Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 24/06/2017, 22:33




Rispondi all’argomento  [ 11 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
FORAGGIO IDROPONICO. MAI PROVATO? 
Autore Messaggio

Iscritto il: 04/06/2016, 20:17
Messaggi: 9
Rispondi citando
da due anni (solo primavera-estate) sto provando, senza troppe pretese, a fare foraggio idroponico. all'estero è molto usato, non solo per i conigli. in pratica annaffi dei semi in una vaschetta per 6-8 giorni e dai ai conigli da mangiare i germogli con radici e tutto. a quanto si legge su internet questo sarebbe un foraggio strepitoso (estremamente nutriente e digeribile) ad un costo molto contenuto.
io ho provato a realizzare un piccolo impianto domestico ed in effetti i germogli crescono e i conigli li divorano.

volevo sapere se qualcuno di voi lo ha mai provato e si è fatto un'idea di quali sono i tempi di ingrasso con questo tipo di alimentazione, che avrebbe anche il pregio di essere assolutamente biologica.

allego immagine e qualche riferimento (delle migliaia che potete trovare) per chi non sa di cosa si tratta

https://www.youtube.com/watch?v=JrjobGwt7Q0" target="_blank" target="_blank
http://www.giardinaggioindoor.it/2009/0 ... droponico/


Allegati:
foraggio-idroponico2.jpg
foraggio-idroponico2.jpg [ 25.04 KiB | Osservato 632 volte ]
19/08/2016, 22:56
Profilo
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 50249
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
Solo acqua? A quanti centimetri tagli l'erba? Quanti ricacci fa? Riesci a postare una foto della tua coltivazione? Quanti conigli alimenti?

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


20/08/2016, 10:16
Profilo WWW
Sez. Miscellanea
Sez. Miscellanea

Iscritto il: 25/07/2011, 12:02
Messaggi: 4025
Località: Reggio Emilia
Formazione: xxxl
Rispondi citando
Nessuna esperienza sulle colture idroponiche, qualche perplessità sul termine "biologico" mi rimane, origine dei semi? qualità dell'acqua? qualità dell'aria? poi indubbiamente rientra in una produzione naturale e meno incasinata di additivi, concimi chimici e porcherie varie Io ancora ho a disposizione foraggio autoprodotto e rimango nel tradizionale

_________________
Mettete l'indicazione geografica al profilo sarà utile nelle risposte grazie


20/08/2016, 11:41
Profilo

Iscritto il: 04/06/2016, 20:17
Messaggi: 9
Rispondi citando
il numero di conigli alimentabili dipende dall'impianto. chi ha allevamenti da reddito si fa montare impianti professionali o semi-professionali climarizzati e con irrigazione temporizzata con costo variabile dai € 2.000 ai € 30.000 (foto 1)

l'erba non si taglia e non ci sono ricacci perchè ai conigli dai tutto il panetto con le radici (che pare siano ricche di alimenti)

il mio impianto amatoriale a costo € 0 è qualcosa di simile alla foto 2. (quando riesco posta una foto del mio)
potrebbe nutrire 20 conigli, ma sono ancora in fase di studio perchè questa è la tipica cosa che su internet sembra una meraviglia poi rischia di rivelarsi inattuabile. per questo chiedevo al forum se qualcuno ha mai fatto dei tentativi seri


Allegati:
foto1.jpeg
foto1.jpeg [ 13.29 KiB | Osservato 607 volte ]
Commento file: impianto domestico
foto2.jpeg
foto2.jpeg [ 11.47 KiB | Osservato 607 volte ]
20/08/2016, 12:18
Profilo

Iscritto il: 04/06/2016, 20:17
Messaggi: 9
Rispondi citando
rispetto all'acqua, negli impianti professionali so che aggiungono fertilizzanti di sintesi alla soluzione. io uso solo acqua e i germogli raggingono i 10 cm in 8 giorni anzi che in 6. molto dipende dalla temperatura esterna


20/08/2016, 12:27
Profilo
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 50249
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
Aspetto le tue foto. Costi dell'energia elettrica? Un praticello di qualche metro non produce lo stesso?

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


20/08/2016, 13:53
Profilo WWW

Iscritto il: 07/09/2015, 11:55
Messaggi: 164
Località: volterra pisa
Formazione: perito agrario
Rispondi citando
salve ti posso dire che fin che avevo un solo cavallo il mio lo facevo , ora sarebbe improponibile per 15 animali, ma io mettevo dell'orzo tra 2 sacchi di iuta e tenevo umido sino a che non spuntava il germoglio di 1, 1.5 cm e lo davo ogni giorno sostituendo il fioccato, avendo animali quadrati e con pelo come uno specchio! perché il seme in germogliazione trasforma il proprio amido in zuccheri e altre sostanze molto utili per gli animali. non so se questo vi puo tornare utile !


21/08/2016, 8:34
Profilo

Iscritto il: 04/06/2016, 20:17
Messaggi: 9
Rispondi citando
premetto che non intendo difendere un sistema che ancora sto sperimentando, però intravvedo delle potenzialità.
per rispondere a marco: l'erba nei miei prati (che sono pochi) è già finita da un pezzo (io allevo in gabbioni mobili che però sono utili per il foraggio solo in primavera). il mio impiantino idroponico autoprodotto produce (quando riesco a farlo funzionare) circa 6-8 kg di foraggio al giorno anche ora che nel prato non c'è più erba.
un bicchiere di semi di orzo (circa 100gr: dose per un coniglio se non sbaglio), se lo faccio germinare 8 giorni moltipica di cira 7-10 volte il suo peso. non è solo l'acqua che assorbe, perchè la chimica del seme si trasforma nel germoglio. quindi con un bicchiere germinato anzi che 1, sfamo 4 conigli e, a quanto scrivono, con un alimento migliore (più completo e digeribile).
il mio problema è che su internet si trova molta letteratura con valori nutrizionali comparati che però, da profano, non so interpretare.
se qualcuno degli esperti ha voglia di darci una scorta, allego un volantino riassuntivo di un impianto per cavalli che riporta dei valori nutrizionali. così mi date un parere
http://www.tuttoarabi.com/articoli/vete ... oponic.pdf
ps. il mio impianto non consuma acqua nè elettricità perchè funziona con un gocciolatore a cascata. con 25 l d'acqua, che riciclo, annaffio per 6 giorni. l'acqua di irragazione con un sistema di grondaie si raccoglie in un innaffiatoio con cui riempio la tanica del gocciolatore quando è vuota


21/08/2016, 9:53
Profilo

Iscritto il: 04/06/2016, 20:17
Messaggi: 9
Rispondi citando
mi sembra molto interessante il sistema di frida. se ho capito bene tu facevi solo le prime fasi della germinazione (diciamo 3-4 giorni?) risparmiando in questo modo il sistema di irrigazione e rotazione dei vassoi. i semi li stendevi? li annaffiavi ogni giorno?


21/08/2016, 9:58
Profilo

Iscritto il: 07/09/2015, 11:55
Messaggi: 164
Località: volterra pisa
Formazione: perito agrario
Rispondi citando
i semi li stendevo grossolanamente e mettevo la iuta sopra e sotto , per l'irrigazione mettevo a sgocciolare il fieno dato che dovevo bagnarlo perchè aveva dei problemi respiratori che risolvevo così! il ciclo era di 3 giorni


21/08/2016, 14:45
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 11 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Designed by ST Software.

Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO

Informativa Privacy