Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 27/05/2020, 8:19




Rispondi all’argomento  [ 8 messaggi ] 
Legnaia piena e tanti tronchi di quercia. 
Autore Messaggio

Iscritto il: 25/04/2016, 21:23
Messaggi: 552
Località: Roma (est)
Formazione: Perito
Rispondi citando
Salve a tutti ho la legnaia piena di legna e dovrei tagliare una decina di quercie doppie e triple.
Tanti anni fa avevo allevato funghi su tronchi di pioppo, precisamente dei pleurotus ostreatus, ma non mi ricordo bene i passi che ho fatto e quando li ho inoculati.

Per il momento non ho esigenza di tagliarle potrei aspettare anche il prossimo autunno.
Vorrei provare con shitake ed un altro fungo armillaria mellea "chiodino" o altro che mi consigliate voi non so quale si adatti alla quercia.

Quali sarebbero i passi da fare.
1 periodo di stagionatura legno o fresco.
2 lunghezza dei tronchi e spessore.
3 Esposizione, ombra piena o mezza ombra tipo bosco.
4 quanto chiodini micelio mettere per peso dei tronchi.

Vorrei anche sapere se qualcuno ha esperienza di coltivazioni lunghe di qualche anno come si comporta.
Mi sembra che la scorsa volta feci cosi tagliai i tronchi grandi 40/50 cm di spessore in pezzi da un metro circa li ho bagnati ed ho fatti i buchi es inoculati; e poi messi sotto un telo trasparente controllando l'umidità dell'ambiente fino a che ho visto il micelio del fungo coprire i tronchi per poi passare alla raccolta per tutto l'inverno e in parte della primavera.
Però poi non mi ricordo se ho ricoltivato l'autunno successivo o in estate è morto tutto.


11/12/2019, 21:24
Profilo
Sez. Tartufi
Sez. Tartufi
Avatar utente

Iscritto il: 16/01/2008, 1:19
Messaggi: 5724
Località: Sesto F.no (FI)
Formazione: Perito agrario e Dott. in Tut. e Gest. delle Ris. Faunistiche
Rispondi citando
Ciao Niso,
poi avevi iniziato in qualche modo? :)

_________________
Saluti,
Flavio.


E' uscito il numero 12 di "TerrAmica", la Rivista dell'Associazione di Agraria.org!
Sfoglialo subito, è gratis! >>


15/01/2020, 23:34
Profilo

Iscritto il: 25/04/2016, 21:23
Messaggi: 552
Località: Roma (est)
Formazione: Perito
Rispondi citando
Ciao Flavio no non ho fatto nulla.
Però ho lasciato le piante perché ho letto su qualche guida che serve legno fresco.
Credo proprio che proverò il prossimo anno con shitake e pleurotus visto che ho letto che vanno bene sulle quercie.
Li mettero in cantina e penso di inocularli verso fine agosto così spero che da natale in poi raccogliero qualcosa.
Poi documento tutto sempre se riesce la cosa.


26/01/2020, 18:09
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 22/11/2013, 23:54
Messaggi: 9415
Località: Milano nord
Rispondi citando
vai tranquillo,io ho inoculato anni fa dei tronchi appena tagliati con il pleorotus.
li ho messi in un angolo ombroso ed umido.
hanno prodotto per5 anni fino a quando c'è stato legno.
pensa che mio figlio ha appoggiato una mensola vecchia in truciolato e rivestita in formica , si è inoculata pure quella ed ha prodotto dei funghi.

_________________
A furia de tirala, porca Peppa, anca ona bona corda la se sceppa = non abusare della pazienza degli altri perchè anche una buona corda, se la tiri troppo si rompe.


26/01/2020, 18:20
Profilo

Iscritto il: 18/12/2010, 14:12
Messaggi: 1400
Località: Alta Valle del Tevere
Rispondi citando
Per lo shiitake i tronchi devono avere dai 2 ai 4 mesi a seconda delle dimensioni, altrimenti i tannini contrastano lo sviluppo del micelio.
Agosto non è il periodo migliore per inoculare, troppe spore nell'aria e saresti in ritardo per avere shiitake ad ottobre, che comunque difficilmente avrai (per le produzioni a dicembre bisogna essere molto attrezzati).
Il periodo migliore x l'inoculo è la primavera entro maggio, con legna segata tra gennaio/febbraio. Dopo l'inoculo è consigliabile avvolgere i tronchi con pellicola tipo DomoPak forandola con un chiodo ogni 10 cm. Quando il ceppo è invaso per 2/3 togli il film.
Tieni presente che lo sviluppo del micelio di shiitake è lento (molto dipende dal ceppo che inoculi) e che prima del secondo anno difficilmente vedrai qualcosa.

Il pleurotus non è paragonabile, invade tutto ciò che contiene cellulosa.

Per quanto riguarda l'armillaria ti consiglio di lasciar perdere, l'unico metodo che funziona è partire da spore inoculate su tronchi di pioppo ed interrati per 2/3, poi è tutto un equilibrio tra umidità/periodo/temperature.

In bocca al "fungo"!


27/01/2020, 18:06
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 12/02/2013, 19:05
Messaggi: 3966
Località: Friuli V.G.
Formazione: Diploma tecnico
Rispondi citando
mhanrubalamotho ha scritto:
vai tranquillo,io ho inoculato anni fa dei tronchi appena tagliati con il pleorotus.
li ho messi in un angolo ombroso ed umido.
hanno prodotto per5 anni fino a quando c'è stato legno.
pensa che mio figlio ha appoggiato una mensola vecchia in truciolato e rivestita in formica , si è inoculata pure quella ed ha prodotto dei funghi.


Scusa motho ma sono interessato all'esperienza di cui parli.
Iniettare e inoculare cosa intendi?
Il micelio che sarebbe polvere lo allunghi con acqua e ottieni un liquido da iniettare con siringa ? In caso affermativo a che profondità del tronco (grosso modo)?

Una volta sono stato attratto da una busta di micelio di prataiolo al supermercato e l'ho comperata. Spiegavano come procedere con trattamento di paglia ma non l'ho capito bene e ho raccolto solo muffa.
Il micelio non era polvere ma granuli di una certa grossezza. Si potrebbe sfaldare e ridurre in polvere quella tipologia (scegliendo la varietà ...ad esempio il Pleurotus), e poi riversarlo in fori come quelli di cui si parlava sopra?
Grazie ciao

_________________
Carissimi saluti Giuseppe

Ben oltre le idee di giusto e di sbagliato c'é un campo. Ti aspetterò laggiù. (Jalaluddin Rumi XIII secolo)


02/02/2020, 9:48
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 22/11/2013, 23:54
Messaggi: 9415
Località: Milano nord
Rispondi citando
mi avevano dato una specie di pane che poi era il micelio , sembrava un impasto.
ho preso dei tronchi appena tagliati ho fatto dei fori inserito il micelio è toppato i fori con della terra.
alcuni tronchi li ho divisi i 3 parti ,spalmando il micelio ed appoggiando una parte sopra l'altra.
messo il tutto in un angolo fresco umido e dopo pochi mesi ho iniziato a raccogliere.
fino a quando i tronchi non sono marciti ho sempre raccolto, abbondante i primi tempi via via calando con l'esaurirsi del legno.

non saprei come viene venduto ora il micelio, sono trascorsi anni.

_________________
A furia de tirala, porca Peppa, anca ona bona corda la se sceppa = non abusare della pazienza degli altri perchè anche una buona corda, se la tiri troppo si rompe.


02/02/2020, 10:46
Profilo

Iscritto il: 18/12/2010, 14:12
Messaggi: 1400
Località: Alta Valle del Tevere
Rispondi citando
Il micelio migliore si trova in bottiglie ed è umido, quello in bustine è secco e non è il massimo, comunque essendo il pleurotus molto aggressivo funziona anche quello.
Tagli i tronchi di un metro in quattro o cinque parti, distribuisci il micelio come la farcitura di una torta a più strati. per tenere uniti i tronchi o inserisci dei chiodi senza testa e batti forte con un martello o reggetti in verticale. Importante è schiacciare bene il micelio.
I tronchi migliori sono quelli tagliati da 2/3 mesi, non c'è bisogno di bagnare, basta posarli per terra in un posto umido riparato dal sole e dal vento, meglio se sopra ci viene messo un nylon forellato che gli fa un minimo di condensa.
I prataioli sono molto più complicati di quello comunemente si crede...


21/02/2020, 19:26
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 8 messaggi ] 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Designed by ST Software.

Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO

Informativa Privacy