Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 23/02/2017, 20:24




Rispondi all’argomento  [ 8 messaggi ] 
Nuova fattoria didattica 
Autore Messaggio

Iscritto il: 14/08/2010, 14:03
Messaggi: 4
Rispondi citando
Gentili Signori,
mi chiamo Peppe e sono della provincia di Ragusa,
da qualche tempo sto pensando di rispolverare gli antichi mestieri di una volta e avendo a disposizione un pezzo di terra di proprietà dei mie genitori sto pensando di tirare su una fattoria didattica.
La punta di diamante vorrei che fosse l'asino ragusano ormai anche lui in via d'estinzione.
Riguardo a questo vorrei informazioni, mio padre è molto esperto in materia ma non vorrei dipendere da lui :-)
Il mio primo quesito riguarda il latte, leggendo per il forum ho visto i prezzi ma non ho visto i metodi di mungitura, va effettuata a mano?
La produzione del latte quanto dura?
Mi piacerebbe imparare ai bambini gli antichi mestieri, ormai la cosa che sanno fare meglio è giocare con pc, play station e robe simili farli avvicinare alla natura secondo me è un obbligo, lavoro nel turismo ed un bambino di 7 anni in visita in un agriturismo si è meravigliato perchè il latte non veniva dal cartone ma dalla mucca.
Oltre agli asini ho intenzione di coltivare le erbe aromatiche e continuare a produrre quello che già è esistente, prugne, olio extra vergine, vino.
Un'altro quesito è sulla cura dell'asino, l'alimentazione, è sufficiente l'erba fresca oppure fieno e paglia o bisogna integrare del mangime?
Necessita di stalle adeguate?
La regione sicilia corrisponde di qualche contributo per l'allevamento?
Vi ringrazio tutti anticipatamente e mi scuso se sono stato logorroico :oops:
Grazie ancora
Peppe delle tenute Burrittedda


14/08/2010, 15:12
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 03/05/2008, 19:41
Messaggi: 5680
Località: Firenze
Formazione: Perito Agrario - Dottore in Agraria
Rispondi citando
Ci sono stati tanti posts relativi a questo argomento con interventi qualificati, quindi ti consiglio di andarli a leggere. La tua idea è fattibile ma non va approssimata ed iniziata solo con la forza dell'entusiasmo. Ti dico che la razza Ragusana sta vivendo una seconda "giovinezza" nel senso che adesso è nuovamente apprezzata, lentamente sta aumentando, fosse così anche per la Modicana e le altre razze dell'isola! per la mungitura ci sono anche dei filmati, si attua con una mungitrice di quelle che conosci e quindi ti risparmi la fatica delle mungitura a mano, le produzioni sono basse e dipendono dall'età dell'animale, alimentazione, se lasci l'asinello e per quanto tempo .... mi spiace non essere più preciso il moderatore della sezione potrà illuminarti meglio, comunque una buona idea da sviluppare con attenzione, saluti, Mario


14/08/2010, 17:49
Profilo
Sez. Asini
Sez. Asini
Avatar utente

Iscritto il: 09/08/2008, 21:39
Messaggi: 808
Località: Stornarella (Fg)
Rispondi citando
ciao
grazie mario... il tuo intervento credo dica già quasi tutto quello che avrei scritto io.
La mungitrice è quella per ovicaprini con una piccola modifica pre rendere l'aspirazione più dolce visto che la mammella dell'asina è più delicata e priva di "serbatoio", cioè, produce durante la mugitura non accumula come i bovini e gli ovicapirni, inoltre, accanto alla mungitrice dovresti munirti anche di un travaglio (una gabbia di tubi di metallo) dove mettere l'asina mentre la mungi, spesso non gradiscono molto la mungitura
www.tuttoalberobello.it/it/dirAziende/m ... dessa.html .
Una modesta stalla erba, buon fieno fieno se ci sono un po di cereali e leguminose non gustano.
Per gli incentivi devi chiedere alle associazioni di categoria, credo che anche in sicilia sia possibile attingere dal psr.
La produzione del latte nelle asine è estremamente variabile fondamentalmente perchè non si mai praticata una selezione di questo animale mirata a questo utilizzo. Io peronalmete ho avuto un'asina che per un anno dal parto ha prodotto una media giornaliera di due litri con picchi nella parte migliore della lattazione di 4 lt, ha allattato la sua asinella ed un altro orfanello e si è coperta dopo aver svezzato il secondo asinello cioè dopo un anno dal parto, difetto che ci ha indotti a venderla il pessimo carattere (scalciava e per mungerla ci volevano tre persone)
Avvaliti dell'esperienza di tuo padre conservando la tua autonomia, il consiglio dal vivo di chi è già esperto vale moltissimo, naturalmente cerca di capire quanto di quello che lui sa è legato all'esperienza e quanto alla tradizione, proprio oggi discutevo con il mio di padre che di allevamento ne sa veramente tanto ma che spesso cade in vecchi luoghi comuni ed usi non più adrenti all'attuale utilizzo che si fa degli animali, spesso lui come tanti non tiene conto che la gestione che si faceva un tempo di un animale che era al lavoro (duro lavoro) per gran parte della giornata è ben diversa dalla gestione che si deve fare oggi di un animale che fa qualche ora di lavoro leggero nel fine settimana.
Non dimenticare tutte le altre attività che puoi svolgere con gli asini: terapia, turismo, pulizzia dei sottoboschi...
Ed inoltre, in una fattoria didattica che si rispetti si mangia e si vendono direttamente i prodotti dove si mangia bene c'è sempre tanta affluenza.
Non dimenticare di dotarti di un bel pollaio (costi bassi, buoni ricavi ed i bambini vanno pazzi per ogni genere di pennuto).
a rileggerci
ciao

_________________
Giuseppe Acella


14/08/2010, 23:12
Profilo

Iscritto il: 14/08/2010, 14:03
Messaggi: 4
Rispondi citando
Gent.mi Signori,
vorrei inanzi tutto ringraziarVi per le Vs risposte molto esaustive e professionali.
Vorrei sviluppare uno business plain per avere chiaro tutto e quindi presentarlo ad un consulente per attingere ai fondi del psr sicilia riservati ai giovani imprenditori.
Per caso sapete dove posso trovare un fac-simile da poter modificare in base alle mie esigenze?
Oltre agli asini, che sarebbero la new entry, ho di già un recinto con conigli selvatici e qualche gallina, per fare da mangiare ci vogliono tanti soldi per l'adeguamento dei locali a norma, per il momento ho intenzione di fare solo una sala di degustazione di circa 80 mq, poi pian pianino magari passare a qualcosa di più grande.
Lavoro già nel turismo e quindi mi piacerebbe ampliare con delle stanze in quanto tutto il caseggiato è di circa 350 mq, per il turismo in che senzo posso usare gli asini?
La posizione è in pieno bosco e a pochi metri c'è pure una sorgente naturale, tutto molto bello e in completo relax lontano dal tram tram delle città.
Grazie ancora per i Vs consigli, Peppe


18/08/2010, 16:55
Profilo
Sez. Asini
Sez. Asini
Avatar utente

Iscritto il: 09/08/2008, 21:39
Messaggi: 808
Località: Stornarella (Fg)
Rispondi citando
ciao
trekking someggiato
dal tuo appezzamento alla sorgente e ritorno
attrezzature:
asine, basti, attezzature per fare la brace, borsa termica, un paio di panche o tavoli pieghevoli

programma:
breve colazione da te
visita della fattoria didattica
preparazione e carico delle asine
passeggiata a piedi fino alla sorgente con le asine alla corda
mangiata a base di carne e verdure alla brace, con qualcosa di buono da bere
mungitura e degustazione del latte di asina
rientro

costo a persona:
€ 25

che ne pensi?
A rileggerci
ciao

_________________
Giuseppe Acella


19/08/2010, 13:58
Profilo

Iscritto il: 14/08/2010, 14:03
Messaggi: 4
Rispondi citando
Ciao,
l'idea è molto carina braciolata a parte per evitare l'arresto :D
In estate nel bosco non si può accendere nemmeno una sigaretta, il problema degl'incendi è sempre in agguato.
Ma le asine non si stancano caricate?
Il prezzo di un'asina a quanto ammonta?
Per iniziare vorrei comprare 5 fattrici e un maschio secondo te sbaglio?
Grazie mille per tutti i consigli siete fantastici
Peppe


21/08/2010, 13:41
Profilo
Sez. Asini
Sez. Asini
Avatar utente

Iscritto il: 09/08/2008, 21:39
Messaggi: 808
Località: Stornarella (Fg)
Rispondi citando
ciao
non sapevo che ci fosse nel folto del bosco la sorgente... sai da me in pieno tavoliere delle puglie i boschi sono rarissimi gli unici aggregati folti di alberi sono gli oliveti ma quelle sono piantagioni coltivate e quindi a scarso rischio incendio cosa diversa sono le ristoppie del grano duro... BISONGA STARE SEMPRE ATTENTI A NON CAUSARE DANNI AI LUOGHI CHE PERCORRIAMO!!!!!!!!!!!
ieri abbiamo fatto una breve passeggiata someggiata (un paio di Km anda e ritorno) con pic nic sotto un oliveto fino al tramonto... bellissimo .
i prezzi possono essere molto diversi a seconda della zona della razza e della taglia
una buona asina di statura media la trovi anche a € 500 se cerchi soggetti selezionati ragusani credo che la cifra quantomeno si raddoppi.
5 fattrici ed 1 stallone possono essere un buon nucleo di partenza se hai spazio tempo e cibo.
A rileggerci
ciao

_________________
Giuseppe Acella


23/08/2010, 12:57
Profilo

Iscritto il: 30/12/2016, 14:47
Messaggi: 1
Rispondi citando
In merito alla tua idea di realizzare una fattoria didattica necessita un nulla osta che potrai richiedere presso i ns uffici (Ispettorato dell'Agricoltura di Ragusa)...inoltre per avere l'accreditamento regionale necessita che frequenti un corso per operatore di azienda/fattoria didattica.
Se interessa pensiamo di realizzarne uno a Febbraio 2017.
Per eventuali approfondimenti o chiarimenti non esitare a contattarmi presso l'Ispettorato dell'Agricoltura di Ragusa dove lavoro.
Cunsolo Lorenzo


30/12/2016, 14:55
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 8 messaggi ] 



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Designed by ST Software.

Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO

Informativa Privacy