Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 28/02/2017, 7:34




Rispondi all’argomento  [ 20 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
alimentazione per caprette 
Autore Messaggio
Sez. Caprini
Sez. Caprini

Iscritto il: 07/06/2010, 14:55
Messaggi: 4818
Località: Maremma 'mpestata
Formazione: Perito Agrario
Rispondi citando
La capra non gradisce cibi "terrosi", e questa è la prima considerazione che mi viene da fare.
Sinceramente non ho mai visto una capra mangiare queste radici, mentre piuttosto le ho viste "rifarsi i denti" con le radici scoperte degli olivi :mrgreen: :lol:
Potrebbero magari mangiarne un pò, ma non baserei mai la loro alimentazione sulle radici di gramigna.
Erba, fieno, fronde...che siano fresche, appassite o essiccate: questo piace alla capra, oltre naturalmente alle granaglie di cui è sin troppo ghiotta.
Al limite verdure, frutta, ghiande e castagne...anche paglia in alcuni casi.
Radici di gramigna...piuttosto un maiale, quello si che potrebbe mangiarle, ma devi sentire in sezione suini cosa ti dicono gli esperti. ;)
Ciao
Tosco


22/10/2015, 23:11
Profilo

Iscritto il: 01/05/2016, 6:56
Messaggi: 11
Rispondi citando
Ciao! Vi leggo da anni ma solo ora mi decido a chiedere qualcosa.
Da ieri ho due caprette tibetane, femmine, appena svezzate. Ora sono in un recintino improvvisato in casa in attesa che si tranquillizzino e si abituino a me e ai cani (ieri erano così spaventate che non mangiavano neanche ed ero molto preoccupata, oggi per fortuna mangiano e bevono e ruminano); appena possibile conto di recintare un pezzo di campo incolto e bosco, che comprende un annesso in muratura, e di metterci tutti, caprette, polli, oche, anatre, futuri altri animali, liberi nella zona recintata di giorno e chiusi nell'annesso di notte.
Mi aggancio a questa vecchia discussione per chiedere una cosa a voi esperti. Da un lato tanti mi dicono "non preoccuparti, se sono libere e hanno cibo a volontà e variato si regolano benissimo da sole", dall'altro tanti mi dicono "attenta che non esagerino con alcune piante". Ora, visto che ho tanto e tanto trifoglio nel campo, e che il trifoglio è una delle piante da cui vengo messa in guardia, non so bene che pensare/fare. Possibile che siano così sciocche da mangiare una quantità eccessiva di qualche pianta, se ne hanno tante altre a disposizione, e che non si siano ancora estinte?
E poi: una persona mi ha detto che le capre muoiono se mangiano piantine di cui non sapeva il nome ma che hanno fiori piccoli piccoli e azzurri (non-ti-scordar-di-me??). Oltre alle considerazioni di cui sopra (come hanno fatto a non estinguersi se non si sanno scegliere il cibo?), avete idea di che pianta possa essere? Ed è una credenza locale o c'è qualcosa di vero? E comunque, in generale, ci sono piante che non devono proprio mangiare? Per esempio, nel mio campo c'è anche molto assenzio. Lo mangiano? Rischiano di intossicarsi? Via via lo sto estirpando, ma è un lavoro interminabile e chissà quando lo finirò. Se è pericoloso per le caprette, però, cerco di accelerare, almeno nella parte che sarà recintata per prima.
E ancora: il sale è necessario anche se stanno libere all'aperto con ampia scelta di cibo fresco, o serve solo per quelle che stanno chiuse in stalla e vivono di fieno?
Non c'entra con l'alimentazione ma, già che ci sono, vi faccio un'altra domanda; se non va bene ditemelo, per favore, e cerco il posto giusto. E' vero che, se le caprette coabitano con i polli, si posso prendere malattie? Se è vero, vale anche nel mio caso (coabitazione solo di notte e in ambiente molto grande che pensavo di dividere con i bancali, da una parte i pennuti e da una parte le caprette ed eventuali altri futuri quadrupedi)?
Vi ringrazio molto in anticipo per i vostri illuminati pareri! :)


01/06/2016, 17:16
Profilo
Connesso

Iscritto il: 05/07/2009, 23:27
Messaggi: 193
Località: valle uzzone
Formazione: 'gnurant
Rispondi citando
Provo a risponderti, ma occhio che non sono un'esperto.
Personalmente il recintino improvvisato lo farei fuori casa, ma ovviamente ognuno è libero di agire come meglio crede.
E' vero che non devono esagerare con alcune piante, tipo l'erba medica quando è fresca e bagnata, ma è anche tanto questione di abitudine, riguardo al trifoglio non saprei che dirti, anche qua da me ce n'è in abbondanza , ma direi che proprio non lo considerano, fossi in te eviterei di impazzire per eliminarlo... tanto non ci riusciresti
Io conosco il Tasso come pianta tossicissima , ma qui non ne ho, percio' non sono in grado di dirti se lo mangerebbero,
Insomma, ti consiglierei di non preoccuparti troppo.
Il sale ci vuole, vendono delle rotellone sia di sale bianco , che additivato, che bianco non è, io l'ho appeso con una corda e loro lo leccano a piacimento, il primo giorno che l'ho messo se lo sono litigato e sembrava che non se ne staccassero più, dall'indomani l'uso che ne hanno fatto è stato decisamente più modesto, evidentemente erano in deficit.
L'assenzio non lo mangiano o al limite ne mangiano poco, le mie non si sono mai intossicate, sempre le mie amano molto la celidonia o chelidonia, che oltre ad essere una vera fetenzìa, è anche zeppa di neurotossine, ma anche in quel caso non ho mai avuto alcun problema, ne io nè le capre, si intende, anche in quel caso eviterei di estirparlo, se proprio hai energie da disperdere mi raccomanderei piuttosto di curare per bene la recinzione, altrimenti le capre se ne vanno, non che scappino, ma comunque vanno a far danno


02/06/2016, 17:08
Profilo

Iscritto il: 01/05/2016, 6:56
Messaggi: 11
Rispondi citando
Grazie, orsomaki.
Sono scesa a valle, ho comprato la rotellona di sale, l'ho appesa e una delle due ha deciso che è un gran bel gioco, la prende a testate tutto il tempo. :) Tutte e due hanno anche dato qualche leccatina ma poi basta, a quanto pare non erano in deficit.
Per il momento le tengo in casa perché fa freddo e piove tutto il tempo e loro sono piccolissime (e originarie dell'Africa)... e anche perché voglio che si crei un buon legame con me e con le mie cane... e, soprattutto, perché ho il bosco a 6-7 metri dalla porta di casa e le volpi straabbondano, e loro sono ancora così piccole (tipo gatti) che penso sarebbero prede facili.
Però stamattina non pioveva e le ho portate, con collari e guinzagli, nella parte di orto che è ancora una giungla. Visto quanto hanno apprezzato i miei arcinemici (rovi, vitalba, edera e persino gli olivetti selvatici) e visto che hanno mangiato anche un bel po' di trifoglio, credo che diventeranno tra i miei animali preferiti. Se poi scoprirò che mangiano anche la yucca, si meriteranno dei monumenti. :lol:
Recinzione: sì, preferisco rimandare e farla molto bene, anche perché ci sono alcuni oliveti nel resto della collina e il proprietario mi strozzerebbe se glieli rovinassero. Ma anche bestioline così piccole (i genitori saranno 40 cm al garrese, a dir tanto) sono in grado di danneggiare alberi adulti? Sì, eh?
Te/ve le presento anche, ecco Bea e Tea pronte per la nanna. :lol:
Ancora grazie!


Allegati:
a nanna.jpg
a nanna.jpg [ 81.7 KiB | Osservato 867 volte ]
04/06/2016, 12:39
Profilo
Connesso

Iscritto il: 05/07/2009, 23:27
Messaggi: 193
Località: valle uzzone
Formazione: 'gnurant
Rispondi citando
Il buon legame si creerà col tempo, attenta solo a non farle stare troppo bene in casa , perchè potrebbero rimanerci male quando le metterai fuori, e ti assicuro che le caprette sapranno come fare a fartela pagare,
Le capre adorano i rovi e la vitalba, anche l'edera, ma l'edera mi permetto di suggerirti, se ne hai la possibilità di conservartela per l'inverno, in maniera che possano anche col periodo freddo avere qualcosa di fresco da mangiare
Credo che il tuo concetto di freddo sia soggettivo, parlando di uliveti nelle vicinanze , non credo che tu stia in lapponia, ma forse sbaglio
sopratutto in inverno le capre si dedicheranno a rosicchiare le cortecce degli alberi, le mie hanno una predilezione per il frassino e la robinia, non escludo peraltro che possano aggredire anche gli uliveti.
Fai molta attenzione se hai dei vigneti nelle vicinanze, perche quelli li devastano di sicuro.


08/06/2016, 8:17
Profilo

Iscritto il: 01/05/2016, 6:56
Messaggi: 11
Rispondi citando
Casa: ora ci stanno solo a dormire, di giorno stanno legate nella parte ancora giunglosa dell'orto e mi sembra che apprezzino molto. Il primo giorno attaccavano a belare disperate appena mi allontanavo, nei giorni successivi resistevano sempre un po' di più e adesso stanno da sole per un paio d'ore senza problemi. Che adattabilità rapida.

Farmela pagare: sì, sto iniziando a capire che hanno un caratterino niente male. :D

Edera: abbonda in tutta la collina, non temo proprio scarsità invernali. Che tu sappia, ne possono mangiare a volontà?

Freddo: no, niente Lapponia :), sto in Umbria, ma quasi in cima a una collina ed esposta a nord-nord-est, e ci sono sempre almeno 10° meno che giù a valle. Nei pochi giorni davvero freddi dell'ultimo inverno siamo arrivati a -9°... Normalmente non mi preoccuperei per niente, ma me le hanno date come svezzate e invece credo che fossero palle (un sacco di gente considera svezzati gli animali appena iniziano a mangiare per conto loro, vedi gattini che la gente vorrebbe rifilarti a poche settimane di vita); il mio timore è che, tolte troppo presto dalla mamma, non abbiano potuto sviluppare un sistema immunitario robusto. Ma sono solo paranoie, immagino. La paura principale è per le volpi, giusto due giorni fa mi hanno fatto fuori _tutte_ le oche. :cry: :cry: :cry: Con il bosco a pochi metri dalla porta di casa, le volpi hanno vita facile e i cani non riescono sempre ad arrivare in tempo. Dovrei avere venti cani che girano costantemente attorno a casa... o una recinzione superseria, che non ho ancora.

Vigneti: ne sono felice, perché nel mio campetto un tempo c'era un vigneto e ora è pieno di viti inselvatichite che non producono niente ma invadono tutto.

Dubbioni: vedo che vanno pazze per le foglie di quercia, ma qui http://www.caprettetibetane.it/piante_velenose.htm" target="_blank dicono che fanno male. Lo stesso vale per la robinia, anche se nominano solo "corteccia, rami e semi". Quindi le foglie le potranno mangiare, si suppone. Le mie stanno benissimo nonostante le grandi mangiate di foglie di quercia, e immagino che stiano benissimo anche le tue che mangiano corteccia di robinia. Che confusione! Come si fa a non avere dubbi con tante informazioni contraddittorie?

Ancora grazie


Allegati:
nell'orto 1 ridotta.jpg
nell'orto 1 ridotta.jpg [ 180.23 KiB | Osservato 806 volte ]
09/06/2016, 9:29
Profilo
Connesso

Iscritto il: 05/07/2009, 23:27
Messaggi: 193
Località: valle uzzone
Formazione: 'gnurant
Rispondi citando
Per il sistema immunitario , ricevuto dalla mamma con il colostro , credo si tratti dei primissimi giorni dalla nascita, ma come dicevo pur avendo le capre ormai da qualche anno, non sono sicuramente un' esperto.
Le mie mangiano edera sopratutto in inverno, quando mi accompagnano a far legna, ne mangiano in abbondanza, mai avuto problemi
Robinia idem , la apprezzano molto fiori, foglie, punte dei rametti e in inverno la corteccia, come sopra , mai problemi
le quercie non le apprezzano più di tanto, quando è stagione spazzolano tutte le ghiande. qui era consuetudine di fare intorno a settembre fascine di rami di roverella , che non perde le foglie , e usarle poi come foraggio in inverno, tanto male perciò non credo faccia.
A volte, ma solo a volte , mangiano la Gorra, non so se sia il suo nome corretto in italiano, è comunque una varietà di salice che cresce vicino ai fiumi.
Immagino che sappiano molto bene cosa e quando mangiare,
Anche la corteccia del frassino ha delle proprietà, sempre da queste parti si usa preparare un'infuso con la corteccia del frassino e poi darlo da bere a polli e conigli, a detta di molti è un autentico toccasana , ai polli glie lo preparo, le capre si arrangiano da sole
Credo sia difficile che le capre mangino qualcosa che fa loro male in quantità tali da stare male.
Se deciderai di dar loro del fioccato, fai attenzione perche con quello davvero rischi di accopparle , non che sia velenoso, ma occorre dargliene molto poco .


09/06/2016, 12:31
Profilo
Sez. Caprini
Sez. Caprini

Iscritto il: 07/06/2010, 14:55
Messaggi: 4818
Località: Maremma 'mpestata
Formazione: Perito Agrario
Rispondi citando
Facciamo il punto.
Fieno: a disposizione, sopratutto alla mattina per far partire la ruminazione in modo corretto. In inverno è necessario in assenza di pascolo (scarsità di erbaggi, pioggia, neve, etc.). Evitare di spingere con fieni di medica di secondo taglio o di sola sulla o solo ginestrino o solo trifoglio: questi fieni sono ottimi, ma è bene tagliarli con fieni naturali o fieni di loietti/festuca. Non eccedere con l'uso del fieno di avena (ottimo nelle fasi dei calori).
Piante velenose: fare attenzione a tutti i Lauri e gli oleandri, presenti in moltissimi dei nostri giardini. Evitare di dare piante di pomodoro, non dare buccia di patata (come erroneamente fanno molti possessori di tibetane). Le capre, specie se giovani e senza madre ad insegnare loro, spesso mangiano di tutto, salvo poi stare male: seguile e scegli per loro i primi tempi del pascolo. Ci sono altre piante velenose, leggi qui: http://www.forumdiagraria.org/caprini-f16/piante-vs-capre-t4470.html?hilit=piante%20velenose
L'edera è molto apprezzata, ma ci sono delle varietà che sinceramente potrebbero creare dei problemi.
Il Rovo è una delle piante che più amano spulciare...specie se ci sono i germogli freschi o...le more ;-) ;-D
Rami di alberi: le capre ADORANO le frasche, e certamente l'olivo è una delle piante preferite della quale, una volta terminato il fogliame, iniziano ad apprezzarne la corteccia. Ma non devi mai esagerare con la somministrazione delle frasche, ed aumentare gradualmente. Amano il leccio, il frassino (condivido in pieno quanto detto da orsomaki ;) ). Bene per il rovere e la roverella, ma attenzione con i salici (personalmente non li faccio mai mangiare alle mie capre).
Attenzione agli alberi da frutto: o loro o le capre, visto che sono particolarmente apprezzati :mrgreen:
Granaglie: bene per l'orzo, magari alla sera al rientro in stalla, ma non eccedere mai con le dosi. Anche l'avena va bene, magari nella stagione dei calori, e per il mais puoi darlo ma ti consiglierei dosi più moderate rispetto ai precedenti. Favino, soia, piselli vari sono apprezzati, ma non spingere troppo con le leguminose, visto che non devi puntare alla produzione di carne e/o latte con questi tuoi animali.
Schiacciato e fioccato: una vera e propria droga per le capre (tutte, indistintamente dall'essere tibetane o meno). Sinceramente non li darei alle mie tibetane (essenzialmente son soldi buttati via...ossia un alimento non necessario).
Paglia e foglie: la lettiera la puoi fare di molte cose, dalla segatura, ai trucioli, ma io preferisco usare la paglia.
Anche le foglie secche vanno bene, purchè non siano foglie di piante velenose. Ricordati che la paglia potrà essere mangiucolata dalle tue caprette, e male certo non farà loro.
Frutta ed ortaggi: bene la mela a pezzi, bene la buccia di mela, bene la pera a pezzi e la buccia, fai attenzione a susine/pesche/albicocche (il nocciolo potrebbe restare bloccato in gola o nel rumine e crearti anche rischiosi problemi). Amano le ghiande, amano le castagne...ma magari non dargliene a quintali. I frutti esotici come ananas, banane, mango, papaia e cocco mangiali tu :lol: Non dare loro pomodori, e sopratutto verdura cotta, ma puoi dare loro le puliture dell'insalata, delle bietole, dei radicchi e degli spinaci. NON DARE MAI PREZZEMOLO!
...
...ho provato a riassumere quanto nel forum è già ampiamente affrontato in altre discussioni.
Se hai dubbi, e certamente ne avrai, usa anche la funzione Cerca posta in alto nella barra delle applicazioni.
Per tutto il resto, siamo a disposizione.
Ciao
Tosco


09/06/2016, 19:33
Profilo

Iscritto il: 01/05/2016, 6:56
Messaggi: 11
Rispondi citando
Tosco, molte grazie anche a te! Scusa se rispondo solo ora, ma per qualche suo strano motivo gmail mi aveva messo l'avviso in una casella che non guardo mai.
Sono lieta di poter dire che le mie caprette stanno benissimo; mi seguono come cagnolini, sembrano in perfetta salute e felici come pasque. Hanno fieno a volontà, varie ore di pascolo al giorno e una manciata d'orzo quando rientrano in stalla. Non trovavo il fieno, vista la stagione piovosa (o trovavo solo rotoballe e in più di sola erba medica), ma poi ho trovato ottime presse di primo taglio. Insomma, tutto bene.
Ancora grazie
Lia


17/08/2016, 22:21
Profilo
Sez. Caprini
Sez. Caprini

Iscritto il: 07/06/2010, 14:55
Messaggi: 4818
Località: Maremma 'mpestata
Formazione: Perito Agrario
Rispondi citando
Meglio così ;-)
tienici informati
ciao
Tosco


19/08/2016, 0:16
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 20 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Designed by ST Software.

Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO

Informativa Privacy