Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 28/06/2017, 17:35




Rispondi all’argomento  [ 9 messaggi ] 
m2 capi all'ingrasso ? 
Autore Messaggio

Iscritto il: 27/11/2015, 13:11
Messaggi: 454
Località: Canna (cs)
Formazione: tecnico della gestione aziendale
Rispondi citando
Ciao a tutti.
Volevo sapere quanti m2 ha bisogno un suino all'ingrasso 30-160 kg allevato nell'apposita stalla?
Vorrei ristrutturare uno dei box che ho già a disposizione per destinarlo appositamente per questa categoria di suino (pesante) .... un box che possa contenere una quindicina di suini dove possono stare nel benessere più assoluto in termini di spazio .
Secondo punto il pavimento, ho fatto delle ricerche ho letto del grigliato, però non ho capito come sia costruito sotto il grigliato
Immagino che le urine penetrano attraverso le fessure ... le feci immagino lo stesso (almeno penso che il pavimento grigliato sia stato realizzato per far stare puliti e asciutti i suini ... è automaticamente non c'è bisogno di pulire manualmente ) una volta che vanno sotto dentro la vasca come si svuota? Grazie in anticipo


09/01/2017, 23:11
Profilo
Sez. Suini
Sez. Suini

Iscritto il: 02/02/2009, 19:32
Messaggi: 1033
Località: MODENA ITALIA
Formazione: De-perito agrario
Rispondi citando
Ciao NICO91, devi leggerti la gazzetta ufficiale che riguarda le misure sul benessere animale, le associazioni di categoria, ti possono aiutare, un estratto con le misure può essere questo:1. Le aziende di cui all'articolo 1 devono soddisfare
contemporaneamente almeno i seguenti requisiti:
a) le superfici libere a disposizione di ciascun suinetto o suino
all'ingrasso allevato in gruppo, escluse le scrofette dopo la
fecondazione e le scrofe, devono corrispondere ad almeno:
1) 0,15 mq per i suini di peso vivo pari o inferiore a 10 kg;
2) 0,20 mq per i suini di peso vivo compreso tra 10 e 20 kg;
3) 0,30 mq per i suini di peso vivo compreso tra 20 e 30 kg;
4) 0,40 mq per i suini di peso vivo compreso tra 30 e 50 kg;
5) 0,55 mq per i suini di peso vivo compreso tra 50 e 85 kg;
6) 0,65 mq per i suini di peso vivo compreso tra 85 e 110 kg;
7) 1,00 mq per i suini di peso vivo superiore a 110 kg;
b) le superfici libere totali a disposizione di ciascuna
scrofetta dopo la fecondazione e di ciascuna scrofa qualora dette
scrofette o scrofe siano allevate in gruppi, devono essere
rispettivamente di almeno 1,64 mq e 2,25 mq; se i suini in questione
sono allevati in gruppi di:
1) meno di sei animali, le superfici libere disponibili devono
essere aumentate del 10 per cento;
2) 40 o piu' animali, le superfici libere disponibili possono
essere ridotte del 10 per cento;
c) le pavimentazioni devono essere conformi ai seguenti
requisiti:
1) per le scrofette dopo la fecondazione e le scrofe gravide
una parte della superficie di cui alla lettera b), pari ad almeno
0,95 mq per scrofetta e ad almeno 1,3 mq per scrofa, deve essere
costituita da pavimento pieno continuo riservato per non oltre il 15
per cento alle aperture di scarico;
2) qualora si utilizzano pavimenti fessurati in calcestruzzo
per suini allevati in gruppo:
2.1) l'ampiezza massima delle aperture deve essere di:
2.1.1) 11 mm per i lattonzoli;
2.1.2) 14 mm per i suinetti;
2.1.3) 18 mm per i suini all'ingrasso;
2.1.4) 20 mm per le scrofette dopo la fecondazione e le
scrofe;
2.2) l'ampiezza minima dei travetti deve essere di:
2.2.1) 50 mm per i lattonzoli e i suinetti;
2.2.2) 80 mm per i suini all'ingrasso, le scrofette dopo la
fecondazione e le scrofe.
2. E' vietato costruire o convertire impianti in cui le scrofe e le
scrofette sono tenute all'attacco, nonche' il relativo utilizzo.
3. Le scrofe e le scrofette sono allevate in gruppo nel periodo
compreso tra quattro settimane dopo la fecondazione e una settimana
prima della data prevista per il parto. I lati del recinto dove viene
allevato il gruppo di scrofe o di scrofette hanno una lunghezza
superiore a 2,8 m. Allorche' sono allevati meno di 6 animali i lati
del recinto dove viene allevato il gruppo devono avere una lunghezza
superiore a 2,4 m.
4. In deroga alle disposizioni di cui al comma 3, le scrofe e le
scrofette allevate in aziende di meno di 10 scrofe possono essere
allevate individualmente nel periodo indicato nel medesimo comma 3, Ecc....Ecc....

I liquami nelle fosse sottostanti i grigliati sono convogliati ad un pozzetto di raccolta, per gravità o tramite pompe, per poi essere
inviate in lagune di stoccaggio, il mio consiglio è non improvvisare, fatti aiutare da chi conosce la materia per non avere sorprese in futuro.


10/01/2017, 20:30
Profilo

Iscritto il: 27/11/2015, 13:11
Messaggi: 454
Località: Canna (cs)
Formazione: tecnico della gestione aziendale
Rispondi citando
Le misure sembrano un rompicapo ... Ahahaha
Comunque hai ragione non voglio improvvisare ....perché sono del parere che le modifiche si apportano in meglio ed seguendo le regole .
Quindi non ho capito bene le misure parla da 10 a 20 ecc non indica la categoria 30-160 kg correggimi se sbaglio


11/01/2017, 20:00
Profilo

Iscritto il: 27/11/2015, 13:11
Messaggi: 454
Località: Canna (cs)
Formazione: tecnico della gestione aziendale
Rispondi citando
7) 1,00 mq per i suini di peso vivo superiore a 110 kg;
È questo il parametro?


11/01/2017, 20:03
Profilo
Sez. Suini
Sez. Suini

Iscritto il: 02/02/2009, 19:32
Messaggi: 1033
Località: MODENA ITALIA
Formazione: De-perito agrario
Rispondi citando
Non esiste la categoria 30-160 kg. ma come descritto, varie categorie in base alla crescita, oltre i 110 Kg. è 1 mq. per suino.
Il mio consiglio è di elevarlo ancora un pò, portandolo a 1,20 sono più felici gli animali, e maggiori sono gli accrescimenti.


11/01/2017, 22:05
Profilo

Iscritto il: 27/11/2015, 13:11
Messaggi: 454
Località: Canna (cs)
Formazione: tecnico della gestione aziendale
Rispondi citando
Grazie per i chiarimenti Marco62 ... sempre gentilissimo
Quindi mi consigli 1,20 mq ... ho letto un articolo su tre3tre che parlava della relazione tra benessere ... accrescimento è mq è proprio vero che più stanno comodi è migliore è il benessere


11/01/2017, 22:18
Profilo
Sez. Suini
Sez. Suini

Iscritto il: 02/02/2009, 19:32
Messaggi: 1033
Località: MODENA ITALIA
Formazione: De-perito agrario
Rispondi citando
Si è una cosa fondamentale, come l'arricchimento ambientale, cioè dare agli animali la possibilità anche nei box di grufolare, e svagarsi
evitando quei comportamenti stereotipati come la masticazione e salivazione a vuoto, dando a disposizione nei box, materiale malleabile come paglia, tronchetti di legno, ed altro, perfino l'industria di attrezzature zootecniche ha percepito questa sensibilità da parte degli allevatori e consumatori, inventando un tipo di mangiatoia dove il suino imita il grufolamento naturale per procacciarsi il mangime.


11/01/2017, 22:30
Profilo

Iscritto il: 27/11/2015, 13:11
Messaggi: 454
Località: Canna (cs)
Formazione: tecnico della gestione aziendale
Rispondi citando
La paglia con il pavimento grigliato si può usare?
I comportamenti stereopatici ...
Hai parlato di masticazione a vuoto e salivazione nello stesso tempo ...l'anno scorso adesso che ci penso ho avuto uno dei due suini che masticava a vuoto e aveva la saliva che usciva dalla bocca ... anche dopo che aveva mangiato ... faceva un rumore con i denti che faceva venire la pelle d'oca da cosa dipendeva secondo te ?


12/01/2017, 13:17
Profilo
Sez. Suini
Sez. Suini

Iscritto il: 02/02/2009, 19:32
Messaggi: 1033
Località: MODENA ITALIA
Formazione: De-perito agrario
Rispondi citando
La paglia con grigliato si può fare, occorre moderare le quantità, si costruiscono delle rastrelliere con con fessure di medie dimensioni
in modo che i suini, tolgono la paglia poco a poco, tendendo a masticarla, o si forniscono corde di grosse dimensioni che mordendole,
le sfilacciano, o tronchi di legno tenero, materiali che tendono a consumarsi, per poi essere rinnovati, sono accorgimenti che sono previsti nelle normative per il benessere animale, e richieste dalle autorità competenti per la sorveglianza.

Per il benessere attenzione anche alle dimensioni delle fessure del grigliato,è ormai scientificamente dimostrato che benessere animale e performance produttive dei suini sono due aspetti strettamente correlati tra di loro. Ma per capire in quale modo il primo abbia ricadute sulle seconde, vanno indagati alcuni aspetti, a cominciare dall’ambiente e dallo spazio vitale.
Sono gli aspetti più rilevanti da considerare quando si tratta di realizzare, ristrutturare, modificare o innovare un ricovero per suini, che abbia come esigenza principale quella di rispettare e promuovere il benessere animale.

«Giusto per inquadrare il tema possiamo ricordare la definizione di benessere animale data da Hughes nel lontano 1976: “stato di completa salute mentale e fisica nel quale l’animale è in armonia col proprio ambiente”. Posto al centro delle politiche comunitarie, come ormai sappiamo, l’argomento è considerato un elemento fondamentale per la tutela dei consumatori e per il miglioramento della sanità animale, della qualità dei prodotti e della redditività delle imprese zootecniche. Per tutti questi motivi il benessere animale diventa un tema decisivo anche per mirare alla riduzione dell’impiego di antibiotici in allevamento, argomento oggi molto dibattuto. L’argomento benessere animale richiede un approccio consapevole e pragmatico, basato sulle conoscenze scientifiche e tecnico-economiche. Esso dipende essenzialmente da due aspetti: le strutture d’allevamento e la conduzione ovvero il management aziendale, posto che l’alimentazione sia adeguata al tipo di suino allevato»


12/01/2017, 21:30
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 9 messaggi ] 



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Designed by ST Software.

Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO

Informativa Privacy