Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 22/01/2018, 16:26




Rispondi all’argomento  [ 32 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4  Prossimo
cinghiali VS colture 
Autore Messaggio

Iscritto il: 27/11/2015, 13:11
Messaggi: 502
Località: Canna (cs)
Formazione: tecnico della gestione aziendale
Rispondi citando
Salve a tutti da 2 anni non riesco ad coltivare più i miei campi (frumento) perché arrivano i cinghiali è oltre a mangiare tutto scavano delle buche pazzesce nel terreno.
A questo punto visto che da quando mi alzo la Mattina pago solo tasse direi che questa è la più odiosa. ..allora quest'anno ho deciso di coltivazione i miei campi risultato cinghiali che distruggono tutto è l'unica arma a mia disposizione è stato il mio gregge che in pochi giorni gli ho fatto mangiare i cereali ....
Vorrei recintare i mie campi siccome non posso permettermi una recensione a dovere avrei in mente una recinzione alettrificata io dubito che servirà a qualcosa voi che ne dite?


14/07/2016, 8:57
Profilo
Sez. Supporto Didattico
Sez. Supporto Didattico
Avatar utente

Iscritto il: 13/03/2008, 19:23
Messaggi: 52020
Località: Pinzolo (TN) - Firenze
Formazione: Laurea in Scienze agrarie
Rispondi citando
Non ti dà sicurezza assoluta ma qualcosa fa.

_________________
Segui Agraria.org anche su Facebook Immagine e Twitter Immagine!

Sei già iscritto all' Associazione di Agraria.org? ;)


15/07/2016, 12:10
Profilo WWW

Iscritto il: 27/11/2015, 13:11
Messaggi: 502
Località: Canna (cs)
Formazione: tecnico della gestione aziendale
Rispondi citando
Marco ha scritto:
Non ti dà sicurezza assoluta ma qualcosa fa.

Infatti la penso anche io così ho visto sul web che ci sono delle rete elettrificate di 60 cm di altezza penso che andrebbero bene. ...anche se la spesa è un po alta vorrei provare con tre fili posti ad 20 cm di distanza. ..


15/07/2016, 16:44
Profilo

Iscritto il: 09/09/2015, 19:29
Messaggi: 77
Località: castel san pietro terme - BO
Rispondi citando
la recinzione elettrificata ai cinghiali fa lo stesso effetto della verità a Renzi............
non serve a nulla.
o ti fai dare un permesso di autodifesa dalla provincia e ne ammazzi qualcuno, vedrai che poi smettono o puoi usare delle palline di canfora, quella che si usa per le tarme, fai tutto il giro del campo e ne lasci una ogni 10 metri


21/07/2016, 20:35
Profilo

Iscritto il: 27/11/2015, 13:11
Messaggi: 502
Località: Canna (cs)
Formazione: tecnico della gestione aziendale
Rispondi citando
aspera ha scritto:
la recinzione elettrificata ai cinghiali fa lo stesso effetto della verità a Renzi............
non serve a nulla.
o ti fai dare un permesso di autodifesa dalla provincia e ne ammazzi qualcuno, vedrai che poi smettono o puoi usare delle palline di canfora, quella che si usa per le tarme, fai tutto il giro del campo e ne lasci una ogni 10 metri

Interessante. ..mi puoi spiegare gentilmente come funziona il permesso di autodifesa dalla provincia?
È le palline di canfora cosa sono?
Scusa x le domande ma sono talmente indignato vedere tutto il duro lavoro che eseguiamo nei campi (di collina ) perderlo nel giro di pochi giorni proprio oggi che con il mio gregge dopo che ho visto il raccolto che stavano distruggendo i cinghiali lo faccio mangiare alle pecore ed ogni Mattina quando arrivo trovo delle buche enormi nel terreno. .


21/07/2016, 21:26
Profilo

Iscritto il: 09/09/2015, 19:29
Messaggi: 77
Località: castel san pietro terme - BO
Rispondi citando
il permesso di autodifesa te lo danno se sei coltivatore diretto, iap, amministratore di una azienda agricola e alcune altre situazioni; lo chiedi alle guardie della città metropolitana, le ex guardie provinciali, compili un modulo e dopo un mesetto te lo danno.

Ovviamente devi avere almeno la detenzione di armi nella proprietà ( la fai banalmente con una prova al poligono e altra burocrazia inutile ), o la licenza di caccia o il porto d'armi.

puoi uscire, previa segnalazione all'apposito sito, quando vuoi 24h 365g - se abbatti l'animale dovrai poi portarlo ai centri di raccolta dove lo esaminano, lo tengono in cella qualche giorno, poi lo ritiri se vuoi oppure glielo vendi.

le palline di canfora sono quelle che si usavano una volta per le tarme; non c'é nafta, benzina, zolfo, interiora di cinghiale sparse per il campo ecc. ecc. che dia un risultato migliore.


24/07/2016, 13:25
Profilo

Iscritto il: 27/11/2015, 13:11
Messaggi: 502
Località: Canna (cs)
Formazione: tecnico della gestione aziendale
Rispondi citando
aspera ha scritto:
il permesso di autodifesa te lo danno se sei coltivatore diretto, iap, amministratore di una azienda agricola e alcune altre situazioni; lo chiedi alle guardie della città metropolitana, le ex guardie provinciali, compili un modulo e dopo un mesetto te lo danno.

Ovviamente devi avere almeno la detenzione di armi nella proprietà ( la fai banalmente con una prova al poligono e altra burocrazia inutile ), o la licenza di caccia o il porto d'armi.

puoi uscire, previa segnalazione all'apposito sito, quando vuoi 24h 365g - se abbatti l'animale dovrai poi portarlo ai centri di raccolta dove lo esaminano, lo tengono in cella qualche giorno, poi lo ritiri se vuoi oppure glielo vendi.

le palline di canfora sono quelle che si usavano una volta per le tarme; non c'é nafta, benzina, zolfo, interiora di cinghiale sparse per il campo ecc. ecc. che dia un risultato migliore.

Ah molto interessante mio padre detiene in maniera regolare un fucile da caccia. ...quindi potrei chiedere questo permesso alla stazione dei carabinieri della mia località? (Sperando che mi diano il permesso di uscire di notte a sorvegliare i campi perché la notte vanno in azione quei maledetti)
Per le palline di canfora dici che funziona (ho letto che emanano un forte odore) ? Ma speriamo bene perché ci tengo molto a risolvere questo problema


24/07/2016, 17:34
Profilo
Sez. Funghi
Sez. Funghi
Avatar utente

Iscritto il: 18/11/2012, 20:59
Messaggi: 964
Località: Valdarno Superiore
Rispondi citando
NICO91 ha scritto:
aspera ha scritto:
il permesso di autodifesa te lo danno se sei coltivatore diretto, iap, amministratore di una azienda agricola e alcune altre situazioni; lo chiedi alle guardie della città metropolitana, le ex guardie provinciali, compili un modulo e dopo un mesetto te lo danno.

Ovviamente devi avere almeno la detenzione di armi nella proprietà ( la fai banalmente con una prova al poligono e altra burocrazia inutile ), o la licenza di caccia o il porto d'armi.

puoi uscire, previa segnalazione all'apposito sito, quando vuoi 24h 365g - se abbatti l'animale dovrai poi portarlo ai centri di raccolta dove lo esaminano, lo tengono in cella qualche giorno, poi lo ritiri se vuoi oppure glielo vendi.

le palline di canfora sono quelle che si usavano una volta per le tarme; non c'é nafta, benzina, zolfo, interiora di cinghiale sparse per il campo ecc. ecc. che dia un risultato migliore.

Ah molto interessante mio padre detiene in maniera regolare un fucile da caccia. ...quindi potrei chiedere questo permesso alla stazione dei carabinieri della mia località? (Sperando che mi diano il permesso di uscire di notte a sorvegliare i campi perché la notte vanno in azione quei maledetti)
Per le palline di canfora dici che funziona (ho letto che emanano un forte odore) ? Ma speriamo bene perché ci tengo molto a risolvere questo problema


la cosa è abbastanza semplce ma allo stesso tempo "complicata"
per prima cosa è indispensabile il porto d'armi per uso caccia (farsi trovare con un fucile in mano senza porto d'armi è previsto il penale e anche l'arresto)
poi si devono avere determinate abilitazioni che possono variare da regione a regione e negli stessi ATC (ambiti territoriali di caccia)
le uscite, gli orari, la detenzione degli animali abbattuti sono soggette ai vari regolarmenti che ripeto sono diverse tra città metro regione ATC e distretti

le palline di canfora sono certamente efficaci
altra soluzione è:incaricare uno in possesso di quanto detto sopra che agirà di consequenza
questi i miei consigli poi vedi te il da farsi ciao

_________________
ma che film la vita grazie augusto grazie nomadi


25/07/2016, 10:14
Profilo

Iscritto il: 27/11/2015, 13:11
Messaggi: 502
Località: Canna (cs)
Formazione: tecnico della gestione aziendale
Rispondi citando
contadinotoscano ha scritto:
NICO91 ha scritto:
aspera ha scritto:
il permesso di autodifesa te lo danno se sei coltivatore diretto, iap, amministratore di una azienda agricola e alcune altre situazioni; lo chiedi alle guardie della città metropolitana, le ex guardie provinciali, compili un modulo e dopo un mesetto te lo danno.

Ovviamente devi avere almeno la detenzione di armi nella proprietà ( la fai banalmente con una prova al poligono e altra burocrazia inutile ), o la licenza di caccia o il porto d'armi

puoi uscire, previa segnalazione all'apposito sito, quando vuoi 24h 365g - se abbatti l'animale dovrai poi portarlo ai centri di raccolta dove lo esaminano, lo tengono in cella qualche giorno, poi lo ritiri se vuoi oppure glielo vendi.

le palline di canfora sono quelle che si usavano una volta per le tarme; non c'é nafta, benzina, zolfo, interiora di cinghiale sparse per il campo ecc. ecc. che dia un risultato migliore.

Ah molto interessante mio padre detiene in maniera regolare un fucile da caccia. ...quindi potrei chiedere questo permesso alla stazione dei carabinieri della mia località? (Sperando che mi diano il permesso di uscire di notte a sorvegliare i campi perché la notte vanno in azione quei maledetti)
Per le palline di canfora dici che funziona (ho letto che emanano un forte odore) ? Ma speriamo bene perché ci tengo molto a risolvere questo problema


la cosa è abbastanza semplce ma allo stesso tempo "complicata"
per prima cosa è indispensabile il porto d'armi per uso caccia (farsi trovare con un fucile in mano senza porto d'armi è previsto il penale e anche l'arresto)
poi si devono avere determinate abilitazioni che possono variare da regione a regione e negli stessi ATC (ambiti territoriali di caccia)
le uscite, gli orari, la detenzione degli animali abbattuti sono soggette ai vari regolarmenti che ripeto sono diverse tra città metro regione ATC e distretti

le palline di canfora sono certamente efficaci
altra soluzione è:incaricare uno in possesso di quanto detto sopra che agirà di consequenza
questi i miei consigli poi vedi te il da farsi ciao

Dove posso rivolgermi per maggiori informazioni per l autodifesa?


25/07/2016, 17:44
Profilo

Iscritto il: 09/09/2015, 19:29
Messaggi: 77
Località: castel san pietro terme - BO
Rispondi citando
CONTADINO TOSCANO
mi spiace contraddirti ma carabinieri e atc non c'entrano nulla, come già detto bisogna fare domanda alla città metropolitana ufficio caccia ( ex provincia ) tramite l'ufficio della polizia metropolitana di zona; il permesso di detenzione del fucile del padre va benissimo, ovviamente nell'ambito della proprietà privata terriera - di certo non può andare altrove.
T'immagini se tutti i contadini che hanno il permesso dovessero fare l'esame della licenza di caccia..............

Comunque confermo, la canfora o la naftalina ( quella di Eta Beta ) sono i migliori repellenti per cinghiali, considerando che quelli che vendono su internet sono delle ladrate e peraltro molto pericolosi per l'uomo.


25/07/2016, 20:08
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 32 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Designed by ST Software.

Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO

Informativa Privacy