Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 20/01/2018, 9:18




Rispondi all’argomento  [ 11 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Analisi vino 
Autore Messaggio

Iscritto il: 06/07/2011, 16:13
Messaggi: 2147
Località: Cureggio (NO)
Formazione: laurea in informatica
Rispondi citando
Ciao a tutti, questo giro tocca a me con le analisi :D
Ho ritirato ieri le analisi di 3 vini, uno del 2014 attualmente in barrique e che dovremmo imbottigliare questa primavera (in barrique fa solo 6 mesi, prima era in acciaio) e i due vini di quest'anno.
Purtroppo dove lo porto non mi fanno l'analisi della solforosa (mi hanno detto che è troppo costosa, devo crederci? Queste analisi le ho pagate 15 euro a campione).
Le aggiunte consigliate di acido tartarico sono corrette?
Grazie a tutti


Allegati:
analisi_vino.jpg
analisi_vino.jpg [ 42.08 KiB | Osservato 727 volte ]
21/11/2017, 12:13
Profilo

Iscritto il: 06/07/2011, 16:13
Messaggi: 2147
Località: Cureggio (NO)
Formazione: laurea in informatica
Rispondi citando
Scusate la qualità dell'allegato, è una foto fatta col telefono, spero si legga bene


21/11/2017, 12:13
Profilo
Sez. Miscellanea
Sez. Miscellanea
Avatar utente

Iscritto il: 27/07/2011, 13:09
Messaggi: 23950
Località: Camporosso
Rispondi citando
Un pò bassino di gradazione quello invecchiato, io per esperienza e da quanto mi è stato detto in precedenti annate e analisi, non ho mai superato
100 grammi di acido tartarico, che utilizzo di solito su bianco, attendi l'enologo per chiarimenti in riguardo... :roll:

Ciao

_________________
Nella vita non esistono sfide, ma solo una sfida, quella con te stesso...
La verità autentica è sempre inverosimile. Fëdor Dostoevskij


21/11/2017, 18:36
Profilo WWW

Iscritto il: 06/07/2011, 16:13
Messaggi: 2147
Località: Cureggio (NO)
Formazione: laurea in informatica
Rispondi citando
Si Jean, se ti ricordi il 2014 era stato un anno infame e comunque avevamo dovuto zuccherarlo ma non volevamo esagerare... Già portare l'uva in cantina relativamente sana era stato un successo.
Ho chiesto per il tartarico perché in particolare proprio il 2014 al gusto ci sembrava già abbastanza acido (ed è anche per questo che poi avevamo optato per il passaggio in legno), c'è anche da dire però che in effetti l'acidità è parecchio calata col tempo


22/11/2017, 11:58
Profilo
Sez. Industria Enologica
Sez. Industria Enologica
Avatar utente

Iscritto il: 05/12/2009, 22:37
Messaggi: 2706
Località: Mildura (Australia)
Formazione: Enologo
Rispondi citando
Le analisi della solforosa, libera e totale non costano molto, e la strumentazione è relativamente affordabile per un laboratorio enologico, il quale per legge, il vino, per poter essere commercializzato deve attestare i livelli di solforosa. Un campione di vino analizzato costa tra i 15 e 20 euro e comprende alcol, acidità totale, volatile, pH e solforosa totale e libera. Questi sono i parametri essenzialmente utili per valutare il vino.

I commenti della persona sono parzialmente corretti riguardanti i giudizi dei vini.
Tuttavia, le aggiunte consigliate, in particolare quelle di utilizzare antiossidante redox senza valutare le componenti di solforosa del vino sono completamente "creati" senza avere usato nessun parametro che possa attestare la corretta dose.
Le aggiunte di acido tartarico non le farei, per il semplice fatto che il rapporto dell'acidità totale e l'alcool risultano relativamente bilanciato e corretto. Aggiungendo acido tartarico c'è il rischio che il vino risulti squilibrato e la componente acidica sia prevalente. In tutti i casi, in alcuni casi, le aggiunte di acido tartarico più moderate delle dosi indicate, possono potenzialmente apportare dei vantaggi organolettici; tuttavia andrebbero fatte delle prove in piccolo per valutare l'effettivo potenziale dell'aggiunta dell'acido tartarico nei tuoi vini.

Ciao Marco

_________________
Marco Sollazzo

"L'acqua di un fiume si adatta al cammino possibile, senza dimenticare il proprio obiettivo: il mare."

La Fermentazione alcolica: http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_num_1_2014_issuu/47?e=10353070/8586664
I solfiti in enologia: http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_num2_2015_issuu/41?e=10353070/10697222
La Fermentazione malolattica: http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_num3_issuu/45?e=10353070/13515284
Il Vino Fai da Te: http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_num4_issuu/38?e=10353070/32332678
Le Analisi del Vino: http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_nr_5_issuu/43?e=10353070/36962323
La gestione del vino dopo la fermentazione alcolica: https://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_6_issuu/40
Elementi pratici per la filtrazione del vino: https://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_gennaio_2018_issuu/34


23/11/2017, 11:51
Profilo

Iscritto il: 06/07/2011, 16:13
Messaggi: 2147
Località: Cureggio (NO)
Formazione: laurea in informatica
Rispondi citando
BluSnake ha scritto:
Le analisi della solforosa, libera e totale non costano molto, e la strumentazione è relativamente affordabile per un laboratorio enologico, il quale per legge, il vino, per poter essere commercializzato deve attestare i livelli di solforosa. Un campione di vino analizzato costa tra i 15 e 20 euro e comprende alcol, acidità totale, volatile, pH e solforosa totale e libera. Questi sono i parametri essenzialmente utili per valutare il vino.

Ok, quindi mi hanno detto una balla... meglio se cerco un altro laboratorio allora

BluSnake ha scritto:
I commenti della persona sono parzialmente corretti riguardanti i giudizi dei vini.
Tuttavia, le aggiunte consigliate, in particolare quelle di utilizzare antiossidante redox senza valutare le componenti di solforosa del vino sono completamente "creati" senza avere usato nessun parametro che possa attestare la corretta dose.

Queste analisi vengono fatte per conto terzi nel negozio dove compro gli agrofarmaci... Non so la preparazione di chi le fa, da quello che mi ha detto il negoziante mi diceva che una valutazione della solforosa viene fatta ma non con un metodo non "ufficiale" e quindi non la può scrivere nel responso (per me che non conosco come funzionano le analisi non so cosa intenda), quindi sempre secondo il negoziante una misura della solforosa ce l'avrebbe...
Io in ogni caso non avrei usato l'antiossidante redox ma mi sarei limitato ai soliti 1-2 g/hl di solfiti al travaso... Avevo usato 5 g/quintale di solfiti alla pigiatura, niente solfiti alla svinatura e 1 g/hl al primo travaso

BluSnake ha scritto:
Le aggiunte di acido tartarico non le farei, per il semplice fatto che il rapporto dell'acidità totale e l'alcool risultano relativamente bilanciato e corretto. Aggiungendo acido tartarico c'è il rischio che il vino risulti squilibrato e la componente acidica sia prevalente. In tutti i casi, in alcuni casi, le aggiunte di acido tartarico più moderate delle dosi indicate, possono potenzialmente apportare dei vantaggi organolettici; tuttavia andrebbero fatte delle prove in piccolo per valutare l'effettivo potenziale dell'aggiunta dell'acido tartarico nei tuoi vini.

Ciao Marco

Infatti quello che farò sarà una prova su un campione... Mi sembravano un po' esagerati i quantitativi consigliati.
Questo travaso lo farò senza aggiunte tanto poi a dicembre ne farò un altro
Nel frattempo Marco grazie


23/11/2017, 15:16
Profilo
Sez. Industria Enologica
Sez. Industria Enologica
Avatar utente

Iscritto il: 05/12/2009, 22:37
Messaggi: 2706
Località: Mildura (Australia)
Formazione: Enologo
Rispondi citando
Ogni analisi per il vino viene fatta seguendo una metodica ufficiale, nella quale i risultati sono attendibili e riproducibili in altri laboratori enologici. Metodi non ufficiali non superano gli standard che consentono di valutare oggettivamente i livelli analitici di un determinato componente nel vino.

Ciao Marco

_________________
Marco Sollazzo

"L'acqua di un fiume si adatta al cammino possibile, senza dimenticare il proprio obiettivo: il mare."

La Fermentazione alcolica: http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_num_1_2014_issuu/47?e=10353070/8586664
I solfiti in enologia: http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_num2_2015_issuu/41?e=10353070/10697222
La Fermentazione malolattica: http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_num3_issuu/45?e=10353070/13515284
Il Vino Fai da Te: http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_num4_issuu/38?e=10353070/32332678
Le Analisi del Vino: http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_nr_5_issuu/43?e=10353070/36962323
La gestione del vino dopo la fermentazione alcolica: https://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_6_issuu/40
Elementi pratici per la filtrazione del vino: https://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_gennaio_2018_issuu/34


24/11/2017, 10:23
Profilo

Iscritto il: 14/04/2012, 15:01
Messaggi: 853
Località: Prov. Pa
Rispondi citando
A proposito di analisi quelle che ho postate in precedenza me li hanno regalate. Adesso mi sono informato presso un centro analisi in provincia e devo sostenere costi di corriere per spedirlo ( a parte) e per le analisi complete mi chiedono 50 €uro. Come vi sembra??


27/11/2017, 12:11
Profilo
Sez. Industria Enologica
Sez. Industria Enologica
Avatar utente

Iscritto il: 05/12/2009, 22:37
Messaggi: 2706
Località: Mildura (Australia)
Formazione: Enologo
Rispondi citando
Dipende che intendi per analisi complete.

Se sono inclusi solamente acidità volatile, totale, pH e solforose il prezzo è abbastanza alto, può andare bene intorno ai 25 euro spedizione escluse.

Se invece include anche analisi dell'acido malico e test di stabilità a freddo può essere un buon compromesso.

Ciao Marco

_________________
Marco Sollazzo

"L'acqua di un fiume si adatta al cammino possibile, senza dimenticare il proprio obiettivo: il mare."

La Fermentazione alcolica: http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_num_1_2014_issuu/47?e=10353070/8586664
I solfiti in enologia: http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_num2_2015_issuu/41?e=10353070/10697222
La Fermentazione malolattica: http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_num3_issuu/45?e=10353070/13515284
Il Vino Fai da Te: http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_num4_issuu/38?e=10353070/32332678
Le Analisi del Vino: http://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_nr_5_issuu/43?e=10353070/36962323
La gestione del vino dopo la fermentazione alcolica: https://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_6_issuu/40
Elementi pratici per la filtrazione del vino: https://issuu.com/associazionediagraria.org/docs/terramica_gennaio_2018_issuu/34


30/11/2017, 11:10
Profilo

Iscritto il: 02/12/2017, 19:24
Messaggi: 9
Rispondi citando
io ho pagato 12 euro le analisi complete


14/01/2018, 19:07
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 11 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Designed by ST Software.

Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO

Informativa Privacy