Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 03/12/2022, 2:01




Rispondi all’argomento  [ 6 messaggi ] 
Vaccini Bovini da carne e latte 
Autore Messaggio

Iscritto il: 25/05/2022, 17:41
Messaggi: 11
Località: Spagna
Rispondi citando
Ciao!
1- Vorrei sapere se le mucche da latte e/o da carne devono essere obbligatoriamente vaccinate.
2- Quelle da latte e/o carne per alimenti certificati biologici devono essere vaccinate anche loro?
3- C'e'qualche differenza nell'utilizzo dei vaccini?

Grazie mille


06/11/2022, 18:16
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 14/09/2015, 18:21
Messaggi: 1795
Località: Pisa
Formazione: Medico Veterinario
Rispondi citando
Per i bovini, a meno che tu non ti trovi in un territorio non indenne da brucellosi, non esiste obbligatorietà per i vaccini. Pur non essendo un obbligo, l'allevamento di bovini senza avere vaccinato almeno per IBR e BVD è molto a rischio, essendo malattie subdole e persistenti in allevamento. Oltre a questo, anche per movimentare animali, il vaccino per IBR in pratica diventa ad essere obbligatorio in maniera ufficiosa. Comunque, se hai bovini o altro, devi rivolgerti ad un Medico Veterinario, che saprà valutare il da farsi in base al tuo allevamento ed a dove risiedi.


07/11/2022, 15:14
Profilo

Iscritto il: 25/05/2022, 17:41
Messaggi: 11
Località: Spagna
Rispondi citando
monta9 ha scritto:
Per i bovini, a meno che tu non ti trovi in un territorio non indenne da brucellosi, non esiste obbligatorietà per i vaccini. Pur non essendo un obbligo, l'allevamento di bovini senza avere vaccinato almeno per IBR e BVD è molto a rischio, essendo malattie subdole e persistenti in allevamento. Oltre a questo, anche per movimentare animali, il vaccino per IBR in pratica diventa ad essere obbligatorio in maniera ufficiosa. Comunque, se hai bovini o altro, devi rivolgerti ad un Medico Veterinario, che saprà valutare il da farsi in base al tuo allevamento ed a dove risiedi.


Grazie mille! Non ho bovini, ma era per sapere cosa mi ingurgito quando mangio carne ;-)

Grazie ancora


07/11/2022, 16:12
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 14/09/2015, 18:21
Messaggi: 1795
Località: Pisa
Formazione: Medico Veterinario
Rispondi citando
Ruotando nel sistema della sanità pubblica, ti posso garantire sulla assoluta sicurezza dei nostri prodotti alimentari. Come puoi benissimo cercare su internet, i residui trovati nelle carni in Italia è al di sotto degli altri Stati europei, con dati sempre al di sotto dello 0,...
Ti posso solamente dire che è dal 2006 che, in UE e quindi in Italia, non è più possibile usare sostanze anabolizzanti ed antibiotici a scopo auxinico: devono essere sempre somministrati solo in caso di infezione accertata nell'animale e sotto supervisione medico veterinaria. Oltre a questo, è da un paio di anni che le terapie antibiotiche su animali da produzione devono sempre essere giustificate da analisi di laboratorio comprovante la presenza del batterio, non basta quindi più solo la clinica. Gli allevatori devono rispettare i tempi di sospensione dei farmaci usati sull'animale (il tempo minimo in giorni da rispettare per inviare l'animale al macello dopo somministrazione), con i veterinari Asl che controllano i registri dei trattamenti aziendali. Peggio siamo noi in umana, dove per un raffreddore il medico ci prescrive subito un antibiotico. In veterinaria siamo al top al momento per contrastare l'antibiotico resistenza, mentre in medicina umana siamo ancora carenti. Per i vaccini: non esistono tempi di sospensione, per cui sono le sostanze farmacologiche in assoluto più sicure, per cui non troviamo residui nella carne nemmeno dopo 1 ora dalla somministrazione.


07/11/2022, 18:10
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 14/09/2015, 18:21
Messaggi: 1795
Località: Pisa
Formazione: Medico Veterinario
Rispondi citando
Il tempo di sospensione è un intervallo in giorni o in numero di mungiture che, se rispettato, permette di rilevare residui negli alimenti di origine animale sotto ad un limite di sicurezza per l'uomo. Questo vale sia per la carne, per il pesce, per le uova ed anche per il latte. I controlli in Italia sono numerosissimi, con la sinergia tra Veterinari Ufficiali delle Asl, che fanno i campionamenti, ed i Veterinari ed i Tecnici di laboratorio degli Istituti Zooprofilattici (sono enti pubblici di analisi di sanità animale e di sicurezza alimentare) che eseguono le prove di laboratorio sui campioni (carne, latte...). Le multe inoltre sono salatissime e le penalizzazioni per gli allevatori innumerevoli. Spero di averti aiutato


07/11/2022, 18:14
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 14/09/2015, 18:21
Messaggi: 1795
Località: Pisa
Formazione: Medico Veterinario
Rispondi citando
PS. Negli USA e se non ricordo male anche in Brasile, Argentina ecc, è ancora permesso l'uso di sostanze anabolizzanti ed antibiotici agli animali da allevamento per aumentarne le produzioni. Ma anche qui devi stare tranquillo: non è permessa l'entrata in UE di prodotti alimentari che non soddisfino le stesse condizioni a cui si devono attenere gli allevatori e gli operatori del settore alimentare europei.


07/11/2022, 18:18
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 6 messaggi ] 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Designed by ST Software.

Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO

Informativa Privacy