Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 01/05/2017, 6:23




Rispondi all’argomento  [ 5 messaggi ] 
strada interpoderale 
Autore Messaggio

Iscritto il: 20/04/2017, 19:15
Messaggi: 2
Località: Benevento
Formazione: Laurea Economia
Rispondi citando
Buonasera a tutti, sono nuovo di questo forum ma vi seguo da anni ormai.

Il mio caso è questo

Sono proprietario di un fondo di circa 5ha collegato alla strada provinciale da una strada interpoderale privata di circa 300 metri di lunghezza e 2,50 di larghezza. Ho servitù di passaggio con mezzi, anche se sul rogito non è specificata la larghezza della strada.

Il mio vicino (padre delle proprietarie di tutti i terreni alla destra della strada interpoderale fino alla strada provinciale), ha deciso di restringere la strada di circa 50cm, prima scavando e poi buttando sopra lo scavo la terra di sua proprietà. Non contento, all'inbocco tra la provinciale e la strada privata ha accumulato del terreno per un'altezza di oltre 1 metro, restringendo notevolmente l'ingresso alla suddetta strada e rendendo l'accesso pericolosissimo. Infine, la perla. Ha piantato 2 paletti di ferro alti circa 50cm oltre il manto stradale, sia all'ingresso, sia lungo la strada privata, restringendo di altri 20cm la carreggiata. Il problema potrebbe essere relativo se non fosse che sto per ristrutturare casa e dubito che i camion riescano a passare.

Ho chiamato carabinieri, vigili fatto denuce ecc. ma niente hanno potuto fare perchè la denuncia non è stata fatta contro di lui (no abitando lì non l'ho mai visto all'opera). Per me si sta approiando di terreno non suo, limitando il mio passaggio e i miei diritti (sono l'unico che passa con un'auto, poichè sono l'unico ad avere un'abitazione lungo la strada; gli altri confinanti accedono solo mediante trattore).

C'è qualche legge a cui posso appellarmi per ripristinare lo stato dei luoghi? C'è qualche sorta di danno che posso addebitargli perchè non mi fa ristrutturare casa? Un geometra mi ha detto che la strada deve essere minimo di 3,00 metri ma non ho trovato riferimenti al riguardo. Premetto comunque che accordi con il vicino non possono essere raggiunti.

Se sono stato troppo ingarbugliato, per chi volesse potrei postare qualche disegno per farvi capire meglio.

Vi rigrazio in anticipo.


20/04/2017, 19:43
Profilo

Iscritto il: 14/04/2017, 22:45
Messaggi: 23
Località: monferrato astigiano
Formazione: Laurea
Rispondi citando
sto leggendo al volo... prima di andare a dormire... dunque prendila così su due piedi...

sul momento mi verrebbe da pensare ad un'azione di tutela della servitù ex art. 1079 c.c. con anche contestuale richiesta di cessazione delle turbative.. (se hai diritto di passaggio e quindi sei tu il fondo dominante non può rendere più difficoltoso l'esercizio della servitù).

ma prima di agire tenterei comunque la classica diffida con raccomandata.. poi se nn ottieni nulla puoi passare alle vie legali, in gioco ci sono la tutela della servitù (ma se ha agito sul tuo terreno anche della proprietà e possesso..)

comunque dovrei pensarci sù un pochino meglio... solitamente tratto azioni possessorie o di rivendicazione della proprietà...


21/04/2017, 1:16
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 12/02/2013, 19:05
Messaggi: 1531
Località: Pordenone-Friuli V.G.
Formazione: Diploma tecnico
Rispondi citando
Siccome so come va a finire e quanto spendi se inizi un'azione legale........vai a chiedere al tizio che sta effettuando il restringimento, quali sono le sue motivazioni e dopo puoi decidere con la consulenza di un professionista, cosa fare.
Va bene anche la Raccomandata A.R. ma già diventa una cosa perentoria
L'azione con un Giudice di Pace o con l'altro Giudice prevedono sempre, prima d'entrare nel merito, la negoziazione assistita. Si tratta d'esaminare le motivazioni delle parti per cui prima di fare il giro a 360 gradi fai quello che ti consiglio. :)

_________________
Carissimi saluti Giuseppe

Dal Forum ho avuto delle buone risposte ma,
non miracoli perché non ho trovato la lampada di Aladino


quando dai un consiglio, un'informazione od altro, alcuni credono "sia dovuto" e non sanno dire grazie


21/04/2017, 19:09
Profilo

Iscritto il: 14/04/2017, 22:45
Messaggi: 23
Località: monferrato astigiano
Formazione: Laurea
Rispondi citando
Chiedo permesso: però diceva che ha già chiamato i carabinieri e fatto denunce, dunque davo per scontato che avesse prima provato a parlargli e anche perchè specificava che accordi non se ne possono raggiungere...

Ovviamente è sempre consigliabile non partire manu militari, ma andare per gradi: prima si parla, poi magari si riparla, poi se non basta si scrive, personalmente o tramite un legale.

Per esperienza pratica posso dire che le cause tra vicini sono, come quelle condominiali e tra parenti, le più litigiose che capita di trattare.

Essendo titolare della servitù, comunque, un fumus di ragione rispetto alla controparte direi che ce l'ha..


21/04/2017, 23:00
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 12/02/2013, 19:05
Messaggi: 1531
Località: Pordenone-Friuli V.G.
Formazione: Diploma tecnico
Rispondi citando
Hai ragione ma con le forze del'ordine é rimasto qualcosa di generico (ignoti) e non specifico.
Per i fatti in questione i fondi serventi di solito sono o si sentono defraudati di un pò di spazio (alla volta) dal transito dei mezzi per cui.....magari agendo con poca diplomazia, corrono ai ripari "terra-terra" ;)

_________________
Carissimi saluti Giuseppe

Dal Forum ho avuto delle buone risposte ma,
non miracoli perché non ho trovato la lampada di Aladino


quando dai un consiglio, un'informazione od altro, alcuni credono "sia dovuto" e non sanno dire grazie


22/04/2017, 8:45
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 5 messaggi ] 



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Designed by ST Software.

Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO

Informativa Privacy