Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 13/12/2017, 11:08




Rispondi all’argomento  [ 59 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo
Produzioni Carni Suine di Eccellenza 
Autore Messaggio
Sez. Norcineria
Sez. Norcineria
Avatar utente

Iscritto il: 19/08/2011, 19:19
Messaggi: 1802
Località: Abbiategrasso (MI)
Formazione: ITIS
Rispondi citando
Ciao RikiCo, ma i tuoi suini sono allevati in stalla o hanno a disposizione spazi aperti ... terra?
Io più che parlare di "sale" parlerei di (Sali) Minerali... integratori (Sali + Vitamine)
2-3% max in razione, (necessari in giusti rapporti per accrescimento e immunità)
-Macroelementi (g/gg): calcio, fosforo, potassio, sodio, cloro, zolfo, magnesio
-Microelementi (mg/gg):ferro, rame, iodio, zinco, selenio
ciao mf

_________________
Wendell Berry, diceva “ se mangio carne voglio che venga da un animale che ha vissuto una bella vita all’aperto, senza affollamenti, su pascoli abbondanti, con acqua buona e alberi per ombra"...

http://www.leselvedivallolmo.it

Il prosciutto insaccato (TerrAmica nr. 0): http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_0_2014/49?e=10353070/6348207
L'arte dell'insaccato (TerrAmica nr. 4): http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_num4_issuu/41?e=10353070/32332678
Il Salame Campagnolo (TerrAmica nr. 5): http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_nr_5_issuu/45?e=10353070/36962323


13/07/2013, 12:25
Profilo WWW
Sez. Suini
Sez. Suini

Iscritto il: 02/02/2009, 19:32
Messaggi: 1148
Località: MODENA ITALIA
Formazione: De-perito agrario
Rispondi citando
Concordo, la qualità delle carni è un complesso di armonia dei vari componenti della dieta dai macro ai micro elementi, e non
muovendo un singolo elemento, specialmente se si esprime a quantità molto limitate, oltre all' aggiunta di altri fattori quali
ambiente, salute, genetica,management.
L' integrazione con un complesso minerale-vitaminico à da preferire all' aggiunta del semplice cloruro di sodio, proprio per il
miglioramento elettrolitico della dieta, del PH nell' apparato digerente, quindi una maggior utilizzazione dell' alimento.


15/07/2013, 0:33
Profilo

Iscritto il: 14/12/2012, 17:23
Messaggi: 62
Località: Oltrepò Pavese
Formazione: Laurea in Scienze Naturali
Rispondi citando
Ciao e grazie per le risposte. Concordo sul fatto dell'integrazione minerale-vitaminica ed infatti somministro un cosiddetto "nucleo" che è già bilanciato da questo punto di vista, inoltre integro con piccole dosi di frutta, verdura, pane secco ecc... Somministro tutto bagnato con acqua però sto organizzandomi per utilizzare del siero, visto che ho trovato un caseificio in zona che me lo regalerebbe...
Mi interessava in particolare il cloruro di sodio perchè calcolando le percentuali di sodio dei vari componenti mi esce un contenuto totale della mia razione intorno allo 0,1% e mi sembra un po poco...o sbaglio?
I miei 25 maiali hanno a disposizione circa 3 Ha di pascolo che sfruttano ampiamente e almeno 2 Ha sono querceto quasi puro...
P.S. mfCarpentieri, colgo l'occasione per salutarti visto che ci siamo conosciuti al corso dei norcini bergamaschi nel 2011...


19/07/2013, 11:39
Profilo
Sez. Norcineria
Sez. Norcineria
Avatar utente

Iscritto il: 19/08/2011, 19:19
Messaggi: 1802
Località: Abbiategrasso (MI)
Formazione: ITIS
Rispondi citando
Ciao RikiCo, scusa tantissimo ma ho visto solo ora il tuo post, è difficile notarlo negli argomenti "fissati" !
Il cloruro di sodio nella razione di un semibrado, viene utilizzato con dose dello 0,3-0,6%, i suini possono tollerare anche concentrazioni superiori a condizione di disporre di acqua a volontà.
(Nota: il valore del dosaggio di taluni componenti, varia a secondo dell'animale di riferimento, tipo di animale, peso, tipo di allevamento intensivo/semibrado).
ciao e a risentirti mf

_________________
Wendell Berry, diceva “ se mangio carne voglio che venga da un animale che ha vissuto una bella vita all’aperto, senza affollamenti, su pascoli abbondanti, con acqua buona e alberi per ombra"...

http://www.leselvedivallolmo.it

Il prosciutto insaccato (TerrAmica nr. 0): http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_0_2014/49?e=10353070/6348207
L'arte dell'insaccato (TerrAmica nr. 4): http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_num4_issuu/41?e=10353070/32332678
Il Salame Campagnolo (TerrAmica nr. 5): http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_nr_5_issuu/45?e=10353070/36962323


20/08/2013, 22:06
Profilo WWW

Iscritto il: 12/10/2013, 18:44
Messaggi: 16
Rispondi citando
Salve io ogni anno acqusto 2 maiali dal peso di circa 100/120kg l'uno e li alimento con farina che produco con il 40%mais,30%orzo,15%pisello proteico(oppure 7,5%pisello proteico e 7,5%favino nero),7,5%crusca,7,5%farinaccio o cruschello più 2'5% sali minerali specifici per maiali. Ne somministro circa 3kg cad al giorno volevo sapere se poteva andare bene sia il quantitativo che somministro sia le percentuali dei vari ingredienti.
Grazie


30/10/2013, 12:53
Profilo
Sez. Norcineria
Sez. Norcineria
Avatar utente

Iscritto il: 19/08/2011, 19:19
Messaggi: 1802
Località: Abbiategrasso (MI)
Formazione: ITIS
Rispondi citando
Salve Lello, presumendo siano per trasformazione e che tu abbia visto le tabelle postate per il "gran suino padano", con gli alimenti direi che sei in linea, per la somministrazione giornaliera regolati con le settimane di vita del tuo animale.
Quando parliamo di razione dovremmo sempre, dichiarare la razza e se è in purezza o ibrido.
Dico questo, perchè la selezione nelle razze migliorate è ormai spinta a tal punto da richiedere tal volta, adeguati dosaggi e miscele di alimenti, rischio il deperimento dell'animale.
Per un'alimentazione casalinga si è sempre detto in finissaggio di ridurre il mais (o eliminarlo) a favore dell'orzo e/o grano o altro cereale e ridurre l'alimento proteico intorno al 10% a favore della crusca.
saluti mf

_________________
Wendell Berry, diceva “ se mangio carne voglio che venga da un animale che ha vissuto una bella vita all’aperto, senza affollamenti, su pascoli abbondanti, con acqua buona e alberi per ombra"...

http://www.leselvedivallolmo.it

Il prosciutto insaccato (TerrAmica nr. 0): http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_0_2014/49?e=10353070/6348207
L'arte dell'insaccato (TerrAmica nr. 4): http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_num4_issuu/41?e=10353070/32332678
Il Salame Campagnolo (TerrAmica nr. 5): http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_nr_5_issuu/45?e=10353070/36962323


30/10/2013, 15:20
Profilo WWW

Iscritto il: 12/10/2013, 18:44
Messaggi: 16
Rispondi citando
Mi correggo 40%orzo e 30% mais il resto come ti ho scritto prima.Per quanto riguarda la razza non la so!!.....è un grosso problema? Comunque ti confermo che li allevo per trasformazione e cioè lascio le lonze, i lonzini ed i prosciutti ikl resto trasformo in salami e salsiccie.


30/10/2013, 17:34
Profilo
Sez. Suini
Sez. Suini

Iscritto il: 02/02/2009, 19:32
Messaggi: 1148
Località: MODENA ITALIA
Formazione: De-perito agrario
Rispondi citando
Un accorgimento utile per migliorare la digeribilità dei nutrienti che compongono la razione, inoltre a controllare i patogeni presenti
lungo i tubi o depositi adibiti per lo stoccaggio di acqua per l' abbeverata è l' acidificazione con acidi organici.
Acidificare l' acqua, portarla ad un acidità PH 4, se non si dispone dello strumento apposito, si può utilizzare la cartina di tornasole,
facilmente reperibile, si utilizzano miscele di acidi organici i principali sono formico, citrico e propionico, si trovano in commercio
già opportunamente miscelati, in comode taniche di varie misure, la miscela di acidi è da preferire al singolo, perché l' assorbimento
lungo il tratto digestivo (stomaco-intestino) è diverso, acidificando nello stomaco abbiamo un aumento della pepsina, che migliora
la digeribilità delle proteine, acidificando lungo il tratto intestinale si abbattono i patogeni responsabili di alcune problematiche, che non vivono o almeno rallentano la proliferazione in ambiente acido, mentre i bacillus " buoni" preferiscono.
Quindi con acqua acidificata otteniamo un acqua più salubre, non si forma il biofilm nelle tubature o vaschette, migliore digestione degli alimenti, migliore salute dei suini.

Leggi:http://www.forumdiagraria.org/suini-f19/sta-arrivando-il-caldo-consigli-sull-acqua-t79167.html


13/12/2013, 14:55
Profilo
Sez. Suini
Sez. Suini

Iscritto il: 02/02/2009, 19:32
Messaggi: 1148
Località: MODENA ITALIA
Formazione: De-perito agrario
Rispondi citando
Vi illustro una prova fatta su suini allevati con sistema intensivo con l' utilizzo di lecitina di soia nella dieta.
Se c'è anche un allevatore amatoriale che vuole cimentarsi in una prova eguale anche solo un suino con lecitina ed uno senza, sono gradite opinioni, sensazioni, o altro .
Il migioramento della tenerezza della carne di suino è molto importante per aumentare la soddisfazione del consumatore.
Le proteine miofibrillari ed il collagene intramuscolare del tessuto connettivo sono componenti del muscolo che si sa hanno influenza sulla tenerezza della carne.
La quantità di collagene, il grado di reticolazione del collagene ed i tipi di collagene potrebbero influire sulla consistenza della carne.
La lecitina ha effetti anti-fibrogenici, dato che riduce l'accumulo di collagene epatico in fibrosi epatica.
E' stato suggerito che la lecitina della dieta potrebbe ridurre la masticazione della carne di suino e la durezza e che potrebbe essere associata con la diminuzione del contenuto in collagene e l'estensione della reticolazione.
La lecitina è anche un emulsionante ed aumenta il contenuto di acidi grassi polinsaturi.
Tuttavia, poco si sa sull'effetto della lecitina nella dieta su altri aspetti della carcassa e qualità della carne.
La lecitina ha aumentato la resa della carcassa.
La masticabilitá ed il contenuto di collagene si sono ridotte per le diete con lecitina , il che suggerisce che la migliore masticabilitá sia dovuta alla diminuzione del contenuto in collagene.
Tuttavia la lecitina non ha avuto effetti sulla forza di taglio, coesione e durezza.
I dati hanno evidenziato che la lecitina nella dieta ha diminuito la masticabilitá che puó essere associata al contenuto in collagene nel muscolo.
La lecitina dietetica ha anche migliorato la resa della carcassa e carni meno pallide.
Il dosaggio è da 20 a 40 gr / kg di mangime a partire da 60 kg. di peso.


14/05/2014, 20:46
Profilo

Iscritto il: 17/03/2015, 15:45
Messaggi: 1
Rispondi citando
Salve a tutti, ho trovato utilissima la scheda che ha pubblicato il prof. mfCarpentieri e volevo chiederle se, dal momento che ho dei danesi, va bene anche per questa razza la scheda??. e poi dal momento che ho un molino frangitutto, ma devo acquistare tutti i cereali volevo chiederle se quelli presenti nella scheda sono la migliore soluzione. Io per ora facevo, 48,5% orzo-23,5% mais-11% favino-11%grano-6% crusca. Devo apportare delle modifiche??
Grazie in anticipo.
Antox.


17/03/2015, 15:59
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 59 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Designed by ST Software.

Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO

Informativa Privacy