.05 KiB | Osservato 385 volte ]


09/11/2019, 20:01
Profilo

Iscritto il: 14/07/2012, 19:38
Messaggi: 3055
Località: prato
Formazione: maturità tecnica
Rispondi citando
Ciao ,anche se è un sempre verde nel periodo invernale è fermo lo trapianterei prima della inizio della primavera quando sei sicuro che non gela più.
Le robinie sono infestati come fai a diradare? Se le lasci radicare non te ne liberi più. Meglio piantarla in uno spazio aperto con un tutore come sostegno.


12/11/2019, 21:52
Profilo
Sez. Suini
Sez. Suini
Avatar utente

Iscritto il: 23/09/2009, 16:47
Messaggi: 8225
Località: LODI (Lombardia), vicino al PO
Formazione: laurea umanistica, esperienza in sala parto suini e fecondazione artificiale
Rispondi citando
Attenzione a non rompere il fittone, anche se la pianta è piccina , la radice sarà lunga altrettanto.

_________________
L'esperto è una persona che ha fatto in un campo molto ristretto tutti i possibili errori.(Niels Bohr)


13/11/2019, 11:08
Profilo
Sez. Il mio Orto
Sez. Il mio Orto
Avatar utente

Iscritto il: 12/06/2018, 14:55
Messaggi: 1687
Località: Tuscia Laziale/Parco Nat. Reg. di Bracciano
Formazione: I.T.I.S. Elettrotecnico-Elettromeccanica
Rispondi citando
mio consiglio:
trattandosi di pianta che nel tempo apporta molta caduta di aghifoglia valutare bene se la pianta la si vuole trapiantare per esperienza ovvero per verificare la crescita
oppure per necessità ambientale per trattenere le pendenze del terreno.
Quel tipo di pino "Pino domestico" presentano un vigoroso fittone verticale, posto in continuità con il fusto, al quale si affiancano robuste radici fascicolate, più o meno orizzontali, a loro volta dotate di fittoni secondari. Nel tempo i fittoni si ramificano orizzontalmente, a più livelli di profondità, costituendo una serie di palchi radicali sovrapposti. Avrai nel tempo radici affioranti che ti creeranno problematiche serie con le operazioni di sfalcio o rasatura del verde con tosaerba.
cosa ancor più noiosa le caduta degli aghi che ti sommergono tutto lo strato erboso e lo seccano anche per la resina contenuta.
Se intendi proprio tenerla e la posizione dove trapiantarla non nuoce a ciò che è adiacente-vicino, la metterei adesso in un vaso capiente e farla crescere per un paio di anni, poi in una futura primavera trapiantarla.
Dopo le tante esperienze avute con le piantine di Pino graziose da piccole e trapiantate in giardino ma distanti da casa ugualmente le ho eliminate per troppo troppo sporco a terra che causano per loro natura.
Adesso nel giardino dove c'erano 3 pini di molti anni, l'erba di prato cresce e non fatico più a raccogliere in quanto poi occorre anche disfarsi di tutti i mucchi di aghi??????
meglio fare le opportune valutazioni parlando di Pini
saluti

_________________
Pino, Rubescens
nel mio orto non c'è la vigna e non c'è l'osteria... c'è solo la mia fantasia....


13/11/2019, 11:57
Profilo

Iscritto il: 26/07/2017, 21:40
Messaggi: 99
Località: Ancona
Rispondi citando
grazie a tutti per i suggerimenti.

@magobk sì in un'area di terreno che voglio destinare a boschivo, ho fatto diffondere le robinie che per anni erano contenute solo sul bordo strada, nel giro di due anni sono arrivate ad altezze di 4-5mt! Dato che ho letto che sono piante pioniere ho pensato di farle diffondere così da creare le condizioni per trapiantare altri alberi, dici che è stata una cattiva idea?

@milli cosa succede se non riesco a mantere integro il fittone? la pianta muore o avrà difficoltà nel successivo sviluppo?

@Rubescens grazie per l'esaustiva spiegazione, so bene tutti i contro però queste piantine derivano dai pinoli di un pino vicino che piantò mio padre più di 40 anni fa, prendimi per pazzo ma ci tengo a farli crescere :)


14/11/2019, 22:24
Profilo
Sez. Suini
Sez. Suini
Avatar utente

Iscritto il: 23/09/2009, 16:47
Messaggi: 8225
Località: LODI (Lombardia), vicino al PO
Formazione: laurea umanistica, esperienza in sala parto suini e fecondazione artificiale
Rispondi citando
A me morivano, non essendo esperta più di tanto non so dirti sexci potrebbero essere problemi di stabilità.
Hai mai provato a seminare direttamente i pinoli ? Devono essere pinoli freschi , con il guscio intatto, li metti in acqua, quelli che galleggiano li butti perché sono vuoti, gli altri li semini. Prova.

_________________
L'esperto è una persona che ha fatto in un campo molto ristretto tutti i possibili errori.(Niels Bohr)


15/11/2019, 0:19
Profilo

Iscritto il: 26/07/2017, 21:40
Messaggi: 99
Località: Ancona
Rispondi citando
Intanto proverò con una, ne sono cresciute circa sei, tutte concentrate sotto alla chioma di un ulivo dove per terra si è sviluppato un tappeto di edera.
Forse è qualche animale che ci porta i semi perché proprio lì sono cresciuti anche altri tipi di arbusti..


15/11/2019, 14:26
Profilo

Iscritto il: 14/07/2012, 19:38
Messaggi: 3055
Località: prato
Formazione: maturità tecnica
Rispondi citando
In ambito forestale il tempo si calcola in decenni o centinaia di anni .
Per pioniere si intende che dove prima c'era pascolo o seminativo loro riescono a insediarsi in quanto non temono né la siccità né l'eccesso di acqua ,il problema sono le radici che essendo superficiali e ricacciato facilmente .
Non sono in grado di dirti se hai sbagliato o no .
Saluti mago


16/11/2019, 18:54
Profilo

Iscritto il: 26/07/2017, 21:40
Messaggi: 99
Località: Ancona
Rispondi citando
Dopo circa 10 GG dal trapianto non sembra si sia seccato, anzi sembra si sia un po' mossa la crescita..

Vediamo come va.


02/12/2019, 16:13
Profilo

Iscritto il: 23/11/2019, 14:02
Messaggi: 9
Località: Trieste
Rispondi citando
Ciao, sono quasi sicuro che non sia un pino, dalla foto mi sembra più un cedro del libano o dell'himalaya (specie piuttosto usate a livello ornamentale nei giardini).
Le conifere restano verdi a lungo quindi a questo punto avrai la certezza dell'attecchimento a inizio primavera, se allunga o meno le gemme.


02/12/2019, 19:01
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 11 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Designed by ST Software.

Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO

Informativa Privacy