Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 24/05/2017, 15:31




Rispondi all’argomento  [ 15 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Allevamento bufale 
Autore Messaggio

Iscritto il: 12/08/2012, 16:18
Messaggi: 45
Località: Roma
Rispondi citando
Buongiorno a tutti,
sono in procinto di aprire un'azienda bufalina nel sud della Francia e avevo bisogno di qualche chiarimento per quanto riguarda l'allevamento e l'alimentazione delle bufale.
L'allevamento sarebbe allo stato semibrado su una superficie minima di 17 ettari a cui se ne potrebbero aggiungere altri 20 molto rapidamente per un totale di 20 bufale in lattazione.
Quanto è complesso destagionalizzare la mandria?
Si puo' fare una destagionalizzazione totale?
Nell'alimentazione non usero' silomais, ci sara' un grosso calo di produzione?
Posso comunque arrivare a produrre 20q/anno a capo senza utilizzo di silomais?
è meglio acquistare delle primipare per iniziare o è meglio delle secondipare?
è assolutamente necessario dargli degli specchi d'acqua nei quali bagnarsi per l'estate o se si possono riparare dal sole è sufficiente?
Io ho calcolato una quantità di fieno di 25 kg al giorno per le bufale in lattazione, è sufficiente o ne serve di più?
Grazie a tutti


01/06/2014, 11:54
Profilo
Sez. Bufali
Sez. Bufali
Avatar utente

Iscritto il: 28/02/2010, 20:54
Messaggi: 737
Località: Salerno
Formazione: Dott. in Scienze della Produzione Animale
Rispondi citando
allora andiamo con ordine...
il sud della francia dovrebbe avere, almeno dalla primavera alla fine dell'estate, un clima adatto all'allevamento bufaino...
destagionalizzare la mandria impone di avere per un periodo animali improduttivi...ad esempio se porti in azienda una bufala che partorisce il primo settembre, se sta in salute potrebbe riaccoppiarsi nuovamente anche 45 gg dopo...quindi per meta' settembre...per ripartorire poi a meta' luglio circa dell'anno dopo...cosi' avresti una lattazione che si snodera' per tutto il periodo autunno invernale...
converrebbe quindi ritardare l'accoppiamento al mese di febbraio marzo ( 7 mesi circa dopo il parto) allontanando i tori...
per questo il periodo improduttivo si protrarrebbe per molti mesi...
poi per quanto riguarda l'alimentazione, anche senza insilati, i 20 qli a lattazione sono una produzione minima e facilmente raggiungibile...
10-12 kg di fieno sono piu' che sufficienti per ogni capo al giorno


01/06/2014, 21:35
Profilo

Iscritto il: 12/08/2012, 16:18
Messaggi: 45
Località: Roma
Rispondi citando
Grazie per la risposta ,
quindi diciamo che non mi consiglierebbe di destagionalizzare completamente perché senno dovrei tenerle vuote e improduttive per troppo tempo. Da un punto di vista climatico non sono preoccupato perché ho visto allevamenti plein air in Germania e nel nord della Francia quindi qui(sto a 3 ore da Barcellona e 45 min dal mare) non dovrebbero avere problemi. Ho un po paura per il caldo d'estate e per la quantità d'acqua che avro' disponibile.
Per quanto riguarda l'alimentazione che sarà il mio costo maggiore di produzione vorrei riuscire a capire esattamente i costi che avro' visto che dovro' presentare il progetto ad una banca.
Per lei la giusta alimentazione per delle bufale allevate in plein air senza l'utilizzo di insilati come si dovrebbe comporre?
La totalità della produzione sarebbe trasformata e venduta direttamente.


03/06/2014, 11:45
Profilo
Sez. Bufali
Sez. Bufali
Avatar utente

Iscritto il: 28/02/2010, 20:54
Messaggi: 737
Località: Salerno
Formazione: Dott. in Scienze della Produzione Animale
Rispondi citando
se non hai pascolo verde, quindi erba, le tue bufale mangeranno 10-12 kg di fieno...in Francia se ne fa di ottimo...a cui (per una produzione media di 8-10 litri di latte) dovrai aggiungere almeno altri 4-5 kg di cereali (mais ,orzo) e due-2,5 di proteici tipo soia, favino...
ipotizza un costo di 3,0 euro circa di concentrati e 1,80-foraggi al giorno.


03/06/2014, 22:22
Profilo

Iscritto il: 12/08/2012, 16:18
Messaggi: 45
Località: Roma
Rispondi citando
Un po di pascolo verde dovrei averlo. All'incirca 1 ettaro per bufala in lattazione. Tutto questo vorrei farlo in Bio per "credenze" personali (ho la Monsanto a 2km e non mi fa piacere) quindi non credo che andrei ad utilizzare la soia ma forse piuttosto favino e pisello proteico(?). Per quanto riguarda l'acqua devo calcolare una 20ina di litri al giorno a bufala?
La recinzione elettrificat è sufficiente per delimitare i pascoli o c'è il rischio che escano?


04/06/2014, 13:39
Profilo
Sez. Bufali
Sez. Bufali
Avatar utente

Iscritto il: 28/02/2010, 20:54
Messaggi: 737
Località: Salerno
Formazione: Dott. in Scienze della Produzione Animale
Rispondi citando
se usi il favino puoi utilizzare anche crusca e orzo...eliminando completamente il mais anche...
un ettaro a bufala di verde e' ottimo...la rete elettrificata pure...calcola 150 litri al g di acqua per bufala


04/06/2014, 21:17
Profilo

Iscritto il: 01/04/2015, 6:36
Messaggi: 2
Rispondi citando
Questa è eccezionalmente decente e post tollerabile .... You Shook affissione .... Grazie molto per la pubblicazione di esso ..... !!!!

_________________
Johni


01/04/2015, 6:38
Profilo

Iscritto il: 03/12/2012, 20:57
Messaggi: 12
Rispondi citando
mi sapreste dire l'alimentazione di bufale in asciutta ?


20/07/2015, 13:30
Profilo
Sez. Bufali
Sez. Bufali
Avatar utente

Iscritto il: 28/02/2010, 20:54
Messaggi: 737
Località: Salerno
Formazione: Dott. in Scienze della Produzione Animale
Rispondi citando
Dipende dalle materie prime che hai a disposizione...
esempio:

per una bufala in asciutta...di dimensioni normali...non grassa e non scheletrica...

Paglia 4,00 kg
fieno graminacee 4,00 "
Mais 1,00 "
Soia 0,50 "
Crusca 1,00 "

oppure se hai insilati:

Silomais 6,00 Kg
Fieno 3,00 "
Paglia 3,00 "
Crusca 1,50
Soia 1,00
Mais 0,50

integrazione ( da fare assolutamente) almeno 150 grammi di un integratore vitaminico minerale (almeno 2.000.000 ui vit A- Ca/P in rapporto 1/1 o 1/2 o 1/3


21/07/2015, 16:07
Profilo

Iscritto il: 03/12/2012, 20:57
Messaggi: 12
Rispondi citando
ti ringrazio molto per la risposta
volevo chiedere se avvio un allevamento in una vecchia stalla con poste fisse la asl mi lascerebbe tenere gli animali alla catena ?


24/07/2015, 15:38
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 15 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Designed by ST Software.

Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO

Informativa Privacy