Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 27/06/2017, 7:17




Rispondi all’argomento  [ 11 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Come riscaldare casa mia? 
Autore Messaggio
Avatar utente

Iscritto il: 05/04/2010, 18:10
Messaggi: 99
Località: Canossa
Rispondi citando
Cari amici, ho ereditato una proprietà agricola che sto progettando di rimettere in funzione e ri-abitare in pianta stabile o quasi. Se per ciò che concerne la parte agricola sto lavorando e studiando con profitto le poche esperienze pregresse alla mia (voglio re-impiantare una coltura storica, un tempo abbandonata ed oggi nuovamente redditizia) ed al momento non ho necessità/possibilità di confrontarmi su questo tema, anche per un obbligo di riservatezza impostomi dai soci... per ciò che concerne invece il riscaldamento di casa ho proprio bisogno di consigli dettati dalla vostra esperienza e conoscenza!!

La casa è di circa 120 mq, divisi su tre piani: al piano terra cucina, sala da pranzo ed una camera per gli ospiti (che non scaldiamo mai, ma che deve restare scaldabile, all'occorrenza), al primo piano bagno, una camera da letto ed il salotto, all'ultimo due camere da letto ed un bagnetto microscopico ed oggi è scaldata con il gpl, i termoconvettori in ogni stanza, ed un boiler a gas che ogni tanto - soprattutto d'estate - si spegne per il vento... un impianto che credo sia il peggio in assoluto dal punto di vista del rapporto costi/resa!! :o :shock:

Gli scuri sono nuovi e ben fatti, abbiamo già fatto realizzare i doppi vetri, ed intendo coibentare il tetto (argomento sul quale ho trovato diversi suggerimenti in un apposito topic qui, ma se ne avete altri...)

Ciò detto,
1) preferirei non sventrare la casa, e quindi eviterei impianti a pavimento,
2) non vorrei spendere un miliardo (cioè non vorrei far un investimento a solo vantaggio dell'ambiente, ma soprattutto che si ripaghi alla svelta),
3) intenderei lasciare i convettori come impianto "di riserva" o "d'emergenza" (giacché ad esempio essi vanno anche senza corrente elettrica, e molte delle moderne soluzioni a biomasse invece no)
4) vista l'esiguità degli spazi, il costo dell'operazione, e la necessità di tenerla alimentata a mano almeno due/tre volte al giorno temo che la caldaia a biomasse (nel mio caso legna e pellet, oppure legna e cippato) non sia adattta
5) visto che lavoro anche in città, da libero professionista e quindi con tempi che variano molto di giorno in giorno, mi servirebbe un impianto programmabile, e gestibile anche da remoto, che mi permetta di spegnerlo se resto a dormire fuori, di accenderlo e decider la temperatura almeno piano per piano, se all'ultimo mi salta un appuntamento e ritorno prima...


In nome di tutte queste valutazioni, ed avendo esattamente nel centro della casa, in mezzo al piano intermedio, un camino inutilizzato, pensavo ad installarvi un "termocamino" ad aria, che spinga il caldo - con appositi tubi - nelle camere da letto sopra, in quella accanto (e da essa nel bagno, appena più in là...) e nella sala da pranzo che le sta sotto (e di lì in cucina, ove comunque ho una fantastica cucina economica...): dite sia la soluzione più adatta? Avete soluzioni migliori da suggerire? Avendo una certa disponibilità di legname da ardere vario e volendo un riscaldamento programmabile e che non abbia bisogno d'esser sempre alimentato a mano, opterei per una soluzione a legna e pellet: digerisce tutti i tipi di legna o - come le caldaie a biomasse che ho visto - necessita di legna asciutta e con certa resa minima? Dite che abbia molta dispersione su per la canna fumaria - come ho letto in giro - o ve ne siano di abbastanza moderni da evitare questo problema?
Infine, che resa dite possa avere?



Ringrazio subito tutti coloro che han avuto la pazienza di leggere questo mio "brevissimo" post... e ringrazio anticipatamente tutti coloro che vorranno aiutarmi con la loro esperienza diretta o con le loro conoscenze!!


27/11/2015, 15:22
Profilo
Sez. Miscellanea
Sez. Miscellanea
Avatar utente

Iscritto il: 27/07/2011, 13:09
Messaggi: 23160
Località: Camporosso
Rispondi citando
Una stufa a pellets da circa 12KW al massimo, ad aria.
io le ho una, la mia casa è a due piani, 11,5 KW per 300 metri cubi, questo il potenziale, ad aria, cioè ha i ventilatori
e tubo per trasferire il caldo massimo 8 metri diametro 100MM.
COnsuma circa 15kg di pellets per 24 ore, è programmabile giornalmente, settimanalmente...

Ciao

_________________
Nella vita non esistono sfide, ma solo una sfida, quella con te stesso...
La verità autentica è sempre inverosimile. Fëdor Dostoevskij


27/11/2015, 17:42
Profilo WWW
Avatar utente

Iscritto il: 05/04/2010, 18:10
Messaggi: 99
Località: Canossa
Rispondi citando
Ti ringrazio per avermi raccontato la tua esperienza, anche se non risponde alle mie domande e perplessità... :)


28/11/2015, 17:09
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 20/10/2009, 18:36
Messaggi: 5327
Località: Airuno (Lecco)
Rispondi citando
Kaazorro ha scritto:
intenderei lasciare i convettori come impianto "di riserva" o "d'emergenza" (giacché ad esempio essi vanno anche senza corrente elettrica, e molte delle moderne soluzioni a biomasse invece no)

senza corrente non va nulla... se ho capito bene, sono dei caloriferi. l'acqua calda circola con una pompa.
la legna da sola non si carica, devi poi sistemarla, farla asciugare. se la bruci umida brucia si ma perdi potenza.
conta poi che sporca.
alla fine se scaldi velocemente perdi calore anche velocemente ricorda. oltre al riscaldamento la prima cosa a cui pensare è isolare la casa. non basta i serramenti

_________________
Immagine @Orto_di_Mauro


28/11/2015, 18:06
Profilo

Iscritto il: 05/02/2014, 22:35
Messaggi: 2804
Località: Żyznów (Polonia) Oleggio Castello (Novara)
Formazione: geometra sulla carta, agricolo nei fatti
Rispondi citando
Noi siamo arrivati a rivalutare la caldaia a metano a condensazione, secondo quanto consigliato da molti.. Parrebbe che diminuisca fino al 30% il consumo di combustibile a parita' di efficienza dell'impianto e dell'isolamento, unendo la comodita'.

anche se come tipo di caldo preferisco comunque quello della legna. per cui rimarrebbero le stufe in ghisa, anche per estetica o emergenza in caso di blackout..

_________________
Non aver paura dei furbi , ma attento agli ignoranti.

Tutti crescono giocando coi trattori. I piu' fortunati non smettono mai


29/11/2015, 9:55
Profilo WWW
Avatar utente

Iscritto il: 05/04/2010, 18:10
Messaggi: 99
Località: Canossa
Rispondi citando
Son delle stufe a gpl, Kentarro, con accensione piezoelettrica: vanno senza corrente.


29/11/2015, 18:52
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 20/10/2009, 18:36
Messaggi: 5327
Località: Airuno (Lecco)
Rispondi citando
Le pompe piezoelettriche??????

_________________
Immagine @Orto_di_Mauro


29/11/2015, 22:19
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 05/04/2010, 18:10
Messaggi: 99
Località: Canossa
Rispondi citando
Kentarro, ho scritto che son delle stufe a gpl con accensione piezoelettrica: di pompe, così come di termosifoni hai parlato tu. :?
Sono stufette, con la fiammella, che bruciano gpl: ci stiamo capendo ora?


30/11/2015, 20:42
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 20/10/2009, 18:36
Messaggi: 5327
Località: Airuno (Lecco)
Rispondi citando
Kaazorro ha scritto:
al primo piano bagno, una camera da letto ed il salotto, all'ultimo due camere da letto ed un bagnetto microscopico ed oggi è scaldata con il gpl, i termoconvettori in ogni stanza, ed un boiler a gas che ogni tanto - soprattutto d'estate - si spegne per il vento... un impianto che credo sia il peggio in assoluto dal punto di vista del rapporto costi/resa!! :o :shock:

la parola termoconvettore indica anche dispositivi ad acqua, dispositivi con ventola, roba di cui necessita la corrente elettrica e da come leggo sopra potrebbe essere tutto questo, alimentato a gpl.
se ho interpretato male ti chiedo scusa, non sono duro di comprendonio, capisco ciò che leggo.

_________________
Immagine @Orto_di_Mauro


30/11/2015, 21:10
Profilo

Iscritto il: 23/11/2016, 11:46
Messaggi: 37
Rispondi citando
avete idee a riguardo? un giusto sistema di illuminazione può aiutare a surriscaldare l'ambiente? :shock:


18/04/2017, 12:23
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 11 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
POWERED_BY
Designed by ST Software.

Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO

Informativa Privacy